Bruce Willis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Walter Bruce Willis (Idar-Oberstein, 19 marzo 1955) è un attore, produttore cinematografico e musicista statunitense.

Dopo aver esordito nella serie televisiva Moonlighting (1985-1989), è diventato famoso presso il grande pubblico soprattutto come eroe di film d'azione, partendo dalla pellicola Trappola di cristallo (Die Hard) (1988).

Inizialmente prestatosi alle commedie, si è però anche cimentato in ruoli alternativi e drammatici, come ne Il sesto senso, Pulp Fiction, La morte ti fa bella e Alpha Dog.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gioventù e affermazione[modifica | modifica wikitesto]

Bruce Willis con l'Emmy che ha vinto nel 1987

Bruce Willis nasce a Idar-Oberstein, in una base militare americana nella Germania dell'ovest[1]. I suoi genitori, David Willis, soldato americano, e Marlene, casalinga di Kassel[2], si separarono nel 1971. Willis ha due fratelli, Robert (1959-2001) e David (oggi produttore), e una sorella, Flo. Nel 1957 la famiglia attraversa l'Atlantico e si trasferisce nel New Jersey. Bruce frequenta il college di Penns Grove, dimostrando già un certo carattere energico ed estroverso (era stato anche presidente del consiglio studentesco), e nel 1973 si iscrive al Montclair State College per studiare arte drammatica. Ha infatti scoperto che grazie alla recitazione può sconfiggere il suo problema di ricorrente balbuzie (per la quale veniva fastidiosamente soprannominato "Buck Buck"). Abbandona però il college per calo d'interesse.

Desideroso di sfondare nel cinema, il giovane Bruce inizia a svolgere vari mestieri: prima come camionista per l'industria Du Pont, poi come barista per il Café Central, a Manhattan - rivelatosi inadatto a fare il cameriere, era stato messo dietro il bancone - e poi addetto alle pubbliche relazioni per le distillerie Seagram (poi licenziato perché arrestato per guida in stato di ebbrezza). Lavora poi come barista nel Kamikaze Club di New York, dove conosce e coabita con l'attrice Linda Fiorentino.

Bruce Willis ai Premi Oscar 1989

Del 1980 è il suo primo ruolo in un film, con l'apparizione ne Delitti inutili con Frank Sinatra. Trasferitosi a Los Angeles, partecipa inoltre a musical (sostituisce Ed Harris in Fool for love) e compare in Miami Vice e Ai confini della realtà e nel film Il verdetto (1982). Nel 1985 viene rifiutato nei provini per il film Cercasi Susan disperatamente con Madonna. Partecipa però a quelli per il ruolo da protagonista maschile nel telefilm Moonlighting. È l'ultimo arrivato, e si presenta in tuta e barba incolta. Apparentemente trascurato, sorprende però i produttori e l'attrice protagonista, Cybill Shepherd, con la sua disinvoltura, il suo humour e la sua energia, e gli affidano la parte. L'interpretazione del detective David Addison sarà il suo primo trampolino di lancio (gli frutterà un Golden Globe e un Emmy Award).

Nello stesso anno interpreta il film Appuntamento al buio con Kim Basinger e John Larroquette per la regia magistrale di Blake Edwards. L'anno seguente viene definitivamente consacrato grazie all'interpretazione del poliziotto John McClane in Trappola di cristallo (Die Hard), il primo film della saga di Die Hard. Grazie alla sua verve, unita al buon cuore e al fisico robusto, si afferma definitivamente come grande stella di film adrenalinici.

Dopo Die Hard[modifica | modifica wikitesto]

Bruce Willis insieme all'amico Sylvester Stallone al San Diego Comic-Con International 2010

D'ora in poi la sua fama non conosce ostacoli, alternando diversi generi, grandi successi al botteghino insieme ad alcuni passi falsi. Nel 2001 Willis dichiarerà di non voler più interpretare ruoli d'azione, poi però smentito, come si vede nelle pellicole seguenti. Con gli amici Sylvester Stallone, Arnold Schwarzenegger e Whoopi Goldberg fonda la catena di ristoranti Planet Hollywood, e si rivela anche bravo scopritore di talenti: è lui a raccomandare, tra gli altri, Bonnie Bedelia per Die Hard, Michael Clarke Duncan per Il miglio verde, Billy Bob Thornton e Matthew Perry. Appassionato di musica blues e rock and roll, e suonatore di armonica a bocca, Willis fonda una sua band (Bruno and the Acceleratos) e nel 1987 incide il suo primo disco, reinterpretando con divertimento ed entusiasmi alcuni brani black, raggiungendo anche la top ten.

Bruce Willis al Festival di Cannes nel 2006

Inoltre si presta anche a produrre, doppiare cartoon, e a promuovere iniziative benefiche (soprattutto a favore dei bambini) e contro la guerra. Nel 2001, per esempio, donò un milione di dollari ai soldati che catturarono Saddam Hussein.[senza fonte]

Nel 1990 interpreta il sequel di Die Hard 58 minuti per morire - Die Harder, a cui succederà il terzo capitolo nel 1995 Die Hard - Duri a morire. Nel 1994 recita in un altro cult movie, Pulp Fiction diretto da Quentin Tarantino. Altre sue interpretazioni che rimarranno impresse nella memoria collettiva, tra la metà degli anni novanta e i primi anni duemila sono La morte ti fa bella (1992) di Robert Zemeckis, L'esercito delle dodici scimmie (1995) dove interpreta il detenuto James Cole, Il quinto elemento (1997) diretto da Luc Besson, Armageddon - Giudizio finale (1998), Il sesto senso (1999), la saga di FBI: Protezione testimoni (2000-2002), e Sin City (2005) di Robert Rodriguez.

Dopo 12 anni dall'ultimo capitolo, nel 2007 esce nelle sale Die Hard - Vivere o morire quarto capitolo della celebre saga con protagonista il poliziotto John McClane, mentre nel 2010 recita con un cast di tutto rispetto, John Malkovich, Helen Mirren, Morgan Freeman, nella pellicola Red incentrata sulle vite di un gruppo di ex agenti della CIA, e nello stesso anno fa un cameo nel film dell'amico Sylvester Stallone I mercenari - The Expendables nei panni del misterioso Mr. Church. Partecipa anche al sequel I mercenari 2 nel 2012.

Nel 2013 esce Die Hard - Un buongiorno per morire quinto capitolo della fortunata saga, accolto però con minor entusiasmo dei film precedenti, ed anche il sequel di Red intitolato Red 2. Nel 2014 è nuovamente nelle sale con il sequel di Sin City Un donna per cui uccidere, mentre viene escluso dal cast del film I mercenari 3 dopo lunghe diatribe legate al compenso.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

La Stella di Willis sulla Hollywood Walk of Fame

Il 21 novembre 1987 sposa l'attrice Demi Moore, dalla cui unione nasceranno tre figlie: Rumer (1988), Scout LaRue (1991) e Tallulah Belle (1994). Dopo la separazione, avvenuta il 18 ottobre 2000, Willis si trasferisce in un ranch nell'Idaho, ma continua comunque a restare vicino alle sue tre figlie. Anche se separati, Willis e la Moore preferiscono non allontanarsi eccessivamente per garantire l'integrità delle figlie. I due hanno deciso che finché le figlie non raggiungeranno tutte la maggiore età, se vogliono partecipare a dei film come attrici deve esserci almeno uno dei genitori nel cast (come Hostage, dove Bruce recita con la figlia Rumer).

Il 21 marzo 2009, nelle isole caraibiche Turks e Caicos, Willis sposa la modella Emma Heming, dalla quale, il 1º aprile 2012 ha avuto la quarta figlia, Mabel Ray.[3] Nel dicembre 2013 annunciano di aspettare il secondo figlio[4], il quinto per l'attore. Il 5 maggio 2014 nasce Evelyn Penn Willis.

Orientamento politico[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988 sostenne la candidatura del democratico Michael Dukakis, allora governatore del Massachussets, per la presidenza degli Stati Uniti. Tuttavia nel 1992 sostenne la rielezione di George H. W. Bush, poiché apertamente critico di Bill Clinton, anche se nel 1996 non sostenne nemmeno l'avversario repubblicano Bob Dole, poiché aveva criticato il ruolo della moglie Demi Moore nel film Striptease. Comunque si considera un elettore indipendente e libertario, con molti tratti repubblicani. Nel 2006 dichiarò che gli Stati Uniti avrebbero dovuto invadere la Colombia per annientare il narcotraffico. Il nome di Willis, insieme ad altri personaggi di Hollywood, è comparso in una dichiarazione sul Los Angeles Times dell'agosto 2006, dove venivano condannati gli atti di terrorismo di Hezbollah e Hamas a danno di vittime civili in Israele e in Libano.[5]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Bruce Willis alla prima di Die Hard - Vivere o morire (2007)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni ottanta Bruce Willis ha inciso due album di genere rhythm and blues con la sua band, Bruce Willis & The Accelerators.

Album[modifica | modifica wikitesto]

Compilation / apparizioni speciali[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Willis è stato doppiato da:

  • Angelo Maggi in Il sesto senso, Unbreakable - Il predestinato, Bandits, Slevin - Patto criminale, Perfect stranger, Disastro a Hollywood, Red, Setup, Catch .44, La fredda luce del giorno, Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore, G.I. Joe - La vendetta, Red 2
  • Marco Mete in Appuntamento al buio, Il falò delle vanità, L’ultimo boy scout, Billy Bathgate - A scuola di gangster, L'ombra del testimone, Hudson Hawk - Il mago del furto, Impatto imminente, La morte ti fa bella, FBI: Protezione testimoni, Charlie's Angels - Più che mai, Friends
  • Claudio Sorrentino in Die Hard - Duri a morire, Ancora vivo - Last Man Standing, Alpha Dog, Grindhouse - Planet Terror, Die Hard - Vivere o morire, I mercenari - The Expendables, I mercenari 2 - The Expendables, Die Hard - Un buon giorno per morire
  • Mario Cordova in Miami Vice, Moonlighting, Il colore della notte, Pulp Fiction, Genitori cercasi, Attacco al potere, Storia di noi due
  • Massimo Corvo in Vietnam - Verità da dimenticare, Il quinto elemento, Sotto corte marziale, L'ultima alba, Hostage, Fast Food Nation
  • Massimo Rossi in Faccia a faccia, Sin City, Il mondo dei replicanti, Fire with Fire, Looper, Sin City - Una donna per cui uccidere
  • Luca Biagini ne L'esercito delle 12 scimmie, Codice Mercury, Ocean's Twelve, Poliziotti fuori, Una ragazza a Las Vegas
  • Francesco Pannofino in FBI: Protezione testimoni 2, Solo 2 ore, Nancy Drew
  • Roberto Pedicini in Trappola di cristallo, La colazione dei campioni
  • Gianfranco Gamba in Ai confini della realtà
  • Sandro Acerbo in Intrigo a Hollywood
  • Oreste Rizzini in 58 minuti per morire - Die Harder
  • Luigi La Monica ne I protagonisti
  • Francesco Prando in Palle in canna
  • Luca Ward in La vita a modo mio
  • Paolo Buglioni in Four Rooms
  • Massimo Venturiello in The Jackal
  • Massimo Popolizio in Armageddon - Giudizio finale
  • Natale Ciravolo in Ally McBeal
  • Marco Bonetti in Grand Champion
  • Eugenio Maestri in That '70s Show
  • Fabrizio Pucci in Die Hard - Vivere o morire (ridoppiaggio)

Nei film in cui Willis partecipa come doppiatore, la voce dell'attore è sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bruce Willis - Biografia. URL consultato il 7 maggio 2014., comingsoon.it
  2. ^ (EN) Surprise German visit from Willis, 8 agosto 2005. URL consultato il 7 maggio 2014., BBC News
  3. ^ Bruce Willis papà per la quarta volta, tgcom24.mediaset.it, 2 aprile 2012. URL consultato il 26 marzo 2014.
  4. ^ Bruce Willis sarà di nuovo papà!
  5. ^ "Nicole Kidman and 84 Others Stand United Against Terrorism."
  6. ^ [1].

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 85362156 LCCN: n85258458