Eccitazione sessuale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Alcuni dei contenuti qui riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze.

L'eccitazione sessuale è l'insieme delle reazioni psicologiche e fisiologiche, alcune volontarie, altre involontarie, che nei mammiferi, compreso l'Homo sapiens, è propedeutico all'attività sessuale.

Eccitazione sessuale negli esseri umani[modifica | modifica sorgente]

Nel maschio (biologia), l'eccitazione sessuale si manifesta con un aumento del flusso di sangue al pene, per produrre l'erezione. Questo è di regola il più evidente e affidabile segno di eccitazione sessuale negli uomini; tuttavia, gli adolescenti hanno spesso erezioni "non-sessuali" conseguenti al loro alto livello di testosterone. Nella femmina (biologia), la vagina si auto-lubrifica in preparazione al rapporto sessuale. A differenza della maggior parte degli altri mammiferi, gli esseri umani di entrambi i sessi non hanno una "stagione degli amori" predefinita e sono quindi potenzialmente capaci di eccitazione sessuale in ogni momento dell'anno.

In inglese colloquiale, si usano chiamare turn-ons ("inneschi")[1] ogni elemento o fattore che possa provocare eccitazione sessuale. Tali turn-ons possono essere di natura fisica o mentale. Per esempio, psicologicamente, la maggior parte dei maschi eterosessuali è stimolata visivamente dalla nudità femminile (totale o parziale), mentre alcune femmine eterosessuali sono stimolate dalla tenerezza amorosa raggiunta con il proprio partner.[2][3] Secondo il terapista coniugale e sessuale David Schnarch,[4] l'intimità, lo schietto ritratto delle due persone che si uniscono nell'amplesso, può portare a un elevato stato di passione sessuale, comprendente l'eccitazione sessuale.[5] Data una giusta stimolazione, l'eccitazione sessuale negli esseri umani tipicamente culminerà nell'orgasmo, ma può essere perseguita anche in sé stessa, malgrado l'eventuale assenza di orgasmo.

L'eccitazione sessuale determina una serie di alterazioni fisiche:

Nella femmina: Nel maschio:
Female sexual arousal.JPG
HQ SAM CFE2.jpg
  • Tumescenza ed erezione del pene, le cui vene dorsali possono diventare evidenti
  • Retrazione e irrigidimento del prepuzio, spesso con esposizione totale del glande, se non già esposto normalmente (salvo che il maschio particolare sia circonciso)
  • Aumento di volume del glande e assunzione di tipica colorazione intensa a causa dell'afflusso sanguigno
  • Emissione di liquido preseminale
  • Rigonfiamento ed elevazione dei testicoli
  • Tensione e ispessimento dello scroto

Ciclo di reazione sessuale umana[modifica | modifica sorgente]

Tra gli anni 1950 e gli anni 1960, William Masters e Virginia Eshelman Johnson condussero molti importanti studi nel campo della sessualità umana. Nel 1966 i due studiosi pubblicarono Human Sexual Response,[7] che esponeva sistematicamente quattro stadi di variazioni fisiologiche negli esseri umani durante la stimolazione sessuale.

Queste fasi sono (in ordine di apparizione):

  • eccitativa
  • plateau
  • orgasmica
  • conclusiva.[8]

Si ritiene che l'effetto della reazione sessuale sia un modificatore di comportamento consistente in un rinforzo plastico positivo, associato con l'effetto di Baldwin.[9][10]

L'eccitazione sessuale può manifestare strutture anatomico-funzionali dei caratteri sessuali assai inconsuete: nella femmina il clitoride, eretto, può raggiungere notevoli dimensioni, mentre nel maschio può insorgere la ginecomastia. Tali fenomeni, che ricorrono anche in altri mammiferi (ad esempio lo pseudo-pene nella femmina di iena ridens crocuta crocuta[11]) sono ritenuti vestigie di arcaici caratteri sessuali, comparsi in qualche pregresso stadio dell'evoluzione umana e funzionali alla selezione copulatoria.[12] La loro funzionalità nella selezione sessuale spiega la loro persistenza e, secondo alcuni studi interculturali,[13][14] sopravvive nell'evocare l'eccitazione in potenziali partner di accoppiamento. Una vistosa conferma di questa teoria si ravviserebbe nell'alta incidenza epidemiologica del dimorfismo sessuale in alcune popolazioni umane del Sudest asiatico.[15]

Il modello proposto da Singer per l'eccitazione sessuale[modifica | modifica sorgente]

Singer[16] presenta un modello del processo di eccitazione sessuale, nel quale ha concettualizzato la reazione sessuale umana come composta di tre elementi indipendenti (benché generalmente sequenziali):

  1. Reazione estetica: risposta emotiva a un volto o a una figura attraente; produce un aumento di attenzione verso l'oggetto attraente, tipicamente producendo il movimento della testa e degli occhi verso l'oggetto
  2. Reazione di approccio: procede dalla prima fase; implica movimenti corporali verso l'oggetto
  3. Reazione genitale: sia per l'attenzione, sia per la più stretta vicinanza, le reazioni fisiche si risolvono in tumescenza genitale

Singer nota l'esistenza di una serie di altre reazioni autonome, ma riconosce che la letteratura scientifica indica la reazione genitale come «la più affidabile e conveniente da misurare» nei maschi.

Disfunzione erettile[modifica | modifica sorgente]

La disfunzione erettile (ED in acronimo inglese) o impotenza è una disfunzione sessuale caratterizzata dall'inabilità di sviluppare o mantenere un'erezione del pene. Vi possono essere molte cause sottostanti, come un danno ai nervi erigentes[17][18] che impedisca o ritardi l'erezione, o il diabete, che semplicemente riduce il flusso di sangue al tessuto penieno, e molti di questi inconvenienti possono essere affrontati con successo dalla medicina.

Le cause dell'ED possono essere psicologiche o fisiche. L'impotenza psicologica può trarre giovamento praticamente da ogni cosa in cui crede il paziente; c'è infatti un importante effetto placebo. Il danno fisico è molto più impegnativo. Abbiamo già ricordato il danno ai nervi erigentes: si tratta di nervi che si diramano a fianco della prostata originando dal plesso sacrale e possono rimanere danneggiati, ad esempio, nel corso di interventi chirurgici prostatici o colon-rettali.

Per la sua natura imbarazzante, e per la vergogna provata da chi ne soffre, l'argomento è rimasto un tabù per lungo tempo, ed ha costituito un fertile terreno d'incubazione per ogni sorta di leggenda metropolitana. Per molto tempo sono stati propugnati rimedi fondati solo sulla fantasia popolare, alcuni dei quali sono stati ampiamente propagandati fino agli anni 1930. L'introduzione di un farmaco — forse il primo realmente efficace — il sildenafil (commercialmente chiamato Viagra) negli anni 1990 causò un'ondata di attenzione nell'opinione pubblica, in parte spinta dall'"appetibilità giornalistica" degli articoli in proposito, per non parlare del marketing dispiegato dalle case farmaceutiche, ovviamente pronte a cogliere una ghiotta opportunità commerciale.

L'espressione latina impotentia coeundi descrive la semplice inabilità d'inserire il pene in vagina. Oggi è per lo più sostituita da termini più precisi.

Eccitazione sessuale negli animali[modifica | modifica sorgente]

La natura delle relazioni sessuali negli animali non ha una sistemazione scientifica definita. È stato osservato che in alcune specie il sesso ha una valenza sociale anche indipendente dalla primaria finalità riproduttiva. Delfini e bonobo, ad esempio, usano il sesso come strumento per rafforzare e mantenere i legami.[19]

Gli etologi hanno documentato scambi di sesso per promuovere la coesione di gruppo negli animali sociali. Il rinsaldamento del legame sociale è uno dei più evidenti vantaggi selettivi congetturati nella teoria della selezione di gruppo.[20] Gli esperti di evoluzione della riproduzione sessuale[21] quali John Maynard Smith[22] sostengono la tesi che lo scambio di favori sessuali serva a consolidare e localizzare la varietà di alleli in una popolazione isolata e pertanto sia un grande punto di forza nell'evoluzione. Maynard Smith ha anche scritto ampiamente sull'applicazione logistica della "teoria dello scambio di fluido seminale" nell'assortimento di alleli come una rappresentazione sintetica più accurata dell'equilibrio di Hardy Weinberg[23] nei casi di popolazioni che praticano intense ibridazioni reciproche.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Herant A. Katchadourian, Fundamentals of Human Sexuality, Holt, Rinehart and Winston, 1989, ISBN 0-03-014068-4, 9780030140686, pag. 56.
  2. ^ Neutromed - Prodotti per l'igiene intima e personale - Articolo del mese - Human Papillomavirus
  3. ^ James Dobson, What are the differences in sexual desire and preferences between males and females, in Focus on the Family, 26 dicembre 2008.
  4. ^ David Schnarch
  5. ^ Elizabeth DeVita-Raeburn, Lust For The Long Haul, Psychology Today, 11 gennaio 2009.
  6. ^ Human Sexuality - MSN Encarta.
  7. ^ William H. Masters, Virginia E. Johnson, Human Sexual Response, Reproductive Biology Research Foundation (U.S.), Little, Brown, 1966, ISBN 0-316-54987-8, 9780316549875.
  8. ^ The Sexual Response Cycle in SexInfo, University of California, Santa Barbara. URL consultato il 24 aprile 2007.
    «Masters and Johnson's Four-Phase Model: The sexual responses of men and women have many similarities».
  9. ^ The Evolution of Phenotypic Plasticity through the Baldwin Effect
  10. ^ Bibliografia specifica:
    • Mark J. Baldwin, A New Factor in Evolution, in The American Naturalist, Vol. 30, n. 354, giugno 1896, pp. 441-451
    • Henry F. Osborn, Ontogenic and Phylogenic Variation, in Science, New Series, Vol. 4, n. 100, 27 novembre 1896, pp. 786-789
    • Mark J. Baldwin, Organic Selection, in Science, New Series, Vol. 5, n. 121, 23 aprile 1897, pp. 634-636
    • Brian K. Hall, Organic Selection: Proximate Environmental Effects on the Evolution of Morphology and Behaviour, in Biology and Philosophy, 16, 2001, pp. 215-237
    • Patrick Bateson, The Active Role of Behaviour in Evolution, in Biology and Philosophy, 19, 2004, pp. 283-298
    • Kim Sterelny, The Baldwin Effect and Its Significance: A Review of Bruce Weber and David Depew (eds) Evolution and Learning: The Baldwin Effect Reconsidered, Cambridge, MIT Press, Mass 2003, pp x, 341.
    • G Gaylord Simpson, 1953 The Baldwin effect, in Evolution, 7, pp. 110–117
    • Stuart A. Newman, Putting Genes in their place, in Journal of Biosciences, 27, pp. 97-104.
  11. ^ Bjorn Carey, Painful realities of Hyena sex.
  12. ^ Leonard Shlain, Sex, Time, and Power: How Women's Sexuality Shaped Human Evolution, Penguin, 2004, ISBN 0-14-200467-7, 9780142004678.
  13. ^ Geoffrey Miller, A Review of Sexual Selection and Human Evolution
  14. ^ Society for Cross-Cultural Research
  15. ^ Henry Harpending, Human Diversity and its History, in Thomson Gale Staff, Bibliographic Guide to East Asian Studies, Gale Group, 2001, ISBN 0-7838-9219-5, 9780783892191.
  16. ^ B. Singer, Conceptualizing sexual arousal and attraction, in The Journal of Sex Research, 1984, 20, pp. 230-240.
  17. ^ Definition: nervi erigentes from Online Medical Dictionary
  18. ^ Glossario (Urologia.mantova.it)
  19. ^  Kevin McCarey (testi). (EN) Dolphins: The wild side. National Geographic Television. URL consultato in data 7 gennaio 2009.
  20. ^ The Controversy of the Group Selection Theory
  21. ^ An essay summarising the different theories.
  22. ^ List of publications.
  23. ^ Evolution: Genetic equilibrium: the Hardy-Weinberg law, in Britannica Online Encyclopedia.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Jean Piaget, Henri Piéron, Albert Michotte, André Fauville, Rémy Chauvin, Valeria Giordano, Psicologia della percezione, Newton Compton, 1973
  • Umberto Piscicelli, Psicosomatica ginecologica, PICCIN, 1979, ISBN 88-212-0008-6, 9788821200083
  • Miguel Ficher, Ralph E. Fishkin, Joseph A. Jacobs, Sexual arousal: new concepts in basic sciences, diagnosis, and treatment, C.C. Thomas, 1984, ISBN 0-398-04962-9, 9780398049621
  • Umberto Piscicelli, Sessuologia: teoremi psicosomatici e relazionali, PICCIN, 1994, ISBN 88-299-1142-9, 9788829911424
  • Alexander Lowen, Amore e orgasmo, Feltrinelli Editore, 2001, ISBN 88-07-81143-X, 9788807811432
  • Raymond Rosen, J. Gayle Beck, Patterns of Sexual Arousal: Psychophysiological Processes and Clinical Applications, Guilford Press, 1988, ISBN 0-89862-712-5, 9780898627121
  • C. Cipolla, La sessualità come obbligo all'alterità, FrancoAngeli, 2005, ISBN 88-464-6254-8, 9788846462541
  • Barbara Keesling, Sexual Pleasure: Reaching New Heights of Sexual Arousal and Intimacy, Hunter House, 2005, ISBN 0-89793-435-0, 9780897934350

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]