Derby di Verona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Derby calcistici in Veneto.

I giocatori delle due squadre discutono a gioco fermo durante il primo derby del 10 dicembre 1994

Il derby di Verona è la stracittadina calcistica che mette di fronte le squadre di ChievoVerona e Hellas Verona, le due principali società della città veneta; la sfida è colloquialmente detta anche derby della Scala, in relazione alla famiglia scaligera che governò sulla città dal 1262 al 1387, o derby dell'Arena, in riferimento invece all'anfiteatro romano simbolo di Verona.

Quando il 18 novembre 2001 si disputò la prima sfida in Serie A tra le due squadre, Verona divenne la quinta città italiana – dopo Milano, Torino, Roma e Genova – a vantare un derby nella massima serie[1] e la prima, e tutt'oggi unica nel panorama calcistico maschile italiano, a non essere un capoluogo di regione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo confronto tra le due compagini scaligere si giocò la sera del 10 dicembre 1994 di fronte a 30 000 spettatori in occasione della quattordicesima giornata d'andata del campionato di Serie B e terminò 1-1. Al vantaggio su rigore dell'Hellas, siglato da Fabrizio Fermanelli, rispose il clivense Riccardo Gori che realizzò con pregevole colpo di testa. Nel ritorno, il 7 maggio 1995 il Chievo si impose per 3-1, con reti di Michele Cossato, Fabian Valtolina e Andrea Giordano per i clivensi e temporaneo 2-1 di Fabrizio Cammarata per l'Hellas. Gli allenatori delle due compagini erano Bortolo Mutti per l'Hellas e Alberto Malesani per il Chievo.

Nel campionato successivo, nuovamente in Serie B, l'Hellas si impose in entrambi i confronti: all'andata (il 26 novembre 1995) per 2-1 grazie alle reti di Cammarata e Zanini per l'Hellas e di M. Cossato per il Chievo; al ritorno (il 28 aprile 1996) per 1-0 grazie alla segnatura di Totò De Vitis. L'Hellas, che al termine di quel campionato guadagnò la promozione in Serie A, era allenato da Attilio Perotti, mentre sulla panchina del Chievo sedeva ancora Malesani.

Lo Stadio Marcantonio Bentegodi, teatro di tutte le stracittadine veronesi finora disputate.

La terza coppia di derby scaligeri ebbe luogo nel corso del campionato di Serie B 1997-1998 e vide una vittoria per parte. L'11 ottobre 1997 l'Hellas di Luigi Cagni si impose nettamente per 4-0 grazie alle reti di Colucci, Aglietti, Corini e Giandebiaggi. Al ritorno, il 15 marzo 1998, il Chievo di Silvio Baldini ebbe la meglio vincendo 2-0 con reti di Federico Cossato e Andrea Zanchetta.

Nel campionato 1998-1999 le due squadre si incontrarono per l'ultima volta in serie cadetta. Il 20 dicembre 1998 Hellas e Chievo, rispettivamente agli ordini di Cesare Prandelli e di Lorenzo Balestro, conclusero l'incontro a a reti inviolate, mentre nel ritorno del 16 maggio 1999, la squadra della Diga si impose per 2 a 0 con reti di Lombardini e Passoni.

La sera del 18 novembre 2001 andò in scena allo stadio Bentegodi di Verona, per l'undicesima giornata di campionato, la prima stracittadina scaligera giocata in Serie A: Verona divenne così la quintà città italiana, dopo Milano, Torino, Roma e Genova ad assistere a una stracittadina nel massimo campionato italiano. Fu il giorno in cui la profezia dei mussi volanti trovava realizzazione e fu una partita carica di tensione e di notevole interesse mediatico,[2] che si risolse con la vittoria in rimonta dell'Hellas festeggiata animatamente dall'allora tecnico scaligero Malesani.[3] Nel match di ritorno, il 24 marzo 2002, il Chievo però si prese la rivincita battendo i rivali per 2-1, ribaltando il gol iniziale di Mutu grazie alla doppietta di Federico Cossato.

Nella stagione 2013-2014, dopo la promozione dell'Hellas, torna a disputarsi il derby in Serie A. Nel campionato successivo il derby di ritorno, giocato il 10 maggio 2015, è il primo in Serie A a concludersi con un pareggio. Le due formazioni non si sono, finora, mai incontrate in Coppa Italia.

