Conclave del 1534

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Conclave del 1534
Sede vacante.svg
Papa Paolo III
Papa Paolo III
Durata Dall’11 al 13 ottobre 1534
Luogo Palazzo Apostolico, Roma
Partecipanti 33
Scrutini 2
Decano Alessandro Farnese
Vice Decano Giovanni Piccolomini
Camerlengo Agostino Spinola
Protodiacono Alessandro Cesarini
Eletto Paolo III (Alessandro Farnese)
 

Il conclave del 1534 venne convocato a seguito della morte di papa Clemente VII e si concluse con l'elezione di papa Paolo III.

I cardinali elettori[modifica | modifica wikitesto]

Alla morte di Clemente VII i cardinali elettori erano 46. Al conclave ne parteciparono 35, e di questi 25 erano italiani. Furono invece 11 i cardinali che non parteciparono al conclave, tutti stranieri.

Elenco dei cardinali presenti a Roma nei giorni dell'elezione
Elenco dei cardinali assenti

Il conclave[modifica | modifica wikitesto]

Le posizioni[modifica | modifica wikitesto]

Il conclave iniziò l'11 ottobre e durò solo due giorni, un caso eccezionale all'epoca. Secondo lo storico tedesco Ludwig von Pastor, tre erano i partiti che si contendevano il trono papale:

  • il partito degli italiani, composto da 10 cardinali (Pucci, Salviati, Ridolfi, Medici, Cibo, Spinola, Grimaldi, Cupis, Cesi e Doria), che sosteneva il vice cancelliere Ippolito de' Medici;
  • il partito favorevole alla corona francese, composto dai sei cardinali francesi e da cinque italiani (Trivulzio, Sanseverino, Pisani, Gaddi e Palmieri): essi sostenevano il cardinale François de Tournon;
  • il partito favorevole alla causa imperiale, composto dai cardinali spagnoli e tedeschi e da otto italiani (Piccolomini, Cesarini, Clesio, Vincenzo Carafa, Ercole Gonzaga, Campeggio, Grimani e Accolti).

Sono considerati indipendenti e neutrali i cardinali Farnese, Ferreri e Cornaro.

Votazioni[modifica | modifica wikitesto]

Solo il giorno successivo a quello dell'apertura ci fu la prima votazione. Il cardinale Jean de Lorraine, a nome del re francese, propose ufficialmente la candidatura di Alessandro Farnese; questa iniziativa ottenne subito l'appoggio del Trivulzio, il leader degli italiani pro-francesi, e di Ippolito de' Medici, leader del partito degli italiani. Ben presto anche il partito imperiale si aggregò e così già nella serata del 12 ottobre era chiaro che il Farnese sarebbe stato eletto da quasi tutta l'assemblea cardinalizia, per la sua indipendenza ed anche per una certa autorità, che il porporato che si era acquisita dopo più di 40 anni di appartenenza al Sacro Collegio. Il 13 ottobre la sua elezione fu unanime. Fu incoronato il 3 novembre successivo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo