Conclave del maggio 1605

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Conclave del Maggio 1605
Sede vacante.svg
Papa Paolo V
Papa Paolo V
Durata Dall'8 maggio al 29 maggio 1605
Luogo Cappella Sistina del Palazzo Apostolico in Roma
Partecipanti 61
Decano Tolomeo Gallio
Camerlengo Pietro Aldobrandini
Protodiacono Francesco Sforza
Eletto Paolo V (Camillo Borghese)
 

Il conclave del maggio 1605 venne convocato a seguito della morte del Papa Leone XI, avvenuta a Roma il 27 aprile 1605. Si svolse nella Cappella Sistina dall'8 maggio al 29 maggio e, dopo ventisette scrutini, venne eletto papa il cardinale Camillo Borghese, che assunse il nome di Paolo V. L'elezione venne annunciata dal cardinale protodiacono Francesco Sforza.

Timpano della basilica di san Pietro, con l'apposizione del nome di Paolo V

Cardinali componenti il conclave[modifica | modifica wikitesto]

  1. Tolomeo Gallio, vescovo di Ostia e Velletri, Decano del Sacro Collegio
  2. Domenico Pinelli, vescovo di Frascati
  3. François de Joyeuse, vescovo di Sabina
  4. Girolamo Bernerio, vescovo di Albano
  5. Agostino Valier, vescovo di Verona
  6. Antonio Maria Galli, vescovo di Osimo
  7. Benedetto Giustiniani, legato pontificio nella Marca Anconitana
  8. Antonio Maria Sauli
  9. Giovanni Evangelista Pallotta
  10. Federico Borromeo, arcivescovo di Milano
  11. Francesco Maria Bourbon del Monte Santa Maria
  12. Mariano Pierbenedetti
  13. Gregorio Petrocchini
  14. Paolo Emilio Sfondrati, legato pontificio a Bologna
  15. Ottavio Paravicini
  16. Ottavio Acquaviva d'Aragona
  17. Flaminio Piatti
  18. Pietro Aldobrandini
  19. Francesco Maria Tarugi, arcivescovo di Siena
  20. Ottavio Bandini, arcivescovo di Fermo
  21. Anne d'Escars de Givry, vescovo di Lisieux
  22. Giovanni Francesco Biandrate di San Giorgio Aldobrandini, legato pontificio in Romagna
  23. Camillo Borghese (eletto papa Paolo V)
  24. Cesare Baronio
  25. Lorenzo Bianchetti
  26. Francisco de Ávila
  27. Francesco Mantica
  28. Pompeo Arrigoni
  29. Bonifazio Bevilacqua Aldobrandini, legato pontificio a Perugia e in Umbria
  30. Alfonso Visconti, arcivescovo di Spoleto
  31. Domenico Toschi, vescovo di Tivoli
  32. Paolo Emilio Zacchia
  33. Franz Seraph von Dietrichstein, arcivescovo di Olomouc
  34. Roberto Bellarmino
  35. François d'Escoubleau de Sourdis
  36. Séraphin Olivier-Razali
  37. Domenico Ginnasi, arcivescovo di Manfredonia
  38. Antonio Zapata y Cisneros, arcivescovo di Burgos
  39. Filippo Spinelli, vescovo di Policastro
  40. Carlo Conti, vescovo di Ancona
  41. Carlo Gaudenzio Madruzzo, vescovo di Trento
  42. Jacques Davy du Perron, vescovo di Évreux
  43. Innocenzo Del Bufalo-Cancellieri, vescovo di Camerino
  44. Giovanni Dolfin
  45. Giacomo Sannesio
  46. Erminio Valenti
  47. Girolamo Pamphilj
  48. Ferdinando Taverna
  49. Anselmo Marzato
  50. Francesco Sforza
  51. Alessandro Damasceni Peretti
  52. Odoardo Farnese
  53. Giovanni Antonio Facchinetti de Nuce
  54. Cinzio Passeri Aldobrandini
  55. Bartolomeo Cesi
  56. Andrea Baroni Peretti Montalto
  57. Alessandro d'Este
  58. Giovanni Battista Deti
  59. Silvestro Aldobrandini
  60. Giovanni Doria
  61. Carlo Emmanuele Pio di Savoia

Non presenti al Conclave[modifica | modifica wikitesto]

  1. Ascanio Colonna
  2. Pierre de Gondi
  3. Charles de Lorraine-Vaudémont
  4. Fernando Niño de Guevara
  5. Bernardo Sandoval Rojas
  6. Bernard Maciejowski

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo