Impotenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In medicina l'impotenza è una incapacità di un organo di svolgere la propria funzione correttamente. Questa può essere "primaria" quando è sempre presente e "secondaria" quando non è cronica e sopraggiunge in seguito a patologie specifiche.

Impotenza sessuale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi disfunzione erettile.

In particolare si parla di impotenza sessuale, da non confondere con la "sterilità", per una situazione nella quale il maschio è impossibilitato a copulare, a causa di alterazioni morfologiche oppure a causa dell'incapacità di raggiungere o mantenere l'erezione durante l'atto sessuale. Da un punto di vista psicologico, l'uomo può sentirsi "impotente" quando ritiene di non essere in grado di soddisfare la propria partner.

L'impotenza sessuale per il diritto[modifica | modifica sorgente]

Nel diritto canonico e civile vengono considerati due tipi di impotenza:

  1. impotentia coeundi - impossibilità fisica dell'organo di compiere l'atto sessuale
  2. impotentia generandi - impossibilità di generare prole, che comprende quindi tutte le tipologie di sterilità