Lista dei risultati[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Data Partita Marcatori Competizione [4]
1994-1995 10 dicembre 1994 Verona Verona 1-1 Chievo Chievo 52' Fermanelli (V, rig.), 75' Gori (C) Serie B 1
7 maggio 1995 Chievo Chievo 3-1 Verona Verona 19' M. Cossato (C), 63' Valtolina (C), 73' Cammarata (V), 90' Giordano (C) Serie B 2
1995-1996 26 novembre 1995 Chievo Chievo 1-2 Verona Verona 53' Cammarata (V), 58' Zanini (V), 61' M. Cossato (C) Serie B 3
28 aprile 1996 Verona Verona 1-0 Chievo Chievo 78' De Vitis Serie B 4
1997-1998 11 ottobre 1997 Verona Verona 4-0 Chievo Chievo 1' Colucci, 26' Aglietti, 40' Corini, 86' Giandebiaggi Serie B 5
14 marzo 1998 Chievo Chievo 2-0 Verona Verona 65' F. Cossato, 86' Zanchetta Serie B 6
1998-1999 20 dicembre 1998 Verona Verona 0-0 Chievo Chievo Serie B 7
16 maggio 1999 Chievo Chievo 2-0 Verona Verona 42' Lombardini, 46' Passoni Serie B 8
2001-2002 18 novembre 2001 Verona Verona 3-2 Chievo Chievo 33' Eriberto (C), 37' Corini (C, rig.), 40' Oddo (V, rig.), 70' Lanna (C, aut.), 73' Camoranesi (V) Serie A 9
24 marzo 2002 Chievo Chievo 2-1 Verona Verona 13' Mutu (V), 44' F. Cossato (C), 74' F. Cossato (C) Serie A 10
2013-2014 23 novembre 2013 Verona Verona 0-1 Chievo Chievo 90+2' Lazarević Serie A 11
5 aprile 2014 Chievo Chievo 0-1 Verona Verona 65' Toni Serie A 12
2014-2015 21 dicembre 2014 Verona Verona 0-1 Chievo Chievo 81' Paloschi Serie A 13
10 maggio 2015 Chievo Chievo 2-2 Verona Verona 9' Paloschi (C), 20' Gomez (V), 26' Toni (V), 40' Pellissier (C, rig.) Serie A 14

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche generali[modifica | modifica wikitesto]

stagioni Vittorie
Chievo
Pareggi Vittorie
Verona
Gare Reti
Chievo
Reti
Verona
Serie A 3 3 1 2 6 8 7
Serie B 4 3 2 3 8 9 9
Totale 7 6 3 5 14 17 16

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Squadra Serie A Serie B Totale
Federico Cossato Chievo Chievo 2 1 3
Alberto Paloschi Chievo Chievo 2 0 2
Luca Toni Verona Verona 2 0 2
Eugenio Corini Verona Verona
Chievo Chievo
1 1 2
Fabrizio Cammarata Verona Verona 0 2 2
Michele Cossato Chievo Chievo 0 2 2

Classifica presenze calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Eugenio Corini, centrocampista di buon valore che ha militato in entrambe le formazioni, e segnato nel derby scaligero sia giocando per l'Hellas che per il Chievo.
Calciatore Presenze
Italia Lorenzo D'Anna 9 (Chievo Chievo)
Italia Maurizio D'Angelo 7 (Chievo Chievo)
Italia Alessandro Manetti 6 (Verona Verona)
Italia Dario Dainelli 5 (1 Verona Verona, 4 Chievo Chievo)
Italia Antonio De Vitis 5 (Verona Verona)
Italia Eugenio Corini 5 (2 Verona Verona, 3 Chievo Chievo)
Italia Michele Cossato 5 (4 Chievo Chievo, 1 Verona Verona)
Italia Enrico Franchi 5 (Chievo Chievo)
Italia Andrea Guerra 5 (Chievo Chievo)

Classifica presenze allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Alberto Malesani, il tecnico con più panchine nel derby veronese, avendo guidato entrambe le formazioni.
Allenatore Presenze
Italia Alberto Malesani 6 (4 Chievo Chievo, 2 Verona Verona)
Italia Andrea Mandorlini 4 ( Verona Verona)
Italia Bortolo Mutti 2 ( Verona Verona)
Italia Attilio Perotti 2 ( Verona Verona)
Italia Silvio Baldini 2 (Chievo Chievo
Italia Luigi Cagni 2 ( Verona Verona)
Italia Lorenzo Balestro 2 (Chievo Chievo)
Italia Cesare Prandelli 2 (Verona Verona)
Italia Luigi Delneri 2 (Chievo Chievo)
Italia Eugenio Corini 2 (Chievo Chievo)
Italia Rolando Maran 2 (Chievo Chievo)

Calciatori che hanno giocato per entrambe le squadre[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la lista, in ordine alfabetico, dei calciatori che hanno militato sia nel Chievo che nell'Hellas.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Stefano Bozzi, Verona derby top dogs, bbc.co.uk, 19 novembre 2001.
  2. ^ Maurizio Crosetti, Verona-Chievo, in campo il primo derby senza divisioni, repubblica.it, 16 novembre 2001.
  3. ^ Andrea Sorrentino, L'ultrà Malesani esplode "Non sono di plastica, repubblica.it, 19 novembre 2001.
  4. ^ Questa colonna contiene la numerazione progressiva dei derby veronesi tenendo in considerazione esclusivamente quelli disputati in gare ufficiali.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]