Diocesi di Fréjus-Tolone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Fréjus-Tolone
Dioecesis Foroiuliensis-Tolonensis
Chiesa latina
Facade Cathédrale Toulon.JPG
Suffraganea dell' arcidiocesi di Marsiglia
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo Dominique Marie Jean Rey, Comm. l'Emm.
Vicario generale Jean-Yves Molinas, Marc Aillet
Sacerdoti 307 di cui 204 secolari e 103 regolari
2.149 battezzati per sacerdote
Religiosi 159 uomini, 391 donne
Diaconi 18 permanenti
Abitanti 1.100.000
Battezzati 660.000 (60,0% del totale)
Superficie 6.023 km² in Francia
Parrocchie 197
Erezione IV secolo
Rito romano
Cattedrale Santa Maria Maggiore
Concattedrali San Leonzio
Indirizzo B.P. 3022, 68 Impasse Beaulieu, 83059 Toulon CEDEX, France
Sito web www.diocese-frejus-toulon.com
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Francia

La diocesi di Fréjus-Tolone (in latino: Dioecesis Foroiuliensis-Tolonensis) è una sede della Chiesa cattolica, suffraganea dell'arcidiocesi di Marsiglia. Nel 2006 contava 660.000 battezzati su 1.100.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Dominique Marie Jean Rey, Comm. l'Emm.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende il dipartimento francese del Varo nella regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra e l'isola di Sant'Onorato nel dipartimento delle Alpi Marittime.

Sede vescovile è la città di Tolone.

Il territorio si estende su 6.244 km² ed è suddiviso in 197 parrocchie.

Cattedrali e basiliche[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Incerta è la data della fondazione della diocesi di Fréjus. Essa è attestata per la prima volta nel concilio di Valence del 374: in quest'anno era stato eletto vescovo Acceptus, il quale, per evitare quest'onere, si accusò di crimini immaginari e per questo motivo il concilio giudicò inadeguata la sua nomina. Il primo vescovo storicamente documentato è san Leonzio, menzionato in una lettera di papa Bonifacio I del 419. A partire dal V secolo la diocesi era suffraganea dell'arcidiocesi di Aix.

La diocesi di Tolone è attestata per la prima volta nel V secolo, quando il vescovo Augustale prese parte al concilio di Orange del 441. A partire dal 450 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Arles.

Il seminario diocesano di Tolone fu eretto a cavallo tra XVII e XVIII secolo dal vescovo Armand-Louis Bonin de Chalucet.

In seguito al concordato, il 29 novembre 1801 con la bolla Qui Christi Domini di papa Pio VII entrambe le diocesi furono soppresse e accorpate all'arcidiocesi di Aix.

Nel giugno 1817 fra Santa Sede e governo francese fu stipulato un nuovo concordato, cui fece seguito il 27 luglio la bolla Commissa divinitus, con la quale il papa restaurava la sede di Fréjus. Tuttavia, poiché il concordato non entrò in vigore in quanto non ratificato dal Parlamento di Parigi, questa erezione non ebbe effetto.

La diocesi di Fréjus fu ristabilita definitivamente il 6 ottobre 1822 con la bolla Paternae charitatis dello stesso papa Pio VII. Essa incorporava la quasi totalità dell'antica sede di Tolone; fu nuovamente sottoposta alla metropolia di Aix.

Un decreto concistoriale del 28 settembre 1852, concesse ai vescovi di Fréjus di aggiungere al proprio titolo quello della soppressa sede di Tolone.

Il 28 aprile 1957 in forza della bolla Qui arcana Dei di papa Pio XII la cattedrale è stata trasferita da Fréjus a Tolone, l'ex cattedrale di Fréjus è diventata concattedrale e la diocesi ha assunto il nome attuale.

L'8 dicembre 2002, con la riorganizzazione delle circoscrizioni ecclesiastiche francesi, è divenuta suffraganea dell'arcidiocesi di Marsiglia.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

L'abbazia di Lerino, fondata alla fine del IV secolo, oggi nel territorio della diocesi di Fréjus-Tolone.

