Palau (stato)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palau
Palau – Bandiera Palau - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Rainbow's End (Traduzione: La fine dell'arcobaleno)
Palau - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Palau
Nome ufficiale Beluu ęr a Belau
Lingue ufficiali inglese,[1] palauano,[1] giapponese (su Angaur) e il tedesco (regionale)
Capitale Ngerulmud (Melekeok)  (391 ab. / 2000)
Politica
Forma di governo Repubblica presidenziale
Capo di Stato Tommy Remengesau
Indipendenza 1º ottobre 1994 dagli Stati Uniti
Ingresso nell'ONU 15 dicembre 1994
Superficie
Totale 458 km² (179º)
 % delle acque trascurabile
Popolazione
Totale circa 21.000 ab. (2011) (190º)
Densità 42 ab./km²
Tasso di crescita 0,361% (2012)[2]
Geografia
Continente Oceania
Confini Nessuno
Fuso orario UTC +9
Economia
Valuta Dollaro statunitense
PIL (nominale) 234[3] milioni di $ (2012) (186º)
PIL pro capite (nominale) 13 283 $ (2012) (52º)
PIL (PPA) 406 milioni di $ (2012) (187º)
PIL pro capite (PPA) 23 053 $ (2012) (44º)
Varie
Codici ISO 3166 PW, PLW, 585
TLD .pw
Prefisso tel. +680
Sigla autom. PAL
Inno nazionale Belau loba klisiich er a kelulul
Festa nazionale
Palau - Mappa
 

Coordinate: 7°28′N 134°33′E / 7.466667°N 134.55°E7.466667; 134.55

La Repubblica di Palau (scritto anche Belau) è uno Stato insulare nell'Oceano Pacifico, situato a circa 500 km a est delle Filippine. Avendo ottenuto l'indipendenza dagli USA nel 1994, è una tra le nazioni più giovani (e meno popolose) del mondo.

Nome[modifica | modifica sorgente]

Questa nazione micronesiana ha un nome che trae la sua origine da un mito secondo il quale tale piccolo arcipelago si formò dal corpo bruciato del Dio Chuab: gli uomini, sotto consiglio divino, avevano legato Chuab e preparato una pira sotto di lui, e quando Chuab domandò cosa stessero facendo essi gli risposero che stavano solo preparando un fuoco, al che Chuab rispose: "O melau", ovvero "mi state ingannando". Dal termine melau derivò il nome Belau, evolutosi poi in Palau. Un'altra interpretazione indica come derivazione del nome il termine locale aibebelau, che significa "favola".

Bandiera[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Bandiera di Palau.

La bandiera di questo paese riprende nella forma quella del Giappone ma con colori diversi: giallo e azzurro. Il disco è inoltre leggermente fuori asse verso l'asta (come nella bandiera della Marina imperiale giapponese).

Stemma[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stemma di Palau.

Lo Stemma di Palau raffigura al centro una capanna sopra delle pietre davanti alla quale sventola una bandiera con l'iscrizione oficial seal (sigillo ufficiale).

Posizione[modifica | modifica sorgente]

Lo stato fa parte della Micronesia, l'arcipelago ha una superficie di 488 km² ed ha un'estensione costiera di 1519 km. Il territorio è costituito da 200 isole di origine vulcanica e corallina.

Confini marittimi[modifica | modifica sorgente]

Le acque territoriali di Palau confinano con quelle degli Stati Federati di Micronesia ad est, a nord-ovest con quelle delle Filippine ed a sud-ovest con quelle dell'Indonesia.

Clima[modifica | modifica sorgente]

Il clima è tropicale, con piogge abbondanti. Le variazioni stagionali delle precipitazioni e della temperatura sono poco rilevanti. La temperatura media è di 27 °C mentre il tasso dell'umidità è dell'80%; la media annuale delle precipitazioni è di 3800 mm. I cicloni tropicali portano piogge abbondanti e provocano gravi danni, soprattutto nel periodo giugno-novembre.

