Derby delle Due Sicilie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Derby calcistici in Italia.

Derby delle Due Sicilie è il nome con cui viene identificata dalla stampa la partita di calcio tra le società del Napoli e del Palermo, rappresentative calcistiche delle storiche capitali delle Due Sicilie.[1][2] Proprio il comune ruolo delle due città nei secoli scorsi sta alla base dell'espressione,[3] entrata nel linguaggio giornalistico soprattutto dopo il ritorno della sfida in Serie A nella stagione 2007-2008.[4] La sfida è chiamata anche Derby del Sud,[5] denominazione comunque più generica usata anche per altre partite.

Malgrado un famigerato episodio accaduto negli anni sessanta,[6][7] similmente a come veniva vissuto in passato il Derby del Sole, la sfida tra Napoli e Palermo si è spesso caratterizzata per le aperte attestazioni di simpatia e fratellanza storica tra i sostenitori delle due squadre.[8][9] Ciononostante i rapporti tra alcune frange delle due tifoserie hanno recentemente subito delle frizioni.[10][11]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Coppa Lipton[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Lipton Challenge Cup.
Naples. Coppa Lipton 1909

I primi incontri tra squadre delle città di Napoli e Palermo avvennero tra il 1909 ed il 1915, con la Lipton Challenge Cup (o più semplicemente "Coppa Lipton"), una competizione a cui prendevano parte squadre della Campania e della Sicilia. Alle edizioni della Lipton Cup partecipò sempre il Palermo (all'epoca denominato Palermo FBC), che era stato fondato nel 1900. La città di Napoli fu invece rappresentata da squadre come il Naples FBC e l'Internazionale Napoli, compagini che si sarebbero poi fuse per dar vita all'Internaples nel 1922, divenuta a sua volta AC Napoli nel 1926. Il Palermo e, in alternanza, le due squadre napoletane si affrontarono in tutte le finali della Coppa Lipton. Con 5 successi su 7 edizioni i rosanero dominarono il torneo. Sui risultati esatti degli incontri non si hanno certezze, in alcuni casi infatti si hanno fonti discordanti.[12]

Palermo. Coppa Lipton 1910
Anno Vincitore Finalista Risultato
1909 Blu e Celeste (Strisce).png Naples FBC 600px Rosa e Nero in diagonale.png Palermo FBC 4-2
1910 600px Rosa e Nero in diagonale.png Palermo FBC Blu e Celeste (Strisce).png Naples FBC 4-1
1911 Blu e Celeste (Strisce).png Naples FBC 600px Rosa e Nero in diagonale.png Palermo FBC 3-2[13]
1912 600px Rosa e Nero in diagonale.png Palermo FBC Blu e Celeste (Strisce).png Naples FBC 6-0
1913 600px Rosa e Nero in diagonale.png Palermo FBC 600px Blu e Bianco (Bordato).png US Internazionale Napoli 5-0
1914 600px Rosa e Nero in diagonale.png Palermo FBC Blu e Celeste (Strisce).png Naples FBC 2-1
1915 600px Rosa e Nero in diagonale.png Palermo FBC 600px Blu e Bianco (Bordato).png US Internazionale Napoli 2-1
Károly Csapkay, allenatore del Palermo e del Napoli negli anni '30

Dagli anni trenta al dopoguerra[modifica | modifica wikitesto]

La prima sfida in Serie A avvenne nella stagione 1932-1933 e vide vittorioso il neopromosso Palermo per 1-0 con gol di Giovanni Chiecchi. Al ritorno a Napoli i partenopei si imposero con un netto 5-0 che ebbe come protagonista l'attaccante Antonio Vojak, autore di una tripletta. Le due squadre continuarono ad affrontarsi in Serie A nelle tre stagioni successive, con un bilancio di 4 vittorie del Napoli, 1 vittoria del Palermo ed un pareggio. Al termine della stagione 1935-1936 il Palermo retrocesse in Serie B. Le due squadre tornarono ad affrontarsi nel 1945, anno della fine della seconda guerra mondiale, nel campionato di Divisione Nazionale. Al pareggio per 0-0 all'andata a Palermo, seguì la vittoria per 2-0 del Napoli al ritorno.

Gli anni cinquanta[modifica | modifica wikitesto]

Sul finire degli anni quaranta le due squadre non si incrociarono. Il Napoli infatti retrocesse dalla Serie A alla Serie B nella stagione 1947-1948, mentre nello stesso anno il Palermo fece il percorso inverso, ottenendo la promozione in Serie A. La sfida tornò dopo il ritorno dei partenopei nella massima serie, nella stagione 1950-1951. Nella partita d'andata alla Favorita il Napoli si impose con la rete dell'albanese Krieziu, a segno anche nel 3-0 del ritorno al San Paolo. Nella stagione successiva i rosanero prevalsero nella gara d'andata, in trasferta a Napoli, grazie ai gol del talentuoso danese Bronée, scoperto dal presidente Raimondo Lanza di Trabia, e di Giaroli. Al ritorno a Palermo le due squadre pareggiarono per 1-1.

Nella stagione 1952-1953 la sfida si concluse con il risultato di 0-0 sia all'andata che al ritorno. La stagione seguente vide invece prevalere nettamente il Napoli all'andata al San Paolo con il gol di Formentin e la doppietta di Pesaola. Al ritorno a Palermo le due compagini pareggiarono per 2-2, con i rosanero capaci di ribaltare la situazione dopo la rete partenopea di Jeppson, ma poi raggiunti dal pareggio di Amadei. Al termine della stagione il Palermo retrocesse in Serie B.

La sfida si ripropose dopo il ritorno dei rosanero in Serie A, nella stagione 1956-1957. Allo 0-0 dell'andata alla Favorita, seguì la vittoria degli azzurri al San Paolo, con un 4-1 firmato dal poker del brasiliano Vinício e dalla rete della bandiera siciliana dell'argentino Vernazza. Al termine della stagione i rosanero finirono in Serie B. Al loro ritorno nella massima serie, nella stagione 1959-1960, i siciliani pareggiarono per 0-0 in casa all'andata e furono sconfitti per 2-1 nel ritorno a Napoli. Per il Palermo seguì un'altra retrocessione.

Gli anni sessanta e settanta[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1962-1963 le due squadre tornarono ad affrontarsi in Serie A. All'andata prevalse per 3-1 il Napoli al San Paolo. Al ritorno a Palermo le due compagini pareggiarono per 1-1. La stagione si concluse con entrambe le squadre retrocesse in Serie B. Nella lega cadetta Napoli e Palermo si affrontarono nelle due stagioni seguenti, con un bilancio di una vittoria a testa e due pareggi. Il 1965 fu anche l'anno della prima sfida in Coppa Italia, conclusasi per 1-0 a favore degli azzurri. Al termine di questa stagione il Napoli conquistò la promozione in Serie A, mentre il Palermo terminò il campionato a metà classifica.

Le due squadre tornarono ad incrociarsi tra Coppa Italia e Serie A nella stagione 1968-1969. Il primo incontro stagionale fu quello di Coppa Italia, nel settembre 1968, che vide il Palermo vittorioso al San Paolo per 1-0 con gol di Gaetano Troja. La prima sfida in campionato ebbe luogo a Napoli e si concluse con il risultato di 1-0 a favore dei padroni di casa grazie alla rete di Omar Sívori.

