Sant'Adriano al Foro (diaconia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sant'Adriano al Foro
Diaconia soppressa
Stemma cardinalizio generico
Comitium.jpg
Chiesa di Sant'Adriano al Foro Romano
Istituzione VIII secolo
Soppressione 1946
istituita da papa Gregorio III
soppressa da papa Pio XII
Dati dall'annuario pontificio

La diaconia di Sant'Adriano al Foro (in latino: Diaconia Sancti Hadriani in Foro) è un antico titolo cardinalizio della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diaconia fu eretta nell'VIII regione di Roma (Augustea) da papa Gregorio III intorno al 734 e confermata da papa Adriano I intorno al 775.

Secondo il Liber Pontificalis la chiesa di Sant'Adriano al Foro fu creata da papa Onorio I sul luogo dell'antica Curia Hostilia intorno al 630. Papa Sergio I la designò come punto d'inizio per le litanie durante alcune celebrazioni religiose.

A causa della distruzione dell'antica chiesa per il restauro della curia del Senato, la diaconia fu soppressa con la costituzione apostolica Sancti Hadriani Ecclesia del 25 gennaio 1946 di papa Pio XII e trasferita a quella di San Paolo alla Regola.

Titolari[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Menzionato dalle fonti per l'ultima volta il 19 aprile 1204 (cfr. Eubel, vol. I, p. 4).
  2. ^ Pseudocardinale dell'antipapa Benedetto XIII.
  3. ^ Il cardinale Giovanni Conti (14141493) era già titolare dei Santi Nereo e Achilleo
  4. ^ Traslato il 17 agosto 1537 al titolo di Sant'Eustachio, il 6 settembre del medesimo anno ritorna al titolo di Sant'Adriano al Foro, che nel frattempo aveva conservato in commenda.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo