Giovanni di Lorena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni di Lorena
cardinale di Santa Romana Chiesa
Jean de Lorraine.jpg
COA Cardinal de Lorraine.svg
 
Incarichi ricopertivescovo di Metz, di Toul, di Valence, di Thérouanne, di Verdun, di Narbona, di Reims, di Lione, di Agen, di Albi ed infine di Nantes
 
Nato9 aprile 1498, Bar-le-Duc
Creato cardinale28 maggio 1518
Deceduto10 maggio 1550, Neuvy-sur-Loire
 

Giovanni di Lorena (Bar-le-Duc, 9 aprile 1498Neuvy-sur-Loire, 10 maggio 1550) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico francese.

Era figlio di Renato II e di Filippina di Gheldria, fratello di Antonio il Buono e di Claudio I di Guisa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel concistoro del 28 maggio 1518 papa Leone X lo creò cardinale diacono di Sant'Onofrio.[1]

Nominato canonico della cattedrale di Liegi già nel 1500, egli ebbe una carriera ecclesiastica piuttosto precoce e composita dato che all'età di:

Fu ugualmente «provvisto» di abbazie:

Nel 1520 assistette all'incontro del Campo del Drappo d'Oro.[3]

Il 17 dicembre 1523 fu nominato da papa Clemente VII "governatore perpetuo" di Forlimpopoli.

Fu un mecenate molto liberale e nel 1549 finanziò anche una spedizione, durata circa cinque anni, dell'esploratore francescano André Thevet nei paesi del Maditerraneo orientale, quali: Creta e le isole dell'Egeo, Costantinopoli (ove stette due anni), l'Egitto, il Monte Sinai, la Palestina e la Siria.[4]

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni di Lorena Padre:
Renato II di Lorena
Nonno paterno:
Federico II di Vaudémont
Bisnonno paterno:
Antoine de Vaudémont
Trisnonno paterno:
Federico I di Vaudémont
Trisnonna paterna:
Margherita di Joinville
Bisnonna paterna:
Maria d'Harcourt
Trisnonno paterno:
Giovanni VII d'Harcourt
Trisnonna paterna:
Maria d'Alençon
Nonna paterna:
Iolanda d'Angiò
Bisnonno paterno:
Renato d'Angiò
Trisnonno paterno:
Luigi II d'Angiò
Trisnonna paterna:
Iolanda di Aragona
Bisnonna paterna:
Isabella di Lorena
Trisnonno paterno:
Carlo II di Lorena
Trisnonna paterna:
Margherita del Palatinato
Madre:
Filippina di Gheldria
Nonno materno:
Adolfo di Gueldre
Bisnonno materno:
Arnoldo di Gueldre
Trisnonno materno:
Giovanni II di Egmont
Trisnonna materna:
Maria van Arkel
Bisnonna materna:
Caterina di Clèves
Trisnonno materno:
Adolfo I di Clèves
Trisnonna materna:
Maria di Borgogna
Nonna materna:
Caterina di Borbone
Bisnonno materno:
Carlo I di Borbone
Trisnonno materno:
Giovanni I di Borbone
Trisnonna materna:
Maria di Berry
Bisnonna materna:
Agnese di Borgogna
Trisnonno materno:
Giovanni di Borgogna
Trisnonna materna:
Margherita di Baviera

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanni di Lorena fu il primo cardinale titolare della diaconia Sant'Onofrio, elevata a tale rango da papa Leone X il 6 luglio 1517. Papa Sisto V eleverà poi la diaconia di Sant'Onofrio a titolo cardinalizio il 13 aprile 1587 con la costituzione apostolica Religiosa.
  2. ^ A. D. de la Fontenelle da Vaudoré, Histoire du monastère et des vescovos de Luçon, Parigi, 1847, p 198
  3. ^ Trattasi di un accampamento eretto dal re di Francia Francesco I nelle Fiandre fra Ardres e Guînes e mantenuto dal 7 al 24 giugno 1520 ove avvenne l'incontro fra lo stesso Francesco I ed il re d'Inghilterra, Enrico VIII. Il nome è dovuto al grande sfarzo con il quale il campo fu allestito.
  4. ^ Il resoconto di questi viaggi fu pubblicato dal Thevet nel 1554 con il titolo Cosmographie du Levant (Cosmografia del Levante).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN213357772 · ISNI (EN0000 0001 4099 022X · GND (DE137977182 · CERL cnp01172761