Conclave dell'ottobre 1187

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elezione papale dell'ottobre 1187
Sede vacante.svg
A07 GREGORIO VIII.jpg
Papa Gregorio VIII
Durata21 ottobre 1187
LuogoFerrara
DecanoCorrado di Wittelsbach
CamerlengoMelior le Maitre
ProtodiaconoGiacinto Bobone
ElettoGregorio VIII (Alberto de Morra)
 

Il conclave dell'ottobre 1187 venne convocato a seguito del decesso di papa Urbano III. Ne uscì eletto il cardinale Alberto di Morra, che prese il nome di papa Gregorio VIII.

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Papa Urbano III morì a Ferrara il 20 ottobre 1187. Durante i tre giorni successivi al suo decesso i cardinali presenti al suo letto di morte iniziarono le procedure per l'elezione del successore. Vi erano tre candidati al soglio pontificio: Henri de Marsiac, Paolo Scolari e Alberto di Morra. Il Marsiac rifiutò la nomina, lo Scolari venne escluso a causa dei gravi problemi di salute che lo affliggevano in quel periodo[1] e quindi, il 21 ottobre, un giorno dopo il decesso di Urbano III, venne eletto l'ex cancelliere pontificio Alberto di Morra, che prese il nome di Gregorio VIII.[2]

Il Collegio cardinalizio[modifica | modifica wikitesto]

Alla morte di papa Urbano III il Collegio cardinalizio contava probabilmente 23 cardinali.[3] Basandosi sulle controfirme delle bolle pontificie del mese di ottobre del 1187[4] si può ragionevolmente stabilire che all'elezione del successore di Urbano III abbiano partecipato 13 cardinali. Secondo altre fonti invece[5] a quella data il Sacro Collegio contava 34 cardinali, dei quali 23 avrebbero partecipato all'assemblea elettiva del Pontefice.

Cardinali partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Elettore Luogo di nascita Titolo cardinalizio Data di nomina nominato da Note
Henri de Marsiac, O.Cist. Château de Marcy, Francia Vescovo di Albano marzo 1179 Alessandro III Declinò la sua elezione al Soglio Pontificio
Paolo Scolari Roma Vescovo di Palestrina 21 settembre 1179 Alessandro III Arciprete della Basilica Liberiana; futuro Papa Clemente III (1187-1191)
Teodobaldo di Vermandois, O.S.B.Clun. Francia Vescovo di Ostia e di Velletri 1171 Alessandro III
Alberto di Morra, O.Praem. Benevento Cardinale presbitero di S. Lorenzo in Lucina e Cancelliere di Santa Romana Chiesa 21 dicembre 1156 Adriano IV Protopresbitero; eletto Papa Gregorio VIII
Pietro de Bono, C.R.S.M.R. Roma Cardinale presbitero di S. Susanna 18 marzo 1166 Alessandro III
Laborante di Pontormo Pontormo Cardinale presbitero di S. Maria in Trastevere 21 settembre 1173 Alessandro III
Melior le Maitre, O.S.B.Vall. Pisa Cardinale presbitero dei SS. Giovanni e Paolo 16 marzo 1185 Lucio III Camerlengo di Santa Romana Chiesa
Adelardo Cattaneo Verona Cardinale presbitero di S. Marcello 16 marzo 1185 Lucio III Futuro Vescovo di Verona (1188-1214)
Giacinto Bobone Orsini Roma Cardinale diacono di S. Maria in Cosmedin 22 dicembre 1144 Lucio II Protodiacono; futuro Papa Celestino III (1191-1198)
Graziano da Pisa Pisa Cardinale diacono dei SS. Cosma e Damiano 4 marzo 1178 Alessandro III
Ottaviano Poli dei conti di Segni Roma cardinale diacono dei SS. Sergio e Bacco 18 dicembre 1182 Lucio III Futuro Vescovo di Ostia e di Velletri (1189-1206)
Pietro Diana Piacenza Cardinale diacono di S. Nicola in Carcere 16 marzo 1185 Lucio III
Ridolfo Nigelli probabilmente Francia Cardinale diacono di S. Giorgio in Velabro 16 marzo 1185 Lucio III

Oltre ai porporati sopra indicati le fonti alternative citate[6] sostengono la presenza in conclave dei seguenti cardinali:

  • Corrado di Wittelsbach
  • Giovanni dei conti di Anagni
  • Guglielmo dalle Bianche Mani
  • Albino da Milano|Albino, C.R.S.F.
  • Pandolfo Masca
  • Soffredo Errico Gaetani
  • Bobo di Porto
  • Gerardo Allucingoli
  • Rolando di Pisa

indicati qui di sotto come assenti, più:

Cardinali assenti[modifica | modifica wikitesto]

Probabilmente dieci cardinali erano assenti:

Elettore Luogo di nascita Titolo cardinalizio Data di nomina Nominato da Note
Corrado di Wittelsbach Baviera Vescovo di Sabina e Arcivescovo di Magonza 18 dicembre 1165 Alessandro III Decano del Sacro Collegio
Giovanni dei conti di Segni Anagni Cardinale presbitero di S. Marco 1158/1159 Adriano IV Protopresbitero; futuro Vescovo di Palestrina (1190-1196)
Guglielmo dalle Bianche Mani Francia Cardinale presbitero di S. Sabina e Arcivescovo di Reims Marzo 1179 Alessandro III Ministro di Stato del regno di Francia;
Ruggiero o Rogerio di San Severino San Severino Cardinale presbitero di S. Eusebio e Arcivescovo di Benevento Ca. 1178-1180 Alessandro III Altre fonti[7] lo danno deceduto nel 1184
Albino da Milano, C.R.S.F. Milano Cardinale presbitero di S. Croce in Gerusalemme 18 dicembre 1182 Lucio III Futuro vescovo di Albano (1189-1197)
Pandolfo Masca Lucca Cardinale presbitero dei SS. XII Apostoli 18 dicembre 1182 Lucio III
Soffredo Errico Gaetani Pistoia Cardinale diacono di S. Maria in Via Lata 18 dicembre 1182 Lucio III Legato pontificio in Francia
Bobo di Porto Roma Cardinale diacono di S. Angelo in Pescheria 18 dicembre 1182 Lucio III Legato pontificio in Francia; futuro Vescovo di Porto e Santa Rufina (1189-1190)
Gerardo Allucingoli Lucca Cardinale diacono di S. Adriano 18 dicembre 1182 Lucio III Vicario; cardinal nipote (?) di Lucio III
Rolando Pisa Cardinale diacono di S. Maria in Portico 16 marzo 1185 Lucio III Ex Vescovo eletto di Dol (1177-1185)

Oltre ai porporati sopra indicati, tenuto conto di quelli indicati sopra come assenti e considerati invece presenti, le fonti alternative citate[6] sostengono l'assenza in conclave dei seguenti cardinali, ancorché aventi diritto a partecipare:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il cardinale Paolo Scolari verrà poi eletto papa nel successivo conclave, che si tenne due mesi dopo, prendendo il nome di papa Clemente III
  2. ^ I.S. Robinson, p. 87
  3. ^ I.S. Robinson, pp. 44 e 86-87; Kartusch, p. 30; Jaffé Philipp, Regesta..., pp. 492-493 e 528
  4. ^ Jaffé Philipp, Regesta..., pp. 492-493, 528
  5. ^ Chacón, Vitae et res gestae Pontificum Romanorum et S.R.E. Cardinalium, I, cols. 1129-1130 (citato in: (EN) Salvador Miranda, Election of October 21, 1187, su fiu.edu – The Cardinals of the Holy Roman Church, Florida International University.)
  6. ^ a b (EN) Salvador Miranda, Election of October 21, 1187, su fiu.edu – The Cardinals of the Holy Roman Church, Florida International University.
  7. ^ (EN) Salvador Miranda, ROGERIO, O.S.B.Cas., su fiu.edu – The Cardinals of the Holy Roman Church, Florida International University.
  8. ^ Cardinale diacono di S. Angelo in Pescheria, secondo (FR) Essai de liste générale des cardinaux. Les cardinaux du XIIè siècle, Annuaire Pontifical Catholique 1928, p. 154 mentre secondo il Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica da S. Pietro sino ai nostri giorni, VI, 69, venne creato cardinale da papa Lucio III nel 1183 e Cardinale presbitero di Sant'Anastasia da papa Urbano III. Vedi: (EN) Salvador Miranda, BOSON, su fiu.edu – The Cardinals of the Holy Roman Church, Florida International University.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Elfriede Kartusch: Das Kardinalskollegium in der Zeit von 1181-1227. Wien 1948
  • (EN) Ian Stuart Robinson, The Papacy, 1073-1198: Continuity and Innovation, Cambridge 1990
  • (DE) Jaffé Philipp, Regesta pontificum Romanorum ab condita Ecclesia ad annum post Christum natum MCXCVIII, vol. II, Leipzig 1888

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]