Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Nazionale di calcio della Bosnia ed Erzegovina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Stemma
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FSBiH/NSBiH
Confederazione UEFA
Codice FIFA BIH
Soprannome Zmajevi (i Dragoni)
Selezionatore Bosnia ed Erzegovina Mehmed Baždarević
Record presenze Emir Spahić (87)
Capocannoniere Edin Džeko (45)
Ranking FIFA 26°
Esordio internazionale
Ufficiosa: Iran Iran 1 - 3 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Teheran, Iran; 6 giugno 1993
Ufficiale:
Albania Albania 2 - 0 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Tirana, Albania; 30 novembre 1995
Migliore vittoria
Liechtenstein Liechtenstein 1 - 8 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Vaduz, Liechtenstein; 7 settembre 2012
Peggiore sconfitta
Argentina Argentina 5 - 0 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
La Plata, Argentina; 14 maggio 1998
Campionato del mondo
Partecipazioni 1 (esordio: 2014)
Miglior risultato Primo turno nel 2014

La nazionale di calcio bosniaca (Nogometna reprezentacija Bosne i Hercegovine in bosniaco, Bosanskohercegovačka nogometna reprezentacija in croato e Фудбалска репрезентација Босне и Херцеговине in serbo) è la rappresentativa calcistica della Bosnia ed Erzegovina ed è posta sotto l'egida della Federazione calcistica bosniaca. Sorse sulle ceneri della vecchia Nazionale jugoslava dopo la dissoluzione della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia. Occupa attualmente il 26º posto del Ranking FIFA.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La federazione bosniaca è iscritta alla FIFA dal 1996 e all'UEFA dal 1998, e vanta una vittoria prestigiosa contro gli allora vice-campioni del mondo dell'Italia, battuti per 2-1 in amichevole a Sarajevo il 6 novembre 1996. Fu quella l'ultima partita di Arrigo Sacchi come commissario tecnico della Nazionale azzurra.

Alle qualificazioni per il Mondiale 2010 si è classificata seconda nel Gruppo 5, ma ha poi perso lo spareggio contro il Portogallo. Anche nelle successive qualificazioni per Euro 2012 la nazionale è arrivata seconda, e al play-off è nuovamente stata sconfitta dalla nazionale lusitana.

Mondiali 2014[modifica | modifica wikitesto]

La Bosnia ottiene una storica qualificazione per il Mondiale 2014 vincendo il Gruppo G, conquistando 25 punti sui 30 disponibili. Per la prima volta nella storia, la nazionale partecipa ai mondiali. Viene sorteggiata, per la fase a gironi, nel "Gruppo F" assieme all'Argentina, Iran e Nigeria.

Al debutto del 16 giugno con l'Argentina incassa una sconfitta per 2-1. Anche la partita seguente del 21 giugno con la Nigeria termina con una sconfitta per 1-0 che, dato anche l'altro risultato del girone, condanna la nazionale bosniaca all'eliminazione dalla fase a gironi, nonostante un'altra partita a disposizione, quella contro l'Iran, finita 3-1 per gli ex jugoslavi.

Partecipazioni ai tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 1992 la Bosnia ed Erzegovina non aveva una propria nazionale in quanto lo stato bosniaco era inglobato nella Jugoslavia. Esisteva, quindi, un'unica nazionale che rappresentava tutta la Jugoslavia.

Campionato del mondo
Edizione Risultato
1998 Non qualificata
2002 Non qualificata
2006 Non qualificata
2010 Non qualificata
2014 Primo turno
Campionato europeo
Edizione Risultato
2000 Non qualificata
2004 Non qualificata
2008 Non qualificata
2012 Non qualificata
Giochi olimpici[1]
Edizione Risultato
Confederations Cup
Edizione Risultato
1997 Non qualificata
1999 Non qualificata
2001 Non qualificata
2003 Non qualificata
2005 Non qualificata
2009 Non qualificata
2013 Non qualificata


Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni


Tutte le rose[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo FIFA 2014
Begović, 2 Vršajević, 3 Bičakčić, 4 Spahić, 5 Kolašinac, 6 Vranješ, 7 Bešić, 8 Pjanić, 9 Ibišević, 10 Misimović, 11 Džeko, 12 Fejzić, 13 Mujdža, 14 T.S. Sušić, 15 Šunjić, 16 Lulić, 17 Ibričić, 18 Medunjanin, 19 Višća, 20 Hajrović, 21 Hadžić, 22 Avdukić, 23 Salihović, CT: S. Sušić

Rosa attuale[modifica | modifica wikitesto]

2015

Lista ufficiale dei 28 giocatori convocati, per la doppia sfida dello spareggio playoff del 13-16 novembre, valida per l'accesso al campionato europeo di calcio 2016 contro l'Irlanda.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Gol Squadra
1 P Asmir Begović 20 giugno 1987 (28 anni) 47 -53 Inghilterra Chelsea
12 P Ibrahim Šehić 2 settembre 1988 (27 anni) 3 -4 Azerbaigian Qarabağ Qarabağ
22 P Jasmin Burić 18 febbraio 1987 (28 anni) 1 -0 Polonia Lech Poznań
4 D Emir Spahić 18 agosto 1980 (35 anni) 87 3 Germania Amburgo
D Mensur Mujdza 28 marzo 1984 (31 anni) 37 0 Germania Friburgo Friburgo
15 D Toni Šunjić 15 dicembre 1988 (27 anni) 20 0 Germania Stoccarda
6 D Ognjen Vranješ 24 ottobre 1989 (26 anni) 21 0 Turchia Gaziantepspor Gaziantepspor
3 D Ermin Bičakčić 24 gennaio 1990 (26 anni) 14 2 Germania Hoffenheim Hoffenheim
17 D Ervin Zukanović 11 febbraio 1987 (29 anni) 12 0 Italia Sampdoria
5 D Sead Kolašinac 20 giugno 1993 (22 anni) 10 0 Germania Schalke 04
2 D Edin Cocalić 5 dicembre 1987 (28 anni) 4 0 Belgio Mechelen
D Marin Aničić 17 agosto 1989 (26 anni) 0 0 Kazakistan Astana Astana
10 C Miralem Pjanić 2 aprile 1990 (25 anni) 65 9 Italia Roma
8 C Haris Medunjanin 8 marzo 1985 (30 anni) 48 7 Spagna Deportivo
23 C Sejad Salihović 8 ottobre 1984 (31 anni) 47 4 Cile Guizhou Renhe Guizhou Renhe
16 C Senad Lulić 18 gennaio 1986 (30 anni) 48 1 Italia Lazio
7 C Muhamed Bešić 10 settembre 1992 (23 anni) 23 0 Inghilterra Everton
19 C Edin Višća 17 febbraio 1990 (25 anni) 23 2 Turchia Istanbul B.B. İstanbul B.B.
20 C Izet Hajrovic 11 agosto 1991 (24 anni) 17 3 Spagna Eibar Eibar
21 C Anel Hadžić 16 agosto 1989 (26 anni) 10 0 Austria Sturm Graz
14 C Tino-Sven Sušić 13 febbraio 1992 (24 anni) 8 0 Croazia Hajduk Spalato Hajduk Spalato
C Srđan Grahovac 19 settembre 1992 (23 anni) 0 0 Austria Rapid Vienna
C Rade Krunić 7 ottobre 1993 (22 anni) 0 0 Italia Empoli
11 A Edin Džeko Captain sports.svg 17 marzo 1986 (29 anni) 76 45 Italia Roma
9 A Vedad Ibišević 6 agosto 1984 (31 anni) 71 25 Germania Hertha Berlino Hertha Berlino
A Ermin Zec 18 febbraio 1988 (27 anni) 10 1 Azerbaigian Qebele Qəbələ
18 A Milan Đurić 22 maggio 1990 (25 anni) 6 2 Italia Cesena
13 A Armin Hodžić 17 novembre 1994 (21 anni) 0 0 Croazia Dinamo Zagabria

Record individuali[modifica | modifica wikitesto]

Tabelle aggiornate al 16 novembre 2015.

  • Il grassetto indica giocatori ancora in attività in Nazionale.

Record di presenze[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Nome Periodo Presenze Reti
1 Emir Spahić 2003-oggi 87 3
2 Zvjezdan Misimović 2004-2014 83 25
3 Edin Dzeko 2007-oggi 76 45
4 Vedad Ibisevic 2007-oggi 71 25
5 Miralem Pjanić 2008-oggi 65 9
6 Elvir Bolić 1996-2006 52 22
7 Haris Medunjanin 2009-oggi 48 7
7 Senad Lulić 2008-oggi 48 2
8 Sergej Barbarez 1998-2006 47 17
8 Sejad Salihović 2007-oggi 47 4
8 Asmir Begović 2009-oggi 47

Record di reti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Nome Periodo Reti Presenze
1 Edin Džeko 2007-oggi 45 76
2 Zvjezdan Misimović 2004-2014 25 83
2 Vedad Ibišević 2007-oggi 25 71
4 Elvir Bolić 1996-2006 22 52
5 Sergej Barbarez 1998-2006 17 47
6 Elvir Baljić 1996-2005 14 38
7 Zlatan Muslimović 2006-2011 12 30
8 Miralem Pjanić 2008-oggi 9 65
9 Haris Medunjanin 2009-oggi 7 48
10 Hasan Salihamidžić 1996-2006 6 43

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Come da regolamento FIFA vengono considerate le sole edizioni comprese tra il 1908 ed il 1948 in quanto sono le uniche ad essere state disputate dalle Nazionali maggiori. Per maggiori informazioni si invita a visionare questa pagina.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]