Lil Wayne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lil Wayne
Fotografia di Lil Wayne
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rap
Pop rap
Periodo di attività 1997 – in attività
Etichetta Young Money Entertainment
Cash Money Records
Universal Motown
Album pubblicati 9
Studio 9
Gruppi e artisti correlati Drake, Birdman, Nicki Minaj, Eminem, Kevin Rudolf, T-Pain
Sito web
Lil Wayne logo.svg

Lil Wayne, nome d'arte di Dwayne Michael Carter Jr. (New Orleans, 27 settembre 1982), è un rapper statunitense.

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Dwayne Michael Carter Jr, nasce a New Orleans, in Louisiana, da una cuoca diciannovenne e da Dwayne Carter. A due anni i genitori divorziarono e il padre abbandonò permanentemente la famiglia. Studiò persso la Lafayette Elementary School e successivamente nella compagnia teatrale della Eleanor McMain Secondary School.

Si interessa al rap già all'età di 8 anni. Nell'estate del 1991 incontra Bryan Williams, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Birdman, famoso rapper e cofondatore della Cash Money Records, il quale viene subito colpito dal talento del giovane. Per farsi conoscere, Lil Wayne registrò infatti un pezzo freestyle sulla segreteria telefonica di Williams, che decise così di prenderlo sotto la sua custodia, fino a farlo entrare nella "famiglia" Cash Money.

Ha inciso il suo primo album, True Story, in collaborazione col rapper B.G. (all'epoca quattordicenne) all'età di 12 anni. Il duo venne pubblicizzato come The BG'z. All'età di 14 anni, nonostante una carriera scolastica nella norma, decide di abbandonare gli studi per dedicarsi completamente alla carriera da artista.

Carriera musicale[modifica | modifica sorgente]

Lil Wayne in concerto

Inizia la sua attività nel duo B.G.'z composto da lui stesso e Lil Doogie, che poi diventerà B.G.. Nel 1997 entra nel gruppo Hot Boys, con Juvenile, B.G. e Young Turk. Get It How U Live vende 400.000 copie nel sud degli Stati Uniti, e grazie a questo successo la Cash Money si assicura un contratto di distribuzione con la Universal Records. Partecipa ai primi volumi di How U Love That? dei Big Tymers, 400 Degreez di Juvenile e Chopper City In The Ghetto di B.G. diventato disco d'oro. Insieme agli Hot Boys pubblica Guerrilla.

Debutta da solista nel 1999 con l'album Tha Block Is Hot, anche se sono ancora presenti considerevoli contributi degli Hot Boys. Questo album gli vale, nel 1999, la nomination a Best New Artist. Il primo singolo estratto è Tha block is hot, dopo il quale il rapper partecipa anche al singolo Bling Bling con B.G., Juvenile e Big Tymers. Nel 2000 esce Lights Out, che subito non ottiene un grandissimo successo ma viene comunque nominato Disco d'Oro dalla RIAA. Il primo singolo estratto da quest'album è Get off the corner, sempre nel 2000.

Il terzo album, 500 Degreez, viene pubblicato nel 2002, e presenta contributi significativi di Mannie Fresh e degli Hot Boys. Il titolo di quest'album fa riferimento a un altro disco, 400 Degreez, realizzato da Juvenile. Nell'estate 2004 esce Tha Carter.

Questo è anche il primo dei quattro album intitolati Tha Carter. Il disco ottiene buoni risultati, vendendo oltre 1 milione di copie solo negli Stati Uniti, e il singolo estratto Go DJ entra nella Top 5 Hit. Dopo la pubblicazione di Tha Carter, Lil Wayne collabora con le Destiny's Child e T.I. nel singolo Soldier.

Nel dicembre del 2005 viene pubblicato Tha Carter II (primo CD di Lil Wayne non prodotto da Mannie Fresh, che nel frattempo abbandonò la Cash Money Records) che solo nella prima settimana venderà oltre 230.000 copie, fino ad arrivare a 2 milioni di copie vendute. Da questo album verranno estratti singoli come Fireman, Hustler Muzik, Grow man e Shooter. Nel 2005 Lil Wayne viene nominato Presidente della Cash Money, e successivamente fonda la Young Money Entertainment, sempre sotto l'impronta Cash Money. Nel tardo 2007, tuttavia, ha riferito di essersi dimesso dalla direzione di entrambe le etichette e di aver affidato la gestione della Young Money a Cortez Bryant.

