Visciano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Visciano (disambigua).
Visciano
comune
Visciano – Stemma Visciano – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Napoli-Stemma it.png Napoli
Amministrazione
Sindaco Pellegrino Gambardella (lista civica) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 40°55′00″N 14°35′00″E / 40.916667°N 14.583333°E40.916667; 14.583333 (Visciano)Coordinate: 40°55′00″N 14°35′00″E / 40.916667°N 14.583333°E40.916667; 14.583333 (Visciano)
Altitudine 340 m s.l.m.
Superficie 10,9 km²
Abitanti 4 559[1] (31-12-2010)
Densità 418,26 ab./km²
Comuni confinanti Avella (AV), Baiano (AV), Casamarciano, Liveri, Marzano di Nola (AV), Monteforte Irpino (AV), Mugnano del Cardinale (AV), Nola, Pago del Vallo di Lauro (AV), Sperone (AV), Taurano (AV)
Altre informazioni
Cod. postale 80030
Prefisso 081
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 063088
Cod. catastale M072
Targa NA
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti viscianesi
Patrono san Sebastiano
Giorno festivo 20 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Visciano
Posizione del comune di Visciano nella provincia di Napoli
Posizione del comune di Visciano nella provincia di Napoli
Sito istituzionale

Visciano (Viššanë in dialetto locale[2]) è un comune italiano di 4.607 abitanti della provincia di Napoli in Campania, in Bassa Irpinia.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio del comune di Visciano è quasi totalmente circondato dalla provincia di Avellino, sebbene facente parte della provincia di Napoli, alla quale è unito solo in piccola parte, dividendo territorialmente la Comunità montana Vallo di Lauro e Baianese e arrivando a confinare con Monteforte Irpino, in Irpinia.

Distanze[modifica | modifica wikitesto]

Città Distanza
Napoli Napoli 37 km
Avellino Avellino 30 km
Benevento Benevento 69 km
Caserta Caserta 47 km
Salerno Salerno 60 km

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Dedito principalmente ad una forma di agricoltura artigianale centrata sul nocciolo. Qui le cultivar più comuni sono Mortarella, S.Giovanni (campane a frutto allungato) e Camponica (campana a frutto grosso, ottima per il consumo da tavola).

Sin dal secondo dopoguerra, in stretto legame con la tradizione folkloristica locale, si è sviluppata una fervida industria pirotecnica artigianale di fama internazionale.

Di interesse è anche un notevole turismo religioso, dato dalla presenza di diverse chiese, una basilica minore, un ex convento dei frati Camaldolesi ora donati all'istituto dei "Missionari della Divina Redenzione" e altre strutture di ricezione e preghiera per i fedeli.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate a Visciano[modifica | modifica wikitesto]

Arturo D'Onofrio, presbitero italiano, fondatore di due istituti di vita consacrata: i "Missionari della Divina Redenzione" e le "Piccole Apostole della Redenzione".

Nella tradizione orale del paese si possono trovare tracce di una presenza per un periodo presso l'eremo dei camaldoli, comunemente detta dal popolo in quel periodo "'o prufessore" (il professore), fonti non certe fanno presumere che si trattasse di Ettore Maiorana.

La Madonna del Carpinello[modifica | modifica wikitesto]

Di notevole interesse artistico e culturale è il quadro della "Madonna Bruna", denominato "Madonna del Carpinello" a seguito del ritrovamento ai piedi di un albero di carpine datato 1616. Il ritrovamento del quadro, avvenuto miracolosamente secondo la tradizione locale, ha dato l'incipit ad un culto Mariano nella piccola comunità agricola. Il quadro è attualmente esposto su di un alto trono marmoreo all'interno del santuario ad esso dedicato, sito in piazza Santuario.

Feste e tradizioni[modifica | modifica wikitesto]

Presepe vivente[modifica | modifica wikitesto]

Inaugurato per l'anno giubilare 2000, il presepe di Visciano è realizzato con la partecipazione di circa 400 figuranti su un percorso di circa 500 metri per le strade del centro storico. L'evento si svolge ogni anno dal 4 al 6 gennaio, durante le ore serali. Il 6 gennaio al termine della rappresentazione, tutti i partecipanti passano in processione per il corso principale per figurare l'arrivo dei Re Magi e la fuga di Maria e Giuseppe in Egitto

Carnevale[modifica | modifica wikitesto]

Visciano celebra il carnevale con gruppi di ballerini di tarantella e carri allegorici che passano per il paese, in più ci sono alcuni eventi locali:

  • laccio d'amore: è un palo con tante corde attaccati alla sommità, un gruppo di ballerini di tarantella prende in mano una fune, ballando circolarmente e incrociandosi tra di loro creano reti e figure formate dall'intrecciarsi delle corde
  • 12 mesi: è una rappresentazione itinerante in cui ogni attore impersona un mese, ogni mese recita un copione che elenca pregi e difetti in chiave comica.
  • La Canzone della Zeza, una scenetta carnevalesca, cantata al suono di strumenti tipici Napoletani.

Luglio viscianese[modifica | modifica wikitesto]

Ogni anno si celebra la festa patronale dedicata alla Madonna del Carpinello, che dura dal venerdì della penultima settimana del mese di luglio fino al giovedì successivo. Ogni giorno è scandito da eventi tradizionali, di stampo religioso e folkloristico:

  • venerdì: estrazione della "lotteria" per l'affidamento della Bandiera dei Battenti Viscianesi
  • sabato: allestimento del carro votivo musicale, in onore di Maria S.S. Consolatrice del Carpinello
  • lunedì: corsa dei battenti viscianesi, che partendo da Visciano percorrono vari comuni limitrofi, per tornare di nuovo al Santuario locale
  • martedì: processione per le strade del paese dedicata a Maria S.S Consolatrice del Carpinello
  • mercoledì: il concerto in Piazza Lancillotti, che vede ogni anno alternarsi diversi artisti (quasi sempre di fama nazionale)
  • giovedì: Gara di fuochi pirotecnici, che vede in competizione numerosi artigiani del settore

Unico evento di stampo non religioso che copre quasi tutti i giorni della festa è il Festival Bandistico di Musica Orchestrale, che vede alternarsi sul palco nella piazza principale numerose bande musicali provenienti dall'intera nazione.

Media[modifica | modifica wikitesto]

Stampa[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni periodici cittadini sono:

Internet[modifica | modifica wikitesto]

  • Viscianotv.it[4], webTV del paese, con notizie su Visciano e paesi limitrofi.

Radio[modifica | modifica wikitesto]

  • "Radio Carpine Visciano" : emittente radiofonica legata alla Piccola Opera della Redenzione

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune fa parte della Comunità montana Partenio - Vallo di Lauro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 1990, p. 712.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ www.viscianotv.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]