Colin Farrell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colin Farrell nel 2012

Colin James Farrell (Castleknock, 31 maggio 1976) è un attore irlandese.

Ottiene il successo nel 2000 nelle vesti del soldato Buzz, protagonista del film Tigerland; dopo aver ottenuto il ruolo principale nel kolossal Alexander del 2004, partecipa alla lavorazione di pellicole quali The New World - Il nuovo mondo, Chiedi alla polvere, Miami Vice e Sogni e delitti. Ha ricevuto un Golden Globe Award come migliore attore nel 2008, per il suo ruolo nel film In Bruges; importanti le collaborazioni con registi del calibro di Joel Schumacher, Steven Spielberg, Oliver Stone, Terrence Malick, Michael Mann, Woody Allen e Terry Gilliam.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Giovinezza[modifica | modifica sorgente]

Nasce a Castleknock, un quartiere residenziale alla periferia di Dublino, ultimogenito dei quattro figli di Eamon Farrell e di Rita Monaghan. Il padre è un ex calciatore che negli anni sessanta giocò nei Shamrock Rovers. La madre, nell'intento di dare un'educazione artistica al figlio, lo iscrive ad un corso di danza; nel frattempo il giovane insegue il sogno di diventare calciatore come il padre. Frequenta la St. Brigid's National School Castleknock, il Castleknock College ed il Gormanston College. A 17 anni, decide di partecipare ad un provino per entrare a far parte della boy band Boyzone, con la canzone Careless Whisper di George Michael, ma viene scartato.[1]

I primi anni[modifica | modifica sorgente]

Lasciata la scuola, Colin decide di trascorrere un anno in Australia, a lavorare come cameriere; durante il suo soggiorno viene perfino arrestato per sospetto omicidio. Le autorità confermano tuttavia lo scambio di persona e dopo poche ore lo rilasciano.[2]

Torna quindi in Irlanda, dove la passione per la recitazione prende il sopravvento: si iscrive alla Gaiety School Of Acting di Dublino. Prima di concludere gli studi di recitazione, nel 1996, entra nel cast della serie tv inglese Ballykissangel. Grazie ai suoi primi lavori, viene notato da Tim Roth, che lo vuole per il suo debutto alla regia in Zona di guerra. A seguito di alcune rappresentazioni teatrali alla Donmar Warehouse di Londra, Kevin Spacey lo vuole al suo fianco nel film Un perfetto criminale. Ma è grazie al ruolo di Roland Bozz in Tigerland di Joel Schumacher, che Colin entra nel mondo di Hollywood, e per lui si spiana la strada del successo.

Joel Schumacher lo rivuole come protagonista assoluto del film In linea con l'assassino, ruolo che gli consente di diventare, a soli 25 anni, uno degli attori più ricercati di Hollywood. Lavora con Bruce Willis in Sotto corte marziale, con Tom Cruise in Minority Report e con Ben Affleck in Daredevil, dove interpreta il suo primo ruolo da cattivo, quello dell'assassino Bullseye. Sempre nel 2003 ottiene il ruolo di protagonista ne La regola del sospetto, collaborando con Al Pacino, che lo definisce "il migliore attore della sua generazione".[3]

Dal successo di "Alexander" a "In Bruges"[modifica | modifica sorgente]

Colin Farrell al Tribeca Film Festival 2010.

Negli anni successivi alterna lavori tra mega-produzioni e film indipendenti, da menzionare Una casa alla fine del mondo, il controverso Alexander di Oliver Stone e The New World - Il nuovo mondo di Terrence Malick. Nel 2004 viene nominato ai Razzie Awards nella categoria peggiore attore dell'anno per il film Alexander, risultando sconfitto da parte del Presidente degli Stati Uniti, George W. Bush.[4]

Nel 2005 è apparso in un episodio della serie TV Scrubs - Medici ai primi ferri; lo stesso 2005 ha lavorato con Michael Mann nella versione cinematografica della serie televisiva Miami Vice, interpretando il ruolo di Sonny Crockett. Curiosità: durante le riprese del film, i paparazzi cominciarono a seguire Colin ovunque. Così l'assistente di produzione Angie Lee Cobbs ebbe l'idea far indossare all'intera troup delle magliette con la scritta "Leave Colin Alone". Il progetto ottenne tanto successo da diventare una vera e propria linea di abbigliamento "anti paparazzi" in difesa delle star Brad Pitt, Angelina Jolie, Reese Witherspoon, George Clooney, David Beckham, Victoria Adams e Naomi Watts.[5]

Viene in seguito contattato per interpretare uno dei sei protagonisti del film Io non sono qui, ma rinuncia alla parte, che sarà invece affidata all'australiano Heath Ledger.[6]

Nel 2006 è protagonista insieme a Salma Hayek del film Chiedi alla polvere, storia d'amore tratta dall'omonimo romanzo di John Fante: in questa pellicola Colin interpreta il giovane scrittore Arturo Bandini (alter-ego dello stesso Fante), che vive un'intensa storia d'amore con una cameriera messicana, Camilla Lopez, (interpretata appunto da Salma Hayek).

Nel 2007 recita al fianco di Ewan McGregor nel film di Woody Allen Sogni e delitti, mentre l'anno successivo viene scelto dal regista Martin McDonagh come protagonista del film In Bruges - La coscienza dell'assassino, ruolo che gli garantisce un Golden Globe come miglior attore protagonista.[7] La pellicola ottiene un notevole successo di critica e pubblico, e viene scelta per aprire il Sundance Film Festival del 2008.

Nello stesso periodo, l'attore partecipa in veste di narratore alla realizzazione del documentario Kicking it, che segue le vite di sei senzatetto provenienti da diversi paesi, impegnati nel tentativo di qualificarsi alla Homeless World Cup.[8]

Sempre nel 2008 esce nelle sale il film Pride and Glory - Il prezzo dell'onore, nel quale recita a fianco di Edward Norton nelle vesti di un poliziotto corrotto. La pellicola viene presentata al Toronto International Film Festival e al Festival internazionale del film di Roma. Viene inoltre contattato insieme all'attrice Charlize Theron per partecipare alla pellicola The Hurt Locker; entrambi gli attori vengono però rimpiazzati dal momento che il budget a disposizione si rivela insufficiente a coprire le spese per le due star.[9]

L'ultimo periodo[modifica | modifica sorgente]

Dopo la prematura morte dell'attore australiano Heath Ledger, Colin Farrell è stato uno dei tre attori, insieme a Johnny Depp e Jude Law, ad essere stati ingaggiati dal regista Terry Gilliam per portare a termine il film Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo, presentato in anteprima al Festival di Cannes del 2009. Al termine delle riprese Colin, Jude Law e Johnny Depp hanno deciso di donare il proprio cachet per il film alla figlia di Heath Ledger, Matilda.[10]

Nello stesso anno, dopo aver lavorato in Triage, insieme a Paz Vega, Colin ha partecipato alle riprese di Crazy Heart, accanto al protagonista Jeff Bridges, in cui Colin esibisce le sue doti canore cantando tre delle sedici canzoni che compongono la colonna sonora del film. Sempre nel 2009 il regista Neil Jordan l'ha voluto in Ondine - Il segreto del mare, accanto ad Alicja Bachleda, madre dell'ultimo figlio di Colin.

Durante il 2009 e il 2010 ha lavorato in due film: The Way Back di Peter Weir e London Boulevard di William Monahan, accanto a Keira Knightley.

Nel 2011 l'attore recita nella commedia del regista Seth Gordon Come ammazzare il capo... e vivere felici, accanto agli attori Jennifer Aniston, Kevin Spacey e Jason Bateman, dove interpreta uno dei tre tirannici datori di lavoro che rendono impossibile la vita dei loro impiegati. Nello stesso anno è il protagonista della pellicola Fright Night - Il vampiro della porta accanto, targata Dreamworks e diretta da Craig Gillespie, remake del film di Tom Holland Ammazzavampiri (1985). Farrell interpreta il ruolo di Jerry, un bellissimo e apparentemente giovane vampiro che si trasferisce vicino allo studente Charlie (Anton Yelchin). Nel cast anche David Tennant e Toni Collette. Infine, nell'estate 2011 Colin è a Toronto (Canada), per prendere parte alle riprese del remake del film Atto di forza, diretto da Len Wiseman con il titolo Total Recall - Atto di forza. Nella pellicola, Colin interpreta il ruolo che fu di Arnold Schwarzenegger.

Nel 2012 Colin partecipa a numerosi progetti: collabora nuovamente con il regista Martin McDonagh nel film 7 psicopatici, insieme agli attori Sam Rockwell e Christopher Walken[11], presentato in anteprima al Toronto International Film Festival del 2012, e ottiene il ruolo di protagonista nella pellicola Dead Man Down - Il sapore della vendetta, insieme all'attrice Noomi Rapace.[12]. Inoltre, presta la sua voce come doppiatore nel film di animazione Epic - Il mondo segreto. Nell'autunno dello stesso anno partecipa alla lavorazione di Saving Mr.Banks[13], storia di come Walt Disney riuscì ad ottenere i diritti per il film Mary Poppins dalla scrittrice Pamela Lyndon Travers, insieme agli attori Russell Crowe, Will Smith, Jennifer Connelly e Matt Bomer.

Tra la fine del 2012 e l'inizio del 2013 l'attore è impegnato sul set di Storia d'inverno[14], adattamento cinematografico del romanzo omonimo scritto nel 1983 da Mark Helprin. Ad aprile 2013 prende parte, assieme alle colleghe Jessica Chastain e Samantha Morton al progetto della regista norvegese Liv Ullmann, Miss Julie[15], adattamento della tragedia La signorina Julie del drammaturgo svedese August Strindberg. Le riprese sono interamente girate a Fermanagh, in Irlanda. Nello stesso anno, Colin viene contattato per affiancare Abbie Cornish, Anthony Hopkins e Jeffrey Dean Morgan nel thriller di Afonso Poyart Solace.[16]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Ha un fratello, Eamon jr., gay dichiarato, e due sorelle, Catherine e Claudine; quest'ultima ha lavorato per un certo periodo come sua assistente personale.

Nel 2001 sposa l'attrice Amelia Warner, con una cerimonia molto intima celebrata su un'isola polinesiana. Al posto della fede, Colin si fa tatuare sull'anulare il nickname Milly. Il "matrimonio" (risultato essere tuttavia privo di alcun valore legale) termina soltanto 4 mesi dopo, nel novembre dello stesso anno.[17]

Amante degli eccessi, grazie al suo carattere ombroso e politicamente scorretto, Farrell si guadagna la fama di bello e maledetto, tanto che nel 2003 il settimanale People lo inserisce tra i 50 uomini più belli del mondo, consacrandolo come sex symbol.

Nel 2003 è diventato padre del piccolo James, avuto dall'ex fidanzata, la modella Kim Bordenave. Il piccolo è affetto da un raro disordine genetico chiamato sindrome di Angelman.[18]

Dalla fine del 2005 è stato messo in rete un filmino hard che Farrell aveva girato privatamente con l'ex fidanzata Nicole Narain. Con il suo staff ha lottato a colpi di ingiunzioni contro questi siti internet, allo scopo di bloccarne la diffusione.

Sempre nel 2005, terminate le riprese del film Miami Vice, è volontariamente entrato in un centro di riabilitazione. In un'intervista alla rivista GQ inglese, ha parlato delle cause che lo hanno indotto a disintossicarsi: tra queste, l'abuso di cocaina, ecstasy e alcolici.[19]

Nel 2006 gli viene attribuito un flirt con l'attrice Salma Hayek, sua amante in Chiedi alla polvere, ma i due hanno sempre smentito, asserendo di essere semplicemente colleghi e amici. Durante le riprese di Alexander gli viene attribuito un flirt con Angelina Jolie e vari rumors parlano anche di una presunta relazione con il cantante e attore Jared Leto.

Nel 2007 inizia una relazione con la studentessa irlandese Muireann McDonnell, mentre dall'estate del 2008 all'inverno dello stesso anno Colin è sentimentalmente legato alla scrittrice inglese Emma Forrest.

Nel maggio 2009 è stata resa pubblica la sua relazione con l'attrice polacca Alicja Bachleda-Curus, conosciuta sul set di Ondine - Il segreto del mare; i due, il 7 ottobre 2009, hanno dato il benvenuto al figlio Henry Tadeusz Farrell, che è stato battezzato con rito cristiano a Cracovia, Polonia. Il 15 ottobre 2010 il settimanale People ha annunciato che Colin e Bachleda si sono separati.

Impegno sociale[modifica | modifica sorgente]

Colin Farrell con un fan nel 2007.

A partire dal 2003, inizia la sua collaborazione con l'organizzazione internazionale delle Special Olympics, di cui è attualmente portavoce ufficiale. Nel 2005 Colin si è recato in Uruguay, e ha donato ad una scuola locale $100,000 per l'acquisto di computer e altri articoli necessari agli studenti. La notizia e le foto del suo viaggio sono state rese pubbliche solo 2 anni dopo, nel settembre 2007.[20]

Sempre nel 2005, per raccogliere fondi da destinare alle vittime dell'uragano Katrina, si è messo all'asta insieme all'ereditiera Paris Hilton; la donna che ha vinto l'appuntamento con lui ha speso ben 20,000 $. Colin ha contribuito personalmente alla raccolta fondi partecipando all'asta di un ritratto di Ray Charles, venduto alla star per il prezzo di 50,000$.[21]

Durante il Toronto International Film Festival del 2007, è inoltre apparso sui giornali per aver aiutato un senzatetto locale, soprannominato "Stress". Dopo averlo accompagnato a comprare alcuni vestiti, l'attore gli ha donato dei soldi, convincendolo a cambiare stile di vita e abbandonare l'alcol.[22] Lo stesso anno realizza uno spot per il Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia.

Nel gennaio 2010 ha partecipato insieme ad altre star al telethon Hope For Haiti, organizzato per raccogliere fondi da destinare alla popolazione di Haiti, sconvolta dal terremoto.[23] Ad aprile dello stesso anno diventa ambasciatore della ISPCC (Irish Society for the Prevention of Cruelty to Childen) e viene coinvolto in un progetto di raccolta fondi per la DEBRA, associazione per la ricerca sull'epidermolisi bollosa. Sostiene da tempo i diritti LGBT e ha partecipato a diverse campagne contro l'omofobia.

Nel maggio 2010 partecipa ad un evento benefico organizzato dalla On-Q, associazione benefica no profit fondata dall'attrice Q'Orianka Kilcher.[24] Nel dicembre 2011 riceve invece un premio durante gli American Giving Awards per il suo supporto alle varie associazioni umanitarie.[25] Sempre nel 2011 partecipa alla campagna contro il maltrattamento dei minori organizzata dalla ISPCC.[26]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Premi[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Colin Farrell è stato doppiato da:

  • Fabio Boccanera in Minority Report, In linea con l'assassino, S.W.A.T. - Squadra speciale anticrimine, Una casa alla fine del mondo, The New World - Il nuovo mondo, Chiedi alla polvere, Miami Vice, Sogni e delitti, In Bruges - La coscienza dell'assassino, Pride and Glory - Il prezzo dell'onore, Triage, Ondine - Il segreto del mare, London Boulevard, The Way Back, 7 psicopatici, Dead Man Down - Il sapore della vendetta, Saving Mr. Banks
  • Simone D'Andrea ne La regola del sospetto, Alexander, Scrubs - Medici ai primi ferri, Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo, Fright Night - Il vampiro della porta accanto, Come ammazzare il capo... e vivere felici, Total Recall - Atto di forza, Storia d'inverno
  • Christian Iansante in Daredevil, Intermission, Crazy Heart
  • Alberto Bognanni in Falling for a Dancer
  • Francesco Bulckaen in Zona di guerra
  • Vittorio De Angelis in Un perfetto criminale
  • Massimiliano Manfredi in Tigerland
  • Giorgio Borghetti ne Gli ultimi fuorilegge
  • Pietro Bontempo in Sotto corte marziale

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 55257112 LCCN: no2003061380