Dispareunia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Dispareunia
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 625.0
ICD-10 (EN) F52.6, N94.1

La dispareunia (dal greco, dys, cattivo, e pareunos, che giace accanto) è un dolore che la donna avverte nell'area della vagina o della pelvi durante un rapporto sessuale. Insieme al vaginismo fa parte dei Sexual Pain Disorders (Sexual Pain Disorders - Dyspareunia), ossia quei disturbi dolorosi che compaiono durante l'attività sessuale.[1][2] La dispareunia femminile non va assimilata alla vulvodinia, un disturbo che si manifesta anche in assenza di contatti sessuali di coppia.

Il disturbo causa ripercussioni a volte anche gravi sulla qualità della vita, non solo della donna ma anche della coppia. Nella dispareunia entrano in gioco fattori fisici e psicologici, ma a volte anche problemi di coppia (conflitti fra partner, preliminari frettolosi, scarsa compatibilità anatomica, sesso anale compulsivo).[3]

Epidemiologia[modifica | modifica wikitesto]

La dispareunia colpisce il 12-15% delle donne in età fertile e fino al 44% delle donne in post-menopausa. La dispareunia in post-menopausa è più frequente per l'atrofia a cui va incontro la parete vaginale, con conseguente secchezza, perdita di elasticità e di spessore. Pregiudizi culturali e religiosi ancora oggi presenti impediscono a molte donne di comunicare al medico questo tipo di disturbi e, di conseguenza, prima di giungere a una diagnosi, trascorrono in media 6-7 anni[3].

Un caso di incompatibilità anatomica

Un caso di dispareunia veniva descritto già nel Seicento ad opera del chirurgo svizzero Guilelmus Fabricius Hildanus, che riportò il caso di una signora che, nonostante la visita ginecologica non avesse rilevato alcuna disfunzione, né di tipo anatomico né di origine psicogena, provava dolore durante la penetrazione. Il medico scoprì che la ragione del dolore risiedeva nelle dimensioni del pene del consorte che, essendo troppo lungo rispetto alla sua vagina, andava a toccare la cervice uterina producendo un forte malessere. Hildanus, nei suoi scritti intitolati "Observationum et curationum chirurgicarum centuriae" (più di 600, fra il 1598 e il 1641, pubblicati anche postumi) dichiarava anche di aver inventato un dispositivo con cui aveva risolto il problema della coppia. In pratica si trattava di un anello che, "indossato" sul pene, si frapponeva fra il pube del marito e il monte di Venere della signora, evitando così la completa e dolorosa penetrazione.[4] da Archives of Sexual Behavior, 2006

Classificazione della dispareunia[modifica | modifica wikitesto]

A seconda della sede del dolore, si parla di dispareunia superficiale, quando i disturbi sono localizzati all'introito o nel primo tratto della vagina e compaiono anche ai primi tentativi di penetrazione, e di dispareunia profonda quando il dolore si verifica a penetrazione completa.[5]

Cause fisiche di dispareunia[modifica | modifica wikitesto]

Dispareunia superficiale (introitale o medio-vaginale)[modifica | modifica wikitesto]

Dispareunia profonda[modifica | modifica wikitesto]

Sottotipi di dispareunia[modifica | modifica wikitesto]

Per meglio definire le caratteristiche della disfunzione si potrà fare riferimento ad uno dei sottotipi con cui è possibile circoscrivere la concorsualità eziologica della dispareunia, che può identificarsi come: primaria (o permanente); secondaria (o acquisita); situazionale (per luogo o partner); occasionale (o casuale, random)[6].

Trattamento[modifica | modifica wikitesto]

I preparati da banco contenenti sostanze idratanti e lubrificanti sono utili per ridurre bruciore e secchezza vaginale; migliorano i sintomi in molte donne ma non trattano le modificazioni fisiologiche che sono alla base del tipo più frequente di dispareunia, quello che si verifica in post-menopausa. Pertanto, in questo tipo di condizione, spesso si preferisce somministrare estrogeni per via sistemica o per via locale, in grado di aumentare le secrezioni, l'elasticità e lo spessore della parete vaginale. Gli estrogeni per via locale sono da preferire perché il loro basso assorbimento induce una minore insorgenza di effetti collaterali.

Dispareunia maschile[modifica | modifica wikitesto]

Anche l'uomo può manifestare dolore genitale nel corso di un rapporto sessuale, o immediatamente dopo l'eiaculazione. Il termine dispareunia maschile è tuttavia poco usato nella terminologia scientifica e si preferisce parlare di coito doloroso.

Il dolore può essere causato essenzialmente da: frenulo breve (sottile membrana che collega il glande e il prepuzio), fimosi (pelle del prepuzio non sufficientemente elastica da consentire la fuoriuscita del glande), parafimosi (prepuzio retratto e serrato ad anello nella congiunzione glande-asta del pene), malattia di La Peyronie (o Induratio penis plastica, progressiva fibrosi della tunica albuginea, la membrana che riveste i corpi cavernosi del pene), pene ricurvo o recurvatum penis (curvatura anomala del pene nello stato di erezione), processi infiammatori del glande, prepuzio e uretra. La dispareunia dell'uomo può essere dovuta anche a fattori causali presenti nella partner: imene resistente o fibroso, secchezza delle pareti e riduzione del lume vaginale in post-menopausa, infibulazione (esiti cicatriziali prodotti da pregresse mutilazioni dei genitali femminili).

DSM IV e diagnosi differenziale[modifica | modifica wikitesto]

Il DSM IV-TR propone una diagnosi differenziale con la "Disfunzione sessuale dovuta ad una condizione medica generale" (dispareunia dovuta ad effetti fisiologici quali: insufficiente lubrificazione vaginale, patologia pelvica da infezioni vaginali o urinarie, endometriosi, aderenze o tessuto cicatriziale vaginale, atrofia vaginale post-menopausale, caduta di estrogeni durante l'allattamento, irritazioni o infezioni delle vie urinarie, disturbi gastrointestinali) e la "Disfunzione sessuale indotta da sostanze" (dispareunia causata ad es. da uso di flufenazina, tioridazina e amoxapina). Se la dispareunia è concomitante con una delle disfunzioni descritte e si ritiene che vi concorrano anche fattori intrapsichici o interpersonali, si proporrà diagnosi di "Dispareunia dovuta a Fattori Combinati", se non sono presenti disfunzioni da condizione medica generale o indotte da sostanze, si prospetterà una valutazione di "Dispareunia dovuta a Fattori Psicologici".[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Basson R. et al., Report of the International Consensus Development Conference on female sexual dysfunction: Definition and Classification. Journal of Urology, 163, 2000.
  2. ^ Uno dei maggiori studiosi di SPD è stato il Prof. Irving M. Binik, professore di psicologia presso la McGill University di Montreal (Quebec, Canada) che, insieme al giornalista medico Norman Swan, ha prodotto interessanti dibattiti sui Genital Pain (dolori genitali).
  3. ^ a b c Alessandra Graziottin: Il dolore segreto. Mondadori, Milano 2005 ISBN 978-88-04-51225-7
  4. ^ Kompanje E.J., Painful sexual intercourse caused by a disproportionately long penis: An historical note on a remarkable treatment devised by Guilelmus Fabricius Hildanus (1560–1634). Archives of Sexual Behavior, 35, 603–605, 2006.
  5. ^ Graziottin A., Sessuologia medica maschile e femminile, in Di Renzo G.C. (a cura di), Ginecologia e Ostetricia, Verduci Editore, Roma, 2005.
  6. ^ Boccadoro L., Carulli S., Il posto dell'amore negato. Sessualità e psicopatologie segrete. Tecnoprint Editrice, Ancona, 2008. ISBN 978-88-95554-03-7
  7. ^ APA - American Psychiatric Association, DSM IV TR - Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. Masson, Milano, 2002.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]