Stato insulare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stati insulari nel mondo
Stati senza confini terrestri

Uno Stato insulare è una nazione che è interamente confinata su di un'isola, oppure su diverse isole o su diversi arcipelaghi, e che non ha alcun territorio sulla terraferma di un continente. Al 2009, al mondo vi sono 47 nazioni insulari, che comprendono alcuni degli stati più piccoli sulla terra. L'Australia non è compresa, in quanto è geograficamente considerata un continente.

Stato insulare non è necessariamente sinonimo di Stato senza confini terrestri, che corrisponde a una nazione che non ha alcuno dei suoi confini in comune con altri stati, ed è cioè interamente posta su un'isola o su più isole che non sono spartite con altre nazioni. Ad esempio, il Regno Unito è uno Stato insulare (che cioè si estende solo su isole) che ha però confini terrestri, in quanto condivide l'isola dell'Irlanda con la Repubblica d'Irlanda; il Madagascar, invece, è definito come Stato senza confini terrestri in quanto esercita il proprio controllo interamente su più isole.

Tipologia[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni stati insulari sono incentrati su una o due isole maggiori, come il Regno Unito, la Nuova Zelanda o il Giappone. Altri si estendono su centinaia o migliaia di isole minori, come le Filippine, l'Indonesia o le Maldive. Alcune nazioni insulari condividono le proprie isole con altri stati: questo è il caso di Regno Unito e Irlanda, Haiti e Repubblica Dominicana, e Indonesia, che divide alcune isole con Papua Nuova Guinea, Brunei, Timor Est e Malesia.

Altre nazioni sono formate da piccole isole, come Malta, Cipro, le Comore, le Bahamas, Tonga. Questi stati tendono ad essere molto diversi dalle nazioni continentali[senza fonte]: la loro ridotta estensione rende difficoltosa l'agricoltura e raramente vi sono molte risorse naturali. Tuttavia, specialmente nei tempi più recenti, le nazioni insulari del mondo sono divenuti centri d'attrazione del turismo, che in molti casi è il settore dominante.

Stati insulari attuali[modifica | modifica wikitesto]

Per status politico[modifica | modifica wikitesto]

Stati sovrani[modifica | modifica wikitesto]

Autonomi, colonie e semi-autonomi[modifica | modifica wikitesto]

Per configurazione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Incentrati su un'isola principale[modifica | modifica wikitesto]

Stati che si estendono su gruppi di isole (incluse parti di arcipelaghi e archi vulcanici)[modifica | modifica wikitesto]

Crosta continentale[modifica | modifica wikitesto]

Rilievi oceanici o atolli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La parte settentrionale di Cipro non è controllata dalla Repubblica di Cipro, ma a causa dell'invasione turca vi è de facto lo Stato della Repubblica Turca di Cipro Nord, riconosciuta solamente dalla Turchia.
  2. ^ a b c La Repubblica di Cina (conosciuta comunemente come "Taiwan") controlla solamente le isole di Taiwan, Matsu, Kinmen, Penghu da dopo la guerra civile cinese, ma non ha rinunciato alle pretese su aree attualmente sotto il controllo della Repubblica Popolare Cinese, della Mongolia e di Tuva (una repubblica della Russia). Se tali territori fossero presi in considerazione, la Repubblica di Cina non sarebbe uno stato senza confini terrestri, o una nazione incentrata principalmente su di un'isola. L'area sotto il controllo della Repubblica di Cina è anche oggetto di rivendicazione da parte della Repubblica Popolare Cinese.
  3. ^ a b c d e Territorio non incorporato
  4. ^ a b c Le Isole Cook e Niue sono in libera associazione con la Nuova Zelanda.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]