Precious (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Precious
Precious (film).jpg
Gabourey Sidibe in una scena del film.
Titolo originale Precious
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 2009
Durata 110 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85 : 1
Genere drammatico
Regia Lee Daniels
Soggetto Sapphire (romanzo)
Sceneggiatura Geoffrey Fletcher
Produttore Lee Daniels, Gary Magness, Sarah Siegel-Magness
Produttore esecutivo Tyler Perry, Oprah Winfrey, Lisa Cortes, Tom Heller
Casa di produzione Lee Daniels Entertainment
Smokewood Entertainment Group
Distribuzione (Italia) 01 Distribution
Fotografia Andrew Dunn
Montaggio Joe Klotz
Musiche Mario Grigorov
Scenografia Roshelle Berliner
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Precious è un film del 2009 diretto da Lee Daniels, basato sul romanzo di Sapphire Push - La storia di Precious Jones. Il film è stato presentato al Sundance Film Festival, dove si è aggiudicato diversi premi, e successivamente al Festival di Cannes 2009 nella sezione Un Certain Regard.[1]

Il film ottiene sei candidature agli Oscar 2010, tra cui miglior film, miglior regia, miglior attrice protagonista (Gabourey Sidibe), miglior attrice non protagonista (Mo'Nique), miglior sceneggiatura non originale e miglior montaggio, finendo col vincere quelli per la migliore attrice non protagonista e per la migliore sceneggiatura non originale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Harlem povera e disagiata degli anni ottanta, vive l'adolescente Precious, obesa e semianalfabeta. Violentata dal padre, ha dato alla luce una bambina con la sindrome di Down, e come se non bastasse deve sopportare le quotidiane umiliazioni da parte della madre, violenta e disoccupata. Quando la scuola scopre che Precious è nuovamente incinta, sempre a causa delle violenze del padre, la espelle. Grazie all'interessamento della direttrice, la ragazza viene mandata in un istituto per ragazzi con problemi sociali. Lì inizia pian piano a recuperare la fiducia in sé stessa e grazie all'aiuto di diverse persone, Precious inizia un percorso verso una vita più umana e felice. Ispirata dalla sua nuova insegnante Blu Rain impara a leggere e a scrivere; incontra inoltre l'assistente sociale Mrs. Weiss, che viene a conoscenza dell'incesto domestico quando Precious si lascia sfuggire chi è il padre dei suoi figli. Quando la ragazza è in ospedale per dare alla luce il suo secondo figlio, Abdul, incontra John McFadden, un assistente infermiere che le dimostra gentilezza. Tornata a casa dall'ospedale, viene assalita dalla madre mentre ha in braccio Adbul di soli tre giorni; allora Precious trova infine la forza di reagire e fuggire col bimbo; viene ospitata da Blu Rain e dalla sua compagna. Il mattino seguente l'insegnante trova a Precious un posto dove può essere assistita; la protagonista del film sarà così in grado di proseguire gli studi mentre alleverà Abdul in una casa di riabilitazione. Presto la madre tornerà da lei per informarla che il padre è morto di AIDS. Precious si scopre sieropositiva, mentre Abdul non lo è. La ragazza e sua madre si incontrano per l'ultima volta nello studio della signorina Weiss, che interrogando Mary scopre così gli abusi subiti da Precious dall'età di tre anni: nonostante questo, l'unico sentimento che la madre dimostra è gelosia verso la figlia che "le avrebbe tolto le attenzioni di suo marito". La madre prega la signorina Weiss di aiutarla a far ritornare sua figlia a casa, ma lei rifiuta quando scopre la gravità degli abusi. Il film si conclude con Precious decisa e concentrata a migliorare la sua vita e quella dei suoi figli. Tronca i rapporti con la madre e progetta di completare l'esame di DGE (General Educational Developement) per ricevere il diploma equivalente di scuola superiore.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Il ruolo principale di Precious Jones è affidato alla debuttante Gabourey Sidibe, ad affiancarla vi sono Mo'Nique e Paula Patton, rispettivamente la madre e l'insegnante della ragazza. Il cast è arricchito dalla presenza di due cantanti, Lenny Kravitz, nel ruolo di un infermiere, e Mariah Carey nei panni di un'assistente sociale.