La partita di ritorno alla Favorita resta negli annali come quella dell'episodio più controverso nella storia del derby delle Due Sicilie. Il 16 marzo 1969, infatti, il gremito stadio del capoluogo siciliano fu il teatro di quella che José Altafini ha definito l'«insurrezione di Palermo».[6] Nel primo tempo al gol partenopeo di Barison rispose il palermitano Troja. Nell'intervallo il neo-presidente azzurro Corrado Ferlaino affrontò l'arbitro Antonio Sbardella, reo (a parere del patron campano) di essere condizionato dal pubblico di casa.[7] Quest'episodio segnò la situazione nel secondo tempo. Al 5' Troja superò Dino Zoff portando in vantaggio i rosanero. Pochi minuti dopo Sbardella negò un rigore al Palermo per un tiro di Bercellino respinto col braccio da Juliano. Al 15' invece ne concesse uno dubbio agli azzurri.[7] Dal dischetto giunse il pareggio di Altafini, il quale, immediatamente dopo la trasformazione del rigore, esultò con il gesto dell'ombrello verso i tifosi rosanero. Al 32' la rete del vantaggio partenopeo firmata da Micelli provocò l'inizio della rissa. Al 90' un altro rigore negato al Palermo chiuse la sfida.[7] Sbardella fischiò quindi la fine dell'incontro. Seguì un'invasione di campo, in seguito alla quale Sbardella si rifugiò negli spogliatoi e poté lasciare la Favorita solo in elicottero. Ferlaino invece, munito di giubbotto antiproiettile,[7] trovò rifugio dapprima nell'auto del dirigente rosanero Renzo Barbera e poi su una vettura dei carabinieri.[6] Il bilancio finale fu di quaranta feriti e numerosi arresti. Una tifosa palermitana denunciò Altafini per offese.[7] Al Napoli fu assegnata la vittoria a tavolino per 2-0, mentre il Palermo subì la squalifica del campo per 2 giornate.

Il Palermo finalista in Coppa Italia nel 1979, dopo la vittoria in semifinale contro il Napoli al San Paolo.

Nella stagione seguente le due squadre collezionarono due pareggi per 0-0. Il Palermo concluse l'annata retrocedendo in Serie B. Azzurri e rosanero tornarono ad affrontarsi nella Coppa Italia 1971-1972. Nell'incontro, disputato al San Paolo nel settembre '71, il Napoli si impose per 1-0 con gol di Improta. Al termine della stagione il Palermo riconquistò la Serie A.

La stagione 1972-1973 fu quella dell'ultimo confronto in Serie A prima del ritorno della sfida nella massima serie oltre trent'anni dopo, nel 2007. Prima degli incontri di campionato le due squadre si affrontarono in Coppa Italia pareggiando per 1-1 alla Favorita. In campionato la sfida dell'andata a Palermo si concluse per 1-0 a favore dei siciliani, mentre al ritorno in Campania le due squadre pareggiarono 1-1. La stagione si chiuse con la retrocessione dei rosanero.

Le due squadre tornarono ad affrontarsi nelle fasi iniziali della Coppa Italia 1975-1976 e 1977-1978. In entrambi i confronti, giocati a Palermo, il campo premiò gli azzurri, vittoriosi per 3-0 e per 3-2. La Coppa Italia 1978-1979 fu invece lo scenario della sfida in semifinale e dell'impresa del Palermo di Nando Veneranda. La formazione rosanero, che in quell'annata disputò un modesto campionato di Serie B, ebbe un cammino sorprendente in Coppa Italia, riuscendo ad eliminare squadre come il Torino di Gigi Radice e la Lazio e presentandosi quindi in semifinale contro il Napoli vittorioso sul Perugia ai quarti. La semifinale d'andata si disputò alla Favorita e si concluse con un pareggio per 0-0. Al ritorno a Napoli i siciliani si imposero per 2-1 con doppietta di Filippo Citterio, che con il suo secondo gol vanificò il momentaneo pareggio partenopeo a firma di Beppe Savoldi. Fu così che il Palermo conquistò la sua seconda finale di Coppa Italia, dopo quella della stagione 1973-1974 persa contro il Bologna. In finale i rosanero incontrarono la Juventus proprio sul neutro del San Paolo, uscendo sconfitti solo ai supplementari dopo essere stati anche in vantaggio.[14]

Il ritorno della sfida in Serie B[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni ottanta Napoli e Palermo vissero situazioni sportive e societarie totalmente opposte. Mentre il Napoli di Maradona raggiunse i vertici del calcio italiano ed europeo, conquistando due scudetti ed una Coppa UEFA, il Palermo fu travolto da problemi societari culminati nel fallimento e nella radiazione del 1986. Durante gli anni novanta le due squadre continuarono a militare in categorie diverse, con il Napoli stabilmente in Serie A fino alla stagione 1997-1998 ed il Palermo oscillante tra Serie B e Serie C. Nelle tre stagioni seguenti la 1997-1998 Napoli e Palermo militarono rispettivamente in Serie B e Serie C.

Nel 2000 la squadra rosanero fu acquistata da Franco Sensi, il quale allestì una squadra dimostratasi subito capace di conquistare la promozione in Serie B. La promozione del Palermo in Serie B condusse al ritorno della sfida, dopo 21 anni, nella stagione 2001-2002. Nella gara d'andata gli azzurri prevalsero al San Paolo per 3-2 con il contributo fondamentale di Roberto Stellone, autore di una doppietta. Al ritorno le due squadre pareggiarono per 1-1. Al termine della stagione il Napoli si classificò quinto ed il Palermo decimo.

L'estate del 2002 fu foriera di cambiamenti in casa rosanero, con il decisivo cambio di proprietà del club, che da Sensi passò all'ex presidente del Venezia Maurizio Zamparini. L'ex patron della società lagunare allestì una squadra costruita per puntare alla Serie A, inaugurando un periodo di stabilità societaria lontana dalle turbolenze degli anni ottanta e novanta. A Napoli invece la crisi societaria avviatasi a fine anni novanta perdurò nonostante il passaggio di proprietà da Giorgio Corbelli a Salvatore Naldi.

Nella stagione 2002-2003, seguita ai cambi societari, Napoli e Palermo pareggiarono per 0-0 all'andata al San Paolo, mentre al ritorno i siciliani si imposero per 2-1. Il campionato si concluse con il Palermo quinto in classifica, a soli 3 punti dalla promossa Ancona, e con il Napoli ad un passo dalla retrocessione in Serie C, quintultimo, a due punti dal retrocesso Catania (successivamente ripescato). Nella stagione successiva il Palermo si impose con un netto 4-0 nella partita d'andata disputata al Barbera, complice una doppietta del futuro campione del mondo Luca Toni. Al ritorno al San Paolo le due squadre pareggiarono 1-1. La stagione si chiuse con il trionfale ritorno del Palermo in Serie A dopo 31 anni, mentre il Napoli chiuse il campionato al tredicesimo posto e poi fallì.

Il ritorno della sfida in Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il fallimento del Napoli, avvenuto nell'estate 2004, la società partenopea ripartì dalla Serie C1 sotto la presidenza di Aurelio De Laurentiis. Dopo due campionati in C ed uno in B, il Napoli tornò a giocare in Serie A nella stagione 2007-2008, ritrovandovi un Palermo reduce da due campionati di alto livello, culminati con due qualificazioni consecutive alla Coppa Uefa.

Il 10 novembre 2007, dopo 34 anni di assenza, il derby tra le due squadre tornò a disputarsi nella massima serie. La sfida di andata al Barbera si chiuse con la vittoria in rimonta del Palermo per 2-1 grazie alla doppietta di Giovanni Tedesco. Al ritorno a Napoli la squadra di casa si impose per 1-0 con gol di Marek Hamšík, destinato a diventare negli anni seguenti il capocannoniere del Derby delle Due Sicilie. Da quel momento l'incontro tra le due ex capitali del Sud è diventato un appuntamento molto atteso, spesso giocato come posticipo serale. L'ultima sfida in Serie A risale al 29 gennaio 2017, quando al San Paolo le due squadre – Napoli in lotta per lo scudetto e Palermo invischiato nelle sabbie mobili della zona retrocessione – pareggiarono 1-1.

