Saint Kitts e Nevis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Saint Kitts e Nevis
Saint Kitts e Nevis – Bandiera Saint Kitts e Nevis - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Country Above Self (Traduzione: La Patria prima di sé)
Saint Kitts e Nevis - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Federazione di Saint Kitts e Nevis
Nome ufficiale Federation of Saint Kitts and Nevis
Lingue ufficiali inglese
Capitale Basseterre  (13.220 ab. / 2001)
Politica
Forma di governo Monarchia costituzionale (Reame del Commonwealth)
Regina Elisabetta II
Governatore Generale:

Sir Edmund Lawrence

Capo di Governo Denzil Douglas
Indipendenza Dal Regno Unito, 19 settembre 1983
Ingresso nell'ONU 23 settembre 1983
Superficie
Totale 261 km² (186º)
 % delle acque trascurabile
Popolazione
Totale 38.819 ab. (2000) (186º)
Densità 149 ab./km²
Tasso di crescita 0,806% (2012)[1]
Geografia
Continente America
Confini Nessuno
Fuso orario UTC -4
Economia
Valuta Dollaro dei Caraibi Orientali
PIL (nominale) 734[2] milioni di $ (2012) (178º)
PIL pro capite (nominale) 12 804 $ (2012) (55º)
PIL (PPA) 921 milioni di $ (2012) (181º)
PIL pro capite (PPA) 16 066 $ (2012) (60º)
ISU (2011) 0,735 (alto) (72º)
Varie
Codici ISO 3166 KN, KNA, 659
TLD .kn
Prefisso tel. +1-869
Sigla autom. SCN
Inno nazionale O Land of Beauty!,
God Save The Queen (Reale)
Festa nazionale  
Saint Kitts e Nevis - Mappa
 

Coordinate: 17°19′48″N 62°40′00″W / 17.33°N 62.666667°W17.33; -62.666667

Saint Kitts e Nevis è uno stato insulare dell'America Centrale che corrisponde ad un piccolo arcipelago formato da due isole principali delle Piccole Antille.

Lo Stato è conosciuto anche come Saint Christopher e Nevis in quanto l'isola di Saint Kitts può essere chiamata anche Saint Christopher o Saint-Christophe (questa denominazione fu data da Cristoforo Colombo in suo onore nel 1493).

La capitale è Basseterre. Vi si parla la lingua inglese e sono presenti chiese sia anglicane sia cattoliche.

Nel 1623, britannici e francesi sbarcarono sull'isola, che per circa 40 anni fece parte dell'Impero Coloniale di Sua Maestà Britannica e dei possedimenti della Compagnie des Indes Occidentales francese. Negli anni '60 del Diciassettesimo secolo, la corona britannica riuscì ad espellere la piccola comunità francofona e gli agenti della Compagnie.
Dopo aver assunto nel 1967 la condizione di stato associato, è diventato indipendente - all'interno del Commonwealth - nel 1983.

A Saint Kitts e Nevis si coltivano prevalentemente cotone e canna da zucchero; fra le principali altre attività economiche vi è anche l'allevamento di bestiame e la pesca mentre una notevole importanza riveste il turismo; ancora non molto sviluppata è per contro l'industria.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Veduta di Nevis. Lago salato a destra.

Il paese ha 2 isole maggiori, Saint Kitts e Nevis. Il punto più alto a 1.156 metri è sul Monte Liamuiga.

Le isole sono di origine vulcanica, con i larghi picchi centrali coperti dalla giungla; i pendii ripidi che conducono a questi picchi sono disabitati. La vasta maggioranza della popolazione in entrambe le isole vive vicino al mare dove il terreno è piatto. Ci sono numerosi fiumi che scendono dalle montagne in entrambe le isole, che forniscono acqua dolce alla popolazione locale. Saint Kitts ha anche un piccolo lago.

Università[modifica | modifica wikitesto]

  • Ross University of Veterinary Medicine
  • Ross University of Nursing
  • Windsor University School of Medicine

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio del 2000 la popolazione contava 42.696 abitanti; la loro aspettativa media di vita era di 72.4 anni. L'emigrazione storicamente fu molto alta ed il numero della popolazione è di circa il 25% più basso rispetto al suo picco, registrato con circa 51.100 abitanti nel 1960: Saint Kitts e Nevis sono dunque lo Stato del mondo a più bassa crescita demografica.