Produzione e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è una co-produzione tra la compagnia di Lee Daniels, la Lee Daniels Entertainment, e la Smokewood Entertainment Group. Il film è stato acquistato per la distribuzione statunitense dalla Lionsgate, che ha ottenuto il supporto promozionale dalla Harpo Productions di Oprah Winfrey e dalla 34th Street Films di Tyler Perry. In Italia invece è distribuito dalla 01 Distribution.

Il film è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival nel gennaio 2009 con il titolo Push: Based on the Novel by Sapphire, dove ha ottenuto tre riconoscimenti, premio del pubblico, gran premio della giuria e premio speciale della giuria per l'interpretazione drammatica di Mo'Nique. Dopo l'anteprima al Sundance, la Lionsgate ha deciso di cambiare il titolo da Push: Based on the Novel by Sapphire a Precious, per evitare che la pellicola venga confusa con il film d'azione dello stesso anno Push.[2]

A maggio il film è stato presentato in competizione nella sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes 2009. In quell'occasione ha ottenuto lunghi applausi ed una standing ovation.[3][4]

Il film, dopo la vittoria dei due Oscar e l'anteprima il 15 marzo 2010 al Festival del Cinema Africano, d'Asia e d'America Latina di Milano[5], è stato distribuito in Italia da Fandango ed è uscito nelle sale il 26 novembre 2010.[6] In Italia, nonostante il calibro e i premi ricevuti, il film non è stato pubblicizzato ed è stato distribuito in maniera del tutto inadeguata. È uscito in dvd e Blu-ray Disc il 5 aprile 2011.[7]

Botteghino[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 novembre 2009 Precious ha avuto una distribuzione cinematografica limitata ed avrebbe dovuto apparire sugli schermi solo nel Nord America. Negli Stati Uniti il film è stato valutato con una "R" dalla Motion Picture Association of America (MPAA) a causa del suo argomento maturo, in particolare per aver trattato nuovamente in modo duro "l’abuso sessuale sui minori, con un linguaggio osceno”[8]

Durante il suo weekend di apertura, il film ha guadagnato 1.872.458 dollari, che lo hanno piazzato al dodicesimo posto nella classifica di botteghino di quel fine settimana, pur essendo proiettato solo in 18 cinema[9][10]Precious ha visto un incremento del 214% nella sua seconda settimana di distribuzione, guadagnando 5.874.628 dollari in 174 cinema, che lo hanno catapultato fino al terzo posto nella classifica di botteghino di quel weekend, con una media per cinema di 33.762 dollari. Il 20 Novembre 2009, il film ha ricevuto una distribuzione più ampia, venendo proiettato in 629 cinema. Nella sua terza settimana, Precious , come aveva precedentemente previsto la sua casa cinematografica, si è piazzato al sesto posto, con un guadagno di 11.008.000 dollari, un aumento dell'87,4% rispetto alla settimana precedente[11]

Dopo aver cavalcato per tre settimane l’onda del successo, il film ha iniziato a vedere una discesa nei guadagni. Tuttavia Precious detiene il record per il film con il più alto incasso all’esordio in 100 cinema e per la più elevata media di incassi per  proiezioni di film mostrati in meno di 50 cinema[12]Precious ha incassato un totale di 40.320.285 dollari in più di sei settimane di distribuzione. Il film ha aperto al nono posto nel Regno Unito, con ricavi pari a 259.000 dollari nel weekend di lancio con una distribuzione limitata in 47 sale cinematografiche, generando una media di 5.552 dollari per proiezione[13].

Musiche[modifica | modifica wikitesto]

Il  tema principale del film  è stato scritto dal compositore Robin Thicke[14]. Più tardi è stato annunciato che la canzone sarebbe stata sostituita da "I Can See In Color"[15]di Mary J. Blige. Nel trailer del film è presente canzone di Leona Lewis "Happy "(dal suo album  Echo)[16]. Daniels ha dichiarato che gli artisti presenti nella colonna sonora del film sono stati scelti perché "risuonano non solo nel mondo di Precious, ma parlano alla tua anima, indipendentemente da chi sei"[17]. Altre due canzoni, eseguite decenni prima da Queen Latifah e Mahalia Jackson[18], sono state scelte per la colonna sonora del film. Alla colonna sonora collaborano anche LaBelle (Nona Hendryx , Sarah Dash , e Patti LaBelle), Donna AllenJean Carn, Sunny Gale, e MFSB[19]

La Lionsgate, in associazione con la Matriarch /Geffen Records, ha lanciato la colonna sonora online il 3 novembre 2009 e nei negozi il 23 novembre[20][21]. Il People Magazine Daily[22] ha fatto notare che il film "ha avuto una colonna sonora[23]di musiche selezionate, ma non un gran che come musica, così sono state inserite canzoni popolari nel film[24]". Peter Travers dei Rolling Stone, descritto "I Can See In Color" come "una canzone impressionante, che esprime l'obiettivo di Precious di vedere il mondo a colori"[25][26].

Marketing[modifica | modifica wikitesto]

Il direttore del film Lee Daniels disse che ci fu un certo imbarazzo nel proiettare Precious al Festival di Cannes, poiché pensava che il film avrebbe potuto mettere in cattiva luce gli afro-americani a causa del suo contenuto. Precious venne proiettato durante il Sundance Film Festival dal 15 gennaio al 25 gennaio 2009 a Park City nello Utah[27]. Il film apparve nella sezione Un Certain Regard, una categoria di premio che riconosce film unici e innovativi, nel sessantaduesimo Film Festival di Cannes nel maggio 2009[28]. A Cannes il film ha ricevuto 15 minuti di standing-ovation dal pubblico dopo la proiezione[29].

Oprah Winfrey ha usato il suo prestigio, sia come celebrità che come personaggio mediatico e questo viene descritto da Ben Child del The Guardian come “un impulso promozionale di alto profilo”[30][31]. Alla conferenza stampa la stessa Winfrey ha annunciato la sua intenzione di guidare una campagna promozionale a favore di Precious, sperando di essere capace di “portare ad un pubblico diversificato il film” promuovendolo nel suo show, nella sua rivista e nel suo canale radio-satellitare[32]. Katie Walmsley della CNN, sulla base dell’accoglienza positiva del film al Toronto Film Festival ha osservato che “perlomeno il premio (Toronto) garantirà a Precious una sostanziale distribuzione, così pure come l’esposizione del direttore Daniels”[33].

Home Media [modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito in DVD-Video e Blu-ray Disc il 9 marzo 2010, raggiungendo il primo posto nella top ten delle vendite di DVD negli Stati Uniti con 1,5 milioni di DVD venduti nella prima settimana di uscita. Precious ha anche ha raggiunto la prima posizione nelle classifiche di noleggio per iTunes e Amazon.com[34] . 

Premi e nomine[modifica | modifica wikitesto]

Precious ha ricevuto dozzine di nomine nelle varie categorie di premio cha vanno dalla performance del cast alla direzione, dalla cinematografia all’adattamento del libro del film stesso, includendo sei nomine all’Academy Award. Il produttore Lee Daniels ha vinto il People’s Choise Award, un premio dato dai membri del pubblico al Toronto International Film Festival del 2009[35]. Daniels inoltre ha vinto entrambi i premi per cui è stato nominato al San Sebastian International Film Festival, il TVE Otra Mirada Award e il premio del pubblico.  E 'stato anche nominato nella categoria Bronze Horse al Festival del Cinema di Stoccolma  e ha vinto il Best Feature Film all’Hawaii International Film Festival[36].

Precious ha ricevuto cinque premi nel 2009 agli Independent Spirit Awards (ISA) nelle categorie miglior film, miglior sceneggiatura, miglior regia, miglior attrice e miglior attrice non protagonista[37]. Il film ha ricevuto candidature anche ai 67 Annual Golden Globes per il film e per la performance di Mo'Nique e Sidibe[38]; Mo'Nique ha vinto il premio come miglior attrice non protagonista.

Il film è stato nominato in tutte e tre le principali categorie agli  Screen Attore Guild Awards del 2009:miglior cast, la migliore attrice e miglior attrice non protagonista (vinto da Mo'Nique)[39].

Precious è stato considerato per il BAFTA Awards  in diverse categorie di premio, tra cui miglior film, miglior regista, migliore sceneggiatura, miglior montaggio, miglior attrice protagonista (Gabourey Sidibe), e miglior attrice non protagonista (Mo'Nique)[40].