Lista dei risultati[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Data Partita Marcatori Competizione
1932-1933 29 gen. 1933 Palermo - Napoli 1-0 42' s.t. Chiecchi Serie A
18 giu. 1933 Napoli - Palermo 5-0 25' p.t. Vojak, 35' p.t, 42' p.t. Gravisi, 8' s.t., 26' s.t Vojak Serie A
1933-1934 5 nov. 1933 Napoli - Palermo 3-0 38' p.t. Innocenti, 30' s.t. Vojak, 41' s.t. Rossetti Serie A
11 mar. 1934 Palermo - Napoli 1-2 25' p.t. Borel (P), 34' p.t., 25' s.t. Vojak Serie A
1934-1935 2 dic. 1934 Napoli - Palermo 6-0 26' p.t., 38' p.t. Sallustro, 1' s.t. Ferraris II, 15 s.t. Vojak, 18' s.t. Ferraris II, 41' s.t. Rivolta Serie A
14 apr. 1935 Palermo - Napoli 2-0 43' p.t. De Manzano, 10' s.t. Palumbo Serie A
1935-1936 29 dic. 1935 Napoli - Palermo 3-0 13' p.t. Busoni, 35' s.t., 42 s.t. Rossetti Serie A
26 apr. 1936 Palermo - Napoli 2-2 18' p.t. Busoni (N), 7' s.t. Ziroli (P), 33 s.t. Carnevali (P), 43' s.t. Busoni (N) Serie A
1937-1938 5 dic. 1937 Napoli - Palermo 2-0 13' p.t. Riccardi, 13' p.t., 15 s.t. Prato Coppa Italia
1945-1946 30 dic. 1945 Palermo - Napoli 0-0 Serie Centro-Sud
31 mar. 1946 Napoli - Palermo 2-0 15' p.t., 31' s.t. Lushta Serie Centro-Sud
1950-1951 31 dic. 1950 Palermo - Napoli 0-1 30' s.t. Krieziu Serie A
27 mag. 1951 Napoli - Palermo 3-0 27' p.t. Formentin, 44' p.t. Astorri, 27' s.t Krieziu Serie A
1951-1952 2 dic. 1951 Napoli - Palermo 1-2 20' p.t. Broneè (P), 3' s.t. Todeschini (N), 11' s.t. Giaroli (P) Serie A
20 apr. 1952 Palermo - Napoli 1-1 15' p.t. Mike (N), 28' p.t. Micheloni (P) Serie A
1952-1953 9 nov. 1952 Napoli - Palermo 0-0 Serie A
15 mar. 1953 Palermo - Napoli 0-0 Serie A
1953-1954 13 set. 1953 Napoli - Palermo 3-0 5' p.t. Formentin, 13' p.t., 5' s.t. Pesaola Serie A
31 gen. 1954 Palermo - Napoli 2-2 10' p.t. Jeppson (N), 19' p.t. Prunecchi (P), 1' s.t. Cavazzuti (P), 38' s.t. Amadei (N) Serie A
1956-1957 21 gen. 1957 Palermo - Napoli 0-0 Serie A
9 giu. 1957 Napoli - Palermo 4-1 29' p.t., 38' p.t., 12' s.t., 28' s.t. Vinício (N), 42' s.t. Vernazza (P) Serie A

22 Giugno 1958 Coppa Italia Napoli 4-2 Palermo 13 Luglio 1958 Coppa Italia Palermo 5-1 Napoli

1959-1960 25 ott. 1959 Palermo - Napoli 0-0 Serie A
20 mar. 1960 Napoli - Palermo 2-1 3' p.t., Sandri (P), 8' p.t. Di Giacomo (N), 14' p.t. Del Vecchio (N) Serie A
1962-1963 16 dic. 1962 Napoli - Palermo 3-1 23' p.t. Gatti (N), 26' p.t. Mariani (N), 42' p.t. Deasti (P), 45' p.t. Fanello (N) Serie A
21 apr. 1963 Palermo - Napoli 1-1 14' s.t. Borjesson (P), 30' s.t. Fraschini (N) Serie A
1963-1964 15 dic. 1963 Palermo - Napoli 4-0 6' s.t., 10' s.t. Postiglione, 29' s.t., 40' s.t. Maestri Serie B
10 mag. 1964 Napoli - Palermo 0-0 Serie B
1964-1965 27 dic. 1964 Napoli - Palermo 2-1 18' p.t. Cané (N), 21' p.t. Corelli (N), 34' p.t. Troja (P) Serie B
4 apr. 1965 Napoli - Palermo 1-0 40' p.t. Cané Coppa Italia
23 mag. 1965 Palermo - Napoli 0-0 Serie B
1968-1969 22 set. 1968 Napoli - Palermo 0-1 10' s.t. Troja Coppa Italia
17 nov. 1968 Napoli - Palermo 1-0 13' p.t. Sívori Serie A
16 mar. 1969 Palermo - Napoli 2-3 (0-2)* 19' p.t. Barison (N), 30' p.t., 5' s.t. Troja (P), 15' s.t. Altafini (N), 32' s.t. Micelli (N) Serie A
1969-1970 28 dic. 1969 Palermo - Napoli 0-0 Serie A
19 apr. 1970 Napoli - Palermo 0-0 Serie A
1971-1972 19 set. 1971 Napoli - Palermo 1-0 28' p.t. Improta Coppa Italia
1972-1973 6 set. 1972 Palermo - Napoli 1-1 14' p.t. Vallongo (P), 20' s.t. Rimbano (N) Coppa Italia
26 nov. 1972 Palermo - Napoli 1-0 11' p.t. Ballabio Serie A
25 mar. 1973 Napoli - Palermo 1-1 35' p.t. Esposito (N), 19' s.t. Favalli (P) Serie A
1975-1976 21 set. 1975 Palermo - Napoli 0-3 19' p.t., 4' s.t. Sperotto, 16' s.t. Juliano Coppa Italia
1977-1978 28 ago. 1978 Palermo - Napoli 2-3 13' p.t. Chimenti (P), 15' p.t. Savoldi (N), 13' s.t. Chimenti (P), 39' s.t. Mocellin (N), 42' s.t. Massa (N) Coppa Italia
1978-1979 23 mag. 1979 Palermo - Napoli 0-0 Coppa Italia
6 giu. 1979 Napoli - Palermo 1-2 10' p.t. Citterio (P), 43' p.t. Savoldi (N), 16' s.t. Citterio (P) Coppa Italia
2001-2002 3 dic. 2001 Napoli - Palermo 3-2 4' p.t. Guidoni (P), 9' p.t. Vidigal (N), 12' p.t. Amerini (P), 1' s.t. e 25' s.t. Stellone (N) Serie B
5 mag. 2002 Palermo - Napoli 1-1 37' p.t. Jankulovski (N), 25' s.t. Guidoni (P) Serie B
2002-2003 29 nov. 2002 Napoli - Palermo 0-0 Serie B
2 mag. 2003 Palermo - Napoli 2-1 1' p.t. Maniero (P), 17' p.t. Asta (P), 23' s.t. Stellone (N) Serie B
2003-2004 16 nov. 2003 Palermo - Napoli 4-0 27' p.t. Ferri, 37' p.t. Toni, 3' s.t. Zauli, 15' s.t. Toni Serie B
10 apr. 2004 Napoli - Palermo 1-1 28' p.t. Dionigi (N), 40' p.t. A. Filippini (P) Serie B
2007-2008 10 nov. 2007 Palermo - Napoli 2-1 9' s.t. Bogliacino (N), 12' s.t, 21' s.t. Gio. Tedesco (P) Serie A
30 mar. 2008 Napoli - Palermo 1-0 47' s.t. Hamšík Serie A
2008-2009 24 set. 2008 Napoli - Palermo 2-1 14' p.t. Hamšík (N), 31' s.t. Zalayeta (N), 38' s.t. Miccoli (P) Serie A
8 feb. 2009 Palermo - Napoli 2-1 2' p.t. Migliaccio (P), 14' p.t. Simplício (P), 43' p.t. Hamšík (N) Serie A
2009-2010 23 ago. 2009 Palermo - Napoli 2-1 44' p.t. Cavani (P), 28' s.t. Hamšík (N), 30' s.t. Miccoli (P) Serie A
17 gen. 2010 Napoli - Palermo 0-0 Serie A
2010-2011 6 dic. 2010 Napoli - Palermo 1-0 50' s.t. Maggio Serie A
23 apr. 2011 Palermo - Napoli 2-1 2' p.t. Cavani (N), 38' p.t. Balzaretti (P), 46' p.t. Bovo (P) Serie A
2011-2012 8 gen. 2011 Palermo - Napoli 1-3 35' p.t. Pandev (N), 9' s.t. Cavani (N), 15' s.t. Hamšík (N), 44' s.t. Miccoli (P) Serie A
23 apr. 2011 Napoli - Palermo 2-0 16' p.t. Cavani, 35' p.t. Hamšík Serie A
2012-2013 26 ago. 2012 Palermo - Napoli 0-3 48' p.t. Hamšík, 34' s.t. Maggio, 43' s.t. Cavani Serie A
13 gen. 2013 Napoli - Palermo 3-0 30' p.t. Maggio, 34' p.t. Inler, 27' s.t. Insigne Serie A
2014-2015 24 set. 2014 Napoli - Palermo 3-3 2' p.t. Koulibaly (N), 11' p.t. Zapata (N), 18' p.t. Belotti (P), 24' p.t. Vázquez (P), 46' p.t. Callejón (N), 16' s.t. Belotti (P) Serie A
14 feb. 2015 Palermo - Napoli 3-1 14' p.t. Lazaar (P), 36' p.t. Vázquez (P), 20' s.t. Rigoni (P), 37' s.t. Gabbiadini (N) Serie A
2015-2016 28 ott. 2015 Napoli - Palermo 2-0 39' p.t. Higuaín, 35' s.t. Mertens Serie A
13 mar. 2016 Palermo - Napoli 0-1 22' p.t. Higuaín Serie A
2016-2017 10 set. 2016 Palermo - Napoli 0-3 2' s.t. Hamšík, 6' s.t, 20' s.t. Callejón Serie A
29 gen. 2017 Napoli - Palermo 1-1 6' p.t. Nestorovski (P), 22' s.t. Mertens (N) Serie A

*Partita terminata sul punteggio di 2-3; assegnata al Napoli la vittoria a tavolino per 0-2 a causa degli incidenti.

Statistiche generali[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Vittorie
Napoli
Pareggi Vittorie
Palermo
Gare Reti Napoli Reti Palermo
Serie A 23 14 9 46 75 33
Serie mista A-B Centro-Sud 1 1 0 2 2 0
Serie B 2 5 3 10 8 15
Totale campionato 26 20 12 58 85 48
Coppa Italia 6 2 4 12 17 16
Totale generale 31 22 15 66 95 57

Statistiche individuali[modifica | modifica wikitesto]

Cannonieri[modifica | modifica wikitesto]

Antonio Vojak, cannoniere negli anni trenta; Edinson Cavani, unico ad aver segnato con le due maglie; Marek Hamšík, capocannoniere assoluto.
Posizione Nome Squadra Reti
1 Slovacchia Marek Hamšík Napoli 8
2 Italia Antonio Vojak Napoli 7
3 Uruguay Edinson Cavani Palermo (1)
Napoli (4)
5
4 Italia Gaetano Troja* Palermo 4
Brasile Luís Vinício Napoli 4
5 Italia Giovanni Busoni Napoli 3
Spagna José María Callejón Napoli
Italia Christian Maggio Napoli
Italia Fabrizio Miccoli Palermo
Italia Roberto Stellone Napoli

*Due gol segnati in Palermo-Napoli del 16 marzo 1969, terminata sul punteggio di 2-3, ma con vittoria assegnata a tavolino al Napoli per 0-2.

Amichevoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Napoli 3-0 Palermo

19 Novembre 1930 Reti: Mihalic, Sallustro II, Vojak

  • Napoli 2-4 Palermo

2 Agosto 2006 Reti: 5’ pt Di Michele, 12’ st Bucchi, 25’ st Sosa, 31' st Corini, 28’ e 40’ st Caracciolo.

  • Palermo 1-0 Napoli

12 Agosto 2010 Reti: 25’ pt Maccarone

  • Napoli 3-1 Palermo

27 Agosto 2011 Reti: 19' pt Hamsik, 29' pt Maggio, 43' pt Migliaccio, 21' st Maggio

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1928, dopo l'improvvisa morte dell'ex capitano rosanero Giuseppe Pirandello (passato al Napoli nel 1926), il quotidiano palermitano L'Ora mise in palio la "Coppa Pirandello" in seguito ad una sottoscrizione finalizzata alla raccolta fondi. Palermo e Napoli si disputarono il trofeo allo Stadio Ranchibile, con i partenepoi che uscirono vittoriosi dall'incontro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Napoli-Palermo, il derby delle Due Sicilie. Calcio d'inizio alle 20:45 al "San Paolo" - Sito ufficiale dell'US. Città di Palermo, 24 settembre 2014.
  2. ^ Palermo-Napoli, dalla B alla A il derby delle due Sicilie - fantagazzetta.com, 13 marzo 2016. Archiviato il 23 giugno 2018 in Internet Archive. Archiviato il 23 giugno 2018 in Internet Archive.
  3. ^ Napoli-Palermo, il derby delle due Sicilie vale la Champions - sky.it, 6 dicembre 2010.
  4. ^ Palermo-Napoli, che derby! - gazzetta.it, 10 novembre 2007.
  5. ^ Al Palermo il derby del Sud - Raisport, 14 febbraio 2015.
  6. ^ a b c Amarcord Palermo-Napoli. Altafini fa un gestaccio e il pubblico mette in fuga l'arbitro e Ferlaino - contropiedeazzurro.it, 13 febbraio 2015.
  7. ^ a b c d e f E l'arbitro scappò in elicottero - forzapalermo.it, 12 marzo 2016.
  8. ^ Palermo-Napoli, striscione borbonico al Barbera: “Da una capitale all’altra…” - vesuviolive.it, 13 marzo 2016.
  9. ^ Foto. Palermo-Napoli: bandiere borboniche tra gli spalti del Barbera - vesuviolive.it, 10 settembre 2016.
  10. ^ Napoli: mercoledì curve divise tra gemellaggio con Catania e Palermo - tifonet.it, 3 Novembre 2015.
  11. ^ Gemellaggio Napoli-Palermo? Rivalità e amicizie incrociate - calciomercato.napoli.it.
  12. ^ (EN) Roberto Quartarone, Lipton Challenge Cup, RSSSF, 15 maggio 2005. URL consultato il 2 luglio 2011.
  13. ^ Questo è il risultato riportato da La Gazzetta dello Sport del giorno successivo alla disputa della partita. Alcuni siti riportano invece la vittoria per 2-1 del Naples.
  14. ^ Il Palermo di Veneranda e la finale di Coppa Italia un'altra volta maledetta - repubblica.it, 7 luglio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]