Alejandro Gómez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Alejandro Darío Gómez)
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'ex cestista spagnolo, vedi Alejandro Gómez Girón.
Alejandro Gómez
Papu Gomez 02.jpg
Gómez all'Atalanta nel 2017
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 165[1] cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Siviglia
Carriera
Giovanili
2003-2006Arsenal Sarandí
Squadre di club1
2006-2009Arsenal Sarandí77 (12)
2009-2010San Lorenzo48 (8)
2010-2013Catania106 (16)
2013-2014Metalist23 (3)
2014-2021Atalanta209 (50)
2021-Siviglia4 (1)
Nazionale
2007Argentina Argentina U-2011 (2)
2017-Argentina Argentina5 (1)
Palmarès
Transparent.png Mondiali di Calcio Under-20
Oro Canada 2007
Transparent.png Campionato sudamericano di Calcio Under-20
Argento Paraguay 2007
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 febbraio 2021

Alejandro Darío Gómez (Buenos Aires, 15 febbraio 1988) è un calciatore argentino, centrocampista o attaccante del Siviglia e della nazionale argentina.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Soprannominato el Papu,[2][3] può giocare come ala, come seconda punta o trequartista.[4] Dotato di grande velocità in progressione e di una notevole tecnica individuale, è abile nel dribbling (grazie anche al suo baricentro basso) e nel tiro dalla distanza. È anche un ottimo uomo-assist.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Arsenal de Sarandí e San Lorenzo[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera nel settore giovanile dell'Arsenal Sarandí nel 2003, debuttando in prima squadra nel 2005 e diventando titolare nel Torneo di Apertura 2006, nel quale disputa 15 partite e segna 2 gol, aiutando l'Arsenal ad ottenere il quinto posto finale. Nell'annata successiva va a segno in altre due occasioni, la più importante delle quali è il 30 novembre 2007 nella partita di andata della finale di Copa Sudamericana contro l'América, gol che porta la sua squadra sul 3-2. All'inizio del 2009 il centrocampista, non ancora ventunenne, poteva vantare un totale di 77 presenze in campionato, con un bottino di 16 reti fra campionato e coppe[5].

Nel gennaio del 2009 passa in comproprietà al San Lorenzo. Diventa poi un titolare della squadra e nell'unica stagione colleziona 48 presenze, segnando 8 gol[6].

Catania[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 luglio 2010 il San Lorenzo comunica il tesseramento di Gomez da parte della squadra italiana del Catania, per 3 milioni di euro.[3] Otto giorni più tardi, la società etnea annuncia ufficialmente l'ingaggio del giocatore.[7] Debutta il 12 settembre 2010, a 22 anni, subentrando a Ricchiuti al 58' nella partita vinta 2-1 contro il Parma. Gioca per la prima volta da titolare nella partita vinta, in casa, contro il Cesena per 2-0. Il 17 ottobre 2010, durante Catania-Napoli, realizza al 69' il suo primo gol con la maglia etnea (la partita si chiuderà 1-1).

Nelle due stagioni successive ottiene l'11º e l'8º posto con il Catania guidato rispettivamente da Vincenzo Montella e Rolando Maran.

Dopo 3 stagioni chiude la sua esperienza in Sicilia con un bilancio di 111 presenze e 18 gol tra Serie A e Coppa Italia.

Metalist[modifica | modifica wikitesto]

Gómez con la maglia del Metalist nel 2013.

Il 2 agosto 2013 viene ceduto a titolo definitivo per 7 milioni di euro agli ucraini del Metalist.[8] Tuttavia, l'esperienza in terra ucraina non si rivela delle più felici, per via delle delicate condizioni politiche attraversate dal paese, che inducono il giocatore a chiedere di essere ceduto[9], nonostante una buona stagione in cui (con il numero 15 sulle spalle) scende in campo in 23 occasioni e realizza tre reti.

Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Gómez con la maglia dell'Atalanta nel 2015.

Il 1º settembre 2014 viene acquistato dall'Atalanta, facendo così ritorno in Italia[10]. Realizza il primo gol con la formazione orobica il 26 aprile 2015, in occasione del pareggio casalingo per 2-2 contro l'Empoli[11]. Il 18 ottobre seguente segna direttamente da calcio d'angolo nella partita contro il Carpi, vinta 3-0[12]; nel finale di campionato subisce una squalifica di 3 giornate, poi ridotta a 2, per una gomitata a Hetemaj[13].

Durante il campionato 2016-2017 realizza 16 reti[14][15][16], contribuendo alla qualificazione dei bergamaschi in Europa League: è inoltre suo il gol all'Empoli che assicura la qualificazione diretta ai gironi della competizione europea[17].

Il 14 settembre 2017 esordisce nelle competizioni UEFA per club, andando tra l'altro a segno nel successo casalingo con l'Everton[18].

Anche nel campionato 2018-2019, l'argentino fornisce il proprio apporto ai risultati dei nerazzurri[19]; nei turni preliminari di Europa League segna una doppietta al Sarajevo[20], ripetendosi poi contro il Frosinone in campionato[21]. Nei play-off della competizione europea contro il Copenaghen, conclusa con un complessivo 0-0 tra andata e ritorno, concorre all'eliminazione della squadra fallendo uno dei calci di rigore[22].

Nella stagione 2019-2020 esordisce in Champions League, disputando da titolare la prima giornata della fase a gironi, persa per 4-0 sul campo dei croati della Dinamo Zagabria. Il successivo 26 novembre, nella gara di ritorno contro i croati, segna il suo primo gol in carriera in questa competizione, realizzando il definitivo 2-0 (che è inoltre la prima vittoria del club orobico in Champions League). L’11 luglio 2020 raggiunge le 300 presenze in Serie A in occasione di Juventus-Atalanta (2-2)[23].

Nella stagione 2020-2021 segna 4 gol e fornisce 2 assist nelle prime 3 giornate di campionato, a cui si aggiunge un gol in Champions nella prima partita del girone, contro i danesi del Midtjylland. Nelle settimane seguenti, però, il tecnico Gian Piero Gasperini lo utilizza sempre meno, lasciandolo ai margini della squadra per scelta tecnica.[24]

Siviglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 gennaio 2021 si trasferisce al Siviglia a titolo definitivo.[25][26] Debutta il 3 febbraio, venendo schierato dal primo minuto di gioco nella gara dei quarti di finale di Coppa di Spagna vinta in casa dell'Almería (0-1),[27] mentre il 6 febbraio seguente bagna l'esordio in Primera División con una rete nella vittoria contro il Getafe.[28][29] Esordisce in Champions con la maglia del Siviglia il 17 febbraio partendo dal primo minuto nell’andata degli ottavi contro il Borussia Dortmund, terminata 2-3 per i tedeschi.[30]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Gómez in nazionale contro la Nigeria nel 2017.

Ha giocato nella selezione Under-20 dell'Argentina. Nel 2007 vince il Campionato mondiale di calcio Under-20 e in seguito si qualifica ai Giochi Olimpici di Pechino 2008.

Nonostante abbia ottenuto la cittadinanza italiana, la FIFA lo ha dichiarato non convocabile per la nazionale italiana, poiché all'epoca della sua partecipazione al Campionato mondiale di calcio Under-20 2007 con l'Argentina non possedeva ancora tale doppia cittadinanza[31].

Il 19 maggio 2017 viene convocato per la prima volta nella nazionale maggiore argentina, in occasione delle amichevoli contro Brasile e Singapore[32]; debutta il 13 giugno 2017 contro Singapore, partita in cui segna anche la sua prima rete in nazionale.[33]

Nell'ottobre 2020 viene convocato dal commissario tecnico Lionel Scaloni in occasione di due partite valide per le Qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2022,[34] tornando a distanza di tre anni in nazionale.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 6 febbraio 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005-2006 Argentina Arsenal Sarandí PD 5 0 - - - - - - - - - 5 0
2006-2007 PD 22 2 - - - - - - - - - 22 2
2007-2008 PD 32 2 - - - CS+CL 8+7 3+0 - - - 47 5
2008.-gen. 2009 PD 18 8 - - - CS 4 1 SBC+RS 1+2 0 25 9
Totale Arsenal Sarandí 77 12 - - 19 4 3 0 99 16
gen.-lug. 2009 Argentina San Lorenzo PD 16 1 - - - CL 5 1 - - - 21 2
2009-2010 PD 32 7 - - - CS 5 0 - - - 37 7
Totale San Lorenzo 48 8 - - 10 1 - - 58 9
2010-2011 Italia Catania A 36 4 CI 1 0 - - - - - - 37 4
2011-2012 A 34 4 CI 1 1 - - - - - - 35 5
2012-2013 A 36 8 CI 3 1 - - - - - - 39 9
Totale Catania 106 16 5 2 - - - - 111 18
2013-2014 Ucraina Metalist PL 23 3 CU 1 1 UCL 0 0 - - - 24 4
2014-2015 Italia Atalanta A 24 3 CI 1 0 - - - - - - 25 3
2015-2016 A 34 7 CI 2 0 - - - - - - 36 7
2016-2017 A 37 16 CI 2 0 - - - - - - 39 16
2017-2018 A 33 6 CI 4 1 UEL 7 2 - - - 44 9
2018-2019 A 35 7 CI 5 2 UEL 6[35] 2[35] - - - 46 11
2019-2020 A 36 7 CI 1 0 UCL 9 1 - - - 46 8
2020-gen. 2021 A 10 4 CI 0 0 UCL 6 1 - - - 16 5
Totale Atalanta 209 50 15 3 28 6 - - 252 59
gen.-giu. 2021 Spagna Siviglia PD 2 1 CR 2 0 UCL 0 0 - - - 4 1
Totale carriera 465 90 23 6 57 11 3 0 548 107

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
13-6-2017 Singapore Singapore Singapore 0 – 6 Argentina Argentina Amichevole 1 Uscita al 70’ 70’
5-10-2017 Buenos Aires Argentina Argentina 0 – 0 Perù Perù Qual. Mondiali 2018 -
11-11-2017 Mosca Russia Russia 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 59’ 59’
14-11-2017 Krasnodar Argentina Argentina 2 – 4 Nigeria Nigeria Amichevole - Ingresso al 58’ 58’
17-11-2020 Lima Perù Perù 0 – 2 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 89’ 89’
Totale Presenze 5 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Arsenal Sarandí: 2007
Arsenal Sarandí: 2008

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Canada 2007

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Miglior centrocampista: 2019-2020
2019-2020

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata, su atalanta.it. URL consultato il 28 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 21 marzo 2019).
  2. ^ Catania: arriva "El Papu" dal San Lorenzo, su sport.sky.it, 21 luglio 2010. URL consultato il 5 luglio 2020.
  3. ^ a b (ES) Chau Papu Archiviato il 23 luglio 2010 in Internet Archive. sanlorenzo.com.ar
  4. ^ a b Atalanta, Papu Gomez fa 300 partite in Serie A: numeri e assist del capitano della Dea, su sport.sky.it, 12 luglio 2020. URL consultato il 3 agosto 2020.
  5. ^ Notizie di sport del Corriere della Sera
  6. ^ Alejandro Dario Gomez, su gazzetta.it (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2011).
  7. ^ Alejandro Dario Gomez al Catania, su calciocatania.it, 29 luglio 2010.
  8. ^ Alejandro Gomez al Metalist Kharkiv: cessione a titolo definitivo, su calciocatania.it. URL consultato il 5 luglio 2020.
  9. ^ Papu Gomez vuole scappare dall'Ucraina: "Qui girano con i mitra...".
  10. ^ Atalanta, preso il Papu Gomez. Bonaventura al Milan per 7 milioni, su bergamoesport.it, 1º settembre 2014.
  11. ^ Armando Ossorio, Atalanta-Empoli 2-2: pari all'ultimo respiro, Reja ringrazia Denis, su repubblica.it, 26 aprile 2015.
  12. ^ Federico Sala, Atalanta-Carpi 3-0: i nerazzurri volano, prodezza Gomez: gol da calcio d'angolo, su repubblica.it, 18 ottobre 2015.
  13. ^ Mchedlidze, tre giornate di squalifica: stagione già finita per lui e Gomez, su gazzetta.it, 26 aprile 2016.
  14. ^ Il Papu Gomez fa sognare l'Atalanta, in la Repubblica, 9 gennaio 2017, p. 36.
  15. ^ UDINESE, in la Repubblica, 6 febbraio 2017, p. 34.
  16. ^ LE ALTRE PARTITE, in la Repubblica, 3 aprile 2017, p. 45.
  17. ^ Empoli-Atalanta 0-1: Papu-gol, Atalanta ai gironi di EL. Toscani non ancora salvi, su gazzetta.it, 21 maggio 2017.
  18. ^ Federico Sala, Atalanta-Everton 3-0: lezione dei nerazzurri a Rooney, su gazzetta.it, 14 settembre 2017.
  19. ^ Matri punisce il suo vecchio Cagliari, in la Repubblica, 21 settembre 2017, p. 65.
  20. ^ Matteo Maria Munno, Atalanta esagerata, in la Repubblica, 3 agosto 2018, p. 40.
  21. ^ In campo con la fascia vietata, in la Repubblica, 21 agosto 2018, p. 38.
  22. ^ Matteo Dalla Vite, Europa League, Copenaghen-Atalanta: danesi avanti ai rigori, su gazzetta.it, 30 agosto 2018.
  23. ^ 300 partite in Serie A per Papu Gomez, su atalanta.it. URL consultato il 16 luglio 2020.
  24. ^ Gasperini: "Siamo entrati nel campionato. Gomez? Soffrivamo e lui non si adattava", 9 gennaio 2021.
  25. ^ GOMEZ AL SEVILLA: GRAZIE DI TUTTO PAPU!, su atalanta.it, 26 gennaio 2021.
  26. ^ (ES) ACUERDO PARA EL TRASPASO DE PAPU GÓMEZ AL SEVILLA FC, su sevillafc.es, 26 gennaio 2021.
  27. ^ Papu Gomez al Siviglia, esordio dal 1' in Coppa del Re. I post su Instagram, su sport.sky.it, 3 febbraio 2021. URL consultato il 7 febbraio 2021.
  28. ^ LaLiga: Papu Gomez, esordio ed eurogol con il Siviglia, su ansa.it, 7 febbraio 2021. URL consultato il 7 febbraio 2021.
  29. ^ PAPU GÓMEZ: "ME VOY CONTENTO CON EL GOL Y POR DEBUTAR EN ESTE HERMOSÍSIMO ESTADIO", su sevillafc.es, 6 febbraio 2021. URL consultato il 7 febbraio 2021.
  30. ^ Champions League: Siviglia-Borussia Dortmund LIVE, su calciomercato.com. URL consultato il 17 febbraio 2021.
  31. ^ Papu Gomez, addio al sogno azzurro. La Fifa ha deciso: "Non eleggibile" Gazzetta.it
  32. ^ Lista de convocados Archiviato il 13 dicembre 2017 in Internet Archive. Afa.com.ar
  33. ^ Papu Gomez, debutto con rete Festa per la Nazionale argentina, su ecodibergamo.it. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  34. ^ (ES) "Lista preliminar de convocados del fútbol exterior", su afa.com.ar, 18 settembre 2020. URL consultato l'8 ottobre 2020.
  35. ^ a b Nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]