Dušan Bajević

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dušan Bajević
Dusan Bajevic.jpg
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina (dal 1991)
Altezza 185 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
Termine carriera 1983 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1966–1976Velež Mostar277 (127)
1977–1981AEK106 (65)
1981–1983Velež Mostar45 (22)
Nazionale
1970–1977Jugoslavia Jugoslavia37 (29)
Carriera da allenatore
1983–1987Velež Mostar
1988–1996AEK
1996–1999Olympiakos
2000–2002PAOK
2002–2004AEK
2004–2005Olympiakos
2006–2007Stella Rossa
2007–2008Arīs Salonicco
2008–2010AEK
2010–2011Omonia
2012Atromītos
2019-Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Dušan Bajević (Mostar, 10 dicembre 1948) è un allenatore di calcio ed ex calciatore bosniaco, di ruolo attaccante, CT della nazionale bosniaca.

Ha trascorso quasi tutta la sua carriera nella squadra della sua città natale: il Velež Mostar, per il quale ha giocato quasi 400 partite e segnato 170 gol. Ha anche giocato con l'AEK dove ha vinto due volte il campionato greco e una Coppa di Grecia.

Come allenatore, anche Bajević ha avuto successo, vincendo una Coppa di Jugoslavia con il Velež, quattro campionati greci, una Coppa di Grecia, una Coppa di Lega greca e una Supercoppa greca con l'AEK Atene, poi altri quattro campionati e due Coppe di Grecia con l'Olympiakos e una Coppa di Grecia con il PAOK.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Da giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Debutta da professionista nel 1966 con il Velež Mostar, di cui diventa uno dei giocatori simbolo, prima di concludere la carriera nel 1983.

Tra il 1977 e il 1981 ha inoltre giocato in Grecia, all'AEK, con cui ha vinto due campionati greci, la Coppa di Grecia 1978, e il titolo di capocannoniere della stagione 1979-1980.

Con la Nazionale jugoslava vanta l'incredibile tabellino di 37 presenze e 29 gol e la partecipazione ai Mondiali del 1974. Nel 1972 segnò ben 5 reti nella gara Jugoslavia-Lussemburgo terminata 10-0.

Da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha guidato il Velež Mostar, con cui ha vince la Coppa di Jugoslavia 1986.

Si è poi trasferito in Grecia, dove ha guicato AEK, vincendo quattro campionati, di cui tre consecutivi; Olympiakos Pireo, conquistando altri tre campionati greci consecutivi, e quello della stagione 2004-2005; PAOK e Aris Salonicco.

Nella prima parte della stagione 2006-2007 ha allenato la Stella Rossa, venendo però esonerato.

Il 21 dicembre 2019 Bajević è stato nominato commissario tecnico della nazionale bosniaca, con un contratto fino a giugno 2020 e il compito di qualificarsi agli campionato d'Europa del 2020 attraverso i play-off. All'esordio, nel settembre 2020, ha ottenuto un pari in casa dell'Italia nell'edizione 2020-2021 della UEFA Nations League, ma ha poi fallito la qualificazione all'Europeo (sconfitta ai tiri di rigore contro l'Irlanda del Nord nello spareggio giocato a Sarajevo) e non ha evitato la retrocessione nella Lega B della Nations League, giunta a causa dell'ultimo posto nel girone.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

AEK Atene: 1977-1978, 1978-1979
AEK Atene: 1977-1978
Velež: 1980-1981
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Velež: 1980-1981

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1972

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Velež: 1985-1986
AEK Atene: 1988-1989, 1991-1992, 1992-1993, 1993-1994
Olympiakos: 1996-1997, 1997-1998, 1998-1999, 2004-2005
AEK Atene: 1995-1996
Olympiakos: 1998-1999
PAOK: 2000-2001
AEK Atene: 1989
AEK atene: 1989-1990

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1996, 1998, 1999, 2001, 2003, 2008

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]