Impotenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Disambigua compass.svg A questo titolo corrispondono più voci, di seguito elencate.
Questa è una pagina di disambiguazione; se sei giunto qui cliccando un collegamento, puoi tornare indietro e correggerlo, indirizzandolo direttamente alla voce giusta. Vedi anche le voci che iniziano con o contengono il titolo.

Impotenza è un termine che può indicare, in senso generico, la condizione di una persona che non ha la forza, i mezzi, le capacità o l'autorità per operare, agire o compiere un atto efficacemente.

In medicina l'impotenza è una incapacità di un organo di svolgere la propria funzione correttamente. Questa può essere "primaria" quando è sempre presente e "secondaria" quando non è cronica e sopraggiunge in seguito a patologie specifiche.

Impotenza sessuale[modifica | modifica sorgente]

In particolare si parla di impotenza sessuale, da non confondere con la "stertilità", si riferisce ad una situazione per la quale il maschio è impossibilitato a copulare, a causa di alterazioni morfologiche oppure a causa dell'incapacità di raggiungere o mantenere l'erezione durante l'atto sessuale. Da un punto di vista psicologico, l' uomo può sentirsi "Impotente" quando ritiene di non essere in grado di soddisfare la propria partner.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi disfunzione erettile.

L'impotenza per il diritto[modifica | modifica sorgente]

Nel diritto canonico e civile vengono considerati due tipi di impotenza:

  1. impotentia coeundi - impossibilità fisica dell'organo di compiere l'atto sessuale
  2. impotentia generandi - impossibilità di generare prole, che comprende quindi tutte le tipologie di sterilità