Nel 2006, collabora con il rapper Birdman e pubblica l'album Like Father, Like Son, il cui primo singolo, Stuntin' Like My Daddy, raggiunge la posizione n° 21 della Billboard Hot 100. Gli anni seguenti vedono Lil Wayne impegnato nella realizzazione di molti Mixtapes, tra i quali Dedication 2 (in cui è presente la traccia Georgia Bush, nella quale il rapper critica l'ex Presidente degli Stati Uniti George W.Bush riguardo l'operato seguente all'uragano Katrina che aveva colpito New Orleans) e Da Drought 3. Nonostante la pausa che si era preso per quanto riguarda la pubblicazione di album ufficiali, Lil Wayne compare in numerosi singoli, come ad esempio Gimme That di Chris Brown, Make It Rain di Fat Joe, Sweetest Girl di Wyclef Jean (pezzo in cui è presente anche Akon) e il Remix di I'm So Hood di Dj Khaled, con la partecipazione di rapper del calibro di T-Pain, Young Jeezy, Ludacris, Busta Rhymes, Big Boi, Fat Joe, Birdman e Rick Ross).

Tutti questi singoli figurano nei primi 20 posti della Billboard Hot 100. Il 10 giugno 2008 esce Tha Carter III, che anche grazie al successo del singolo Lollipop con la collaborazione di Static Major (che verrà a mancare dopo pochi giorni dalla registrazione a causa di un aneurisma cerebrale), vende solo nella prima settimana oltre un milione di copie piazzandosi al primo posto delle classifiche statunitensi. Tha Carter III ha venduto successivamente oltre 3,5 milioni di copie negli U.S.A. e oltre 4 milioni di copie nel mondo, diventando così l'album di maggior successo di Lil Wayne. Nello stesso anno collabora al singolo Let It Rock di Kevin Rudolf e al brano Forgot About Me contenuto nell'album Emeritus di Scarface. Più tardi, ancora nello stesso anno, esce il singolo A Milli che otterrà grande successo.

Nel 2008 esce anche il singolo My life nel quale fa da spalla a The Game. Il 2 febbraio 2010 pubblica un nuovo disco, Rebirth, un album particolare in quanto, nonostante rimangano evidenti tracce di hip-hop, è di genere rock. Nel disco sono presenti collaborazioni con artisti come Eminem, Kevin Rudolf e Nicki Minaj. Il primo singolo estratto è Prom Queen, che raggiungerà la posizione n° 15 della Billboard Hot 100. Dopo circa un mese dall'uscita di Rebirth, più precisamente l'8 marzo 2010, Lil Wayne viene condannato ad un anno di carcere per detenzione illegale d'arma da fuoco (carica), che si ridurrà poi a otto mesi grazie alla buona condotta.

Mentre sconta la condanna, il 27 settembre 2010 (il giorno del suo 28º compleanno), esce il suo nuovo album I Am Not a Human Being in formato digitale scaricabile da internet[1]. L'album vero e proprio esce invece il 12 ottobre 2010 e il 2 novembre 2010 diventa disco d'oro. Nel periodo post-detenzione, il rapper si dedica soprattutto ai suoi hobby (tra cui le partite dell'NBA e di football americano) e a diverse collaborazioni, tra le quali quelle con Jay Sean in Hit the lights, con Birdman, Mack Maine & T-Pain in I get money e con Dj Khaled, Rick Ross, Piles & T-Pain in Welcome to my hood. Lil Wayne è presente anche nel nuovo album di Mary J. Blige intitolato My Life II; infatti, canta con la regina del R'n'B e con P. Diddy nel singolo Someone to love me (Naked).

Nei primi mesi del 2011 continua a collaborare con numerosi pezzi grossi della scena musicale mondiale in varie canzoni, tra le quali Look at me now (ft. Chris Brown & Busta Rhymes), Motivation (ft. Kelly Rowland), Red Nation (ft. The Game) e I'm into you (ft. Jennifer Lopez). Nonostante le svariate collaborazioni, trova anche il tempo per lavorare per l'uscita del suo 9º disco ufficiale, Tha Carter IV, pubblicato il 29 agosto 2011. Primo singolo estratto dal nuovo album è 6 Foot 7 Foot (ft. Cory Gunz) che ottiene subito un buon successo. Successivamente esce anche il secondo singolo dell'album, John (If I die today), in collaborazione con Rick Ross seguito da She will (ft. Drake) e How to love.

Tha Carter IV, come da aspettative, debutta alla posizione n°1 della Billboard 200 con 964.000 copie vendute negli U.S.A. solo nella prima settimana. Qualche mese prima della pubblicazione di Tha Carter IV, Lil Wayne trova il modo per scusarsi con i fan per l'attesa del disco ufficiale (la cui uscita era inizialmente prevista per fine giugno 2011) pubblicando un Mixtape, intitolato proprio Sorry 4 the wait.

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Lil Wayne ha 4 figli. La primogenita, Reginae, è nata nel 1997, quando il rapper aveva solamente 15 anni dalla relazione con Antonia Johnson. La coppia si è sposata nel 2004 e ha divorziato due anni più tardi. Il suo secondo figlio, Dwayne III, è nato l' 8 marzo 2000, quando aveva 17 anni. Nel 2009 diventa padre di due figli: Samuel, avuto dall'attrice Lauren London, nato il 9 settembre e Neal, avuto dalla cantante Nivea, nato il 30 novembre. Dalla relazione con la rapper Trina era in attesa del suo quinto figlio, ma la compagna ha avuto un aborto spontaneo.

Nell'agosto 2008 circolarono voci su internet che riportavano la morte della figlia Reginae a causa di un incidente stradale, ma fu lo stesso Lil Wayne a smentire queste speculazioni precisando che le voci erano totalmente prive di fonti e che nessun membro della sua famiglia era stato coinvolto in un incidente.

Religione[modifica | modifica sorgente]

Durante un'esibizione al Newark Symphony Hall, ha confessato la sua fede "in Dio e Suo Figlio, Gesù".

Sport e interessi musicali[modifica | modifica sorgente]

Lil Wayne e Keri Hilson nel 2009

In un'intervista pubblicata sulla rivista Blender, Lil Wayne ha rivelato che uno dei suoi gruppi preferiti fin dall'infanzia sono i Nirvana, aggiungendo che proprio questo gruppo rock ha influenzato molto la sua musica. Il 24 settembre 2008, il rapper ha pubblicato il suo primo blog per ESPN (ESPN The Magazine, appunto), in cui rivela il suo interesse per il tennis, per i Green Bay Packers (Football Americano), per i Boston Bruins (Hockey su ghiaccio), per i Miami Heat (Basket) e i Boston Red Sox (Baseball) e per il nuoto.

In occasione del Super Bowl XLV (2011), ha realizzato un pezzo intitolato Green and Yellow (sulla base della canzone Black and Yellow di Wiz Khalifa) in onore dei Green Bay Packers, squadra per la quale fa il tifo.[2][3] Il rapper ha inciso una canzone, intitolata "Two Four - Kobe Bryant", dedicata proprio al grande numero 24 Kobe Bryant, suo amico. La traccia è presente nel Mixtape "The Leak Reloaded";

Problemi con la legge[modifica | modifica sorgente]

Il 22 luglio 2007, Lil Wayne viene arrestato a New York dopo una performance al Teatro Beacon: degli agenti lo colsero insieme ad un'altra persona mentre fumava marijuana accanto al bus utilizzato per il suo tour. Dopo aver messo sotto custodia Lil Wayne, i poliziotti hanno trovato in una borsa nel suo bus anche una pistola calibro 40. Il 22 ottobre 2009, il rapper si è dichiarato colpevole di possesso illegale d'arma da fuoco, accettando così la pena ad un anno di detenzione. L'inizio dello sconto della pena era previsto per il 9 febbraio 2010, ma un intervento ai denti del rapper e l'incendio del tribunale, lo fecero slittare fino all'8 marzo 2010.[4]

Nonostante la pena inflittagli sia stata di un anno, grazie alla buona condotta, il rapper sconta solo 8 mesi, uscendo così dal carcere di Riker Island (New York) il 4 novembre 2010[5]. Nel mese di aprile 2010, durante la sua detenzione, i fan di Lil Wayne hanno creato un sito web chiamato "WeezyThanxYou.com", che pubblica le lettere scritte dal rapper durante il periodo di incarcerazione. In una lettera, ha descritto la sua routine quotidiana dietro le sbarre, dicendo che si dà molto da fare con vari lavori e che legge molto la Bibbia.

