Radamel Falcao

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Radamel Falcao García)
Falcao
Radamel-falcao.jpg
Dati biografici
Nome Radamel Falcao García Zárate
Nazionalità Colombia Colombia
Altezza 178 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Monaco Monaco
Carriera
Giovanili
1999-2001
2001-2005
Lanceros Lanceros
River Plate River Plate
Squadre di club1
2005-2009 River Plate River Plate 90 (34)
2009-2011 Porto Porto 51 (41)
2011-2013 Atletico Madrid Atlético Madrid 68 (52)
2013- Monaco Monaco 17 (9)
Nazionale
2005-2007
2007-
Colombia Colombia U-20
Colombia Colombia
3 (2)
51 (20)
Palmarès
 Campionato sudamericano Under-20
Oro Colombia 2005
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 gennaio 2014

Radamel Falcao García Zárate, noto anche come Radamel Falcao o solo come Falcao (Santa Marta, 10 febbraio 1986), è un calciatore colombiano, attaccante del Monaco e della Nazionale colombiana.

È l'unico calciatore - il secondo dopo Luigi Sartor se si considerano anche le statistiche relative alla Coppa UEFA - ad aver conquistato la UEFA Europa League per due stagioni consecutive con due maglie diverse (Porto nel 2010-2011 e Atlético Madrid nel 2011-2012). Inoltre, divenendo capocannoniere della competizione in entrambe le edizioni, ha stabilito un ulteriore primato, essendo l'unico ad esserci riuscito con squadre differenti e per due anni consecutivi[1]. Nel 2012 ha vinto il Globe Soccer Awards "Best Player of the Year".

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È figlio di Radamel García, ex calciatore colombiano di ruolo difensore, che gli ha dato il suo secondo nome, Falcao, in onore dell'ex calciatore brasiliano Paulo Roberto Falcão nonché padre originario. Inoltre, è un cristiano praticante e fa parte dei gruppi Locos Por Jesus e Atletas de Cristo[2]. È soprannominato El Tigre.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Attaccante moderno in possesso di un innato senso del gol[4], rapido e tecnico nei movimenti, nel suo repertorio migliore rientrano il colpo di testa e la freddezza sotto porta. È abile nel tiro sia con il piede sinistro sia con il destro.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Lanceros e River Plate[modifica | modifica sorgente]

Falcao García debuttò a livello professionistico nella seconda divisione colombiana nel 1999, giocando con il Lanceros (allora Lanceros Fair Play): la sua prima partita fu Lanceros-Deportivo Pereira, disputata il 28 agosto 1999 a Tunja; vestì la maglia numero 9.[5] Avendo esordito a 13 anni e 112 giorni è il più giovane debuttante della storia del calcio professionistico colombiano.[6] Nella stagione 2000 assommò altre 7 presenze, con 1 gol: segnò la rete decisiva nell'1-0 del Lanceros sull'El Cóndor il 23 luglio 2000.[5] Si trasferì al River Plate all'età di 15 anni. Debutta in prima squadra a 19 anni con una doppietta[7].

2009-2010: Esordio in Europa[modifica | modifica sorgente]
Falcao con la maglia del Porto

Il 15 luglio 2009 viene acquistato per 5,5 milioni di euro dal Porto con il quale firma poi una clausola rescissoria pari a 30 milioni di euro[8]. Il primo gol arriva contro il Paços nel debutto in campionato finita 1 a 1 il 16 agosto. Si ripete 6 giorni dopo contro il Nacional su rigore realizzando il gol del momentaneo 1 a 0 per il Porto (3-0). Nella seconda giornata di girone di UEFA Champions League arriva il suo primo gol in Europa contro l'Atlético Madrid il 30 settembre 2009, la partita finirà 2 a 0. Il 10 gennaio alla prima del 2010 segna 2 gol nella sfida vinta 2 a 0 contro il Uniao del Leira. Si ripete il 30 gennaio nel 4 a 0 contro il Nacionale segnando altri 2 gol. Negli ottavi di finale di Champions contro l'Arsenal il 17 febbraio partita di andata segna un gol, la partita finisce 2 a 1 per il Porto, che nella gara di ritorno a Londra, il 9 marzo perde 5 a 0 e viene eliminato.

2010-2011: Vittoria della UEFA Europa League[modifica | modifica sorgente]
Falcao con la maglia del Porto nel 2010-2011

Il 4 ottobre realizza la sua prima doppietta contro l'Olhanense finita 3 a 0. Nella sfida di Supercoppa di Portogallo contro il S.L. Benfica il 7 agosto 2010 segna il gol del 2 a 0 che vale la vittoria. Nel turno preliminare di UEFA Europa League contro il contro il Genk realizza il gol su rigore dell'1 a 0 la partita (andata) finirà 3 a 0. Alla prima di campionato il 22 agosto contro il S.C. Beira-Mar realizza una doppietta. Il 16 settembre nella prima giornata di Europa League contro il CSKA Sofia segna al 16' il gol del decisivo 1 a 0. Il 25 ottobre contro il União de Leiria realizza una doppietta (5-1). Il 7 novembre realizza ancora una volta una doppietta la terza in campionato contro il Benfica finita 5 a 0. Il 2 dicembre contro il Rapid Vienna in Europa League, realizza la sua prima tripletta in Europa e in stagione. Il 26 febbraio 2011 segna 2 gol nella partita vinta 3 a 0 in trasferta contro l'Olhanense. Contro il Vitória S.C. il 5 marzo segna al 67' il gol dell'1 a 0 sbloccando la partita. Il 7 aprile negli ottavi di finale di UEFA Europa League contro lo Spartak Mosca realizza una tripletta. Nella sfida contro lo Sporting Lisbona sigla una doppietta che permette al Porto di vincere per 3 a 2. Il 28 aprile 2011 segna quattro reti nella semifinale d'andata di Europa League contro il Villareal finita 5-1 in casa, eguagliando il record di 15 segnature di Jürgen Klinsmann nella Coppa UEFA 1995-1996 e diventando il calciatore più giovane a segnare 4 gol nelle coppe europee[9][10]. L'8 maggio alla penultima partita di campionato contro il Paços de Ferreira realizza 2 gol. Al ritorno segna il gol del momentaneo 1-2 (la partita terminerà con una sconfitta per 3-2) superando così Klinsmann con 16 gol[11] e portando il Porto in finale, dove segna la rete decisiva contro il Braga per la vittoria del torneo. Con 17 gol segnati in questa competizione ottiene il record di marcature in una sola edizione di una competizione europea[12]. In stagione vince anche la Primeira Liga 2010-2011 e realizza in tutto 38 gol stagionali, formando con il compagno di reparto Hulk una coppia da 73 gol[13]. Il 14 luglio 2011 prolunga il suo contratto con il club lusitano fino al 2015, alzando la clausola rescissoria a 45 milioni di euro[14].

Atlético Madrid[modifica | modifica sorgente]

« Nessuno è come Radamel, è senza dubbio il miglior numero nove al mondo. »
(Diego Simeone)
2011-2012: Seconda vittoria dell'Europa League[modifica | modifica sorgente]
Falcao alla presentazione all'Atletico

Il 19 agosto 2011 viene acquistato a titolo definitivo dall'Atlético Madrid per 40 milioni di euro, più 7 eventuali di bonus[15]. Segna il suo primo gol con la nuova maglia il 15 settembre nella prima partita della fase a gironi dell'Europa League contro il Celtic di Glasgow finita 2 a 0. Il 18 settembre realizza una tripletta contro il Racing Santander, gara vinta dai colchoneros per 4 a 0.[16] Nella prima partita di UEFA Europa League contro il Celtic realizza al terzo minuto la rete dell'1 a 0, la partita si concluderà 2 a 0. Il 21 settembre nella sfida vinta 4 a 0 contro lo Sporting Gijòn segna 2 gol. Il 15 gennaio segna 2 gol nella vittoria per 3 a 0 contro il Villareal. Il 21 gennaio 2012 segna un'altra tripletta nella sfida contro la Real Sociedad vinta 4 a 0.[17] Segna 2 gol nella sfida del 16 febbraio contro la Lazio partita d'andata dei sedicesimi di finale della UEFA Europa League finita 3 a 1 giocata a Roma, realizza anche un assist, nella gara di ritorno giocata vinta dall'Atlético a Madrid scende in campo dal primo minuto ma non segna (1-0).

