Djamel Mesbah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Djamel Mesbah
Algérie - Arménie - 20140531 - Djamel Eddine Mesbah.jpg
Djamel Mesbah nel 2014
Nazionalità   Algeria
Altezza 179[1] cm
Peso 74[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Termine carriera 2020
Carriera
Giovanili
1995-2001Annecy-le-Vieux
2001-2003Servette
Squadre di club1
2003-2004Servette11 (3)
2004-2006Basilea11 (1)
2006Lorient0 (0)
2006-2008Aarau60 (1)[2]
2008Lucerna6 (0)
2008-2009Avellino27 (2)
2009-2012Lecce82 (6)
2012-2013Milan9 (0)
2013-2014Parma10 (1)
2014Livorno14 (1)
2014-2016Sampdoria23 (0)
2016-2017Crotone10 (0)
2017Losanna4 (0)
2019-2020Étoile Carouge4 (0)
Nazionale
2010-2017  Algeria35 (1)
Carriera da allenatore
2019Thonon ÉvianUnder-19
2021-  Algeria A'Vice
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 settembre 2020

Djamel Eddine Mesbah (in arabo: جمال الدين مصباح‎; Zighoud Youcef, 9 ottobre 1984) è un ex calciatore algerino, di ruolo difensore, vice allenatore dell'Algeria A'.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Nasce come esterno offensivo nel Servette, e solo successivamente ha arretrato il suo raggio di azione ricoprendo il ruolo di terzino.[3] È in grado di operare efficaci inserimenti senza palla.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la sua carriera da calciatore nelle file dell'Annecy-le-Vieux, un club juniores francese, prima di essere notato dagli svizzeri del Servette nel 2001, con cui ha debuttato da professionista nella stagione 2003-2004, giocando 11 partite e segnando 3 reti.

Basilea e il prestito al Lorient[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2004 ha lasciato il club, in nette difficoltà finanziarie,[4] e si è aggregato al Basilea. Impiegato principalmente come riserva, ha disputato in due stagioni 14 partite e ha segnato un gol con i rossoblu, esordendo anche nelle competizioni UEFA per club il 16 settembre 2004 nella partita del primo turno di Coppa UEFA Terek Groznyj-Basilea terminata con il punteggio di 1-1, subentrando a Scott Chipperfield al 77º minuto di gioco.[5] Con il Basilea ha inoltre vinto la Super League 2004-2005, nella quale ha totalizzato 9 presenze e una rete.

Nel gennaio del 2006 si è trasferito in prestito ai francesi del Lorient. Non è riuscito tuttavia ad esordire in Ligue 2 poiché il calciatore algerino si è infortunato gravemente nel corso della stagione.[6]

Il ritorno in Svizzera e il prestito all'Avellino[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2006 è tornato in Svizzera, firmando per l'Aarau, con cui ha disputato due stagioni da titolare. Alla fine della prima stagione con la maglia della squadra del Canton Argovia Mesbah è risultato determinate per la permanenza della stessa in Super League grazie alle 3 reti segnate nei due incontri dello spareggio salvezza/promozione contro il Bellinzona (una all'andata[7] e due nel ritorno[8]).

Il 1º luglio 2008 è passato al Lucerna,[9] che dopo pochi mesi, il 1º settembre 2008, lo ha ceduto in prestito all'Avellino,[10] con cui ha disputato il campionato di Serie B.

Lecce[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 luglio 2009 si è trasferito al Lecce.[11] Nella sua prima stagione con i salentini, in Serie B, ha conquistato la promozione e ha giocato con continuità (36 presenze), siglando 3 reti. Confermato titolare anche per la stagione successiva, ha debuttato in Serie A il 29 agosto 2010, nella sconfitta esterna per 4-0 contro il Milan[12] e ha realizzato il suo primo gol in massima serie il 20 febbraio 2011, nella vittoria interna per 2-0 contro la Juventus.[13] Ha concluso la sua annata con 34 presenze in campionato e due reti.

Nella stagione 2011-2012 Mesbah è ancora un titolare della formazione leccese con 11 partite giocate fino a metà stagione.

Milan[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 gennaio 2012 è passato a titolo definitivo al Milan,[14] con cui il giorno seguente ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2016[15] da circa 500.000 euro a stagione[16] più bonus in base al raggiungimento degli obiettivi e al numero di presenze.[17] Al Lecce è andata la metà del cartellino dell'attaccante classe '94 David Speziale, valutata circa 350.000 euro, che rimane comunque in rossonero fino al 30 giugno 2012,[14] mentre è stato risolto il prestito in favore della società milanese del centrocampista Rodney Strasser, facendo risparmiare alla squadra salentina un ingaggio da circa 200.000 euro, per un totale di 550.000 euro.[16] Ha scelto la maglia numero 15.[18] Ha esordito con i rossoneri ricoprendo il ruolo di terzino sinistro il 26 gennaio 2012 nella partita di Coppa Italia vinta per 3-1 a San Siro contro la Lazio.[19] Nella stessa competizione, ha segnato la sua prima rete con la maglia rossonera il 20 marzo seguente, nella semifinale di ritorno disputata a Torino contro la Juventus, mettendo a segno il momentaneo 1-1. La gara è poi terminata sul punteggio di 2-2 dopo i tempi supplementari, sancendo l'eliminazione del Milan.[20] In totale in maglia rossonera ha disputato 14 partite.

Parma e il prestito al Livorno[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 gennaio 2013 si è trasferito a titolo definitivo al Parma, scegliendo di indossare la maglia numero 5[21] lasciata libera da Cristian Zaccardo, ceduto al Milan in cambio del difensore algerino.[22] Ha esordito con la società gialloblu il 10 febbraio seguente, in occasione del pareggio interno per 0-0 contro il Genoa.[23] Il 25 settembre 2013 ha segnato il primo gol con la maglia dei ducali nella partita di campionato Parma-Atalanta (4-3).

Il 29 gennaio 2014 passa con la formula di prestito secco al Livorno.[24] Esordisce il 9 febbraio 2014 contro il Genoa giocando dal primo minuto. Il 4 maggio 2014 segna la sua prima rete con la maglia del Livorno nella partita di campionato Udinese-Livorno (5-3).

Sampdoria[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º settembre 2014 si trasferisce a titolo definitivo alla Sampdoria nell'affare che ha portato Juan Antonio a Parma[25]. Il 24 settembre esordisce in blucerchiato giocando dal primo minuto la gara Samp-Chievo 2-1. La prima stagione in blucerchiato si conclude con 16 presenze e nessun gol.

Il 3 febbraio 2016 viene denunciato per guida in stato di ebbrezza e multato, infatti alla guida della sua Porsche Cayenne non si era fermato all'alt dei carabinieri e all'alcol test aveva valori tre volte superiori al limite, per questo viene messo anche subito fuori rosa[26].

Il 31 agosto 2016 la Samp ne comunica la rescissione consensuale del contratto[27].

Crotone[modifica | modifica wikitesto]

Il 1 settembre 2016, viene acquistato a parametro zero dal Crotone, squadra neopromossa in Serie A: con i calabresi colleziona appena dieci presenze, contribuendo alla salvezza[28]

Il ritorno in Svizzera e il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Dopo appena una stagione con il Crotone, torna in Svizzera, con il Losanna, ma ad ottobre, dopo appena cinque presenze tra campionato e coppa, si svincola. Il 1º gennaio 2019 viene annunciato alla guida della formazione Under 19 del Thonon Evian, prima di tornare sui propri passi e tornare al calcio giocato firmando con gli svizzeri dell'Étoile Carouge Football Club, ma disputa solo 4 partite in campionato e si ritira dal calcio giocato.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Pur possedendo anche il passaporto francese, ha esordito con la Nazionale algerina il 28 maggio 2010 in amichevole contro l'Irlanda. Convocato da Rabah Saâdane, ha partecipato al campionato del mondo 2010 in Sudafrica, competizione nella quale ha debuttato il 18 giugno 2010 contro l'Inghilterra (0-0) entrando in campo all'88º minuto di gioco al posto di Hassan Yebda.[29] Ha preso parte anche alla Coppa d'Africa 2013, al campionato del mondo 2014 e alla Coppa d'Africa 2015. L'11 ottobre 2014 ha realizzato il suo primo gol in Nazionale, mettendo a segno la rete del definitivo 2 a 0 nella gara, valida per le Qualificazioni alla Coppa d'Africa 2015, vinta contro il Malawi.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua prima esperienza avviene nel 2019 alla guida della formazione Under 19 del Thonon Evian. Nel 2021 viene chiamato dalla Federazione calcistica dell'Algeria per ricoprire il ruolo di vice di Madjid Bougherra alla guida dell'Algeria A, la Nazionale algerina composta solo da giocatori militanti in patria che partecipa al Campionato delle nazioni africane, il quale richiede ciò come requisito[30].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2003-2004   Servette SL 11 3 CS 0 0 - - - - - - 11 3
2004-2005   Basilea SL 9 1 CS 1 0 UCL+CU 0+1 0 - - - 11 1
2005-gen. 2006 SL 2 0 CS 1 0 UCL+CU 0 0 - - - 3 0
Totale Basilea 11 1 2 0 1 0 - - 14 1
gen.-giu. 2006   Lorient L2 0 0 CF 0 0 - - - - - - 0 0
2006-2007   Aarau SL 29+2[31] 1+3[32] CS 4 1[32] - - - - - - 35 5[32]
2007-2008 SL 31 0 CS 2 0 - - - - - - 33 0
Totale Aarau 60+2 1+3 6 1 - - - - 68 5
lug.-set. 2008   Lucerna SL 6 0 CS 0 0 - - - - - - 6 0
set. 2008-2009   Avellino B 27 2 CI - - - - - - - - 27 2
2009-2010   Lecce B 36 3 CI 2 0 - - - - - - 38 3
2010-2011 A 34 2 CI 0 0 - - - - - - 34 2
2011-gen. 2012 A 12 1 CI 1 0 - - - - - - 13 1
Totale Lecce 82 6 3 0 - - - - 85 6
gen.-giu. 2012   Milan A 8 0 CI 2 1 UCL 2 0 SI - - 12 1
2012-gen. 2013 A 1 0 CI 0 0 UCL 1 0 - - - 2 0
Totale Milan 9 0 2 1 3 0 - - 14 1
gen.-giu. 2013   Parma A 7 0 CI - - - - - - - - 7 0
2013-gen. 2014 A 3 1 CI 1 0 - - - - - - 4 1
Totale Parma 10 1 1 0 - - - - 11 1
gen.-giu. 2014   Livorno A 14 1 CI - - - - - - - - 14 1
2014-2015   Sampdoria A 16 0 CI 0 0 - - - - - - 16 0
2015-2016 A 7 0 CI 1 0 UEL 0 0 - - - 8 0
Totale Sampdoria 23 0 1 0 0 0 - - 24 0
2016-2017   Crotone A 10 0 CI 0 0 - - - - - - 10 0
lug.-ott. 2017   Losanna SL 4 0 CS 1 0 - - - - - - 5 0
Totale carriera 266+2 15+3 15 2 4 0 - - 287 20

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Algeria
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-5-2010 Dublino Irlanda   3 – 0   Algeria Amichevole -
18-6-2010 Città del Capo Inghilterra   0 – 0   Algeria Mondiali 2010 - 1º turno -
11-8-2010 Algeri Algeria   1 – 2   Gabon Amichevole -
10-10-2010 Bangui Rep. Centrafricana   2 – 0   Algeria Qual. Coppa d'Africa 2012 -
17-11-2010 Lussemburgo Lussemburgo   0 – 0   Algeria Amichevole -
27-3-2011 Annaba Algeria   1 – 0   Marocco Qual. Coppa d'Africa 2012 -
4-6-2011 Marrakech Marocco   4 – 0   Algeria Qual. Coppa d'Africa 2012 -
3-9-2011 Dar es Salaam Tanzania   1 – 1   Algeria Qual. Coppa d'Africa 2012 -
9-10-2011 Blida Algeria   2 – 0   Rep. Centrafricana Qual. Coppa d'Africa 2012 -
29-2-2012 Bakau Gambia   1 – 2   Algeria Qual. Coppa d'Africa 2013 -
26-5-2012 Blida Algeria   3 – 0   Niger Amichevole -
2-6-2012 Blida Algeria   4 – 0   Ruanda Qual. Mondiali 2014 -
10-6-2012 Ouagadougou Mali   2 – 1   Algeria Qual. Mondiali 2014 -
15-6-2012 Blida Algeria   4 – 1   Gambia Qual. Coppa d'Africa 2013 -
9-9-2012 Casablanca Libia   0 – 1   Algeria Qual. Coppa d'Africa 2013 -
12-1-2013 Johannesburg Sudafrica   0 – 0   Algeria Amichevole -
22-1-2013 Rustenburg Tunisia   1 – 0   Algeria Coppa d'Africa 2013 - 1º turno -
26-1-2013 Rustenburg Algeria   0 – 2   Togo Coppa d'Africa 2013 - 1º turno -
30-1-2013 Rustenburg Algeria   2 – 2   Costa d'Avorio Coppa d'Africa 2013 - 1º turno -
2-6-2013 Blida Algeria   2 – 0   Burkina Faso Amichevole -
9-6-2013 Porto-Novo Benin   1 – 3   Algeria Qual. Mondiali 2014 -
16-6-2013 Kigali Ruanda   0 – 1   Algeria Qual. Mondiali 2014 -
14-8-2013 Blida Algeria   2 – 2   Guinea Amichevole -
10-9-2013 Blida Algeria   1 – 0   Mali Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2013 Ouagadougou Burkina Faso   3 – 2   Algeria Qual. Mondiali 2014 -
31-5-2014 Sion Algeria   3 – 1   Armenia Amichevole -
22-6-2014 Porto Alegre Corea del Sud   2 – 4   Algeria Mondiali 2014 - 1º turno -
26-6-2014 Curitiba Algeria   1 – 1   Russia Mondiali 2014 - 1º turno -
6-9-2014 Addis Abeba Etiopia   1 – 2   Algeria Qual. Coppa d'Africa 2015 -
10-9-2014 Blida Algeria   1 – 0   Mali Qual. Coppa d'Africa 2015 -
11-10-2014 Blantyre Malawi   0 – 2   Algeria Qual. Coppa d'Africa 2015 1
15-10-2014 Blida Algeria   3 – 0   Malawi Qual. Coppa d'Africa 2015 -
19-11-2014 Bamako Mali   2 – 0   Algeria Qual. Coppa d'Africa 2015 -
11-1-2015 Radès Tunisia   1 – 1   Algeria Amichevole -
7-1-2017 Blida Algeria   3 – 1   Mauritania Amichevole -
Totale Presenze 35 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Basilea: 2004-2005
Lecce: 2009-2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Djamel Mesbah, su acmilan.com. URL consultato il 16 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2014).
  2. ^ 62 (4) se si comprende lo spareggio salvezza/promozione.
  3. ^ a b Fabrizio Vitale, La Gazzetta dello Sport, 18 giugno 2011.
  4. ^ Cala il sipario sul Servette, su it.uefa.com, uefa.com, 15 febbraio 2005. URL consultato l'11 gennaio 2012.
  5. ^ Terek-Basel 1-1 [collegamento interrotto], su it.archive.uefa.com, uefa.com, 16 settembre 2004. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  6. ^ Andrea Morrone, Mesbah prova ad illuminare il Lecce, su iltaccoditalia.info. URL consultato l'11 gennaio 2012.