The Carter Documentary[modifica | modifica sorgente]

The Carter Documentary è un film-documentario sul rapper Lil Wayne. Il film, uscito nel 2009, è stato diretto da Adam Bhala Lough. Le riprese risalgono al periodo prima e poco dopo l'uscita di Tha Carter III ed è stato quindi girato tra il 2007 e il 2008. Anche se inizialmente il rapper era d'accordo sulla realizzazione del documentario, col tempo cambiò idea e contestò l'uscita del film dopo la seconda proiezione al Sundance Film Festival 2009. Evidentemente i tentativi di bloccare il film sono scaturiti dal fatto che nel documentario erano presenti scene in cui fuma marijuana e mentre prepara il cosiddetto Sizzurp, un cocktail contenente varie sostanze (anche stupefacenti).

Nonostante i tentativi di non farlo pubblicare da parte dell'interessato, il documentario viene distribuito il 17 novembre 2009 in maniera indipendente, scalando le classifiche dei film più scaricati da iTunes nella prima settimana, tanto che The Huffington Post lo ha definito "uno dei cinque più grandi documentari Hip-Hop di tutti i tempi".[6]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • All'età di 13 anni si è accidentalmente sparato da solo con una calibro 44, rischiando la morte[7];
  • Barack Obama ha fatto riferimento a Lil Wayne in un suo discorso, nel quale esortava i bambini a rimanere a scuola e a realizzare i propri sogni attraverso l'istruzione e la perseveranza[8]:
(EN)
« You are probably not that good a rapper. Maybe you are the next Lil Wayne, but probably not. In which case you need to stay in school. »
(IT)
« Probabilmente non siete dei grandi rapper. Forse tra di voi c'è il prossimo Lil Wayne, ma molto probabilmente no. In tal caso, dovete continuare a frequentare gli studi. »
  • Nel 2001 alcune persone spararono a Lil Wayne mentre si trovava sul suo bus colpendolo al petto. In un'intervista, il rapper rivelò che "il proiettile non è andato in profondità perché è stato rallentato dal vetro"[7];
  • Lil Wayne si esibisce spesso con il rapper T-Pain, formando così il duo "T-Wayne"[9];
  • Nel 2011 è stato protagonista, insieme a Drake e altri personaggi famosi, del trailer del videogioco FIFA 12.[10]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia di Lil Wayne.
Anno Disco Uscita Etichetta Formato
1999 Tha Block Is Hot 2 novembre Cash Money Records, Universal CD, cassette, Digital Download
2000 Lights Out 19 dicembre Cash Money Records, Universal CD, cassette, Digital Download
2002 500 Degreez 13 luglio Cash Money Records, Universal CD, Digital Download, LP
2004 Tha Carter 29 giugno Cash Money Records, Universal CD, Digital Download, LP
2005 Tha Carter II 6 dicembre Cash Money Records, Universal CD, Digital Download, LP
2008 Tha Carter III 10 giugno Cash Money Records, Universal CD, Digital Download
2010 Rebirth 2 febbraio Young Money, Universal Motown CD, Digital Download
2010 I Am Not a Human Being 27 settembre (versione digitale), 12 ottobre (CD) Cash Money Records CD, Digital Download
2011 Tha Carter IV 29 agosto Cash Money Records, Universal CD, Digital Download
2013 I Am Not a Human Being 2 26 marzo Young Money, Cash Money Records, Republic CD, Digital Download

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Film[modifica | modifica sorgente]

  • Hurricane Season (2008)
  • The Carter Documentary (2009)

TV[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 39600891 LCCN: no2001023421