Vegetazione[modifica | modifica sorgente]

Le isole settentrionali, di origine vulcanica, sono fertili e coperte da una fitta foresta. Le isole più grandi sono di origine vulcanica e sono caratterizzate da una giungla interna e da grandi terrazze erbose, mentre le altre sono di origine calcarea ed hanno una vegetazione meno lussureggiante.

Fauna[modifica | modifica sorgente]

Le isole meridionali sono formate dalla barriera corallina emersa. L'arcipelago è caratterizzato da una ricca biodiversità, soprattutto per quanto riguarda l'ambiente marino. I maggiori pericoli ambientali riguardano la barriera corallina, minacciata dalla pesca di frodo e dall'immissione in mare di rifiuti solidi.

Parchi[modifica | modifica sorgente]

Le numerose isole rocciose, a ovest delle Flating Garden Island costituiscono un'area protetta. Il 2,4% del territorio è sottoposto a protezione.

Popolazione[modifica | modifica sorgente]

La popolazione di Palau conta circa 19.000 abitanti. Il principale gruppo etnico (70%) è costituito dai palauani, di ceppo melanesiano. Seguono poi minoranze di micronesiani, polinesiani, europei e asiatici (soprattutto dalle Filippine).

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte della popolazione sa leggere e scrivere; il tasso della popolazione alfabetizzata è del 90%.

Lingua[modifica | modifica sorgente]

Lingua ufficiali sono il palauano e l'inglese,[1] ad eccezione di tre "stati" (Sonsorol, Hatohobei e Anguar) dove gli idiomi locali si sostituiscono al palauano quali lingue ufficiali. Su Angaur anche il giapponese è riconosciuto come lingua ufficiale. Il tedesco si era localmente diffuso quando Palau faceva parte dell'impero coloniale tedesco.

Religione[modifica | modifica sorgente]

Circa 2/3 dei palauani professano il Cristianesimo nelle confessioni cattolica e avventista. Inoltre sono ancora molto diffusi sia l'antica religione tradizionale sia il Modekngei (un culto sincretico che combina elementi cristiani con la religione tradizionale e la chiromanzia).

Economia[modifica | modifica sorgente]

Le attività economiche principali di Palau sono il turismo, l'agricoltura di sussistenza e la pesca. Il governo rappresenta il principale datore di lavoro nel paese, che dipende fortemente dagli aiuti statunitensi.

La popolazione vanta un reddito pro-capite doppio rispetto a quelle delle Filippine, e di gran lunga superiore a quello della Micronesia. Nel periodo 2000/2001 si sono registrati 50.000 arrivi di turisti. L'espansione del traffico aereo nel Pacifico, la crescente ricchezza di vari paesi dell'Asia orientale, e l'arrivo di investimenti stranieri fanno ben sperare in un ulteriore potenziamento dell'industria turistica locale.

Le risorse naturali riguardano minerali (in particolare oro), prodotti marini, minerali dai fondali marini e risorse forestali. Palau esporta olio di cocco, copra, dolci, pesce, artigianato ed oggetti di metallo. Importa derrate alimentari, manufatti, bevande, tabacco, combustibile, prodotti chimici, olio vegetale e macchinari.

Storia[modifica | modifica sorgente]

I primi abitanti di Palau, probabilmente giunti dall'Indonesia, si stabilirono sulle isole intorno al 1000 a.C. Nel 1543 l'esploratore spagnolo Ruy López de Villalobos fu il primo europeo a visitare Palau, ma i primi tentativi europei di stanziamento e commercio con i locali si ebbero solo nel XVIII secolo per opera dei britannici. La Spagna colonizzò le isole nel XVIII secolo ma poi le vendette alla Germania nel 1899. Il Giappone occupò Palau allo scoppio della prima guerra mondiale e ottenne un mandato di controllo fino alla fine della seconda guerra mondiale, quando le isole furono cedute agli Stati Uniti quale parte del Territorio fiduciario delle Isole del Pacifico (Trust Territory of the Pacific Islands). Nel 1979 i paluani votarono contro l'unione con gli Stati Federati di Micronesia, optando per l'indipendenza.

Dopo un lungo periodo di transizione, durante il quale si ebbero le morti violente di ben due presidenti (Haruo Remeliik assassinato nel 1985, e Lazarus Salii suicidatosi nel 1988), l'indipendenza arrivò nel 1994; i rapporti con gli Stati Uniti sono comunque rimasti molto forti (anche attraverso la stipula di un accordo Compact of Free Association - COFA - tra Palau e gli USA).

Inno[modifica | modifica sorgente]

L'inno ufficiale di Palau si chiama "belau loba klisiich er a kelulul".

Ordinamento[modifica | modifica sorgente]

Il presidente di Palau, capo sia dello Stato che del governo, è eletto dai cittadini ogni quattro anni. Il paese è legato agli Stati Uniti d'America, che ne esercitano la politica estera e la difesa.

Il governo è in realtà un parlamento bicamerale conosciuto come Olbiil Era Kelulau. I membri delle Camere (9 nel Senato e 16 nella "Casa dei Delegati") sono scelti dalla popolazione. Il presidente attualmente in carica è Tommy Remengesau: eletto nel 2000 dopo essere stato vicepresidente, si è insediato nel 2001 ed è poi stato rieletto nel 2004. La pena di morte è stata abolita nel 1994.

Divisione amministrativa[modifica | modifica sorgente]

Palau è diviso in 16 regioni amministrative dette stati. La popolazione è aggiornata al censimento del 2012[4]:

Stato Superficie (km²) Popolazione (2012)
Aimeliik 52 281
Airai 44 2 537 
Angaur 8 130
Hatohobei 3 10
Kayangel 3 76
Koror 18 11 665 
Melekeok 28 299
Ngaraard 36 453
Ngarchelong 10 281
Ngardmau 47 195
Ngaremlengui 65 309
Ngatpang 47 257
Ngchesar 41 287
Ngiwal 26 226
Peleliu 13 489
Sonsorol 3 6

Moneta[modifica | modifica sorgente]

La moneta ufficiale di Palau è il dollaro. Esistono anche delle monete commemorative, dollari di Palau, ad uso esclusivo di collezionismo numismatico, che non sembrano avere valore legale nello stato.

Francobolli[modifica | modifica sorgente]

Per concessione dell'amministrazione postale statunitense, Palau emette a partire dal 1983 francobolli propri.

La prima emissione è avvenuta il 10 marzo 1983. I francobolli, emessi in blocco di quattro del valore di 20 centesimi l'uno, rappresentavano, con immagini della Costituzione, di cacciatori e di pesci, l'inaugurazione del loro Servizio Postale.

Nel 2008 Palau ha emesso dei francobolli che raffigurano specie di balene in via di estinzione del valore di 20 centesimi. In Italia il loro valore è stimato intorno ai 5 euro.[senza fonte] Inoltre Palau ha emesso francobolli raffiguranti conchiglie e pescatori.

Nel 1994 ha emesso un foglietto di 8 francobolli raffiguranti animali che trasportano una lettera, tutti da 40 centesimi, raffiguranti pipistrelli, coccodrilli, trichechi, serpenti, delfini, tartarughe, polipi e mante. Il foglietto era intitolato: Philatelic fantasies.

Città importanti[modifica | modifica sorgente]

Nonostante la capitale sia Ngerulmud, la città più importante è Koror.

Comunicazioni[modifica | modifica sorgente]

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Dal luglio 2004 l'Aeroporto Internazionale di Palau prevede voli di linea diretti a Guam, Taipei e Manila. Inoltre, gli Stati di Angaur e Peleliu sono regolarmente serviti di aeroporti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Constitution of the Republic of Palau - Article XIII - Section 1. URL consultato il 7 dicembre 2012.
  2. ^ (EN) Population growth rate in CIA World Factbook. URL consultato il 28 febbraio 2013.
  3. ^ Dati dal Fondo Monetario Internazionale, ottobre 2013
  4. ^ Popolazione di Palau su geohive.com. URL consultato il 18 luglio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Stati per indice di sviluppo umano Successore
Uruguay 49º posto Romania