  7. ^ Challenge League - Bellinzona-Aarau 1-2, su rsi.ch, RSI, 30 maggio 2007. URL consultato il 19 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2013).
  8. ^ Challenge League - Aarau-Bellinzona 3-1, su rsi.ch, RSI, 3 giugno 2007. URL consultato il 19 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2013).
  9. ^ Christian Seu, Ufficiale: due acquisti per il Lucerna [collegamento interrotto], su tuttomercatoweb.com. URL consultato l'11 gennaio 2012.
  10. ^ Ufficiale: Avellino, dopo De Zerbi altri tre colpi, su tuttomercatoweb.com. URL consultato l'11 gennaio 2012.
  11. ^ Andrea Losapio, Ufficiale: Lecce, preso Mesbah, su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 10 gennaio 2012.
  12. ^ Milan 4-0 Lecce, su legaseriea.it. URL consultato il 6 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2011).
  13. ^ Lecce 2-0 Juventus, su legaseriea.it. URL consultato il 6 luglio 2012.
  14. ^ a b Ufficiale la cessione di Mesbah al Milan, su uslecce.it. URL consultato il 18 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 20 gennaio 2012).
  15. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, su acmilan.com. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  16. ^ a b Enrico Ferrazzi, Milan-Mesbah: ecco le cifre, su milannews.it. URL consultato il 18 gennaio 2012.
  17. ^ Antonio Vitiello, Milan-Mesbah, visite ok: più tardi in Via Turati, su milannews.it. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  18. ^ A Mesbah la maglia n. 15, su acmilan.com. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  19. ^ Milan-Lazio 3-1, Mesbah: "Felice di aver vinto all'esordio" [collegamento interrotto], su www3.lastampa.it, La Stampa, 26 gennaio 2012. URL consultato il 27 gennaio 2012.
  20. ^ Alberto Gasparri, Coppa Italia, la Juve in finale, su sportmediaset.mediaset.it, Sport Mediaset, 20 marzo 2012. URL consultato il 21 marzo 2012.
  21. ^ In difesa arriva Djamel Mesbah [collegamento interrotto], su fcparma.com. URL consultato il 25 gennaio 2013.
  22. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, su acmilan.com. URL consultato il 25 gennaio 2013.
  23. ^ Parma 0 - 0 Genoa, su legaseriea.it. URL consultato il 17 febbraio 2013.
  24. ^ Djamel Mesbah nuovo acquisto del Livorno, su livornocalcio.it. URL consultato il 29 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2014).
  25. ^ Mesbah è della Sampdoria, Juan Antonio diventa crociato Archiviato il 4 settembre 2014 in Internet Archive.
  26. ^ Mesbah ubriaco alla guida semina i carabinieri: denunciato e fuori rosa[collegamento interrotto]
  27. ^ Risolto consensualmente il contratto economico di Mesbah
  28. ^ Djamel Mesbah - Rendimento 16/17, su Transfermarkt.
  29. ^ (EN) Terek-Basel 1-1, su fifa.com. URL consultato il 19 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2013).
  30. ^ Mesbah allenatore della 'mini' Algeria con i consigli di Pioli e Mihajlović, su gianlucadimarzio.com, 4 settembre 2021. URL consultato il 7 settembre 2021.
  31. ^ Play-off promozione/retrocessione.
  32. ^ a b c (DE) Spielerstatistiken (Saison 2006/07), su fcaarau.ch. URL consultato il 19 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 17 novembre 2011).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]