Shakira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Shakira Isabel Mebarak Ripoll, più conosciuta come Shakira (Barranquilla, 2 febbraio 1977), è una cantautrice, attrice, ballerina e produttrice discografica colombiana.

Shakira
Shakira al NRJ Music Award nel 2012
Shakira al NRJ Music Award nel 2012
Nazionalità Colombia Colombia
Genere Pop latino[1]
Pop[1]
Dance pop[1]
Pop rock[1]
Periodo di attività 1990 – in attività
Album pubblicati 15
Studio 9
Live 4
Raccolte 2
Sito web
Shakira Logo Rabiosa.png

Annoverata tra i principali esponenti del pop latino, ha venduto fino ad oggi circa 100 milioni di copie in tutto il mondo tra album e singoli. Ha debuttato nel mercato discografico latinoamericano nel 1996, dominandone la scena per oltre un decennio. Nel 2001 ha conseguito successo mondiale con l'album Laundry Service, che ha venduto più di 20 milioni di copie piazzandosi tra i 100 album più venduti di sempre.

Due volte vincitrice del Grammy Award e 10 volte del Latin Grammy Award, è inoltre considerata l'artista musicale colombiana di maggior successo commerciale di tutti i tempi ed è la seconda più importante cantante latina di maggior successo dopo Gloria Estefan.[2] Shakira ha avuto un ruolo di apripista per l'intera categoria degli artisti sudamericani, essendo la prima e l'unica cantante dell'America Latina ad aver raggiunto il primo posto nelle classifiche nazionali dell'Australia, del Regno Unito e degli Stati Uniti d'America.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

L'infanzia[modifica | modifica wikitesto]

« La bimba cominciò ad ossessionarsi con la scienza, finché non supposi che sarebbe diventata una ricercatrice, però dopo si chiuse nella sua cameretta notte e giorno a scrivere racconti e poesie. Ci ingannò di nuovo quando pensammo di aver avuto una figlia scrittrice, finché ho scoperto che questo della scrittura non era che il primo passo e ciò che lei stava scrivendo erano i testi delle sue canzoni. »
(Nidia Ripoll, madre di Shakira[3])

Shakira Isabel Mebarak Ripoll è nata a Barranquilla, una città portuale della Colombia settentrionale, il 2 febbraio 1977 da William Mebarak Chadid, un gioielliere statunitense nativo di New York e di origini libanesi, e da Nidia del Carmen Ripoll Torrado, colombiana di origini catalane, spagnole ed italiane. Già da piccolissima ha incominciato a coltivare l'interesse per lo spettacolo: all'età di cinque anni ha rivelato la sua predisposizione alle danze e ai canti arabi. Secondo quanto racconta sua madre, Shakira da bambina amava scrivere, infatti il primo regalo che Shakira ha ricevuto dal padre William Mebarak è stata una macchina da scrivere, con la quale lei ha iniziato a scrivere le sue prime canzoni e poesie, al che alla famiglia è venuto il sospetto che volesse diventare una scrittrice:

1983: il debutto in televisione[modifica | modifica wikitesto]

Scultura di Shakira a Barranquilla

Ha composto la sua prima canzone a otto anni, intitolata Tus gafas oscuras (trad. I tuoi occhiali scuri) e dedicata a suo padre.[4] È stato proprio quest'ultimo che ha lanciato la figlia nel mondo della televisione, facendola apparire in trasmissioni sia televisive che radiofoniche. Da allora la giovane Shakira si è impegnata sempre di più: nel 1983 ha partecipato al concorso per giovani talenti musicali In cerca di un artista bambino (Buscando Artista Infantil), trasmesso dall'emittente colombiana Telecaribe.[5] Ha vinto il concorso anche nei tre anni successivi. A 11 anni ha imparato a suonare la chitarra.[5] Molte delle sue prime canzoni avevano uno sfondo autobiografico: la più importante è stata quella scritta per il fratello morto in un incidente stradale, episodio che ha rappresentato la maggiore amarezza durante l'infanzia della bambina.

Anche il ballo è stato, sin dall'infanzia, una componente fondamentale dell'educazione dell'artista colombiana: da giovane, in uno dei ristoranti mediorientali preferiti di suo padre, Shakira ha sentito per la prima volta la cosiddetta darabouka, peculiare tamburo dal suono ruvido di cui fanno largo uso le melodie arabe e persiane; è salita sopra il tavolo per danzare, riscuotendo gli applausi dei proprietari del locale.[6] Come artista precocissima, Shakira ha avuto la prima delusione quando, a 10 anni, è stata esclusa dal coro scolastico perché la sua voce era considerata "come quella di una capra".[7] Di contro sono state tante le soddisfazioni visto che la signorina Mebarak è diventata una vera e propria celebrità locale, e ha potuto conoscere le persone che l'avrebbero lanciata a livello nazionale: innanzitutto la produttrice di teatro Monica Ariza, la quale, durante un volo aereo, ha convinto Ciro Vargas della Sony Music colombiana a fare un provino a Shakira, permettendole così di essere immediatamente presa. All'epoca la giovane cantante, come ha rivelato in successive interviste, amava ascoltare Led Zeppelin, Beatles, The Police, Cure e Nirvana.[8]

1990-1996: I primi due album[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Magia (album Shakira) e Peligro.

A 13 anni si è trasferita a Bogotá,[5] capitale della Colombia, e alle spalle aveva numerosi brani scritti sin da quando aveva otto anni. La passione per il canto e per la musica l'ha portata ad incidere il primo disco nel 1991, a 14 anni. Il disco, intitolato Magia e pubblicato dalla Sony Music Colombia, ha ottenuto discreti consensi sia da parte della critica sia da parte del pubblico nel suo Paese.[5] Inoltre, ha cominciato ad imporla all'attenzione degli esperti, che la segnalarono al Festival OTI tenutosi quell'anno in Spagna come rappresentante della Colombia. Al festival non ha potuto però partecipare giacché non raggiungeva l'età minima di 16 anni per l'ammissione.

Il suo secondo album, Peligro (trad. Pericolo), non ha riscosso un particolare successo.[5] Successivamente, le è stata assegnata una parte in una telenovela colombiana, El Oasis nel 1994.[9]

1996-1998: Pies descalzos[modifica | modifica wikitesto]

Shakira al Tour Anfibio
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Pies descalzos.

La cantante ha deciso di pubblicare nel 1995 un nuovo CD, Pies descalzos (trad. Piedi scalzi), che, a differenza dei due precedenti, contiene testi più autobiografici e passionali.[10] A sorpresa il disco è stato un grande successo commerciale e ha imposto l'autrice all'attenzione del grande pubblico statunitense, spagnolo e specialmente di quello sudamericano, riuscendo a vendere oltre quattro milioni di copie e primeggiando nelle vendite in otto Paesi.[11] Grazie alle canzoni orecchiabili, Shakira ha conquistato centinaia di migliaia di fan di madrelingua spagnola, e divenne la stella più promettente e giovane dell'intero panorama musicale latinoamericano di quel decennio.

Spinta dal successo, Shakira ha deciso poco dopo di pubblicare un nuovo album contenente le canzoni remixate di Pies descalzos, realizzate dai disc jockey che lavoravano per le radio che avevano apprezzato la ballabilità delle sue canzoni. In Brasile l'album vendette 900 000 copie: ciò convinse Shakira a remixare molti dei pezzi in portoghese.

1998-2000: ¿Dónde están los ladrones?[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi ¿Dónde están los ladrones?.
« La mia musica è sincera, è una musica di tutti i giorni. È una musica che scaturisce da una fonte completamente genuina. »
(Shakira)

Dopo questo successo, Shakira ha avuto dei contatti con il produttore Emilio Estefan Junior, marito della cantante Gloria Estefan, il quale ha deciso di finanziare il suo nuovo lavoro discografico Dónde están los ladrones? (trad. Dove sono i ladri?).[5] Il titolo allude alla corruzione dilagante in Colombia. Nonostante il costo eccessivo dell'opera (3 milioni di dollari U.S.A.), l'album ha avuto l'approvazione del pubblico, che lo fece diventare rapidamente disco di platino negli Stati Uniti e rimanendo in testa per 11 settimane alla classifica latina di Billboard.[5]

« Per me è totalmente rigenerante lavorare con un'artista che sa esattamente ciò che vuole, sia al livello musicale che a quello personale. La sua musica è Shakira. È vera musica. »
(Gloria Estefan)

In questo periodo Shakira ha iniziato a cantare in inglese. Come ricorda la stessa Shakira, è stata Gloria Estefan la prima persona a incoraggiarla verso l'esperienza anglofona, offrendo la propria collaborazione per la resa in inglese dell'intero album Donde estan los ladrones?. Restia a tale progetto, l'artista colombiana ha cominciato a maturare la decisione di occuparsi personalmente della stesura dei testi, malgrado la difficoltà di confrontarsi con una lingua straniera. Si è esibita tuttavia con la versione inglese di Inevitable.

A quel punto Shakira si è resa conto di come imparare bene l'inglese fosse l'unico modo per poter gestire le proprie opere presso il mercato internazionale: ha iniziato così a studiare l'inglese per dedicarsi in prima persona alla scrittura di pezzi in questa lingua.[5]

2000-2001: MTV chiama Shakira[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1999 Shakira ha tenuto a New York il 12 agosto nel Grand Ballroom dei Manhattan Center Studios il suo MTV Unplugged. Il concerto è stato organizzato da MTV.

(ES)

« MTV agradece a Shakira, cuya pasiòn y talento nos dejan el recuerdo de una noche inolvidable. »

(IT)

« MTV ringrazia Shakira: la sua passione e il suo talento ci lasciano il ricordo di una notte indimenticabile. »

(MTV Unplugged: Booklet interno del disco)

Dall'evento i produttori di MTV hanno tratto un programma che è stato trasmesso nella maggioranza dei paesi sudamericani e negli Stati Uniti, della durata di un'ora, in cui Shakira suona i più importanti brani della sua carriera. Quell'esibizione ha esteso il suo successo, tanto che Shakira ha deciso di pubblicare il concerto come album uscito all'inizio del 2000.[5] L'album è restato per due settimane in vetta alla classifica di musica latina negli Stati Uniti. Questo lavoro ha vinto anche il Grammy come migliore album pop latino. Per questo album, Shakira è stata premiata infine con i trofei per la migliore voce pop femminile con Ojos así, e migliore voce rock femminile per Octavo Día.[5]

2001-2002: Laundry Service[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Laundry Service.
Shakira canta Whenever, Wherever a Rotterdam
« La musica di Shakira è inimitabile perché è dotata di un ritmo che nessun altro può reggere come lei. Data la giovane età e la sua innocente sensualità, debbo convenire che la sua musica è una sua invenzione. »
(Gabriel García Márquez)

Da questo momento in poi, Shakira ha rivolto la sua attenzione verso il mercato anglofono: ha migliorato il suo inglese grazie alle poesie di Walt Whitman, e ha incominciato a scrivere e cantare nella lingua anglosassone. Il primo album di questo nuovo corso è Laundry Service del 2001.[5] Caratterizzato da brani rock e melodici, è stato lanciato prima negli Stati Uniti e poi nel resto del mondo. L'album non era una semplice traduzione in inglese di brani precedenti, ma un vero e proprio inedito, frutto di un lungo periodo, denso di lavoro di scrittura, durante il quale Shakira si trovava in Uruguay, supportata da uno studio mobile. Laundry Service contiene principalmente brani in lingua anglosassone, anche se vi erano all'interno quattro pezzi in lingua spagnola tra i quali Que me quedes tù. Venne pubblicato inoltre un CD interamente nella lingua madre di Shakira, chiamato Servicio de Lavanderìa (Servizio di Lavanderia, che è anche la traduzione dell'originale in inglese), nel quale il brano che si è piazzato meglio, dopo Suerte (versione in spagnolo di Whenever, Wherever), fu Te dejo Madrid. Ebbero successi anche Underneath your clothes, Objection Tango, e The One (che è arrivato al terzo posto in Italia).

Si è trattato di un notevole successo discografico: nei soli Stati Uniti furono vendute 3 milioni di copie,[5] e 13 milioni a livello mondiale,[12] e così Shakira è diventata tra i maggiori esponenti della musica internazionale. Ha vinto il Latin Grammy Award sia nel 2002 per il migliore video musicale (per Suerte, in inglese nota come Whenever, Wherever), che nel 2003 per la migliore canzone rock (Te aviso, te anuncio (Tango)). Altri prestigiosi riconoscimenti sono stati i 4 MTV Video Music Awards per il video di Whenever, Wherever.

Per meglio pubblicizzare questo album ha preso la decisione di eseguire, nei videoclip delle sue canzoni, balli intensi e sensuali che risentivano della sua origine araba, come ad esempio la danza del ventre.

Anche se molte persone pensavano che la conoscenza che Shakira aveva dell'inglese fosse troppo debole, l'album Laundry Service è stato uno dei più venduti del 2002 e la canzone Whenever, Wherever piacque anche in Europa. Il brano è uscito in anteprima rispetto alle altre canzoni di Laundry Service, a fine 2001. Si è piazzato al sesto posto nella classifica statunitense,[5] solitamente blindata agli artisti stranieri e in particolare quelli emergenti, scalando con ancor maggiore successo tutte le classifiche europee. Infatti è diventato primo singolo in Colombia, nel resto dell'America Latina, Germania, Irlanda, Australia, Nuova Zelanda e nei Paesi Bassi mantenendosi su questa posizione per 9 settimane. Nel Regno Unito ha raggiunto il secondo posto, il quarto in Canada, l'ottavo in Giappone e, più genericamente, è entrato nelle top ten di tutti i paesi europei. Il singolo è rimasto per minor tempo al numero uno, oltre che nei paesi succitati, in Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Italia, Libano, Messico, Polonia, Svezia e Svizzera. In Italia, in particolare, Whenever, Wherever ha acquistato larghissima popolarità al punto da essere impiegata in un noto spot televisivo al cui successo ha dato un contributo fondamentale.

Il secondo singolo pubblicato dall'album è stato Underneath Your Clothes. Il primo posto del brano è stato raggiunto nelle classifiche di Argentina, Australia, Belgio, Canada, Irlanda, Messico, Perù e Paesi Bassi, il secondo in Germania e Francia, il terzo in Ungheria e Gran Bretagna, quarto in Italia . La canzone è anche arrivata al numero 9 delle classifiche statunitensi.

2003-2005: Dopo Laundry Service[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre del 2002 è uscita la prima raccolta completa dei successi in lingua spagnola di Shakira, intitolata Grandes éxitos. Il 30 marzo 2004 è stato pubblicato nel mercato internazionale Live & Off the Record, un DVD che contiene dieci canzoni da lei eseguite durante la prima serie di concerti internazionali, il Tour della Mangusta (2002-2003); è stato chiamato così con riferimento sarcastico alla mangusta, uno dei pochi animali che può uccidere il cobra, essendo immune al veleno del serpente. Il concerto terminava con il filmato di una lotta selvaggia tra questi due animali, dall'esito scontato.

I due "album gemelli": Fijación oral e Oral Fixation[modifica | modifica wikitesto]

Shakira canta nel 2006

Shakira ha annunciato l'8 aprile 2005 la prossima uscita dei due suoi nuovi progetti musicali, Fijación oral 1, con canzoni in spagnolo, e Oral Fixation 2, con brani scritti in inglese.[5]

« Il primo album è molto organico, molto romantico, il vol. 2 è anch'esso romantico, ma contiene anche altri argomenti, tematiche più strettamente sociali, le mie opinioni e i miei dubbi. È come se avessi generato una coppia di gemelli, ciascuno con una diversa personalità, anche se sono stati concepiti nello stesso periodo. »
(Shakira)

Con queste parole, molto indicative, Shakira ha spiegato il significato di ben due album dallo stesso titolo e dal simile contenuto, anche se a cambiare tra l'uno e l'altro è la lingua: Fijación oral è in spagnolo, Oral Fixation in inglese. La stessa autrice ha svelato di non avere avuto in mente di separare le sue canzoni appartenenti a questo fertile ciclo produttivo in due diversi album.

« Ho finito per fare due dischi perché mi è venuto così, non perché lo avessi programmato... ed ecco che ho scritto 60 canzoni, e ne ho scelte 20, e tutto questo si è trasformato in due album. »
(Shakira[5])

Il titolo di ambedue i "gemelli", come Shakira ama definire Fijación oral ed Oral Fixation, viene dall'oralità dell'artista: infatti pare che privilegi la bocca come maggiore approccio al mondo esterno, rispetto agli altri organi di relazione. Quella dell'artista colombiana, per dirla in italiano, è una vera e propria fissazione orale.

« Il titolo viene dal fatto che io ho sempre vissuto attraverso la mia bocca. È la mia maggiore fonte di piacere, ed il mio mezzo più accessibile per scoprire e godere del mondo. Sono fissata col cioccolato! Sono fissata con la parola detta a voce, la parola scritta, le cose che ho detto e quelle che non avrei mai dovuto dire. È questa la ragione per cui ho deciso questi nomi per gli album. »
(Shakira)

2005: Fijación oral vol. 1[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fijación oral vol. 1.

Il primo degli album "gemelli", Fijaciòn oral vol. 1, è stato insignito di cinque Latin Grammy Awards, i più prestigiosi riconoscimenti per un artista latino. Ha anche ricevuto un Grammy Award.

Il primo brano di Fijación oral 1, La tortura, è stato trasmesso nelle radio spagnole ed italiane a partire da inizio maggio, anche se il calendario seguito per le uscite nei vari paesi è stato posticipato: il 3 giugno è uscito in Irlanda, il 6 nel resto d'Europa e il 7 in Nord America. Il successo di questo album, l'unico interamente in spagnolo della cantante dal 1998, è stato straordinario: numerosi i suoi singoli diventati popolarissimi.

Le copie vendute sono state 7 milioni. Il successo inferiore rispetto al precedente album è dovuto alla lingua: Fijianción oral è in lingua spagnola, mentre Laundry Service è in inglese, cioè pensato per un pubblico più vasto.

La tortura, vincitrice nel 2006 di due Latin Grammy e al primo posto in molte classifiche nazionali, è stato il brano di maggior successo dell'intero album. Inciso in duetto con Alejandro Sanz, cantante madrileno, ha guadagnato il primo posto nella classifica spagnola, e per 25 settimane è rimasto al primo posto della prestigiosa classifica Hot Latin Tracks della rivista Billboard. La tortura ha monolopizzato il mercato sudamericano, ma riuscì a penetrare anche nelle top ten europee.

Grazie anche al video con Sanz, di cui Shakira ha ammesso la grande sensualità, il brano si impose nel mercato statunitense e canadese con grande successo. È stato mandato in onda da MTV il 26 aprile 2005 in spagnolo con sottotitoli in inglese, per la prima volta nella storia dell'emittente musicale. Il video ritrae Shakira ballare eroticamente all'ultimo piano di un grattacielo, mentre Sanz interpreta l'ex fidanzato turbato dai ricordi dei bei momenti trascorsi con la colombiana. La sensualità di questo album e dei suoi video è ammessa in un'intervista dalla stessa Shakira, che lo definisce inoltre «romantico» secondo Billboard La tortura ancora oggi viene considerata la canzone in lingua spagnola più comprata nell'area digitale negli Stati Uniti della storia vendendo più di 804 000 singoli.

Oltre a La tortura, ha riscosso grande successo anche No, brano che vede la collaborazione del celebre musicista sudamericano Gustavo Cerati. Si è piazzato pertanto al primo posto nelle classifiche di Messico, Colombia (per 14 settimane), Argentina e Spagna (solo per una settimana), ed arroccandosi in seconda posizione in Italia, unico paese non di lingua spagnola in cui No ha conseguito questo piazzamento. Al di là di questi paesi, infatti, il pezzo è stato solo un successo minore: raggiunse solo il 24º posto in Venezuela, il 75º in Francia, il 92º in Canada e il 99º negli Stati Uniti.

Andò meglio Dia de Enero Anche se il 1º posto è stato raggiunto solo in Argentina e in Messico, negli Stati Uniti il pezzo si è piazzato 29º nella classifica Billboard Hot Latin Tracks, e ha raggiunto infine la quattordicesima posizione in Colombia, la sedicesima in Cile e la diciassettesima in Perù.

2005-2009: Oral Fixation Vol. 2[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Oral Fixation Vol. 2.
Shakira prima di un concerto nel 2005.

Uscito il 28 novembre 2005, Oral Fixation Vol. 2 è un album in lingua inglese e tratta temi che vanno dall'amore (Don't Bother) fino alla denuncia di vicende legate a situazioni politiche mondiali (Timor).

L'album ha dovuto anche confrontarsi con la censura da parte di alcuni paesi del Medio Oriente e in Indonesia, a causa della traccia Timor (il cui titolo è diventato It's all right) e di How do you do. Quest'ultima canzone celebra l'universalità della preghiera e le incertezze di ogni uomo di fronte a Dio (la canzone è stata addirittura cancellata dalla lista tracce).

Al disco ha partecipato, nella traccia Illegal, il chitarrista Carlos Santana. La sua partecipazione, a detta della stessa Shakira, «ha riempito con la sua luce e con il suo spirito l'intero progetto». Le vendite complessive sono state di oltre 8 milioni di copie,[13] di cui 1.6 milioni solo negli Stati Uniti, all'8 marzo 2007.[14]

Il primo singolo tratto dal disco è Don't Bother. Il brano occupò stabilmente le classifiche di mezzo mondo, entrando nella top ten mondiale e in quella di 13 Paesi: il singolo si è imposto al 1º posto solo in Colombia, ma si è piazzato al 3º in Polonia, Romania ed Argentina, al 4º in Finlandia e nei Paesi Bassi, al 5º in Italia nonché nella classifica mondiale, e dal 6º al 9º in Austria, Germania, Repubblica Ceca, Svizzera, Regno Unito e Russia. Ha avuto un successo minore negli Stati Uniti (quarantaduesima posizione), ma in compenso sono state buone le posizioni raggiunte in altre importanti nazioni come la Spagna, il Messico (18º piazzamento), l'Irlanda (28º), l'Australia (30º) e il Brasile (41º).

Il 15 aprile 2006 è uscito il secondo singolo Hips Don't Lie, in cui la popstar colombiana duettava con l'ex leader dei Fugees Wyclef Jean. Il brano è stato aggiunto, insieme a La tortura, alla versione masterizzata di Oral Fixation vol. 2, uscita il 28 marzo 2006. Ha segnato il vertice del successo di Shakira, rientrando a pieno titolo tra i pezzi cult della musica contemporanea.

Ispirato a Dance Like This, Hips Don't Lie ha largamente superato il successo di Whenever, Wherever. Ha anche ulteriormente incrementato la popolarità di Shakira, portandola ai livelli più alti del suo primo quindicennio di carriera. Inoltre salvò Oral Fixation Vol. 2 da un crollo di vendite rispetto al Vol. 1; per ovviare a questo decremento, che avrebbe danneggiato l'immagine di Shakira e dell'intera casa discografica, la Sony Music stampò in marzo 2006 una nuova versione con l'aggiunta di Hips Don't Lie, con miracolosi effetti: l'album si risollevò di ben 92 posizioni su Billboard, e le vendite in una sola settimana salirono di sei volte, con 1,5 milioni di copie vendute negli Stati Uniti in sette mesi dall'uscita dell'album con l'aggiunta del pezzo.

Shakira presentò così il suo nuovo singolo, intervenendo sul suo sito web ufficiale.

« Ciao di nuovo! Volevo solo farvi sapere che molto presto comincerete ad ascoltare la mia nuova canzone, Hips Don't Lie, sulla radio (o, come diciamo noi in spagnolo, "Las Caderas No Mienten"). Wyclef dei Fugees è con me nel brano e molto presto esso sarà aggiunto al mio album Oral Fixation vol. 2. In realtà, non avevo progettato niente del genere, ma durante la mia vacanza all'inizio dell'anno io e Wyclef abbiamo urtato l'uno contro l'altro. È stato un felice incidente. »
(Shakira)

Hips Don't Lie è arrivata prima in classifica in: Argentina, Australia, Belgio, Bolivia, Bulgaria, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Danimarca, Ecuador, Filippine, Francia, Germania, Ghana, Grecia, India, Indonesia, Inghilterra, Irlanda, Israele, Italia, Libano, Messico, Montenegro, Nigeria, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Pakistan, Perù, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Sudafrica, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Turchia, Ucraina, Ungheria. Il video del singolo è stato cliccato oltre 100 milioni di volte su YouTube. Hips Don't Lie ha inoltre ampiamente battuto il record mondiale del numero di download nella prima settimana di disponibilità sul web: è stata scaricata legalmente 266 500 volte, record molto superiore rispetto alla prima settimana. La canzone D4L ha registrato invece 175 000 vendite, piazzandosi così al secondo posto.

Wyclef Jean, che assieme a Shakira ha prodotto il maggiore successo musicale del 2006: Hips Don't Lie

Il brano è stato infine eseguito in diversi eventi di grande portata, primo fra tutti la finale dei Mondiali di calcio Germania 2006 Italia-Francia, il 9 luglio 2006: prima della partita, Shakira e Wyclef hanno infatti cantato la celebre canzone, in un inedito mix con un ritornello dagli influssi arabi che ha scatenato la folla dello Stadio Olimpico di Berlino. Hips Don't Lie è stata eseguita in diretta anche in alcune trasmissioni televisive celebri come American Idol, oltreché in alcuni concerti extra-tour come quello svoltosi a New York a pochi mesi dall'uscita del singolo, e in tutti e 118 i concerti dell'Oral Fixation Tour.

I diritti della canzone sono stati acquistati dalla casa discografica di Michael Jackson assieme ad altri pezzi di Eminem: il tormentone dell'estate 2006 è stato infatti giudicato dai discografici tra i più fruttuosi sul mercato, dopo aver infranto diversi record di vendite e di upload.[15]

Il 3 novembre 2006, a New York, Shakira ha trionfato ai Latin Grammy Awards aggiudicandosi 4 premi per il singolo La tortura e per l'album Fijacion oral vol. 1.

Shakira ha debuttato nel cinema lavorando nella pellicola Dare to love me di Alfonso Arau, biopic del cantante argentino di tango Carlos Gardel, interpretato da Raoul Bova. La pop star ha interpretato una delle amanti di Gardel. Con tre brani di cui è autrice (Despedida, Hay amores e Pienso en tì, estratta dall'album Pies descalzos) ha anche preso parte alla colonna sonora del film L'amore ai tempi del colera, diretto da Mike Newell.[16] Per La Despedida, ha ottenuto una nomination ai Golden Globes come migliore colonna sonora, ed è paventata anche una nomination agli Oscar. Inoltre, Shakira ha girato, e diffuso in gennaio, il video ufficiale di Hay Amores.

Nel 2007 Shakira ha inciso diversi duetti di un certo prestigio, con artisti del calibro di Beyoncé, Alejandro Sanz e Miguel Bosé.

La più celebre tra queste collaborazioni è quella con la popstar americana Beyoncé Knowles nel pezzo di grande successo Beautiful Liar, cantato in inglese con parti in spagnolo. Il video ha contribuito notevolmente ad imporre il brano tra i più scaricati dell'anno, e l'ha inoltre proiettato in cima a molte classifiche di tutti i Paesi americani ed europei.

