Mario Yepes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Yepes
Mario Yepes 02.JPG
Yepes in allenamento all'Atalanta nell'estate 2013
Dati biografici
Nome Mario Alberto Yepes Díaz
Nazionalità Colombia Colombia
Altezza 186[1] cm
Peso 83[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Atalanta Atalanta
Carriera
Squadre di club1
1994-1997 Cortulua Cortuluá 76 (7)
1997-1999 Deportivo Cali Deportivo Cali 93 (11)
1999-2002 River Plate River Plate 76 (6)
2002-2004 Nantes Nantes 73 (2)
2004-2008 Paris SG Paris SG 115 (8)
2008-2010 Chievo Chievo 63 (1)
2010-2013 Milan Milan 38 (1)
2013- Atalanta Atalanta 22 (0)
Nazionale
1999- Colombia Colombia 96 (6)
Palmarès
Coppa America calcio.svg  Copa América
Oro Colombia 2001
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 aprile 2014

Mario Alberto Yepes Díaz (Cali, 13 gennaio 1976) è un calciatore colombiano, difensore dell'Atalanta e della Nazionale colombiana della quale è il capitano.[2][3]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Sudamerica[modifica | modifica sorgente]

Yepes ha iniziato la sua carriera calcistica nel 1994 con la maglia della Cortuluá, squadra della massima divisione colombiana nel ruolo di attaccante.[2] È stato l'allenatore del Cortuluá, Reinaldo Rueda, a utilizzarlo prima come terzino e poi come difensore centrale,[2] posizione che ricopre tuttora.[4] Ha esordito tra i professionisti il 27 marzo 1994 contro l'Atlético Junior.[4] Tra il 1994 e il 1998 Yepes ha disputato 76 partite e segnato 7 reti, la prima delle quali il 12 novembre 1995 contro l'Atlético Junior.[4]

Nel febbraio 1997 è stato acquistato dal Deportivo Cali, una della principali squadre colombiane. Con questa società ha vinto il campionato colombiano nel 1998 e ha raggiunto la finale di Coppa Libertadores 1999,[5] persa ai rigori contro il Palmeiras.[6][7]

Il giugno 1999 è stato acquisito dalla squadra argentina del River Plate. Yepes ha vestito la maglia dei Millonarios per tre stagioni, vincendo due campionati (Apertura 1999 e Clausura 2000).

Francia[modifica | modifica sorgente]

Nel gennaio 2002 ha lasciato la compagine di Buenos Aires per andare a giocare in Europa, fimando per il Nantes. Con la squadra francese ha esordito nelle competizioni UEFA per club il 20 febbraio 2002 in UEFA Champions League contro il Manchester United. Nei suoi primi due anni e mezzo in Francia il giocatore ha totalizzato 90 presenze e 7 gol.

Dal 2004 al 2008 ha giocato nel Paris Saint-Germain, vincendo la Coppa di Francia nel 2006 e la Coppa di Lega francese nel 2008. Della squadra parigina Yepes è stato anche capitano.

Italia[modifica | modifica sorgente]

Chievo[modifica | modifica sorgente]

Nel mese di agosto 2008 ha firmato un contratto annuale con il Chievo, poi rinnovato per un'ulteriore stagione.[8][9] Con i clivensi ha esordito in Serie A il 21 settembre 2008 al Ferraris contro la Sampdoria (1-1) e ha segnato la prima rete in Serie A il 1º novembre 2009 in Chievo-Udinese, realizzando di testa il gol del definitivo 1-1.[10]

In totale con la squadra veronese ha totalizzato 64 presenze, egualmente ripartite nelle due stagioni trascorse in maglia gialloblu.

Milan[modifica | modifica sorgente]
Yepes con la maglia del Milan

Nel marzo 2010[11] Yepes ha firmato un contratto con il Milan a partire dalla stagione 2010-2011.[12] Ha esordito in maglia rossonera il 7 novembre 2010, a 34 anni, in Bari-Milan (2-3), partita valida per la 10ª giornata della Serie A 2010-2011.[13] Il 7 maggio 2011 ha vinto il suo primo scudetto con i rossoneri a due giornate dal termine del campionato grazie allo 0-0 contro la Roma.[14]

Il 6 agosto 2011 ha vinto la Supercoppa italiana con il Milan battendo l'Inter a Pechino per 2-1, gara nella quale tuttavia Yepes, presente in panchina, non è sceso in campo.[15] Il 23 ottobre 2011 ha segnato il suo primo gol in maglia rossonera,[16] rete che ha consentito al Milan di vincere in rimonta per 4-3 la gara esterna di campionato contro il Lecce.[17] L'11 dicembre 2011, nella gara valida per la quindicesima giornata di Serie A contro il Bologna, ha riportato un trauma distorsivo alla caviglia destra con lesione del legamento mediale, infortunio che lo ha costretto a circa 2 mesi e mezzo di stop.[18]

L'11 maggio 2012 il Milan ha comunicato, attraverso il proprio sito ufficiale, di aver rinnovato il suo contratto fino al 30 giugno 2013.[19] Il 9 dicembre 2012, in occasione della partita di campionato vinta per 4-2 in casa del Torino, Yepes ha indossato per la prima volta la fascia di capitano del Milan.[20] Ha segnato la sua prima rete stagionale il 13 dicembre seguente, durante la partita casalinga di Coppa Italia vinta per 3-0 contro la Reggina.[21][22]

Nel maggio del 2013 Yepes e il Milan hanno deciso, di comune accordo, di non proseguire insieme poiché il colombiano ha manifestato la sua volontà di giocare con continuità per non perdere il posto in Nazionale in vista dei Mondiali di Brasile 2014.[23] Ha così lasciato il Milan dopo 46 partite e un totale di 2 gol.

Atalanta[modifica | modifica sorgente]

Il 17 luglio 2013 è diventato ufficialmente un calciatore dell'Atalanta,[24] con cui ha firmato un contratto annuale. Nell'amichevole del 24 luglio seguente, disputata a Clusone contro il Lumezzane, ha mostrato di aver scelto la maglia numero 33.[25]

Il 18 agosto 2013 ha esordito in gare ufficiali con l'Atalanta, giocando dal primo minuto nella partita vinta per 3-0 contro il Bari nel terzo turno di Coppa Italia. Il successivo 25 agosto gioca da titolare in Cagliari-Atalanta (2-1), disputando così la sua prima partita in Serie A con la formazione bergamasca.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Yepes ha esordito con la maglia della Nazionale colombiana il 9 febbraio 1999 in amichevole contro la Germania.

Con la Colombia ha preso parte a tre edizioni della Coppa America[2] (1999, 2001, 2007), vincendola nel 2001. Nel 2003, invece, è stato convocato per la Confederations Cup, durante la quale ha segnato il primo gol in Nazionale nella partita contro la Nuova Zelanda.

È il capitano della Nazionale colombiana dal'ottobre 2008, quando ha indossato per la prima volta la fascia contro il Paraguay.[3] In totale con la Colombia ha disputato 95 partite ufficiali segnando 6 reti.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 12 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1994 Colombia Cortuluá CM 4 0 - - - - - - - - - 4 0
1995 CM 15 0 - - - - - - - - - 15 0
1995-1996 CM 40 4 - - - - - - - - - 40 4
1996-feb. 1997 CM 17 3 - - - - - - - - - 17 3
Totale Cortuluá 76 7 - - - - - - 76 7
feb.-dic. 1997 Colombia Deportivo Cali CM 32 4 - - - - - - - - - 32 4
1998 CM 48 6 - - - - - - - - - 48 6
gen.-giu. 1999 CM 13 1 - - - CL 12 0 - - - 25 1
Totale Deportivo Cali 93 11 - - 12 0 - - 105 11
1999-2000 Argentina River Plate PD 29 2 - - - CL+CM  ?+? 0 - - - 29+ 2
2000-2001 PD 33 2 - - - CL+CM  ?+? 1+2 - - - 33+ 5
2001-gen. 2002 PD 14 2 - - - - - - - - - 14 2
Totale River Plate[26] 76 6 - - 25 3 - - 101 9
gen.-giu. 2002 Francia Nantes D1 11 0 CdL 1 0 UCL 2 0 - - - 14 0
2002-2003 L1 33 2 CF+CdL 0+3 1 - - - - - - 36 3
2003-2004 L1 29 0 CF+CdL 4+5 2+1 Int 2 1 - - - 40 4
Totale Nantes 73 2 13 4 4 1 - - 90 7
2004-2005 Francia Paris Saint-Germain L1 32 3 CF+CdL 2+0 1 UCL 4 0 SF 1 0 39 4
2005-2006 L1 32 4 CF+CdL 4+2 0 - - - - - - 38 4
2006-2007 L1 24 1 CF+CdL 3+1 0 UCL 3 0 SF 1 0 32 1
2007-2008 L1 27 0 CF+CdL 4+4 0+1 - - - - - - 35 1
Totale Paris Saint-Germain 115 8 20 2 7 0 2 0 144 10
2008-2009 Italia Chievo A 32 0 CI 0 0 - - - - - - 32 0
2009-2010 A 31 1 CI 1 0 - - - - - - 32 1
Totale Chievo 63 1 1 0 - - - - 64 1
2010-2011 Italia Milan A 13 0 CI 2 0 UCL 2 0 - - - 17 0
2011-2012 A 11 1 CI 0 0 UCL 0 0 SI 0 0 11 1
2012-2013 A 14 0 CI 1 1 UCL 3 0 - - - 18 1
Totale Milan 38 1 3 1 5 0 0 0 46 2
2013-2014 Italia Atalanta A 22 0 CI 2 0 - - - - - - 24 0
Totale carriera 556 36 39 7 53 4 2 0 650 47

