Monte di Procida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monte di Procida
comune
Monte di Procida – Stemma
Monte di Procida – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Napoli-Stemma it.png Napoli
Amministrazione
Sindaco Francesco Paolo Iannuzzi (lista civica) dal 17/05/2011
Territorio
Coordinate 40°48′00″N 14°03′00″E / 40.8°N 14.05°E40.8; 14.05 (Monte di Procida)Coordinate: 40°48′00″N 14°03′00″E / 40.8°N 14.05°E40.8; 14.05 (Monte di Procida)
Altitudine 63 m s.l.m.
Superficie 3,7 km²
Abitanti 13 341[1] (31-12-2010)
Densità 3 605,68 ab./km²
Frazioni Cappella, Miliscola, Torregaveta
Comuni confinanti Bacoli
Altre informazioni
Cod. postale 80070
Prefisso 081
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 063047
Cod. catastale F488
Targa NA
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona C, 1 125 GG[2]
Nome abitanti Montesi
Patrono SS. Assunta
Giorno festivo 15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Monte di Procida
Posizione del comune di Monte di Procida nella provincia di Napoli
Posizione del comune di Monte di Procida nella provincia di Napoli
Sito istituzionale
Monte di Procida, Cappella, Lago Miseno, Miliscola
(veduta da Capo Miseno)
« Da Bellavista, per chi si affaccia ad ammirare il panorama strabiliante dei Campi Flegrei, che si distende come una mappa dei sogni, tra cielo, isole, colline, mare, in uno scenario fiabesco, Monte Di Procida appare come il palco reale di un sontuoso teatro dell'opera »
(Gianni Race - Monte Di Procida)

Monte di Procida (Monte 'e Proceta o Ngopp u Monte in napoletano) è un comune italiano di 13.326 abitanti della provincia di Napoli in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il suo territorio rappresenta la parte più estrema della penisola flegrea, un promontorio dei Campi Flegrei prospiciente l'isola di Procida, da cui è separata da uno stretto tratto di mare (canale di Procida). Al largo, in direzione ovest si trova l'Isolotto di San Martino: un piccolo isolotto unito al promontorio da un ponte e da un tunnel.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area, detta fino all'alto medioevo "Monte di Miseno", cambiò lentamente nell'uso il suo nome fino a giungere a quello attuale, dopo che con la distruzione del porto di Miseno, l'area passò sotto la giurisdizione di Procida (quindi: "monte appartenente a Procida"). Il centro abitato attuale nacque e si ingrandì appunto per l'afflusso di coloni dalla vicina isola a partire dal XVI - XVII secolo.

Monte di Procida visto da Lacco Ameno

Il comune nacque amministrativamente il 27 gennaio 1907, quando un referendum sancì la separazione della parte di terraferma dal resto del comune (comprendente l'omonima isola e l'isolotto di Isolotto di San Martino), formando così l'attuale comune di Monte di Procida. Fondamentale per l'acquisizione dell'autonomia amministrativa dal comune di Procida fu il contributo di Ludovico Quandel.

Nel 2007 Monte di Procida ha festeggiato il centenario dall'autonomia amministrativa dall'isola di Procida. Numerosi progetti e manifestazioni sono stati organizzati per tutta la durata dell'anno.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Sono presenti due società di calcio a Monte di Procida. La Folgore Monte di Procida, nata nel 2012, che milita nel campionato di promozione Campania e la A.s.d. Montemare, storica società montese, nata nel 1984. È stata rilevata nel novembre 2011 dal giovane presidente Ciro Scamardella (ex-giocatore della Montemare stessa) e milita attualmente nel campionato di Terza Categoria Campania. Vanta numerosi giocatori portati in squadre professionistiche di serie A, B e C, tra i quali 10 ragazzi di Monte di Procida.

Persone legate a Monte di Procida[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Scotto Di Carlo, in arte Pino Scotto
  • Michele Sovente, (Monte di Procida, 28 marzo 1948 – Monte di Procida, 25 marzo 2011) è stato un poeta italiano. Con Cumae (Marsilio, 1998) vince il Premio Viareggio.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]