Indice della libertà economica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mappa della libertà economica nel 2010:

██ Liberi

██ Per lo più liberi

██ Parzialmente liberi

██ Per lo più non liberi

██ Non liberi

██ Non classificabili

L'Indice della libertà economica (in inglese Index of Economic Freedom) è un indice che individua dieci diversi tipi di misurazioni utili per capire il grado di libertà economica di un paese. È stato creato nel 1995 dal quotidiano The Wall Street Journal in collaborazione col think tank conservatore statunitense The Heritage Foundation.

Metodologia[modifica | modifica sorgente]

I dieci valori utilizzati per determinare l'indice vengono generalmente usati anche da organizzazioni internazionali quali la Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale, e sono:

  • Business Freedom (Libertà imprenditoriale)
  • Trade Freedom (Libertà di mercato)
  • Monetary Freedom (Libertà monetaria)
  • Government Size/Spending (Livello delle spese governative in percentuale del PIL)
  • Fiscal Freedom (Libertà fiscale)
  • Property Rights (Diritti di proprietà)
  • Investment Freedom (Libertà di investimento)
  • Financial Freedom (Libertà finanziaria)
  • Freedom from Corruption (Libertà dalla corruzione)
  • Labor Freedom (Libertà del mercato del lavoro), dal 2005

Progressione 1995-2010[modifica | modifica sorgente]

Pos. 2010 Paese 2010 2005 2000 1995
1 Hong Kong Hong Kong 89,7 89,5 89,5 88,6
2 Singapore Singapore 86,1 88,6 87,7 86,3
3 Australia Australia 82,6 79,0 77,1 74,1
4 Tunisia Tunisia 82,1 82,3 80,9 N.D.
5 Irlanda Irlanda 81,3 80,8 76,1 68,5
6 Svizzera Svizzera 81,1 79,3 76,8 N.D
7 Canada Canada 80,4 75,8 70,5 69,4
8 Stati Uniti Stati Uniti 78,0 79,9 76,4 76,7
9 Danimarca Danimarca 77,9 75,3 68,3 N.D.
10 Cile Cile 77,2 77,8 74,7 71,2
11 Regno Unito Regno Unito 76,5 79,2 77,3 77,9
12 Mauritius Mauritius 76,3 67,2 67,2 N.D.
13 Bahrein Bahrein 76,3 71,2 75,7 76,2
14 Lussemburgo Lussemburgo 75,4 76,3 76,4 N.D.
15 Paesi Bassi Paesi Bassi 75,0 72,9 70,4 N.D.
16 Estonia Estonia 74,7 75,2 69,9 65,2
17 Finlandia Finlandia 73,8 71,0 64,3 N.D.
18 Islanda Islanda 73,7 76,6 74,0 N.D.
19 Giappone Giappone 72,9 67,3 70,7 75,0
20 Macao Macao 72,5 N.D. N.D. N.D.
21 Svezia Svezia 72,4 69,8 65,1 61,4
22 Austria Austria 71,6 68,8 68,4 70,0
23 Germania Germania 71,1 68,1 65,7 69,8
24 Cipro Cipro 70,9 71,9 67,2 N.D.
25 Santa Lucia Santa Lucia 70,5 N.D. N.D. N.D.
26 Georgia Georgia 70,4 57,1 54,3 N.D.
27 Taiwan Taiwan 70,4 71,3 72,5 74,2
28 Botswana Botswana 70,3 69,3 65,8 56,8
29 Lituania Lituania 70,3 70,5 61,9 N.D.
30 Belgio Belgio 70,1 69,0 63,5 N.D.
31 Corea del Sud Corea del Sud 69,9 66,4 69,7 72,0
32 El Salvador El Salvador 69,9 71,5 76,3 69,1
33 Uruguay Uruguay 69,8 66,9 69,3 62,5
34 Rep. Ceca Rep. Ceca 69,8 64,6 68,6 67,8
35 Slovacchia Slovacchia 69,7 66,8 53,8 60,4
36 Spagna Spagna 69,6 67,0 65,9 62,8
37 Norvegia Norvegia 69,4 64,5 70,1 N.D.
38 Armenia Armenia 69,2 69,8 63,0 N.D.
39 Qatar Qatar 69,0 63,5 62,0 N.D.
40 Barbados Barbados 68,3 70,1 69,5 N.D.

Indice 2011[modifica | modifica sorgente]

Indice della libertà economica 2011 - I migliori e i peggiori 15
[1]
Posizione Paese % Libertà Var. 2010
1 Hong Kong Hong Kong
89,7
0,0
2 Singapore Singapore
87,2
+1,1 Green Arrow Up.svg
3 Australia Australia
82,5
-0,1 Red Arrow Down.svg
4 Tunisia Tunisia
82,3
+0,2 Green Arrow Up.svg
5 Svizzera Svizzera
81,9
+0,8 Green Arrow Up.svg
6 Canada Canada
80,8
+0,4 Green Arrow Up.svg
7 Irlanda Irlanda
78,7
-2,6 Red Arrow Down.svg
8 Danimarca Danimarca
78,6
+0,7 Green Arrow Up.svg
9 Stati Uniti Stati Uniti
77,8
-0,2 Red Arrow Down.svg
10 Bahrein Bahrein
77,7
+1,4 Green Arrow Up.svg
11 Cile Cile
77,4
+0,2 Green Arrow Up.svg
12 Mauritius Mauritius
76,2
-0,1 Red Arrow Down.svg
13 Lussemburgo Lussemburgo
76.2
+0,8 Green Arrow Up.svg
14 Estonia Estonia
75,2
+0,5 Green Arrow Up.svg
15 Paesi Bassi Paesi Bassi
74,7
-0,3 Red Arrow Down.svg
Posizione Paese % Libertà Var. 2010
165 Ciad Ciad
45,3
-2,2 Red Arrow Down.svg
166 KiribatiKiribati
44,8
+1,1 Green Arrow Up.svg
167 Comore Comore
43,8
-1,1 Red Arrow Down.svg
168 Rep. del Congo Rep. del Congo
43,6
+0,4 Green Arrow Up.svg
169 Template:TRK
43,6
+1,1 Green Arrow Up.svg
170 Timor Est Timor Est
42,8
-3,0 Red Arrow Down.svg
171 Iran Iran
42,1
-1,3 Red Arrow Down.svg
172 RD del Congo RD del Congo
40,7
-0,7 Red Arrow Down.svg
173 Libia Libia
38,6
-1,6 Red Arrow Down.svg
174 Birmania Birmania
37,8
+1,1 Green Arrow Up.svg
175 Venezuela Venezuela
37,6
+0,5 Green Arrow Up.svg
176 Eritrea Eritrea
36,7
+1,4 Green Arrow Up.svg
177 Cuba Cuba
27,7
+1,0 Green Arrow Up.svg
178 Zimbabwe Zimbabwe
22,1
+0,7 Green Arrow Up.svg
179 Corea del Nord Corea del Nord
1.0
0,0

Situazione italiana[modifica | modifica sorgente]

Andamento dell'Indice di libertà economica dell'Italia. Per le singole voce consultare: http://www.heritage.org/Index/Explore.aspx?view=by-region-country-year.

L'Italia, con il 60,3% (-2,4), è certamente tra i grandi paesi industrializzati del mondo quello con meno libertà economica. L'anno 2011, classificandosi 87esima, ha segnato un peggioramento di ben tredici posizioni rispetto all'anno precedente, dietro paesi come il Burkina Faso e le Fiji e a parità con la Grecia. Occorre anche sottolineare che il 2011 conferma una tendenza generale al peggioramento: l'Italia risultava infatti 42esima nel 2006 e 28esima nel 2000. A pesare in particolar modo sul dato finale è una bassa libertà fiscale (55,4%), i diritti di proprietà (50%, in quanto "c'è tutela ma le procedure giudiziarie sono troppo lente"), una scarsa libertà del lavoro (44,4%), una libertà dalla corruzione molto bassa (43%) e l'elevata quota di spesa del settore pubblico (28,6%). È alta, invece, la libertà di commercio (87,6%), ma vanno migliorate la libertà monetaria (82,1%), la libertà d'impresa (77,3%) e di investimento (75%). [2].

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Country Rankings: World & Global Economy Rankings on Economic Freedom
  2. ^ Indice della libertà economica dell'Italia

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia