Mary J. Blige

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mary J. Blige
Mary J. Blige durante un'apparizione pubblica
Mary J. Blige durante un'apparizione pubblica
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rhythm and blues
Hip hop soul
Soul
Rap
Gospel
Periodo di attività 1992 – in attività
Album pubblicati 11
Studio 9
Live 1
Raccolte 1

Mary Jane Blige (New York, 11 gennaio 1971) è una cantante statunitense, autrice e produttrice di musica soul e R&B e 9 volte vincitrice del Grammy Awards. Conosciuta anche come Brook Lynn o Queen of Hip-Hop/Soul.

Nel corso della sua carriera ha duettato con artisti del calibro di Stevie Wonder, Sting, Whitney Houston, George Michael, U2, Chaka Khan, Wyclef Jean, Tiziano Ferro, Lauryn Hill, Elton John e Aretha Franklin, per la quale ha pure scritto dei brani.

È considerata una delle più grandi interpreti R&B, in quanto a successo di vendite (oltre 40 milioni di copie vendute)[1] e a doti vocali e interpretative.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È nata nel Bronx; dopo aver trascorso i primi 5 anni della sua vita in Georgia, torna a New York. L'infanzia della Blige è difficile, problemi familiari e di salute le lasciano cicatrici sia fisiche sia morali. La sua passione per il canto si manifesta molto presto ed entra così nel coro della chiesa locale, decidendo poco più tardi di fare di questa sua passione un vero e proprio mestiere. La sua carriera musicale cominciò con la cover di Caught Up in the Rapture di Anita Baker, registrata con una macchina per karaoke nel 1989. Il nastro giunse alla "Uptown Records", che le fece firmare un contratto come corista. Il giovane produttore Sean Combs (a quel tempo conosciuto come Puff Daddy) si interessò a lei, e la aiutò nella realizzazione del suo primo album What's the 411?, uscito nel 1992. L'inedita fusione tra Hip-Hop e Soul operata nell'album creò un nuovo genere che permise a Mary J. Blige di fregiarsi del titolo di "Queen of Hip-Hop/Soul".

Il disco, trainato dalle hit "You Remind Me" e "Real Love", entrambe numero 1 nella classifica R&B e certificate dischi d'oro dalla RIAA[2], si rivela un successo, raggiunge la top 10 americana, e vende solo negli USA 3 milioni di copie. È considerato uno dei più importanti album R&B degli anni novanta e verrà imitato da diversi altri artisti. Nonostante i successi professionali la vita privata della Blige è molto tormentata, comincia ad abusare di alcol e droga e cade in una profonda depressione. Nel 1994 esce il suo secondo lavoro "My Life", anch'esso entra nella top 10 americana e conferma il successo del precedente lavoro, vendendo più di tre milioni di copie solo negli USA.

Nel 1996 Blige pubblica il singolo Not Gon' Cry, che raggiunge la posizione numero 2 nella Billboard Hot 100 e viene certificato disco di platino con oltre 1.000.000 copie vendute[2]; scritto e prodotto da Babyface, è tratto dalla colonna sonora del film Donne - Waiting to Exhale. Il pezzo precede l'uscita del suo terzo album Share My World, uscito nel 1997, con cui interruppe la sua collaborazione con Puff Daddy. Share My World diventa il primo album della Blige a raggiungere la numero 1 negli USA, e vende solo negli USA più di 4 milioni di copie e circa 6 milioni in tutto il mondo.

Nel 1998 pubblicò il suo primo album live, The Tour. L'anno successivo Mary fece uscire il suo album più apprezzato dalla critica, Mary, il disco entrò direttamente alla numero 2 negli USA e vendette più di due milioni di copie, solo negli USA, e 4 milioni in tutto il mondo. Nell'album sono inclusi brani come All that I can say, Deep inside e As cover di un brano di Stevie Wonder, cantata in duetto con George Michael. Nel 2000 duetta con Wyclef Jean nell'intensa 911. Nel 2001 uscì il quinto album, No More Drama. Il primo singolo, Family Affair, divenne la sua prima numero 1 negli States e la sua prima hit internazionale, facendola diventare molto popolare anche in Europa, dove non era ancora molto famosa (tranne che in Inghilterra) e ancora oggi è considerato il suo singolo di maggior successo. Anche la title track stessa diventerà un grande successo. Il singolo Rainy Dayz, un duetto con Ja Rule, è incluso nella riedizione di No More Drama (2002). No More Drama ha raggiunto la posizione numero 2 negli USA, ha venduto più di 7 milioni di copie in tutto il mondo di cui 3 milioni solo negli USA ed è considerato il suo album di maggior successo.

Nei Grammy Awards del 2002, Blige fu protagonista di una delle migliori performance della storia dei Grammy con una toccante versione di No More Drama in cui si commosse fino alle lacrime. Dopo essere passata alla Geffen l'artista realizzò il suo sesto album, Love & Life; nonostante l'album abbia debuttato alla numero 1 negli USA, il disco è considerato un mezzo flop, vende circa due milioni e mezzo di copie nel mondo ed 1 milione negli USA, molto meno del predecessore; va meglio in Europa dove il disco si rivela un discreto successo, ma sempre lontano da No More Drama.

Mary J. Blige.

Mary J. Blige ha vinto tre Grammys. Il primo fu per il miglior duetto rap assieme a Method Man nella loro cover del classico di Marvin Gaye & Tammi Terrell You're all I need to get by, rinominato I'll be there for you/You're all I need, nel 1996. Blige ha anche vinto un "American Music Award" e un "Soul Train Music award" e vinse il suo primo MTV Video Music Award per il video di No More Drama nel 2002.

Il 7 dicembre 2003 si sposa con il produttore Kendu Isaacs, con una cerimonia privata nella loro casa in New Jersey. Nel 2005 esce il singolo Be Without You che, battendo il record di Deborah Cox, diventa la canzone R&B di maggior successo nella storia della musica. L'album che ne segue, The Breakthrough, entra direttamente alla numero 1 della classifica di Billboard, vendendo più di 700.000 copie in una sola settimana. Il secondo singolo estratto per il mercato europeo è One, celebre brano degli U2, questa cover vanta la collaborazione di Bono e soci. Il singolo, pubblicato solo in Europa, ottiene un successo oltre le aspettative. Il secondo singolo pubblicato per il mercato americano è invece Enough Cryin (feat. Brook, alter ego della cantante utilizzato in due brani dell'album in cui, oltre a cantare, si cimenta nel rap).

Grazie all'album The Breakthrough ha vinto ben nove premi ai "Billboard Music Awards" tenutisi nel dicembre del 2006. Partecipa al progetto di un film sulla vita della cantante jazz Nina Simone (interpretata dalla stessa Mary) prodotto da "MTV Films/Paramount Pictures". The Breakthrough ha venduto 6 milioni di copie in tutto il mondo e più di 3 milioni solo negli USA, divenendo uno dei dischi di maggior successo del 2006. Nel dicembre del 2006 pubblica Reflections: A Retrospective, raccolta di successi con gli inediti We ride (I see the future)'' (primo singolo), Reflections e King & Queen in duetto con John Legend. Nello stesso periodo pubblica, solamente negli Stati Uniti, "Mary J. Blige & Friends" album a edizione limitata (500.000 copie stampate) disponibile tramite "Circuit City Stores", l'album raccoglie duetti vecchi e nuovi con artisti come Sting, Elton John, Patti LaBelle, Jamie Foxx, Robin Thicke e molti altri.

Vincitrice di 3 Grammy Award, nell'edizione 2007, come miglior canzone, miglior album R&B e miglior performance femminile R&B. Nel novembre del 2007 pubblica il suo ottavo album in studio intitolato Growing Pains, anticipato dal singolo Just Fine. Growing Pains ha raggiunto nuovamente la numero 1 negli USA, ed ha già vinto il disco di platino negli States. In Europa il disco è stato pubblicato in ritardo rispetto agli USA, ma si è comunque rivelato un buon successo, anche se non paragonabile al precedente "The Breakthrough". Ad oggi ha venduto quasi 3 milioni di copie in tutto il mondo.

In America la Apple ha prodotto uno spot per l'iPod e iTunes proprio con Mary J. Blige come protagonista. A fine agosto 2008 viene lanciata la canzone "Just Stand Up", una canzone per raccogliere fondi e donarli alle ricerche contro il Cancro. Alla canzone partecipano altre 14 cantanti: Nicole Scherzinger, Beyonce, Carrie Underwood, Rihanna, Miley Cyrus, Sheryl Crow, Fergie, Leona Lewis, Keyshia Cole, LeAnn Rimes, Natasha Bedingfield, Ciara, Mariah Carey e Ashanti. Il 2 settembre la canzone è stata resa disponibile per il download digitale e il 5 è stata eseguita live da tutte le cantanti per la campagna promozionale "Stand Up to Cancer".

Un anno dopo vengono pubblicati i singoli The One e I Am, che anticipano l'uscita del suo nono album, Stronger with Each Tear. Il 1º febbraio 2010 ai Grammy Awards canta insieme ad Andrea Bocelli una versione di Bridge over Troubled Water per raccogliere fondi a favore di Haiti. Il 20 febbraio 2010 si esibisce come ospite nella serata finale del 60º Festival di Sanremo. In Italia, l'uscita dell'album "Stronger with Each Tear" è stata anticipata dal singolo "Each Tear" cantata assieme a Tiziano Ferro. I due hanno registrato assieme anche un video in bianco e nero. Verso la fine del 2011 viene inoltre pubblicato il suo decimo album My Life II... The Journey Continues (Act I) dal quale sono stati estratti i singoli 25/8 e Mr. Wrong, quest' ultimo interpretato in duetto col rapper canadese Drake.

Nell'ottobre del 2013 pubblica il suo primo album di canzoni natalizie intitolato "A Mary Christmas" che contiene anche un duetto con Barbra Streisand.[3]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia di Mary J. Blige.

Album[modifica | modifica sorgente]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mary J. Blige - Discography, biography, music, MP3s, credits, pictures & videos at SoundUnwound
  2. ^ a b RIAA - Recording Industry Association of America
  3. ^ My Way: Mary J. Blige e Barbra Streisand: la cover di "When You Wish Upon A Star"

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 54339397 LCCN: no96014488