Bermuda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo capo d'abbigliamento, vedi Bermuda (abbigliamento).
Bermuda
Bermuda - Bandiera Bermuda - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Motto: Quo fata ferunt
(latino:Dove il destino ci porta)
Bermuda - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Bermuda
Nome ufficiale Bermuda
Dipendente da Regno Unito Regno Unito
Lingue ufficiali inglese
Capitale Hamilton
Politica
Status Territorio d'oltremare
Regina Elisabetta II
Governatore: George Fergusson
Premier Craig Cannonier
Superficie
Totale 58.8 km² (233º)
Popolazione
Totale 65.773 ab. (2006)
Densità 1.096 ab./km²
Nome degli abitanti Bermudiani
Geografia
Continente America caraibica
Fuso orario UTC-4
Economia
Valuta Dollaro della Bermuda
Fecondità 1,8 (2010)[1]
Varie
TLD .bm
Prefisso tel. +1441
Inno nazionale God Save The Queen
Hail to Bermuda
Bermuda - Mappa
Membro del CARICOM
Bermuda vista dal satellite

Bermuda è un territorio d'oltremare britannico costituito da un arcipelago che comprende circa trecento isolotti corallini, venti dei quali abitati, detti le Bermude (errato il plurale Bermuda[2]).

Il capoluogo è Hamilton, situato nella Grande Bermuda.

Gli abitanti sono in prevalenza di pelle scura o mulatti, ma vi sono anche minoranze di pelle bianca.

Nome[modifica | modifica sorgente]

Queste isole atlantiche prendono il nome del loro scopritore, lo spagnolo Juan de Bermudez, che le raggiunse nel 1505. In seguito colonizzate dai naufraghi della Sea Venture nel 1609, assunsero il nome di Isole Somers, in onore dell'ammiraglio George Somers.

Suddivisione[modifica | modifica sorgente]

Bermuda è suddivisa amministrativamente in 9 parrocchie civili e 2 municipalità esterne alle parrocchie (le cittadine di Hamilton e Saint George).

Il triangolo delle Bermude[modifica | modifica sorgente]

L'arcipelago di Bermuda insieme alla Florida e a Puerto Rico dà il nome al cosiddetto "triangolo delle Bermude".

Lingue[modifica | modifica sorgente]

Si parlano l'inglese (lingua ufficiale) e il portoghese.

Etnie[modifica | modifica sorgente]

Neri 55% , Bianchi 34% , Mulatti 6,5%, Altri 4,5%.

Religioni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Chiesa cattolica in Bermuda.

La religione predominante è il Protestantesimo con circa il 52% della popolazione, segue quella Cattolica con il 15% e le altre con il 32%.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Importante per l'economia di Bermuda è il turismo; nell'isola si producono inoltre frutta e ortaggi. Notevole è l'esportazione di fiori, essenze e bulbi.

Paradiso fiscale[modifica | modifica sorgente]

Rispetto all'Italia[modifica | modifica sorgente]

Bermuda è considerata un paradiso fiscale. Il sistema fiscale italiano, col Decreto Ministeriale 04/05/1999, l'ha inserita tra gli Stati o Territori aventi un regime fiscale privilegiato, nella cosiddetta Lista nera, ponendo quindi limitazioni fiscali ai rapporti economico commerciali che si intrattengono tra le aziende italiane ed i soggetti ubicati in tale territorio.

Bermuda applica tasse dirette molto basse su redditi di persone fisiche o giuridiche. Il sistema fiscale locale si basa su diritti doganali, tasse da redditi e sui consumi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Tasso di fertilità nel 2010. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  2. ^ Cfr. il DOP.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]