Antonio Pucci (cardinale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Pucci
cardinale di Santa Romana Chiesa
Ss. annunziata, cappella pucci 13 tomba antonio pucci.JPG
La tomba di Antonio Pucci nella cappella di San Sebastiano nella basilica della Santissima Annunziata a Firenze
Nato 8 ottobre 1484
Creato cardinale 22 settembre 1531 da papa Clemente VII
Deceduto 12 ottobre 1544

Antonio Pucci (Firenze, 8 ottobre 1484Bagnoregio, 12 ottobre 1544) è stato un cardinale italiano, appartenente all'antica famiglia fiorentina dei Pucci.

Figlio di Alessandro Pucci e Sibilla Sassetti, era nipote dei cardinali Lorenzo Pucci e Roberto Pucci.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Frequentò l'Università di Pisa. Predicatore eccezionale, partecipò al Concilio Laterano V.

Fu Nunzio Apostolico in Svizzera dal 1517 al 1521 e poi nunzio in Francia.

Il 5 novembre 1518 fu nominato vescovo di Pistoia, incaricò che ricoprì fino al 1541, quando lo lasciò allo zio, il cardinale Roberto Pucci.

Nel sacco di Roma del 1527, insieme ad altri quattro vescovi, venne dato in ostaggio ai lanzichenecchi, dai quali riuscì a fuggire.

Fu nominato cardinale il 22 settembre 1531 da papa Clemente VII con il titolo di cardinale presbitero dei Santi Quattro Coronati.

Partecipò al conclave del 1534, che elesse papa Paolo III.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN49215795 · ISNI (EN0000 0000 6142 6882 · LCCN (ENno2008093478 · GND (DE131525646 · BNF (FRcb10591903n (data)