Il 21 marzo contro l'Atheltic Bilbao è decisivo con una doppietta alla vittoria per 2 a 1.[18] Il 29 marzo nei quarti di finale di Europa League contro l'Hannover segna la rete dell'1 a 0, la partita viene vinta dall'Atletico Madrid per 2 a 1.[19] Dopo la squadra Tedesca, arriva la semifinale tutta spagnola contro il Valencia dove con i suoi 2 gol uno di testa al 18' e tiro di sinistro su assist di Diego, contribuisce alla vittoria per 4 a 2.[20]

Falcao festeggia la vittoria dell'Europa League

Con la squadra raggiunge la finale di Europa League dopo aver segnato due gol in semifinale contro il Valencia battuto per 4-2: di testa al 18' il primo e un tiro di sinistro su assist di Diego il secondo.[21] Il 9 maggio a Bucarest, nella finale di Europa League contro i connazionali dell'Athletic Bilbao, segna una doppietta in 34 minuti (record nelle finale di Coppa UEFA/Europa League) nel 3-0 finale che consente ai madrileni di riportare il trofeo in bacheca dopo due anni.[22][23][24] Con 12 reti si conferma capocannoniere della competizione come nell'annata precedente.

2012-2013: Vittoria della Coppa di Spagna[modifica | modifica sorgente]

Apre la stagione segnando una tripletta ai danni dell'Athletic Bilbao nella seconda giornata di campionato, partita finita 4 a 0.[25] Si ripete poi il 31 agosto con la seconda tripletta della stagione, questa volta contro il Chelsea, nella vittoriosa finale (4-1) della Supercoppa europea.[26] Il 26 settembre segna 2 gol nella partita giocata fuori casa a Siviglia contro il Betis vinta 4 a 2.[27]

Il 9 dicembre ha segnato cinque gol nel 6-0 con cui la sua squadra ha battuto il Deportivo La Coruña[28], eguagliando il record di gol segnati in una partita dall'Atlético, di Vavá.[29][30] Il 13 gennaio 2013 nell'ultima partita del girone di andata contro il Real Saragozza decide la sfida segnando su rigore il gol del 2 a 0 al 38esimo del primo tempo, dopo l'1 a 0 di Tiago 7 minuti prima.[31] Nella sfida di ritorno dei sedicesimi di finale di UEFA Europa League il 21 febbraio contro il Rubin Kazan segna il gol dell'1 a 0 che non basta per rimontare la sconfitta per 2 a 0 dell'andata a Madrid.[32] Il 17 maggio fornisce l'assist del momentaneo 1-1 a Diego Costa, in occasione della finale di Coppa di Spagna vinta contro il Real Madrid al Bernabéu[33].

Monaco[modifica | modifica sorgente]

2013-2014: Esordio in Francia e infortunio[modifica | modifica sorgente]

Il 31 maggio 2013 viene ufficializzato il suo passaggio al Monaco, per una cifra vicina ai 60 milioni di euro.[34] Il giocatore firma un contratto quinquennale[35] da 18 milioni di euro a stagione.[36] Esordisce in Ligue 1 il 10 agosto 2013, siglando il suo primo gol con la maglia del Monaco, gol del definitivo 2-0 nella vittoria dei monegaschi in casa del Bordeaux. Si ripete anche nella seconda giornata, aprendo le marcature, dagli undici metri, nel rotondo successo per 4-1 ai danni del Montpellier. Riesce, inoltre, a segnare nelle prime partite di campionato ben 5 goal consecutivi (dalla 4ª alla 7ª giornata di campionato), contro il O. Marsiglia (vinta 1-2)[37], Lorient (vinta 1-0), PSG (1-1)[38] e segna la sua prima doppietta contro il Bastia, match vinto 3-0[39]. Il 22 gennaio 2014, nella vittoria per 3-0 sul Monts in Coppa di Francia, subisce un grave infortunio al ginocchio sinistro. Gli esami del giorno seguente hanno evidenziato la rottura del legamento crociato, che lo costringerà ad uno stop di almeno sei mesi.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nazionali giovanili[modifica | modifica sorgente]

Nel 2005 viene convocato dalla Nazionale Under-20 per disputare il Campionato sudamericano di calcio Under-20 in Colombia. Il 21 gennaio all'ultima partita del girone, realizza una rete contro l'Argentina U-20 finita 1 a 1. Classificandosi al secondo posto, partecipa alla fase finale del torneo dove l'8 febbraio nella sfida contro il Venezuela "festeggia" con i suoi compagni la vittoria della competizione.[senza fonte]

Nazionale maggiore[modifica | modifica sorgente]

Ha giocato nelle selezioni Under-17 e Under-20 della Nazionale di calcio della Colombia, debuttando poi nella nazionale maggiore nel 2007.

Segna il suo primo goal con la sua nazionale contro il Montenegro, nel mach vinto 1-0

Con la Colombia prende parte alla Copa America 2011, segnando una doppietta all'ultima partita della fase a gironi contro la Bolivia.[senza fonte]

Inoltre partecipa nelle qualificazioni dei mondiale 2014 in Brasile, segnando addirittura 9 goal[40].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 22 gennaio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999 Colombia Lanceros CPB 1 0 - - - - - - - - - 1 0
2000 CPB 7 1 - - - - - - - - - 7 1
Totale Lanceros 8 1 - - - - - - 8 1
2005-2006 Argentina River Plate PD 11 7 - - - CL 0 0 - - - 11 7
2006-2007 PD 20 3 - - - CL 0 0 - - - 20 3
2007-2008 PD 27 11 - - - CL 12 8 - - - 39 19
2008-2009 PD 32 13 - - - CL 3 3 - - - 35 16
Totale River Plate 90 34 - - 15 11 - - 105 45
2009-2010 Portogallo Porto PL 28 25 TP+TL 5+2 5+0 UCL 8 4 SP 0 0 43 34
2010-2011 PL 22 16 TP 3 3 UEL 16[41] 18[42] SP 1 1 42 38
lug.-ago. 2011 PL 1 0 TP 0 0 UCL 0 0 SP 1 0 2 0
Totale Porto 51 41 10 8 24 22 2 1 87 72
ago. 2011-2012 Spagna Atlético Madrid PD 34 24 CR 1 0 UEL 15 12 - - - 50 36
2012-2013 PD 34 28 CR 4 2 UEL 2 1 SU 1 3 41 34
Totale Atlético de Madrid 68 52 5 2 17 13 1 3 91 70
2013-2014 Monaco Monaco L1 17 9 CF+CdL 2+0 2+0 - - - - - - 19 11
Totale carriera 225 136 17 12 56 46 3 4 301 198

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Record[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

River Plate: Clausura 2008
Porto: 2010-2011
Porto: 2009-2010, 2010-2011
Porto: 2009, 2010, 2011
Atlético Madrid: 2012-2013

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Porto: 2010-2011
Atlético Madrid: 2011-2012
Atlético Madrid: 2012

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

2005

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2009-2010 (5 gol)
2010-2011[43]
2010-2011 (17 gol), 2011-2012 (12 gol)
2012
2012

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Falcao shines again as Atletico rule Europa, FIFA.com
  2. ^ (EN) 10 Things you need to know about Spurs target Falcao, Mirror Football, 26 agosto 2008. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  3. ^ Hulk, Falcao, Fernando: ecco gli affari da mandare in Porto Sky.it
  4. ^ Radamel Falcao: ecco chi ha battuto il record di Klinsmann, oggetto del desiderio di mezza Europa, Calcio Fanpage, 20 maggio 2011. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  5. ^ a b (ES) Radamel Falcao García jugó en la Segunda División en Colombia, DIMAYOR, 12 aprile 2012.
  6. ^ (ES) En Colombia se vive la 'Falcaomanía' in El Tiempo, 20 febbraio 2010. URL consultato il 31 agosto 2012.
  7. ^ Schiavo, Francisco (30 May 2005). "Piensa en otra cosa" [Think of something else]. La Nación (in Spanish). Retrieved 26 December 2012.
  8. ^ Alessandro Cavasinni, Ag. Falcão: "Inter? Soltanto chiacchiere. Per ora", TuttoMercatoWeb Inter, 6 maggio 2011. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  9. ^ Falcao come Klinsmann: futuro all'Inter?, CalcioMercato.com, 29 aprile 2011. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  10. ^ Europa League, Falcao eguaglia le 15 reti di Klinsmann: "Ma non voglio fermarmi", Iris Press, 29 aprile 2011. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  11. ^ Europa League, Falcao batte il record di Klinsmann, Sito ufficiale dell'UEFA, 5 maggio 2011. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  12. ^ Manuel Martins de Sa, Falcao è il re dei gol: in Europa mai nessuno come lui in Extra Time, 17 maggio 2011, p. 7.
  13. ^ Hulk, Falcao, Fernando: ecco gli affari da mandare in Porto, Sky Sport, 19 maggio 2011. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  14. ^ Riccardo Mancini, Falcao sempre più Porto, TuttoMercatoWeb, 14 luglio 2011. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  15. ^ (ES) Oporto y Atlético cierran el traspaso de Falcao, Sito ufficiale dell'Atlético Madrid, 18 agosto 2011. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  16. ^ Tripletta di Falcao nel 4-0 al Santander, gazzetta.it, 18 settembre 2011. URL consultato il 19 settembre 2011.
  17. ^ Spagna: tripletta Falcao,Atletico risale, ansa.it, 21 gennaio 2011. URL consultato il 22 gennaio 2012.
  18. ^ Liga, tonfo Valencia: Falcao trascina l'Atlético. Che Levante!, eurosport.com, 21-03-12. URL consultato il 23-03-12.
  19. ^ E. LEAGUE, ATHLETIC BILBAO SUPER Ok Atletico, Sporting e Az Alkmaar, sportmediaset.it, 29-03-12. URL consultato il 30-03-12.
  20. ^ gazzetta.it, 19-04-12. http://www.gazzetta.it/Calcio_Estero/Primo_Piano/19-04-2012/atletico-valanga-finale-pugno-illusione-bielsa-vince-sporting-91981715296.shtml. URL consultato il 24-04-12.
  21. ^ gazzetta.it, 19-04-12. http://www.gazzetta.it/Calcio_Estero/Primo_Piano/19-04-2012/atletico-valanga-finale-pugno-illusione-bielsa-vince-sporting-91981715296.shtml. URL consultato il 24-04-12.
  22. ^ Europa League, trionfo di Simeone. Travolto il Bilbao con Falcao e Diego, gazzetta.it, 09-05-12. URL consultato il 10-05-12.
  23. ^ Europa League, Atletico Madrid campione, ansa.it, 09-05-12. URL consultato l'11-05-12.
  24. ^ Europa League all'Atletico Madrid 3-0 all'Athletic Bilbao, doppietta Falcao, ilmessaggero.it, 09-05-12. URL consultato l'11-05-12.
  25. ^ Liga, Atletico Madrid-Athletic Bilbao 4-0: super Falcao stende Bielsa, calciomercato.it, 27-08-12. URL consultato il 10-12-12.
  26. ^ Nel segno di Hazard: Chelsea ancora vittorioso, eurosport.com, 25-08-12. URL consultato il 26-08-12.
  27. ^ Liga, 3ª giornata - L'Atletico Madrid non si ferma più, poker al Betis nel recupero e secondo posto in classifica, goal.com, 26-09-12. URL consultato il 10-12-12.
  28. ^ Messi record: 86 gol nel 2012 sportmediaset.mediaset.it
  29. ^ Falcao esagerato: 5 gol al Deportivo, lastampa.it, 09-12-12. URL consultato il 10-12-12.
  30. ^ Liga - Cinquina di Falcao, l'Atletico schianta il Depor, eurosport.com, 09-12-12. URL consultato il 10-12-12.
  31. ^ Atletico - Saragozza 2 a 0, eurosport.com, 13-01-13.
  32. ^ Rubin Kazan-Atletico Madrid 0-1, non riesce il miracolo ai colchoneros, tuttocalcioester.it, 21-02-13. URL consultato il 03-03-13.
  33. ^ Copa del Rey:Real Madrid - Atlético, Goal.com, 18-05-13. URL consultato il 29-08-13.
  34. ^ Falcao, ufficiale contratto di cinque anni qn.quotidiano.net
  35. ^ (EN) Agreement with Atletico Madrid for Falcao in Asm-fc.com, 31 giugno 2013. URL consultato il 1º giugno 2013.
  36. ^ Contratto super per Falcao: ben 18 milioni l’anno www.tuttocalcionews.net
  37. ^ Marsiglia-Monaco 1-2: gli highilights - Video, GazettaTV
  38. ^ Ligue 1: Psg-Monaco finisce in parità - Calcio - Sportmediaset
  39. ^ Falcao - - trasferimarkt.it
  40. ^ Qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2014, wikipedia.
  41. ^ 1 presenza nei turni preliminari
  42. ^ 1 gol nei turni preliminari
  43. ^ (PT) Nuno Paralvas, "É um orgulho receber este prémio" – Falcao, A Bola, 6 febbraio 2012. URL consultato il 27 aprile 2012.
  44. ^ [1] [collegamento interrotto]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]