Vescovi di Tolone[modifica | modifica wikitesto]

fino all'anno 1000[modifica | modifica wikitesto]

  • c. 451: Honoratus
  • † c. 472: Saint Gratien
  • 524-549: Cipriano
  • 549-c. 554: Palladius (o Palais)
  • 573-585: Desiderius
  • c. 601: Mennas
  • c. 614: Hiltigisus (de Tholosa ?)
  • c. 680: Taurinus
  • Gandalmarus
  • c. 879: Eustorgius
  • c. 899: Armodus

1000 to 1300[modifica | modifica wikitesto]

  • 1021-1056: Théodad de Jandal
  • 25. January 1056 – 1079: Wilhelm I.
  • 1096-1110: Ariminus o Aiminus
  • 1117-September 1165: Wilhelm II.
  • 1168-1183: Pierre I. Isnard
  • 1183-1201: Desiderius
  • c. 1201: Ponce Rausianus
  • Guillaume III. de Soliers
  • 1212-1223: Stephanus
  • 1223-1232: Jean I. des Baux
  • 1234-c. 1257: Rostaing
  • 1257-c. 1266: Bertrand (?)
  • 1266-1277: Gualterus (or Gauthier) Gaufredi
  • 17 maggio 1279 – 1289: Jean II.
  • 1293-1311: Raymond I. de Rostaing

1300 to 1500[modifica | modifica wikitesto]

  • 1314-c. 1317: Ponce II.
  • 1317-1323: Elzéar de Glandèves
  • 1324-1325: Hugues I.
  • 1325-1326: Pierre II. de Guillaume
  • 1328-1329: Fulco
  • 1329-1345: Jacques de Corvo
  • 9. December 1345 – 1357: Hugues II. Le Baille
  • 1. April 1357 – 1358: Pierre III.
  • 1358-1364: Raymond II. de Daron
  • 1364-1368: Guillaume IV. de La Voulte
  • 1368-1380: Jean III. Stephani de Girbioto
  • 1395-4 o 5 settembre 1402: Pierre IV de Marville
  • 1403-1409: Jean IV.
  • 13 February 1411 - 27 luglio 1427: Vitalis
  • 1428-1434: Nicolas I. Draconich
  • 1437-1454: Jean V. Gombard
  • 1454-1483: Jean VI. Huet
  • 1491-1496: Jean VII. de Mixon
  • 1497-1498: Guillaume Briçonnet
  • 1498-1516: Denis Briçonnet

1500 to 1800[modifica | modifica wikitesto]

  • 1516: Niccolò Fieschi
  • 1516-3. September 1518: Philos Roverella
  • 3. September 1518 – 1524: Niccolò Fieschi (per la seconda volta)
  • Claudio Tolomei ?
  • 22 July 1524 - 1548: Cardinal Agostino Trivulzio (Augustin o Auguste Trivulce)
  • 1548-1559: Cardinal (1557) Antonio Trivulzio
  • c. 1560-1566: Cardinal (1586) Girolamo della Rovere (Jérôme de La Rovère)
  • 1566-1571: Thomas Jacomel
  • 1571 or 1572-1588: Guillaume VI. du Blanc
  • 1588-1599: Vacant
  • 1599-2 May 1626: Aegidius de Septres o de Soystres
  • 1628-1639: Auguste II. de Forbin
  • 6 May 1640 – 1659: Jacques II. Danès de Marly
  • 12 January 1659-5 December 1662: Pierre V. Pingré
  • 1664-29 April 1675: Louis I. de Forbin d'Opède
  • 1675-15 November 1682: Jean VIII. de Vintimille du Luc (prima vescovo di Digne 1669-1675)
  • 1684-1712: Armand-Louis Bonin de Chalucet
  • 15 August 1712-12 September 1737: Louis II. de La Tour du Pin de Montauban
  • 1737-16 April 1759: Louis-Albert Joly de Chouin
  • 12 September 1759 – 1786: Alexandre Lascaris de Vintimille
  • 13 August 1786 – 1801: Elléon de Castellane-Mazangues

Vescovi di Fréjus-Tolone[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 1.100.000 persone contava 660.000 battezzati, corrispondenti al 60,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 350.000 377.100 92,8 360 210 150 972 150  ? 180
1969  ? 556.000  ? 328 243 85  ? 87 800 126
1980 563.000 647.000 87,0 358 203 155 1.572 1 179 660 194
1990 560.000 763.500 73,3 352 208 144 1.590 6 164 533 196
1999 700.000 880.000 79,5 396 196 200 1.767 13 220 400 196
2000 700.000 898.000 78,0 383 187 196 1.827 13 254 498 196
2001 700.000 832.291 84,1 338 191 147 2.071 18 199 413 139
2002 628.600 898.000 70,0 318 217 101 1.976 18 125 413 139
2003 628.600 898.000 70,0 241 174 67 2.608 22 111 410 139
2004 627.000 898.000 69,8 309 189 120 2.029 24 186 424 196
2006 660.000 1.100.000 60,0 307 204 103 2.149 18 159 391 197

Note[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Per la cronotassi di Fréjus[modifica | modifica wikitesto]

Per la cronotassi di Tolone[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN147812594 · LCCN: (ENn79116353 · GND: (DE5150970-2 · BNF: (FRcb13533920w (data)
diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi