Giovanni Francesco Gambara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Francesco Gambara
cardinale di Santa Romana Chiesa
Ac GAMBARA GIANFRANCESCO (+1587).jpg
Ritratto del cardinale Gambara
Gianfrancesco Gambara COA.jpg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato17 gennaio 1533 a Brescia
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Nominato vescovo7 ottobre 1566 da papa Pio V
Consacrato vescovo13 ottobre 1566 da papa Pio V
Creato cardinale26 febbraio 1561 da papa Pio IV
Deceduto5 maggio 1587 (54 anni) a Roma
 

Giovanni Francesco Gambara (Brescia, 17 gennaio 1533Roma, 5 maggio 1587) è stato un cardinale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gianfrancesco Gambara nacque in una famiglia aristocratica tradizionalmente legata all'Impero. Suo padre Brunoro Gambara, fu maestro di campo nell'esercito di Carlo V, nipote del cardinale Uberto e della poetessa Veronica; sua madre Virginia Pallavicini era vedova di Ranuccio Farnese.

Venne creato cardinale, con il titolo dei Santi Marcellino e Pietro, da papa Pio IV nel concistoro del 26 febbraio 1561. Il 7 ottobre 1566 venne nominato amministratore apostolico delle diocesi unite di Tuscania e Viterbo. Nel 1566 diede inizio alla realizzazione degli splendidi Giardini all'italiana di Villa Lante a Bagnaia (Viterbo). Nel 1576 rinunciò all'amministrazione delle diocesi.

Genealogia episcopale e successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Michele Di Sivo, GAMBARA, Gianfrancesco, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 52, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1999.
  • Giuseppe Giontella, Cronotassi dei vescovi della diocesi di Tuscania, in Rivista Storica del Lazio, anno V (1997), n. 7, pp. 35–37.
  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Gambara di Brescia, Torino, 1835, ISBN non esistente.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Cardinale diacono dei Santi Marcellino e Pietro
(diaconia pro hac vice)
Successore CardinalCoA PioM.svg
Pietro Bertani, O.P. 10 marzo 1561 - 17 novembre 1565 Flavio Orsini
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Pudenziana Successore CardinalCoA PioM.svg
Francisco Pacheco de Villena 17 novembre 1565 - 3 luglio 1570 Paolo Burali d'Arezzo, C.R.
Predecessore Vescovo di Viterbo e Tuscania Successore BishopCoA PioM.svg
Sebastiano Gualterio 7 ottobre 1566 - 28 marzo 1576 Carlo Montigli
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Prisca Successore CardinalCoA PioM.svg
Girolamo da Correggio 3 luglio 1570 - 17 ottobre 1572 Alfonso Gesualdo
Predecessore Cardinale presbitero di Sant'Anastasia Successore CardinalCoA PioM.svg
Girolamo da Correggio 17 ottobre 1572 - 9 luglio 1578 Alfonso Gesualdo
Predecessore Cardinale presbitero di San Clemente Successore CardinalCoA PioM.svg
Stanislao Osio 9 luglio 1578 - 17 agosto 1579 Marco Sittico Altemps
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria in Trastevere Successore CardinalCoA PioM.svg
Stanislao Osio 17 agosto 1579 - 5 dicembre 1580 Marco Sittico Altemps
Predecessore Cardinale vescovo di Albano Successore CardinalCoA PioM.svg
Fulvio Giulio della Corgna, O.S.Io.Hieros. 5 dicembre 1580 - 4 marzo 1583 Alfonso Gesualdo
Predecessore Cardinale vescovo di Palestrina Successore CardinalCoA PioM.svg
Giovanni Antonio Serbelloni 4 marzo 1583 - 5 maggio 1587 Marcantonio Colonna
Controllo di autoritàVIAF (EN1127331 · ISNI (EN0000 0000 3227 1877 · LCCN (ENn91126682 · GND (DE130832332 · BNE (ESXX1734636 (data) · BAV (EN495/359557 · CERL cnp00698882 · WorldCat Identities (ENlccn-n91126682