Santi Marcellino e Pietro (titolo cardinalizio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santi Marcellino e Pietro
Titolo presbiterale
Stemma di Dominik Duka, O.P.
Rom, die Kirche Santi Marcellino e Pietro al Laterano.JPG
Chiesa dei Santi Marcellino e Pietro al Laterano
Titolare Dominik Duka, O.P.
Istituzione II o III secolo
Dati dall'annuario pontificio

Quello dei Santi Marcellino e Pietro è un titolo cardinalizio attribuito a cardinali-presbiteri. Sia il Duchesne che il Kirsch sono d'accordo nell'asserire che il titolo cardinalizio Nicomedis, enumerato nel sinodo romano del 1º marzo 499, deve considerarsi equivalente a quello dei Santi Marcellino e Pietro. Il Cristofori, che lo menzionava come "San Nicomede in Via Nomentana", afferma che tale titolo fu soppresso da papa Gregorio I, che lo trasferì alla Basilica di Santa Croce in Gerusalemme. L' Annuaire Pontifical Catholique sostiene, invece, che il titolo di Santa Crescenziana o San Crescenzio, eretto intorno al 112 da papa Evaristo e confermato intorno al 366 da papa Damaso I, fu soppresso da papa Gregorio I intorno al 590, che lo sostituì con il titolo attuale dei Santi Marcellino e Pietro. In base al catalogo di Pietro Mallio, compilato durante il pontificato di Alessandro III, il titolo era collegato alla Basilica di Santa Maria Maggiore e i suoi sacerdoti vi celebravano Messa a turno.

Titolari[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo