Rolando Maran

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rolando Maran
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 104 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Chievo Chievo
Ritirato 1997 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1983-1986 Verde e Bianco.png Benacense Riva 87 (7)
1986-1995 Chievo Chievo 280 (11)
1995 Valdagno Valdagno 10 (0)
1995-1996 Carrarese Carrarese 23 (0)
1996-1997 Fano Fano 28 (2)
Carriera da allenatore
1997-1998 Chievo Chievo Vice
1998-2000 Brescia Brescia Giovanili
2000-2002 Cittadella Cittadella Padova Giovanili
2002-2005 Cittadella Cittadella Padova
2005-2006 Brescia Brescia
2006-2007 Bari Bari
2007-2009 Triestina Triestina
2009-2011 Vicenza Vicenza
2011-2012 Varese Varese
2012-2014 Catania Catania
2014- Chievo Chievo
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 ottobre 2014

Rolando Maran (Trento, 14 luglio 1963) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore, attualmente alla guida del ChievoVerona.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suo figlio Gianluca è un calciatore[1][2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera nel Benacense Riva, squadra di Riva. Nell'estate 1986 passa al Chievo, nel campionato di Serie C2, militando coi clivensi per nove stagioni e scendendo in campo 330 volte, molte delle quali con la fascia di capitano[3], contribuendo all'ascesa della squadra dalla C2 alla Serie B; disputa coi gialloblù il campionato cadetto del 1994-1995, nel quale totalizza 22 presenze e una rete, nel successo interno sul Venezia. Conclude la carriera giocando prima col Valdagno, poi con la Carrarese in Serie C2 e infine col Fano.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Comincia a allenare nella stagione Serie B 1997-1998 come allenatore in seconda nel Chievo.[3] Successivamente approda nei settori giovanili di Brescia, Cittadella.[4][5] Nel 2002, a cinque anni di distanza dal ritiro guida il Cittadella. Segue un anno al Brescia, dove, malgrado l'ottimo campionato in corso, viene sorprendentemente esonerato durante la stagione 2005-06 dal presidente Corioni, che confessò di preferirgli lo svincolato Zeman[6]. L'anno successivo, 2006-07, è sulla panchina del Bari, ma dopo una striscia negativa di risultati viene esonerato dalla società pugliese in febbraio e rimpiazzato da Giuseppe Materazzi[7]. Segue nel 2007-08 l'esperienza alla Triestina, squadra in cui è stato assunto a giugno 2007 in sostituzione dell'esonerato Franco Varrella, rescindendo consensualmente il contratto il 15 giugno 2009.

Il giorno seguente, 16 giugno, è nominato allenatore del Vicenza per la stagione 2009-2010. A seguito di tre sconfitte consecutive patite nel giro di una settimana, il 28 marzo 2010 viene esonerato.[8] Il 15 aprile successivo è richiamato alla guida dei veneti fino a fine campionato,[9] ottenendo la salvezza. Il 15 giugno 2010, la società gli rinnova la fiducia per le due stagioni successive, contratto che poi viene rescisso anticipatamente il 6 giugno 2011, a termine campionato di serie B 2010-2011 e dopo un totale di 81 gare nel torneo cadetto (27 vittorie, 24 pareggi, 30 sconfitte)[10].

Il 1º ottobre 2011, Maran è chiamato alla guida del Varese al posto dell'esonerato Benito Carbone. All'esordio in campionato col Vicenza, sua ex squadra, ottiene la prima vittoria sulla panchina biancorossa.

Catania[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver condotto il Varese alla finale play-off di Serie B 2011-2012 (persi con la Sampdoria), l'11 giugno 2012 Maran è ufficializzato come allenatore per la stagione Serie A 2012-2013 del Catania. Stabilisce il record di punti in Serie A del Catania (56 punti).

Il 20 ottobre 2013 Maran viene esonerato e al suo posto viene ingaggiato Luigi De Canio[11]. Dopo 3 mesi, il 15 gennaio 2014, è richiamato sulla panchina degli etnei in sostituzione di Luigi De Canio,[12] ma verrà nuovamente esonerato il 6 aprile[13] dopo cinque sconfitte di fila e con la squadra all'ultimo posto della Serie A 2013-2014. Lo sostituisce Maurizio Pellegrino.

Chievo[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 ottobre 2014 è chiamato a sostituire l'esonerato Eugenio Corini sulla panchina del ChievoVerona all'8ª giornata della Serie A 2014-2015.[3]

Dopo aver raggiunto la salvezza con 5 giornate di anticipo convincendo anche dal punto di vista del gioco, il 26 maggio 2015 firma un rinnovo di durata triennale con opzione per altri due anni con la società veronese[14].

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 31 maggio 2015.

Stagione Squadra Campionato Piazzamento Andamento
Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte % vittorie
2002-2003 Italia Cittadella C1 34 12 11 11 35,29
2003-2004 C1 11° 34 11 9 14 32,35
2004-2005 C1 12° 34 9 14 11 26,47
2005-2006 Italia Brescia B esonerato 31 13 13 5 41,94
2006-2007 Italia Bari B esonerato 27 8 9 10 29,63
2007-2008 Italia Triestina B 12° 34 13 12 17 38,24
2008-2009 B 42 16 11 15 38,10
2009-2011 Italia Vicenza B 14° 39 12 15 12 30,77
2010-2011 B 12° 42 15 9 18 35,71
2011-2012 Italia Varese B subentrato-4° 34 18 9 7 52,94
2012-2013 Italia Catania A 38 15 11 12 39,47
2013-2014 A eson.-subentrato-eson. 20 4 6 10 20,00
2014-2015 Italia Chievo A Subentrato,14° 31 9 12 10 29,03
2015-2016 A

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Campionato italiano di Serie C1: 1

ChievoVerona: 1993-1994 (girone A)

Campionato italiano di Serie C2: 1

ChievoVerona: 1988-1989 (girone B)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianluca Maran in tuttocalciatori.net. URL consultato il 31 marzo 2015.
  2. ^ Giorgione, in campo all'Euganeo anche il figlio di Maran. Mister Paganin: "Godiamocela, non capita tutti i giorni di incontrare il Padova" in padovasport.tv, 22 marzo 2015. URL consultato il 31 marzo 2015.
  3. ^ a b c Comunicato ufficiale: Rolando Maran è il nuovo allenatore della Prima squadra in chievoverona.it, 19 ottobre 2014. URL consultato il 21 ottobre 2014.
  4. ^ Mister Maran: un nuovo corso per la Triestina Triestinacalcio.it
  5. ^ Scheda di Padova-Varese con carriere degli allenatori Padovacalcio.it
  6. ^ http://archiviostorico.corriere.it/2006/marzo/06/Brescia_choc_via_Maran_Zeman_co_9_060306096.shtml
  7. ^ http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Z_Altro/Feed_Esterni/goaldotcom/243156.shtml?uuid=26b76eac-c5aa-11db-8aa0-00000e251029&DocRulesView=Libero&fromSearch
  8. ^ Nedo Sonetti è il nuovo allenatore Vicenzacalcio.com
  9. ^ Ritorna Rolando Maran Vicenzacalcio.com
  10. ^ Scheda carriera Rolando Maran in Serie B Footstats.it
  11. ^ UFFICIALE: Catania, esonerato Maran. Arriva De Canio - Catania - TMW
  12. ^ Via De Canio, il Catania richiama Maran in La Stampa, 15 gennaio 2014. URL consultato il 17 gennaio 2014.
  13. ^ Rolando Maran sollevato dall’incarico. Maurizio Pellegrino è il nuovo allenatore della prima squadra Ilcalciocatania.it
  14. ^ UFFICIALE: Chievo, rinnova Rolando Maran tuttomercatoweb.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]