Il 2 febbraio 2010, il film ha ricevuto le candidature agli Academy Award per il miglior film, miglior attrice (Sidibe), miglior attrice non protagonista (Mo'Nique), miglior regista (Daniels), miglior sceneggiatura non originale (Fletcher), e Miglior Montaggio (Klotz). Il 7 marzo 2010, Mo'Nique (miglior attrice non protagonista) e Fletcher (Migliore Sceneggiatura) hanno vinto premi Oscar nelle rispettive categorie. Il film è stato anche nominato per un GLAAD Media Award per "eccellente distribuzione del film" durante i ventunesimi GLAAD Media Awards[41].              

Recensioni[modifica | modifica wikitesto]

L’attrice Mo’Nique, che ha recitato nel ruolo di “Mary Johnson”, ha ricevuto il plauso della critica per la sua performance che le ha fatto guadagnare un Golden Globe, un SAG Award, un BAFTA e un Academy Award. Precious ha ricevuto molte acclamazioni dalla critica. Il sito internet Rotten Tomatoes riferisce che il 91% delle 281 critiche ha dato una recensione positiva al film, con una media in classifica di 7.8 su 10[42]. Ciò che emerge all’unanimità dal sito è che “Precious è un film triste ma essenzialmente trionfante sull’abuso e la vita nei bassifondi, ampiamente sostenuto dalle eccezionali performance del suo cast”. Il Metacritic, che assegna una classifica standardizzata in centesimi alle recensioni, ha assegnato al film un punteggio di 79, basato su 36 recensioni, indicandole come “recensioni per lo più positive”[43].

John Anderson del Variety, ha detto :”chiamarlo semplicemente straziante o spietato non sarebbe la cosa giusta”, avendo notato che il film “è coraggioso e inflessibile, un miscuglio di degradazione ed euforia, disperazione e speranza”. Anderson ha definito la performance della Carey come perfetta e il ruolo della Patton, la signorina Blu Rain, disarmante[44].

Owen Gleiberman dell’Entertainment Weekly, ha lodato la performance della Carey, per aver dimostrato “un’autentica compassione” e ha lodato anche sia il film per avere catturato il fatto di ”come una ragazza perduta resuscita se stessa”, sia Lee Daniels per aver dimostrato “assoluto coraggio come regista andando nel profondo delle patologie che possono ancora indugiarsi negli armadi delle vite di alcuni sobborghi indigenti”.

Gleiberman descrive il film come un film che “ti fa pensare, ‘la stessa cosa sarebbe potuta succedere a me’. […] E’ un’esperienza toccante, poiché alla fine ci si sente testimoni niente meno che di una nascita  di un’anima” e si percepisce che “la scena finale di rivelazione” tra i personaggi si Sibide e Mo’Nique era abbastanza forte da riuscire a lasciare gli spettatori in lacrime, scossi e sballottati con pena e terrore”.

Roger Ebert, del Chicago Sun Time, ha lodato le performance di Sibide e Mo’Nique. Erbert descrive di quest’ultima come “paurosamente coinvolgente” e nota che “il film è una dimostrazione dell’abilità di Sibide di coinvolgere la nostra empatia”, poiché “ha  completamente creato il personaggio di Precious”.Egli ha notato che le performance della Carey e della Patton”hanno avuto lo stesso impatto sullo schermo di Sibide”. Elbert elogia Deniels perché piuttosto di ingaggiare le attrici per i loro nomi, “è stato capace di vedere oltre la superficie e ha creduto che esse avessero dentro di loro le risorse emozionali per interpretare queste donne, e aveva ragione”[45].

Batsey Sharkey, del Los Angeles Times, descrive il film come “un diamante grezzo … Un raro miscuglio di puro intrattenimento e cupa testimonianza sociale, è una storia sconvolgentemente cruda, sorprendentemente irriverente”[46].

Claudia Puig, del USA Today, dice che mentre ci sono momenti melodrammatici nel film, il cast da “delle interpretazioni straordinarie” per mostrare al pubblico “il messaggio ispiratore”del film[47].

Peter Travers, del Rolling Stones, chiama Mo’Nique “dinamite”, una performance che “stacca il cuore”[48].

Mary Pols, del Times, le sequenze di fantasia del film per essere capaci di mostrare al pubblico una “gioiosa energia da Mago di Oz” che è in grado di ”aprire la porta della mente di Precious in un modo che perfino l’autrice non avrebbe saputo fare”[49].

Marshall Fine, del Huffington Post ha elogiato il film essendo “un film che non si tira indietro dalle profondità nelle quali l’essere umano affonda, ma mostra la forza di cui siamo capaci, anche nei momenti più bui”[50].

Scott Mendelson, del Huffington Post, dice che se si mettono da parte i problemi lampanti, il film “opera ancora come potente studio del carattere e come occhiata dentro al mondo che piuttosto preferiamo fingere che non esista in America. Ma mentre il film si afferma come potente sorpresa di recitazione e potente studio di carattere, ci sono alcune maggiori questioni narrative che impediscono al film di essere  capolavoro fortuito”. Mendelson descrive il film come una “centrale elettrica che agisce basandosi sui suoi molteplici temi emotivi”[51].

Il critico Jack Mattew ha scritto: “senza avere familiarità con il materiale sorgente, non si ha veramente idea di quanto lavoro è stato fatto nell’adattamento e quanto bene è stato fatto. Geoffrey, sceneggiatore di ‘Precious:based on the novel “Push”by Sapphine’ ha fatto il lavoro del servitore nel trasformare il romanzo crudo e tipico del viaggio di un’adolescente abusata di Harlem in una storia coerente ed ispiratrice”[52].

L’articolo “Precious dispays power of film”(Entertainment Weekly) di Owen Gleiberman riconosce come Daniels usa una delle ricche scene create da Fletcher per collocare Mo’Nique in un doloroso confronto con Sibide, che si traduce in una performance magistrale e che fa riflettere, che da la spinta finale che serve a Sibide. Gleiberman scrive che “la scena finale della rivelazione tra madre e figlia lascia in lacrime, scossi e sorpresi con terrore”[53].

Precious ha ricevuto anche critiche negative. Armond White, che scrive nel New York Press, ha paragonato il film a poiché degrada l’idea della vita dei neri americani e lo ha definite “la truffa dell’anno”[54]. White in un’intervista ha dichiarato inoltre che la popolarità del film è dovuta al fatto che “l’anormalità nera vende”[55].

Courtland Milloy, del Washington Post ha dichiarato che Precious è un film “di lascivo interesse che ha più o meno lo stesso valore sociale salvifico di un film porno”[56].

Keith Uhlich, del [[Time Out New York]] che il film non è all’altezza della sua lunga promozione e che “è stato sconcertante” scoprire l’elogio del film al Sundance Festival, poiché Uhlich lo definisce avere un “merito trascurabile”[57].

Dana Stevens, della Slate ha notato che “l’entusiasmo del film” di “trascinare” il pubblico “attraverso le più basse profondità dell’esperienza umana” lascia il pubblico “senza lo spazio per trarre le proprie conclusioni”[58].

Peter Bradshow nel The Guardian ha dichiarato che “il film non era il capolavoro trascendente che alcuni hanno fatto credere che fosse”[59].

Sukdev Sandhu nel The Daily Telegraph ha affermato che ha trovato il film “una deprimente combinazione tra stereotipo e melodramma”, sebbene abbia dichiarato che il film comprendeva alcune eccellenti recitazioni[60].             

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • In una scena del film, Precious e sua madre guardano la televisione dove trasmettono il film La ciociara di Vittorio De Sica (in lingua italiana e sottotitolato in inglese) e per qualche istante la protagonista si identifica nel personaggio della giovanissima e sventurata Rosetta.
  • In una scena si può notare una sequenza video riguardante le Proteste di Piazza Tienanmen nella quale un giovane studente, conosciuto come Rivoltoso Sconosciuto, tenta di fermare l'avanzata di un carro armato ponendosi dinnanzi ad esso. Si tratta di un errore storico, dato che il film è ambientato nel 1987 e le proteste di piazza Tienanmen si svolsero due anni dopo nel 1989.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Official Selection 2009, festival-cannes.fr. URL consultato il 12 luglio 2011.
  2. ^ (EN) When Push comes to shove, variety.com. URL consultato il 24-05-2009.
  3. ^ Quando l'istruzione è preziosa, cinemafrica.org. URL consultato il 24-05-2009.
  4. ^ Cannes: standing ovation per Precious di Lee Daniels, tio.ch. URL consultato il 24-05-2009.
  5. ^ Precious apre il Festival del cinema africano, d’Asia e America latina, blog.panorama.it. URL consultato il 16-04-2010.
  6. ^ “Precious”, finalmente in Italia dal 26 novembre, duellanti.com. URL consultato il 31-10-2010.
  7. ^ Precious - Recensione Blu-ray, Silenzio-In-Sala.com. URL consultato il 04-02-2012.
  8. ^ ^ "Precious (Based On The Novel 'Push' By Sapphire)". MPAA.com. 15-11-2009
  9. ^ ^ "Precious: Based On The Novel 'Push' By Sapphire".BoxOfficeMoJo.com. 16-11-2009.
  10. ^ ^ "6–8 November 2009". BoxOfficeMoJo.com. 16-11-2009.
  11. ^ ^ "Precious: Based On The Novel 'Push' By Sapphire".BoxOfficeMoJo.com. 16-11-2009.
  12. ^ ^ Pamela McClintock (07-11-2009). "'Precious' on path to indie success".Variety.com. 16-11-2009.
  13. ^ ^ Gant, Charles (02-02-2010). "Precious gives Avatar a run for its screen average at UK box office". Guardian.co.uk (London). 02-02-2010.
  14. ^ ^ Gail Mitchell (2008-08-29). "Robin Thicke reflects on race, music and Something Else". Reuters.com. 17-11-2009
  15. ^ ^ Press Release (05-11-2009). "Lionsgate Music, in Association With Matriarch/Geffen Records, Announces Release of Soundtrack to Lee Daniels' Highly Anticipated Film Precious: Based On The Novel 'Push' By Sapphire". Reuters.com. 18-11-2009.
  16. ^ ^""Happy" Featured in Precious Movie Trailer". LeonaLewis.com. 10-11-2009/19-11-2009.
  17. ^ ^ "Blige performs on 'Precious' soundtrack". UPI.com. 09-11-2009/ 18-11-2009.
  18. ^ ^ "Blige performs on 'Precious' soundtrack". UPI.com. 09-11-2009/18-11-2009.
  19. ^ ^ Press Release (2009-11-05). "Lionsgate Music, in Association With Matriarch/Geffen Records, Announces Release of Soundtrack to Lee Daniels' Highly Anticipated Film Precious: Based On The Novel 'Push' By Sapphire". Reuters.com. 18-11-2009.
  20. ^ ^ Press Release (2009-11-05). "Lionsgate Music, in Association With Matriarch/Geffen Records, Announces Release of Soundtrack to Lee Daniels' Highly Anticipated Film Precious: Based On The Novel 'Push' By Sapphire". Reuters.com. 18-11-2009.
  21. ^ ^ "Blige performs on 'Precious' soundtrack". UPI.com. 09-11-2009/18-11-2009.
  22. ^ ^ "Precious Soundtrack". InterScope.com. 18-11-2009.
  23. ^ ^ "Blige performs on 'Precious' soundtrack". UPI.com. 09-11-2009/18-11-2009.
  24. ^ ^ Editorial Staff (17-11-2009). "Precious Movie Review: Mo’Nique Shines Wickedly, but Characters Fail to Connect; Tiny Roles for Mariah Carey, Lenny Kravitz, Sherri Shepherd". PeopleMagazineDaily.com. 18-11-2009.
  25. ^ ^ Press Release (05-11-2009). "Lionsgate Music, in Association With Matriarch/Geffen Records, Announces Release of Soundtrack to Lee Daniels' Highly Anticipated Film Precious: Based On The Novel 'Push' By Sapphire". Reuters.com. 18-11-2009.
  26. ^ ^ Peter Travas (05-11-2009). "Precious Review". RollingStone.com. 16-11-2009.
  27. ^ ^ Brooks Addicott. "Press & Industry -- Sundance Film Festival (festival dates)".Sundance.org. 07-02-2009..
  28. ^ ^ "Festival de Cannes: Precious". Festival.Cannes.com. 17-11-2009.
  29. ^ ^ Lynn Hirschberg (25-10-2009). "The Audacity of ‘Precious’". NYTimes.com. Novembre 2009.
  30. ^ ^ S. James Snyder (21-09-2009). "Can Oprah Lead Precious All the Way to Oscar?". Time.com. 17-11-2009.
  31. ^ ^ Ben Child (21-09-2009). "Oprah Winfrey helps Precious find love in Toronto".Guardian.co.uk [[Guardian.co.uk|]](London). 11-17-2009.
  32. ^ ^ S. James Snyder (21-09-2009). "Can Oprah Lead Precious All the Way to Oscar?". Time.com. 17-11-2009.
  33. ^ ^ Katie Walmsley (21-09-2009). "Oprah flick 'Precious' wins top award at Toronto".CNN.com. 16-11-2009.
  34. ^ ""Precious" sales report". MariahCarey.com (sito ufficiale). 24-03-2010.
  35. ^ ^ Cameron French (21-09-2009). ""Precious" wins top Toronto film festival prize".Reuters.com. 16-11-2009.
  36. ^ ^ "Precious: Based on the Novel "Push" by Sapphire: Awards"IMDb.com. 16-11-2009.
  37. ^ ^ Susan King (01-12-2009). "'Precious' and 'The Last Station' lead Independent Spirit Award nominations [Updated]". LATimes.com. 01-12-2009.
  38. ^ ^ HFPA News (15-12-2009). "The 16th Annual Golden Globe Awards Nominations".GoldenGlobes.org. 15-12-2009.
  39. ^ ^ Screen Actor Guild Awards (17-12-2009). "Nominations Announced For The 16th Annual Screen Actor Guild Awards". SAGAwards.com. 17-12-2009.
  40. ^ ^ "Orange British Academy Film Awards in 2010 – Long List". Static.BAFTA.org. 08-01-2010.
  41. ^ ^ "21st Annual GLAAD Media Awards - English Language Nominees". Gay & Lesbian Alliance Against Defamation. 2010. 21-02-2010.
  42. ^ ^ "Precious: Based on the Novel "Push" by Sapphire (2009)". Rotten TomatoesIGN Entertainment. 17-01-2010.
  43. ^ ^ "Precious: Based on the Novel "Push" by Sapphire (2009): Reviews". Metacritic.CNET Networks. 26-12-2009.
  44. ^ ^ John Anderson (18-01-2009). "Push: Based on the Novel by Sapphire".Variety.com. 16-11-2009.
  45. ^ ^ Roger Ebert (04-11-2009). "Precious (R)". Chicago Sun-Times. 17-11-2009.
  46. ^ ^ Betsey Sharkey (06-11-2009). "'Precious' cuts deep". LATimes.com. 17-11-2009.
  47. ^ ^ Claudia Puig (06-11-2009). "'Precious' is raw and painful but poignant".USAToday.com. 17-11-2009.
  48. ^ ^ Peter Travas (05-11-2009). "Precious Review". RollingStone.com. 16-11-2009.
  49. ^ ^ Mary Pols (16-11-2009). "Precious Review: Too Powerful for Tears". Time.com. 20-11-2009.
  50. ^ ^ Marshall Fine (05-11-2009). "Movie review: Precious: From the Novel PUSH by Sapphire". HuffingtonPost.com. 20-11-2009.
  51. ^ ^ Scott Mendelson (20-11-2009). "HuffPost Review: precious (2009)".HuffingtonPost.com. 20-11-2009.
  52. ^ ^ "Oscar Predictions 2010: Who Will Be Nominated?". moviefone.com. 02-02-2010.
  53. ^ ^ "'Precious' displays power of film". CNN.com. 02-02-2010.
  54. ^ ^ Armond White, Pride and Precious. In the New York Press, 4-10-2009, estratto del 12-30-2010.
  55. ^ ^ Lee, Felicia R. (20-11-2009). "To Blacks, Precious Is ‘Demeaned’ or ‘Angelic’". NYTimes.com. 05-03-2010.
  56. ^ ^ Courtland Milloy (18-11-2009). "A film as lost as the girl it glorifies".WashingtonPost.com. 18-11-2009.
  57. ^ ^ Keith Uhlich (04-11-2009). "Precious: Based on the Novel "Push" by Sapphire".NewYor.Timeout.com. Archiato dall' originale il 10-11-2009. Estratto il 18-11-2009.
  58. ^ ^ Dana Stevens (05-11-2009). "Precious: Sorry I Didn't Like This Movie".Slate.com. 18-11-2009.
  59. ^ ^ Peter Bradshaw (28-01-2010). "Precious: Based on the Novel "Push" by Sapphire".guardian.co.uk (London). 02-05-2010.
  60. ^ ^ Sukhdev Sandhu (28-01-2010). "Precious, review". telegraph.co.uk (London). 02-05-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema