Conclave del 1464

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Conclave del 1464
Sede vacante.svg
Pietrobarbo.jpg
Papa Paolo II
DurataDal 28 agosto al 30 agosto 1464
LuogoPalazzo Apostolico, Roma
Partecipanti19
DecanoBasilio Bessarione
CamerlengoLudovico Trevisan
ProtodiaconoRodrigo Borgia
ElettoPaolo II (Pietro Barbo)
 

Il conclave del 1464 (dal 28 al 30 agosto 1464) venne convocato a seguito della morte di Papa Pio II e si concluse con l'elezione del cardinale Pietro Barbo, che assunse il nome di Paolo II.

Situazione generale[modifica | modifica wikitesto]

I cardinali Bessarion, d'Estouteville, Trevisan, Caravajal, Torquemada e Barbo furono menzionati come i principali papabili nei resoconti contemporanei degli ambasciatori e dei principi italiani. Anche Calandrini, Roverella e Capranica furono considerati come possibili candidati.

Nel pomeriggio del 28 agosto tutti i cardinali presenti a Roma entrarono in conclave in Vaticano, con l'eccezione del cardinale Torquemada, ammalato, che partecipò alle successive giornate rimanenti.

Inizialmente gli elettori prepararono la capitolazione del conclave e la sottoscrissero, eccetto il cardinale Trevisan. I termini della capitolazione furono i seguenti:

  1. Continuare la crociata contro l'Impero Ottomano,
  2. Lasciare Roma solo con il consenso della maggioranza dei cardinali e la penisola italiana con il consenso di tutti i cardinali,
  3. Limitare il Collegio cardinalizio a ventiquattro membri,
  4. Limitare la creazione di un solo cardinal nipote per papa,
  5. Richiedere il consenso del Collegio Cardinalizio per la creazione di cardinali e la donazione di benefici.

Il primo scrutinio ebbe luogo il 30 agosto. Il cardinale Pietro Barbo ricevette undici voti mentre i restanti andarono al cardinale Trevisan e al cardinale d'Estouteville. Nel seguente accessus Barbo ricevette tre voti aggiuntivi e fu eletto papa, imponendosi il nome di Paolo II. Il cardinale Ammannati raccontò l'aneddoto sulla scelta del nome pontificale del cardinal Barbo che desiderò dapprima essere chiamato papa Formoso, ma i cardinali non lo consentirono perché allusivo al suo bell'aspetto. Egli cambiò nome in Marco ma i cardinali si opposero di nuovo perché "Marco!" era il grido di guerra della Repubblica di Venezia. Infine decise di scegliere Paolo. Alcuni autori, come Bourkle-Young, considerano questo aneddoto inveritiero.

Poco dopo il protodiacono Rodrigo Borgia annunciò la sua elezione al popolo romano con l'antica formula dell'Habemus Papam. Il 6 settembre il nuovo papa fu solennemente coronato nei gradini della patriarcale Basilica Vaticana dal cardinale Niccolò Fortiguerra, cardinale presbitero di Santa Cecilia. Solitamente l'imposizione della tiara avveniva per mano del cardinale protodiacono che in quel frangente era Rodrigo Borgia. Egli tuttavia non fu capace di assolvere all'incoronazione poiché si ammalò per un breve periodo dopo il conclave.

Collegio cardinalizio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Collegio cardinalizio.

Cardinali presenti[modifica | modifica wikitesto]

Papa Pio II morì il 14 agosto 1464 ad Ancona durante la preparazione della Crociata contro l'Impero Ottomano. Al tempo della sua morte c'erano ventinove cardinali viventi, ma solo diciannove di essi parteciparono al conclave. Dieci elettori erano italiani, quattro spagnoli, quattro francesi e uno greco. Sei furono creati da papa Pio II, sei da papa Eugenio IV, quattro da papa Callisto III e tre da papa Nicola V.

Cardinali assenti[modifica | modifica wikitesto]

Dieci cardinali (più di un terzo dell'intero Collegio) non parteciparono a questo conclave. Dei cardinali assenti cinque furono creati da papa Pio II, due da papa Eugenio IV, uno da papa Callisto III e uno da papa Nicola V. Pierre de Foix fu l'ultimo cardinale sopravvissuto del Grande Scisma d'Occidente, elevato cardinale dall'antipapa Giovanni XXIII. Tra di essi tre erano francesi, due italiani, due tedeschi, due spagnoli e uno ungherese.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo