Castello di Cisterna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castello di Cisterna
comune
Castello di Cisterna – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Napoli-Stemma it.png Napoli
Amministrazione
Sindaco Clemente Sorrentino (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 40°55′00″N 14°25′00″E / 40.916667°N 14.416667°E40.916667; 14.416667 (Castello di Cisterna)Coordinate: 40°55′00″N 14°25′00″E / 40.916667°N 14.416667°E40.916667; 14.416667 (Castello di Cisterna)
Altitudine 34 m s.l.m.
Superficie 3,97 km²
Abitanti 7 435[1] (31-12-2010)
Densità 1 872,8 ab./km²
Comuni confinanti Acerra, Brusciano, Pomigliano d'Arco, Somma Vesuviana
Altre informazioni
Cod. postale 80030
Prefisso 081
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 063025
Cod. catastale C188
Targa NA
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti cisternesi
Patrono san Nicola di Bari
Giorno festivo 6 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castello di Cisterna
Posizione del comune di Castello di Cisterna nella provincia di Napoli
Posizione del comune di Castello di Cisterna nella provincia di Napoli
Sito istituzionale

Castello di Cisterna (o Castel Cisterna, Castiello 'e Cisterna e A'Cisterna in napoletano) è un comune italiano di 7.388 abitanti della provincia di Napoli in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Situato nell'entroterra nord orientale di Napoli dista 15 km [2] dal centro della città, il piccolo centro si è sviluppato lungo la via Nazionale delle puglie in una lingua di territorio stretta tra i comuni di Pomigliano d'Arco e Brusciano con i quali costituisce un unico agglomerato urbano.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

La probabile origine delle parole "Castello" e "Cisterna". "Castello": nel libro VII dell'Eneide si parla di alcune località conquistate da Ebalo, re di Capri, che estese i propri possedimenti fino alle zone bagnate dal Sarno, conquistando Bàtulo, Rufra, Celenne e i campi fruttiferi di Avella. I commentatori latini Servio e Donato nei commenti all'Eneide precisano che sia Batulo che Rufrae erano "Castella Campaniae a Samnitibus condita" che significa : "fortezze (accampamenti) della Campania fondate dai Sanniti". E poiché le altre due Rufrae della Campania si trovavano una nel Casertano e un'altra al confine con il Molise l'ipotesi più probabile è che il Rufrae di cui parlava Virgilio si trovasse al centro della Campania e rappresentasse l'odierna Castello di Cisterna. Il termine "Cisterna", invece, si spiegherebbe con i pantani della zona, che venivano a crearsi dopo una pioggia. In passato il luogo era chiamato Cisterna, per la presenza appunto di una cisterna che raccoglieva l'acqua piovana usata per dissetare i cavalli, tutt'oggi in dialetto è così chiamato. Il termine castello deriva da Castrum, ossia Castello, fortezza, in riferimento al castello dove forse riposavano le truppe.

Sportivi famosi[modifica | modifica sorgente]

Castello di Cisterna è popolare, perché nel suo campo sportivo ha ospitato diversi calciatori napoletani di rilievo nazionale tra i quali spiccano:

A Castello di Cisterna sono nati anche:

  • Giuseppe Montella, ex professionista di ciclismo (con diverse partecipazioni al giro d'Italia).
  • Carmine Molaro, pugile (3° nel 1992 ai campionati mondiali juniores, campione italiano nel 1995, partecipazione ai giochi olimpici di Atlanta nel 1996), 7 volte campione italiano, 1 titolo europeo.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]


Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Geografia e territorio
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]