Chevrolet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chevrolet
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Tipo Azienda privata
Fondazione 1911 a Michigan
Fondata da Louis Chevrolet
Sede principale Detroit, Michigan
Gruppo General Motors
Settore autoveicoli
Prodotti
Slogan Find new roads
Note dal 1917 divisione di GM
Sito web www.chevrolet.com

Chevrolet (abbreviato Chevy) è un'azienda automobilistica statunitense, divisione del gruppo General Motors.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'azienda viene fondata nel Michigan nel 1911 da Louis Chevrolet, pilota svizzero, e da William C. Durant, fondatore della General Motors dalla quale era stato estromesso a causa dei debiti. Chevrolet produsse subito un modello in diretta competizione con la Ford Modello T che venne chiamata Classic Six. Nel 1917 William C. Durant tornò ad assumere il controllo della General Motors, e ad essa incorporò la Chevrolet.

La "Chevy" ha avuto una grande influenza nel mercato automobilistico americano, soprattutto negli anni cinquanta e sessanta. Nel 1963 un'auto su dieci vendute negli Stati Uniti era una Chevrolet.[1]

Chevrolet in Europa[modifica | modifica sorgente]

La Chevrolet Europe è una società con sede a Zurigo che principalmente commercializza automobili con il marchio Chevrolet prodotte dalla GM Daewoo. Fino al 2005, la Chevrolet Europe ha venduto solo alcuni modelli, per la maggior parte derivati da quelli del mercato interno americano e modificati in base alle normative europee. Tra queste vi erano la Alero (che era una Oldsmobile Alero rimarchiata) e la Chevrolet Trans Sport (che era una Chevrolet Venture con il frontale della Pontiac Trans Sport). Tra gli altri modelli venduti dalla Chevrolet Europe vi sono stati la Camaro, la Corsica/Beretta, la Corvette, il Blazer e il successivo Trail Blazer. Tra la recente produzione statunitense è stata disponibile anche la Chevrolet Impala V-8 berlina.

Il marchio Chevrolet viene utilizzato per differenti modelli nel mondo: negli USA per i modelli americani sia di autovetture sia di camion, in Europa per i precedenti modelli della Daewoo e in alcuni paesi dell'America latina per i modelli della Opel e della Suzuki (che fanno sempre parte del gruppo General Motors). Gli stessi modelli Chevrolet ex Daewoo vengono poi venduti in Oceania col marchio Holden, anch'esso di GM.

A inizio dicembre 2013 la casa madre ha annunciato il ritiro del marchio dal mercato europeo entro il 2016 per ragioni di razionalizzazione dei costi e di sovrapposizione commerciale con gli altri marchi Opel e Vauxhall con la sola eccezione della Russia.[2]

Chevrolet in Italia[modifica | modifica sorgente]

Chevrolet è presente sul mercato italiano dal 2005, a seguito dell'acquisto della divisione automobilistica della Daewoo. I modelli per il mercato italiano e, più in generale, per quello europeo, sono ben diversi da quelli americani. Sebbene la maggior parte delle autovetture europee faccia ancora parte della precedente serie di modelli della Daewoo, si stanno affacciando sul mercato nuovi modelli come la Captiva e la Epica. La Captiva è inoltre la prima auto nella storia della Chevrolet a fare utilizzo di un motore a ciclo diesel. Si tratta di un 2 litri 16V di progettazione VM-Motori common rail da 150 cavalli e 320 Nm di coppia motrice con turbocompressore a geometria variabile, da cui il nome VCDi, lo stesso propulsore equipaggia anche la berlina Epica. Una versione con turbina a geometria fissa (TCDi) con minore potenza (121cv) è stata recentemente introdotta nei modelli Lacetti e Nubira.

Nel 2013 Chevrolet Europe non ha più a che vedere con i precedenti modelli Daewoo sia per qualità ed estetica ma ha in portafoglio ben 13 nuovi modelli progettati per il mercato globale abbricati in diverse aree europee, russe e nelle nuove fabbriche GM Korea. Pluripremiata la nuova Chevrolet Volt prima auto elettrica ad autonomia estesa.[senza fonte]

Competizioni[modifica | modifica sorgente]

Chevrolet attualmente gareggia nel WTCC con i modelli Lacetti e Cruze e gli attuali modelli delle Impala e delle Monte Carlo sono utilizzate dalla NASCAR come base per le Chevrolet che corrono rispettivamente nella Sprint Cup e nella Nationwide Series.

Modelli di autovettura[modifica | modifica sorgente]

Una Chevrolet del 1914
Una Chevrolet Niva

Modelli coreani marchiati Chevrolet[modifica | modifica sorgente]

Il marchio Chevrolet viene anche usato dalla General Motors per identificare i veicoli coreani ex Daewoo venduti sul mercato europeo:

Una Chevrolet Nubira

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lawrence R. Gustin, Billy Durant: Creator of General Motors, University of Michigan Press, 2008, pp. 266-267. ISBN 0-472-03302-6.
  2. ^ Chevrolet, addio all'Europa, Repubblica.it. URL consultato il 5 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]