Elezione papale del 1073

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elezione papale del 1073
Sede vacante.svg
Papa Gregorio VII.jpg
Papa Gregorio VII
DurataDal 21 aprile 1073 al 22 aprile 1073
LuogoBasilica di San Pietro in Vincoli, Roma
Partecipanti12
ElettoGregorio VII (Ildebrando Aldobrandeschi de Soana)
 

Elezione[modifica | modifica wikitesto]

Il giorno successivo alla morte di Alessandro II[1], avvenuta il 21 aprile 1073, mentre aveva luogo il funerale del pontefice nella Basilica di San Giovanni in Laterano, si alzò un grido dal clero e dal popolo: «Ildebrando vescovo!». Più tardi, lo stesso giorno, Ildebrando viene portato a San Pietro in Vincoli e legalmente eletto Papa dai cardinali riuniti, con il consenso del clero romano, tra le acclamazioni ripetute delle persone.[2]

Su questa elezione è tuttora aperto un dibattito[3]: il fervore straordinario per Ildebrando era spontaneo o era frutto di qualche compromesso? Le circostanze della sua elezione non sono state molto regolari e si dice che non siano state rispettate le formalità previste dalla bolla del 1059. È stato però osservato che nessuno dei contemporanei protestò immediatamente contro l'elezione di Gregorio, perciò probabilmente l'espressione del popolo precedette quella dei cardinali, che avrebbero scelto Gregorio anche senza l'acclamazione popolare.[4]

Nel decreto di elezione del 22 aprile, Gregorio VII è detto "un uomo pio, un uomo potente nella conoscenza umana e divina, un amante distinto di equità e giustizia, forte nelle situazioni avverse, moderato in quelle favorevoli, di buoni costumi, pudico, modesto, sobrio, casto, un uomo la cui infanzia si è consumata nell'amore per la Chiesa Madre, il cui apice della sua vita è stata l'elevazione ad arcidiacono".[5]

Cardinali elettori[modifica | modifica wikitesto]

Con la bolla papale "In nomine Domini" del 1059 indetta da papa Niccolò II, venne riformata la procedura di elezione permettendo solo ai cardinali vescovi di eleggere il nuovo papa, con il consenso del clero minore. Nell'aprile del 1073 erano quattro i cardinali elettori, ma solo due di loro erano presenti alla morte del precedente papa:

  • Giovanni (nominato nel 1057) - Cardinale vescovo di Porto
  • Ubaldo (nominato nel 1063) - Cardinale vescovo di Sabina

Cardinali assenti[modifica | modifica wikitesto]

Due cardinali non furono presenti all'elezione: il primo a causa di una legazione straniera, e il secondo perché era un abate benedettino e non era residente a Roma:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il grande libro dei Papi, 2000.
  2. ^ Fliche, pp. 75-77.
  3. ^ (EN) Salvador Miranda, Election of April 22, 1073, su fiu.edu – The Cardinals of the Holy Roman Church, Florida International University.
  4. ^ Fliche, p. 77.
  5. ^ Registrum, I, 1*.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo