Governatori di Velletri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Velletri.

Il titolo di governatore perpetuo della città di Velletri venne concesso al cardinale vescovo della Sede suburbicaria di Velletri, che al tempo stesso era anche cardinal decano del Sacro Collegio, la prima volta nel 1548 con un Breve di papa Paolo III.

Questo stato di cose venne mutato da papa Sisto V dopo la morte del cardinal Alessandro Farnese il giovane il 5 marzo 1589. Tuttavia, questa situazione durò poco: infatti papa Gregorio XIV il 23 marzo 1591 con il Breve Si de restituendis ripristinò il potere temporale in favore del cardinale vescovo. Così rimase la situazione fino al settembre 1870.

Nome Anno di insediamento Anno di decadenza
Giovanni Domenico de Cupis 1548[1]. 1553
Gian Pietro Carafa 1553 1555
Jean du Bellay 1555 1560
François de Tournon 1560 1562
Rodolfo Pio de Carpi 1562 1564
Francesco Pisani 1564 1570
Giovanni Girolamo Morone 1570 1580
Alessandro Farnese il giovane 1580 5 marzo 1589
- 1589 1591
Alfonso Gesualdo 23 marzo 1591 1603
Tolomeo Gallio 1603 1607
Domenico Pinelli 1607 1611
François de Joyeuse 1611 1615
Antonio Maria Gallo 1615 1620
Antonio Maria Sauli 1620 1623
Francesco Maria Bourbon del Monte 1623 1626
Ottavio Bandini 1626 1629
Giovanni Battista Deti 1629 1630
Domenico Ginnasi 1630 1639
Carlo Emanuele Pio di Savoi senior 1639 1641
Marcello Lante della Rovere 1641 1652
Giulio Roma 1652 1652
Carlo de Medici 1652 1666
Francesco Barberini senior 1666 1679
Cesare Facchinetti 1680 1683
Niccolò Albergati-Ludovisi 1683 1687
Alderano Cybo-Malaspina 1687 1700
Emmanuel Théodose de la Tour d'Auvergne de Bouillon 1700 1715
Niccolò Acciaiuoli 1715 1719
Fulvio Astalli 1719 1721
Sebastiano Antonio Tanara 1721 1724
Francesco del Giudice 1724 1725
Fabrizio Paolucci 1725 1726
Francesco Barberini junior 1726 1738
Pietro Ottoboni 1738 1740
Tommaso Ruffo 1740 1753
Pier Luigi Carafa 1753 1755
Raniero d'Elci 1756 1761
Giuseppe Spinelli 1761 1763
Carlo Alberto Guidobono Cavalchini 1763 1774
Fabrizio Serbelloni 1774 1775
Giovanni Francesco Albani 1775 1803[2]
Henry Benedict Mary Clement Stuart of York 1803 1807[3]
Leonardo Antonelli 1807 17 maggio 1809[4]
Alessandro Mattei 1814[5] 1820
Giulio Maria della Somaglia 1820 1830
Bartolomeo Pacca 1830[6] 1844
Ludovico Micara 1844 1847
Vincenzo Macchi 1847 1860
Mario Mattei 1860 20 settembre 1870[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La data di insediamento come cardinale vescovo delle Sedi suburbicaria di Ostia e Velletri è il 1537.
  2. ^ Eccetto la parentesi della Repubblica Romana (1798-1799), proclamata a Velletri il 18 febbraio 1798 e cessata con la rioccupazione napoletana di Roma il 30 settembre 1799.
  3. ^ Il 2 febbraio 1805 i francesi entrarono a Roma dopo aver occupato lo Stato Pontificio.
  4. ^ Il 17 maggio 1809 i territori dello Stato Pontificio vennero di fatto annessi all'Impero napoleonico, e Velletri divenne capoluogo di provincia della Campagna.
  5. ^ Il 24 gennaio 1814 papa Pio VII fece rientro nei territori dello Stato Pontificio liberati dai francesi, completando la riannessione della totalità della nazione il 6 luglio 1816.
  6. ^ Il 1º febbraio 1832 papa Gregorio XVI costituì la Delegazione di Velletri, affidandone il governo al cardinale vescovo della Sede suburbicaria di Velletri.
  7. ^ Il 20 settembre 1870 lo Stato Pontificio venne annesso dal Regno d'Italia dopo la presa di Porta Pia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]