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Deportivo Cali: 1998
River Plate: Apertura 1999, Clausura 2000
Paris Saint-Germain: 2005-2006
Paris Saint-Germain: 2007-2008
Milan: 2010-2011
Milan: 2011

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Colombia 2001

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Mario Yepes, acmilan.com. URL consultato il 2 luglio 2013.
  2. ^ a b c d Fabiana Della Valle, Yepes avverte Cordoba: «Vogliamo un punto», La Gazzetta dello Sport, 10 maggio 2009. URL consultato il 24 luglio 2010.
  3. ^ a b (ES) Mario Yepes será el capitán de Colombia, terra.com, 8 ottobre 2008. URL consultato il 24 luglio 2010.
  4. ^ a b c (ES) Williams Viera, Yépez, Es Todo Un Mariscal Del Área, eltiempo.com, 20 dicembre 1998. URL consultato il 24 luglio 2010.
  5. ^ (ES) Mario Alberto Yepes, deporcali.com, 2 luglio 2003. URL consultato il 25 luglio 2010.
  6. ^ (ES) 1.999: Se perdió el título por penales, deporcali.com, 22 luglio 2003. URL consultato il 25 luglio 2010.
  7. ^ Calcio: Coppa Libertadores, Palmeiras campionae, Adnkronos, 17 giugno 1999. URL consultato il 25 luglio 2010.
  8. ^ Andrea Losapio, Ufficiale: Chievo, Yepes rinnova, tuttomercatoweb.com, 16 luglio 2009. URL consultato il 24 luglio 2010.
  9. ^ Yepes felice per il rinnovo, ma per l'Europa: “Non scherziamo!”, goal.com, 16 luglio 2009. URL consultato il 3 novembre 2010.
  10. ^ Davide Chinellato, Yepes risponde a Floro Flores. Chievo-Udinese senza emozioni, La Gazzetta dello Sport, 16 luglio 2009. URL consultato il 24 luglio 2010.
  11. ^ Pietro Mazzara, Yepes, esperienza ed umiltà al servizio del Milan, milannews.it, 24 luglio 2010. URL consultato il 24 luglio 2010.
  12. ^ Alessio Alaimo, Esclusiva TMW - Yepes: "Grazie Chievo, Milan arrivo", tuttomercatoweb.com, 14 maggio 2010. URL consultato il 25 maggio 2010.
  13. ^ Gaetano De Stefano, Il Milan passa a Bari. Inter scavalcata: è secondo, La Gazzetta dello Sport, 7 novembre 2010. URL consultato il 7 novembre 2010.
  14. ^ Gaetano De Stefano, Milan campione d'Italia. A Roma basta lo 0-0, La Gazzetta dello Sport, 7 maggio 2011. URL consultato l'8 maggio 2011.
  15. ^ Gaetano De Stefano, Ibra-Boateng: Inter a terra. Festa Milan in Supercoppa, La Gazzetta dello Sport, 6 agosto 2011. URL consultato il 6 agosto 2011.
  16. ^ Antonio Vitiello, BOArecord e SuperMario: da incubo ad estasi, milannews.it, 23 ottobre 2011. URL consultato il 23 ottobre 2011.
  17. ^ Gaetano De Stefano, Milan, che rimonta a Lecce! Pazzesco 4-3: ci pensa Boateng, La Gazzetta dello Sport, 23 ottobre 2011. URL consultato il 23 ottobre 2011.
  18. ^ Mario Yepes: A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 14 dicembre 2011. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  19. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 11 maggio 2012. URL consultato l'11 maggio 2012.
  20. ^ Pietro Mazzara, Milan, è Yepes il capitano odierno, milannews.it, 9 dicembre 2012. URL consultato il 10 dicembre 2012.
  21. ^ Milan 3 - 0 Reggina, legaseriea.it, 13 dicembre 2012. URL consultato il 13 dicembre 2012.
  22. ^ Max Cristina, Milan, tris di coppa con Niang, Sport Mediaset, 13 dicembre 2012. URL consultato il 13 dicembre 2012.
  23. ^ Raimondo De Magistris, Yepes spiega: "Lascio il Milan per giocare con maggiore continuità", tuttomercatoweb.com, 29 giugno 2013. URL consultato il 1º luglio 2013.
  24. ^ Mario Yepes ha raggiunto l'Atalanta in ritiro, atalanta.it, 17 luglio 2013. URL consultato il 17 luglio 2013.
  25. ^ Gli highlights di Atalanta - Lumezzane, atalanta.it, 25 luglio 2013. URL consultato il 25 luglio 2013.
  26. ^ (ES) Mario Alberto Yepes, futbolxxi.com. URL consultato il 22 luglio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]