L'emigrazione da Saint Kitts e Nevis negli USA:[3]

  • 1986-1990: 3.513
  • 1991-1995: 2.730
  • 1996-2000: 2.101
  • 2001-2005: 1.756

Politica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è un regno indipendente nell'ambito del Commonwealth, con la regina Elisabetta II come suo capo di Stato, rappresentata a St. Kitts e Nevis da un Governatore Generale, che agisce su consiglio del Primo Ministro del Gabinetto. Il Primo Ministro è il leader del partito di maggioranza in Parlamento. St. Kitts e Nevis ha un parlamento monocamerale, noto anche come Assemblea Nazionale. Esso è composto da quattordici membri: undici rappresentanti eletti (tre dell'isola di Nevis) e tre senatori, che sono nominati dal governatore generale. Due dei senatori sono nominati su consiglio del Primo Ministro, e uno su consiglio del leader dell'opposizione. A differenza di altri paesi, i senatori non costituiscono un Senato distinto o una Camera alta del Parlamento, ma siedono nell'Assemblea Nazionale, insieme ai rappresentanti dell'Assemblea. Tutti i membri del Parlamento e del Governo restano in carica per 5 anni. Il Primo Ministro e il Gabinetto sono responsabili verso il Parlamento delle loro azioni.

Saint Kitts e Nevis è un membro della Comunità dei Caraibi (CARICOM) e dell'Organizzazione degli Stati dei Caraibi Orientali (OECS), oltre che dell'ONU.

Tuttavia, secondo i dati della CIA, nell'anno 2010 il paese era il terzo più indebitato al mondo, con un debito pubblico pari al 185%[4], posizionandosi subito dopo Zimbabwe e Giappone

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Un punto di forza della giurisdizione offshore di St. Kitts And Nevis è il Registro Nautico Internazionale. Nel 2010 il numero di yacht, tra quelli registrati, ha raggiunto e superato la soglia dei 1.000. In concreto, il rapporto è di 1 Yacht ogni 50 abitanti (residenti).[5]

Nella Parrocchia di Saint Thomas Middle Island è presente il Parco nazionale di Brimstone Hill Fortress l'unico patrimonio dell'UNESCO nazionale[6].

Divisione amministrativa di Saint Kitts e Nevis[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Suddivisione amministrativa di Saint Kitts e Nevis.

La federazione di Saint Kitts e Nevis è divisa in 14 parrocchie: 9 a Saint Kitts e 5 a Nevis.

9 Parrocchie a Saint Kitts[modifica | modifica wikitesto]

  1. Parrocchia di Christ Church Nichola Town
  2. Parrocchia di Saint Anne Sandy Point
  3. Parrocchia di Saint George Basseterre
  4. Parrocchia di Saint John Capisterre
  5. Parrocchia di Saint Mary Cayon
  6. Parrocchia di Saint Paul Capisterre
  7. Parrocchia di Saint Peter Basseterre
  8. Parrocchia di Saint Thomas Middle Island
  9. Parrocchia di Trinity Palmetto Point

5 Parrocchie a Nevis[modifica | modifica wikitesto]

  1. Parrocchia di Saint George Gingerland
  2. Parrocchia di Saint James Windward
  3. Parrocchia di Saint John Figtree
  4. Parrocchia di Saint Paul Charlestown
  5. Parrocchia di Saint Thomas Lowland
Parrocchie di Saint Kitts and Nevis.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Uno degli sportivi nevisiani più celebri è Kim Collins, campione del mondo dei 100 metri piani a Saint-Denis 2003, gara in cui vinse con il tempo di 10"07, con solo 2 centesimi di secondo di vantaggio tra lui ed altri tre atleti. Oltre al titolo mondiale del 2003, in carriera Collins può vantare 4 medaglie di bronzo ai Mondiali, tra cui quella conquistata con la staffetta 4×100 metri (composta da Jason Rogers, lo stesso Collins, Antoine Adams e Brijesh Lawrence) a Daegu 2011 con il tempo di 38"96, e svariate medaglie in altre competizioni internazionali (suddivise tra 100, 200 e 4×100 metri).

La squadra di calcio di Saint Kitts e Nevis, conosciuta anche come "Sugar Boyz", negli ultimi anni ha avuto qualche successo in partite internazionali, accedendo al secondo turno delle qualificazioni CONCACAF per la coppa del mondo 2006, sconfiggendo Isole Vergini americane e Barbados prima di essere eliminata da Messico, Saint Vincent e Grenadine e Trinidad e Tobago.

Calciatore nevisiano di rilievo è Keith Gumbs, che per tre anni ha militato in squadre europee, senza però avere molto spazio. Nel 2001 passa al Palmeiras, dove segna tre gol. Per sette anni gioca ad Hong Kong, per poi trasferirsi nel 2007 in Indonesia. Attualmente conta 131 presenze e 47 gol in nazionale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Population growth rate in CIA World Factbook. URL consultato il 28 febbraio 2013.
  2. ^ Dati dal Fondo Monetario Internazionale, ottobre 2013
  3. ^ uscis.gov.
  4. ^ CIA - The World Factbook
  5. ^ Anche gli Yacht in Paradiso, a Saint Kitts e Nevis FiscoOggi.it
  6. ^ (EN) unesco.org.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Stati per indice di sviluppo umano Successore
Libano 72º posto Venezuela