Blaž Slišković

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blaž Slišković
Blaž Slišković - Pescara Calcio 1992-93.jpg
Slišković al Pescara nel 1992.
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina (dal 1992)
Altezza 177 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1998 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1975-1981 Velež Mostar 121 (25)
1981-1986 Hajduk Spalato 101 (23)
1986-1987 O. Marsiglia 29 (6)
1987-1988 Pescara 23 (8)
1988-1989 Lens 15 (1)
1989-1990 Mulhouse 28 (8)
1991-1992 Rennes 22 (0)
1992-1993 Pescara 18 (1)
1994-1996 Hrvatski Dragovoljac 5+ (?)
1996-1998 Zrinjski Mostar ? (?)
Nazionale
1979 Jugoslavia Jugoslavia U-21 2 (2)
1978-1986 Jugoslavia Jugoslavia 26 (3)
Carriera da allenatore
1993-1994 Hrvatski Dragovoljac
???? Posušje
???? Brotnjo
1996-1997 Zrinjski Mostar
2002-2006 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
2004-2005 Hajduk Spalato
2005-2007 Zrinjski Mostar
2008 KF Tirana
2010 Unirea Alba Iulia
2011 Široki Brijeg
2011 Al-Ansar
2012 Q. Zhongneng
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 luglio 2013

Blaž Slišković (Mostar, 30 maggio 1959) è un allenatore di calcio ed ex calciatore bosniaco, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha incominciato a giocare a calcio a livello professionistico proprio nella squadra della sua città, il Velez Mostar, nella seconda metà degli anni settanta, totalizzando, in sei campionati, 121 presenze con 25 gol.

Il 26 marzo 1980, a Mostar, la Nazionale olimpica del suo paese sconfigge l'Italia per 5-2 con una sua tripletta nelle qualificazioni per i giochi sovietici.

Nel 1981 viene acquistato dall'Hajduk Spalato, dove gioca per cinque stagioni: 101 le presenze, 23 le reti. Nel corso degli anni '80 abbandona la squadra per una stagione, per una fuga d'amore con una ginnasta della squadra olimpica sovietica. Poco dopo il suo rientro, sarà vittima di un gravissimo infortunio che gli farà perdere quasi un altro anno di attività.

Nella stagione 1986-1987 viene ceduto ai francesi dell'Olympique Marsiglia. In questa stagione segna 6 gol in 29 partite.

Successivamente la squadra italiana del Pescara si aggiudica le prestazioni del giocatore slavo, che quindi approda in riva all'Adriatico dove gioca una stagione insieme a Leo Júnior, sotto la guida di Giovanni Galeone, segnando 8 gol in 23 partite. Tornerà al Pescara nella stagione 1992-1993, totalizzando 18 presenze ed un gol.

In precedenza era tornato in Francia militando nel Lens, nel Mulhouse e nello Rennes.

Gioca fino al 1998, chiudendo la carriera da professionista nella sua terra, nella squadra del NK Zrinjski Mostar.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

In seguito è diventato allenatore riuscendo ad arrivare alla carica di commissario tecnico della Nazionale della Bosnia ed Erzegovina carica dalla quale è stato esonerato il 4 novembre 2006.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Velež Mostar: 1980-1981
Hajduk Spalato: 1983-1984
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Velež Mostar: 1980

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1985

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Hajduk Spalato: 2004-2005

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]