Shakira canta a Rio nel 2008

Shakira ha di nuovo collaborato con Alejandro Sanz, cantando con lui nel brano Te lo agradezco, pero no, contenuto nell'album El tren de los momentos. Assieme a Miguel Bosé ha duettato anche in Si Tu No Vuelves.

La cantante ha successivamente pubblicato Illegal, registrato insieme al noto chitarrista rock Carlos Santana. Il terzo singolo estratto da Oral Fixation Vol. 2 dopo il trionfo planetario di Hips Don't Lie, ha riscosso un successo considerevole anche se inferiore rispetto ai precedenti singoli dell'artista colombiana. Anche se ha raggiunto posizioni alte in molte classifiche (tra cui quella italiana, dove il singolo si è trovato in quarta posizione) non ha avuto altrettanto successo negli USA.

Un altro singolo pubblicato da Shakira è stato Pure intuition, un brano che ha ottenuto successo soprattutto in Spagna e nei Paesi Bassi.

A maggio Shakira ha pubblicato il video per il singolo Las de la Intuición, di cui è stata anche regista durante una pausa del tour. Per la prima volta compare con i capelli viola, e invece di ammiccare con la danza del ventre al contrario di quanto ha fatto in molti video precedenti, esegue un balletto con alcune sue sosia mostrandosi in alcune scene mentre si trucca davanti allo specchio. Anche l'abbigliamento risulta diverso da tutte le altre apparizioni di Shakira, che in questo video compare in completo nero formato da giacca, cravatta e gonna per quasi tutta la durata. Il video è stato oggetto di molte critiche, poiché, a detta soprattutto dei fan, svilisce la bravura nella danza che è uno dei talenti innati della colombiana, e, inoltre, in tre distinte sequenze sia Shakira che le sosia mostrano la biancheria intima sollevando le minigonne.

Il 7 luglio 2007 ha aperto il concerto di Amburgo del Live Earth: apparsa sul palco alle 14:05 in una veste inedita da rockers con la chitarra a tracolla (prima rosa poi una blu), Shakira ha cantato, nell'ordine, Don't Bother, Inevitable, Dia Especial con Gustavo Cerati e ha chiuso con Hips Don't Lie.

Nell'autunno 2007 ha scritto e inciso due canzoni con la collaborazione del musicista argentino Pedro Aznar, che costituiscono la colonna sonora del film L'amore ai tempi del colera ispirato all'omonimo romanzo di Gabriel García Márquez, nonché una canzone di Annie Lennox, Sing, al cui ritornello hanno dato voce, oltre a Shakira, una ventina di star di fama mondiale. Collabora nuovamente con Wyclef Jean per un brano dal titolo King and Queen.

Dopo aver già partecipato nel maggio del 2006 al Rock in Rio Lisboa, evento originariamente brasiliano (la prima edizione del Rock in Rio è del 1985 e vede la partecipazione di numerosi artisti e band, tra cui Queen, Iron Maiden e AC/DC), poi importato in Portogallo e dal 2008 in Spagna, l'artista colombiana ha contribuito al Rock in Rio Madrid, nel luglio del 2008, dove ha proposto per la prima volta dal vivo il brano Las de la intuiciòn, tratto dall'album Fijación oral vol. 1.

Nel gennaio del 2009 Shakira ha partecipato al "We Are One: Opening Inaugural Ceremonies", concerto musicale in occasione dell'insediamento del nuovo presidente americano Barack Obama, al Lincoln Memorial, esibendosi con Stevie Wonder e Usher e, successivamente, al Neighborhood Ball, presentando da sola il coinvolgente pezzo Bright side of the road dell'irlandese Van Morrison, in cui ha dato sfoggio della propria familiarità con l'armonica a bocca.

2009-2010: She Wolf[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi She Wolf (album).
Shakira canta al Lincoln Memorial di Washington D.C. nel 2009

Il 2 luglio 2009 il sito ufficiale della cantante colombiana ha annunciato l'imminente uscita del nuovo singolo She Wolf e della versione spagnola Loba, disponibili dal 14 luglio per il download digitale. Con la pubblicazione dell'omonimo album, in ottobre, Shakira ha abbandonato l'abito latin pop che l'ha resa famosa e si è cimentata con il sound elettronico, tra sintetizzatori e ritmi dance, pur non rinunciando ad accogliere varie influenze musicali.

« È stato un viaggio di sperimentazione tra vari suoni, volevo divertirmi con l'elettronica, i beats, i sintetizzatori, ed ho contattato persone di altri paesi alla ricerca di nuove influenze che mi permettessero di combinare la musica elettronica con sonorità da tutto il mondo, tamburelli, clarinetti, musiche orientali e Hindu »
(Shakira[17])

Come spiega la stessa Shakira, l'immagine della lupa è da interpretare come una condizione femminile nuova, libera da catene e ruoli che il mondo circostante richiede forzatamente alla donna, impossibilitata in tal modo ad entrare in contatto con il lato più nascosto di sé, fatto di desideri inconsci e non rivelati: a ciò farebbero riferimento la numerose scene del videoclip che vedono Shakira muoversi sinuosamente in una grande gabbia d'oro.[18] L'album ha visto la partecipazione di Pharrell Williams, che con la cantante colombiana ha scritto Did It Again, Why Wait, Long Time e Good Stuff. Da citare il duetto Spy con Wyclef Jean. Di She Wolf è stata inoltre pubblicata il 23 novembre un'edizione destinata esclusivamente al mercato statunitense, la cui tracklist è arricchita dal brano Give It Up to Me prodotto da Timbaland. Di She Wolf è stata pubblicata anche il 22 marzo un'edizione deluxe destinata esclusivamente al mercato latino chiamata Loba Deluxe Edition, la cui tracklist contiene una versione in lingua spagnola di Gypsy chiamata Gitana, alcuni remix di She Wolf e Loba e una versione nuova della canzone Lo Hecho Esta Hecho (feat. Pitbull).[19]

Il 1º luglio 2010, per alcuni mercati internazionali, l'album She Wolf è stato ristampato in una Platinum Edition in due dischi: il primo è la versione deluxe dell'album (contenente la versione di Did It Again con Kid Cudi), il secondo disco è il singolo di Waka Waka (This Time for Africa), che contiene inoltre la versione spagnola del brano e la versione remix di David Guetta. Questa nuova versione dell'album She Wolf ha raggiunto il primo posto fra gli album più venduti in Italia, ottenendo il disco di platino per le oltre 60 000 copie vendute in Italia.

Il 29 aprile 2010 è stata messa in commercio Waka Waka (This Time for Africa), interpretata da Shakira con il gruppo sudafricano Freshlyground e scelta come inno ufficiale dei mondiali di calcio FIFA 2010 che si sono tenuti in Sudafrica.[20] Il brano è stato eseguito dal vivo nel concerto di inaugurazione dei mondiali l'11 giugno 2010 a Soweto nel Soccer City Stadium di Johannesburg e nella cerimonia finale dell'11 luglio 2010.[21][22] Del brano esiste anche una versione in lingua spagnola,Waka Waka (Esto es Africa), pubblicata nei paesi ispanici. Il brano è basato sulla canzone in lingua camerunense del 1986 Zangalewa del gruppo Golden Sounds:[23] è stata suonata con strumenti afro-colombiani e con chitarre sudafricane. Waka Waka risale alla seconda guerra mondiale e il ritornello è preso quasi interamente da Zamina, un canto popolare diffuso tra i militari camerunensi.[24][25] Shakira ha dichiarato di essere onorata che la canzone sia stata scelta come inno dei mondiali.[26]

« Waka Waka mi ha permesso di vivere in prima persona i Mondiali di calcio. Un'esperienza straordinaria che ha unito il mondo per un mese intero, forse il più bello della mia vita. Non ho mai ricevuto così tanto affetto e amore come in quei giorni in Sudafrica.[26] »
Shakira canta a Parigi nel 2010

Waka Waka (This Time For Africa) è il singolo ufficiale dei mondiali di calcio che ha venduto di più e più velocemente nell'era della musica digitale.[27] Il brano ha riscosso un grande successo mondiale imponendosi al primo posto in diversi paesi europei e sudamericani, mantenendo in alcuni casi il podio diverse settimane consecutive (record di 17 settimane in Spagna) e resistendo molte settimane nelle parti alti della classifica in altri. Anche in Italia la canzone ha raggiunto la prima posizione, mantenendola per 16 settimane consecutive e diventando così il brano di maggior successo nella storia nella classifica dei download digitali della FIMI.[28] La canzone, a seguito del successo ottenuto, ha vinto molteplici dischi di platino e d'oro: in Italia ha ricevuto il multiplatino[29] per aver venduto oltre 60 000 copie, numero che ha abbondantemente superato. Il successo del brano ha aiutato Shakira a superare un periodo difficile;[30][31] infatti la cantante ha dichiarato in un'intervista:

« Se quest'anno il sole per me ha iniziato a splendere come mai aveva fatto prima, penso che sia proprio merito di Waka Waka. Il suo successo mi ha riconciliato con me stessa, dandomi le risposte che attendevo da tempo. Adesso mi ritrovo a sorridere molto più spesso di prima. E finalmente so qual è la mia vera identità di artista. Fino a poco tempo fa l'etichetta di “cantante latina” mi stava stretta, oggi rappresenta ciò che voglio e devo essere.[26] »

Il video ufficiale della versione inglese di Waka Waka è stato il quarto video più visto nella storia di YouTube, con oltre 677.020.681 visite aggiornate al 9 giugno 2014. Inoltre, Waka Waka è stata una delle espressioni più cercate su Google di tutto il 2010.[32]

2010-2012: Sale el sol[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Sale el sol.

Il nono album in studio di Shakira si intitola Sale el sol ed è stato pubblicato il 19 ottobre 2010. Il titolo dell'album fa riferimento alla rinascita creativa ed emotiva, un periodo della sua vita particolarmente luminoso[26] e segna un "ritorno alle origini": presenta due correnti, una basata sull'amore, le esperienze d'amore e le emozioni, l'altra più allegra e ritmata. Nell'album sono presenti diverse collaborazioni: El Cata e Dizzee Rascal per le due versioni di Loca, sempre con El Cata con la versione spagnola di Rabiosa, mentre Pitbull nella corrispondente versione inglese, Gustavo Cerati, nonché Residente dei Calle 13 nella canzone Gordita. Sale el sol contiene anche la hit mondiale Waka Waka in tre differenti versioni. L'album dopo 24 ore dalla sua uscita riesce a conquistare il disco d'oro in Messico e quello di Diamante o "Diamond Awards" in Colombia grazie alla vendita di 100 000 copie, mentre in Brasile la cantante colombiana viene premiata dalla Sony Music Brasil con il disco di platino per l'album Sale el Sol per aver venduto più di 40.000 unità e con il disco di diamante alla carriera per aver venduto oltre 1.550.000 copie di tutti i suoi album nel territorio brasiliano.[33] Mentre l'album Sale el Sol nel territorio Francese secondo Sony Music France riesce a conquistare ben 4 Dischi di Platino per la vendita di 400.000 unità.[34] Mentre nel territorio Spagnolo L'album viene certificato Doppio Disco di Platino grazie alla vendita di 120.000 copie.[35]

Shakira nel 2011

Il primo singolo estratto dall'album, pubblicato il 1º settembre 2010 è Loca registrata sia in spagnolo con El Cata, autore del brano, sia in inglese con il rapper britannico Dizzee Rascal; il brano ha raggiunto la prima posizione della classifica italiana dei singoli più venduti secondo FIMI.[36] Loca entra nelle classifiche di molti paesi, raggiungendo la prima posizione in Spagna, Svizzera, Polonia, Repubblica ceca, Grecia, Belgio, 2º posto in Austria e Francia, 6º posto in Germania e 32º posto nella Billboard americana. Loca risulta essere il 10º singolo più venduto in Italia nel 2010, nonché l'8º singolo più venduto del 2010 in Francia e il 7º in Spagna.[37] Inoltre in Italia Loca viene certificato da FIMI Disco di Platino grazie alla vendita di 30 000 copie.[38]

Nel novembre 2010 Shakira è impegnata nelle riprese del video del nuovo singolo Sale el sol; nel frattempo realizza anche uno spot pubblicitario di Natale per lo spumante Freixenet dove sono mostrate in anteprima alcune scene del video; i 500.000 dollari ricavati per girare lo spot sono stati devoluti da Shakira in beneficenza a due scuole, un'ad Haiti e l'altra in Colombia, il suo Paese d'origine. "L'istruzione è un diritto naturale e la qualità dell'istruzione è il solo modo grazie al quale un bambino può realizzare i suoi sogni", ha spiegato.[39]

Il 25 gennaio 2011, durante un'intervista alla stazione radio francese NRJ, Shakira ha confermato che il terzo singolo estratto dall'album sarà Rabiosa e ha dichiarato di essere già in fase di prima lavorazione per il nuovo album, che lei stessa definisce "gentile" perché racconterà le emozioni che ha vissuto negli anni passati.[40] Lo stesso giorno viene comunicato tramite il suo sito ufficiale che la cantante ha superato il miliardo di visualizzazioni sul canale YouTube, sul record raggiunto Shakira ha dichiarato:

« Sono davvero felice di sentire la notizia. Un miliardo di visualizzazioni in tutto il mondo è un numero impensabile e più di quanto avessi mai sognato.[41] »

Anche Rabiosa ha un buon riscontro di pubblico e vendite raggiungendo il 3º posto in Svizzera, 6º posto in Austria, Francia e Italia, 9º posto in Danimarca, 26º in Germania. Inoltre Rabiosa grazie alla vendita di 30 000 unità viene certificato Disco di Platino da FIMI.[38] Il 21 ottobre 2011 è stato ufficializzato dal sito ufficiale della cantante che la canzone Antes de las seis sarà il quarto singolo estratto dall'album Sale el Sol e, allo stesso tempo, il primo singolo dell'edizione CD/DVD dell'ultimo tour, Shakira: Live from Paris, in uscita a fine 2011.[42] Il video ufficiale di Antes de la seis dopo neanche due giorni dall'uscita riesce a superare il milione di visualizzazioni sul canale ufficiale ShakiraVevo.[43] Dal live, inoltre, è stato estratto un ulteriore singolo Je l'aime à mourir (La quiero a morir) cover di una canzone francese di Francis Cabrel. Per la prima volta Shakira si è cimentata a cantare quasi completamente in lingua francese. Il singolo, pur non supportato da un video ufficiale, è entrato in numerose classifiche francofone come Canada, Belgio, Svizzera e entrando addirittura al primo posto dei singoli più venduti in Francia, vendendo nella prima settimana oltre 10.358 copie.[44] Nel 2012 l'artista ha firmato un contratto con la casa discografica Roc Nation.[45] A marzo 2012 è stato estratto il quinto singolo dall'album Sale el Sol, intitolato Addicted to You. La cantante ha inoltre collaborato con Pitbull nel singolo Get It Started, che anticipa l'album del rapper Global Warming.[46]

A settembre 2012, il sito ufficiale della cantante ha pubblicato un messaggio in cui si fu confermata la sua tanto vociferata gravidanza; il suo stato, però, non ostacolò il suo lavoro. Infatti, Shakira prese parte alla cerimonia di chiusura dei Campionati Mondiali di Calcio Under-17 tenutisi a Baku, e il giorno successivo si esibì in un mini-concerto, sempre nella stessa città.

2013: The Voice, la gravidanza e altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 gennaio 2013 nasce Milan, il primogenito della cantante.

Shakira aveva collaborato nella preparazione del un nuovo album in inglese con Benny Blanco, Tiësto, RedOne, Max Martin, Dr. Luke, Ne-Yo, LMFAO, Akon,[47] Fernando Garibay, Sia Furler,[48] Ester Dean,[49] Skrillex, The Runners e il produttore Billboard[50] , ma dopo la nascita del figlio, che lei stessa definisce come "una tappa fondamentale della sua vita", dichiara di voler tornare alle origini e cambiare la natura e le sonorità dell'album[51]. Il 29 giugno 2012 Shakira, aveva, infatti, girato il video per il singolo Truth or Dare (On the Dancefloor), la cui pubblicazione, inizialmente attesa per la fine di settembre 2012,[52][53] è stata riprogrammata, proprio per la sopraggiunta gravidanza. Shakira, nel 2013, ha partecipato come giudice alla quarta stagione statunitense del talent show The Voice, a fianco di Usher, Adam Levine e Blake Shelton.[54]

2014: L'album Shakira[modifica | modifica wikitesto]

Il 2014 per Shakira è l'anno del ritorno sulla scena musicale, dopo la gravidanza e la pausa che aveva seguito. Il nuovo album, che si intitola Shakira, è stato pubblicato il 25 marzo 2014[55] ed è stato anticipato dal singolo Can't Remember to Forget You in collaborazione con Rihanna, pubblicato il 13 gennaio 2014. Il secondo singolo estratto dal nuovo cd è Empire, il cui video è stato pubblicato su VEVO il 25 marzo 2014. Il 21 marzo 2014 viene estratto il terzo singolo dal suo nuovo cd, Dare (La La La), secondo tema musicale del mondiale FIFA 2014

Tour[modifica | modifica wikitesto]

Il primo tour per Pies descalzos[modifica | modifica wikitesto]

Il primo di questa felice serie di concerti durò meno di un anno e seguì all'inatteso boom di vendite generato da Pies Descalzos, l'album che per la prima volta rese noto al grande pubblico il nome dell'artista colombiana. Quest'ultima toccò, nei suoi tour, innumerevoli città dei paesi ispanofoni di tutto il mondo, tra cui anche città americane dove vivono le più nutrite comunità ispaniche degli USA.

Il Tour Anfibio[modifica | modifica wikitesto]

Fu il primo tour intercontinentale di Shakira: seppur breve (durò solo 2 mesi) il Tour anfibio portò la cantante, tra il 17 marzo del 2000 e il 13 maggio, a girare l'intero continente sudamericano e inoltre alcune città statunitensi. Da Panama City, dove debuttò, Shakira scese verso sud esibendosi, nell'ordine, nelle capitali di Ecuador, Perù, Uruguay, Argentina, Cile, Venezuela, Colombia, Porto Rico, Messico e Guatemala. Il 19 aprile il tour raggiunse gli USA per tre date, due in California e l'altra nella città in cui l'artista ha vissuto per diversi anni, Miami. A maggio Shakira visitò la Repubblica Dominicana, e tornò ad esibirsi a Panamá e a Buenos Aires.

Il Tour of the Mongoose[modifica | modifica wikitesto]

Il cosiddetto Tour della Mangusta, a supporto dell'album Laundry Service, cominciò l'8 novembre 2001 e terminò l'11 marzo 2002, toccando 50 città in 30 diversi Paesi di tutto il mondo per una durata di circa 4 mesi. Durante il tour, Shakira debuttò a San Diego e proseguì per le città ispaniche della California, che salutò il 13 novembre a Los Angeles. Dopo un intensissimo mese di novembre, durante il quale visitò tra le altre città El Paso, New York, Filadelfia, Detroit, Boston e Chicago negli USA, Montréal e Toronto in Canada, il tour si fermò il 2 dicembre a Miami, dopodiché seguì la breve trasferta in Europa (tre date a Barcellona, Colonia in Germania e infine Londra) conclusasi l'anno successivo, con i concerti finali del tour in California, Texas e Oakland. Dal tour della Mangusta fu tratto l'album Live & Off the Record, uscito nel 2004.

L'Oral Fixation Tour[modifica | modifica wikitesto]

L'Oral Fixation World Tour 2006/2007 fu il maggiore tour mondiale organizzato da Shakira, e in assoluto uno dei più importanti nella storia della musica contemporanea. Il mega-tour, della durata di 12 mesi e la cui data di conclusione fu il 9 luglio 2007 in Turchia, partì il 14 giugno 2006 dalla Spagna, e raggiunse tutti i continenti del pianeta eccetto l'Oceania, con 115 esibizioni nel mondo così ripartite: 43 in Europa (trascurata dai precedenti tour in favore del Nuovo Mondo), 30 in Nord America, 39 in America latina, 2 in Asia ed uno in Africa.

La prima tranche europea del mega-tour coinvolse la Spagna, con 12 esibizioni in 11 città di cui Madrid è stata l'unica ed esser toccata due volte, e i paesi orientali e balcanici (Croazia, Romania, Grecia e Russia), con il concerto finale a Mosca il 22 luglio 2006.

Shakira durante un concerto a Lisbona, in Portogallo, il 4 aprile 2007 (veduta dall'alto)

Il 9 agosto 2006 cominciò la lunghissima trasferta americana, protrattasi sino a fine anno soprattutto negli Stati Uniti, teatro di ben 28 esibizioni in tutto il Paese. In una di esse, a New York, una ragazza riuscì a salire sul palco mentre Shakira cantava il ritornello della sua hit: Hips Don't Lie, e innescò una colluttazione durata circa mezzo minuto con gli agenti di sicurezza, che fortunatamente le impedirono di raggiungere fisicamente la popstar. Shakira, nonostante avesse assistito all'intrusione, non interruppe il concerto riuscendo a sminuire agli occhi del pubblico l'entità dell'accaduto. Un solo show è stato sostenuto in Canada, e 21 in Messico: al riguardo va detto che Città del Messico, sede di ben 10 concerti, fu la città maggiormente premiata dal tour prim'ancora di Miami (5 esibizioni). Shakira concluse la tranche americana del tour toccando l'America centrale, l'America Latina e i Caraibi.

Il 25 gennaio 2007 l'Oral Fixation World Tour tornò in Europa, con il debutto ad Amburgo. In Germania furono 8 i concerti, nelle maggiori metropoli del Paese; altri Stati toccati dal tour furono la Svizzera, il Belgio, la Francia, il Regno Unito e i paesi dell'Europa Settentrionale. L'Italia fu trascurata, perché l'unico concerto in Italia fu quello del 27 febbraio 2007 ad Assago (Mi).

Altre tappe si sono avute in Africa e in Asia, dove Shakira cantò a Dubai (il suo primo show in Medio Oriente) e al Cairo davanti alle piramidi di El Giza: a quest'ultimo evento hanno assistito 100.000 spettatori, facendone il più grande concerto tenuto in Egitto da una star internazionale[senza fonte]

Il tour tornò quindi in Europa (penisola iberica) e Sudamerica in marzo, ma per via del grande successo riscosso, fu deciso il prolungamento anche per il mese di maggio (con numerosi concerti previsti in Messico cantando nelle città di Culiacán (9 maggio), Aguascalientes (11 maggio), Città del Messico (13 maggio), Querétaro (16 maggio), Veracruz (18 maggio), Puebla (20 maggio), Chihuahua (23 maggio), Torreón (24 maggio), San Luis Potosí (26 maggio), Città del Messico (27 maggio), Monterrey (30 maggio); il Messico divenne cioì il paese con più esibizioni di Shakira con 21 concerti) e luglio 2007, con il concerto finale del tour a Istanbul (Turchia). Nel corso del concerto del 13 maggio a Città del Messico, Shakira ricevette gli apprezzamenti personali da parte del presidente Felipe Calderón Hinojosa, che si disse incantato dalla bravura dell'artista. Shakira rispose ringraziando Calderón, dicendogli che in Messico si sente come in patria.[56] Shakira ha battuto il record di affluenza il 29 maggio 2007, cantando di fronte a 210.000 persone a Città del Messico nel Zocalo Capitalino de la Ciudad de México. Shakira in seguito si è recata a Monterrey, dove concluse l'Oral Fixation Tour messicano.[57] Durante il tour ha eseguito i brani (nell'ordine di esecuzione più utilizzato) Estoy aquí, Te dejo Madrid, Don't Bother, Antología/Hey You, Inevitable, Si te vas, Obtener un sí, La tortura, No, Whenever Wherever/Suerte, La pared, Día de enero/Underneath your Clothes, Pies descalzos, Ciega, sordomuda, Ojos así, Hips Don't Lie. Un caso a parte si ebbe con Día especial nel corso dell'esibizione in Turchia.

The Sun Comes Out World Tour[modifica | modifica wikitesto]

Il The Sun Comes Out World Tour[58] (in spagnolo Sale El Sol World Tour) è un tour di Shakira partito nell'autunno 2010 con tappe negli Stati Uniti e in Europa.

Il tour è partito il 17 settembre 2010 da Uncasville e terminato a Porto Rico il 15 ottobre 2011. Ha toccato la parte orientale e meridionale degli Stati Uniti (Connecticut, New Jersey, New York State, Florida, Texas, Nevada e California) e diversi stati dell'Europa occidentale (Portogallo, Spagna, Francia, Italia, Svizzera, Germania, Belgio, Regno Unito e Irlanda). In Italia ha fatto tappa a Torino il 27 novembre 2010, a Bologna il 2 maggio 2011 e a Milano il 3 maggio 2011.

Il tour è stato organizzato per permettere alla cantante di far ascoltare al pubblico alcuni brani dell'album She Wolf e per promuovere l'album Sale el sol che prende il nome dall'omonima canzone dedicata, durante il Rock in Rio 2010, a Gustavo Cerati.

C'è stato anche un pre-tour di tre tappe nel mese di giugno 2010 dove la cantante si è esibita a Madrid, Soweto (in occasione del Campionato mondiale di calcio 2010) e a Pilton. L'artista ha cantato anche il 15 settembre 2010 a Montreal, come nuova tappa pre-tour. In alcune tappe francesi e svizzere ha cantato una cover della canzone di Francis Cabrel Je l'aime a mourir

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Musica e voce[modifica | modifica wikitesto]

Shakira ha spesso raccontato di essere cresciuta ascoltando molta musica orientale, cosa che l'ha molto influenzata per i primi lavori. È conosciuta per essere una fan della musica rock, in particolare dei Police, degli AC/DC e dei Led Zeppelin.

Nel corso della sua carriera, si è cimentata in vari generi musicali quali il folk, il pop commerciale e, appunto, il rock. I suoi primi dischi in spagnolo, compresi Pies descalzos e Donde estan los ladrones?, erano un mix di musica folk e rock tipicamente latino-americano. Il disco della svolta Laundry Service, invece, e gli ultimissimi album sono un concentrato di pop e rock più internazionali.

Shakira, infine, è riconosciuta per la sua voce versatile: doppia e potente ma anche calda e ricca di sfumature. Nel 1999, la sua performance all'Mtv Unplugged è stata acclamata dalla critica, che le ha permesso di spianarsi la strada verso il mercato americano.

Stesura e produzione[modifica | modifica wikitesto]

Shakira ha sempre scritto e prodotto da sé la propria musica. Shakira ha scritto tutte le canzoni che ha cantato con alcune eccezioni: nel 2006 il grande successo internazionale Hips don't lie con Wycleaf Jean, nonostante la cantante sia stata inserita tra i crediti per i versi che ha composto, era in buona parte ripresa da un vecchio successo di Wycleaf, Dance like this; Eyes like yours fu tradotta da Gloria Estefan; Loca, successo del 2010, è una cover di un precedente brano del rapper El Cata, così come Rabiosa, uscita un anno dopo.

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Shakira ha affermato in varie interviste di essere cresciuta ascoltando musica orientale, che ha influenzato molti dei suoi primi lavori. Per esempio Hips don't lie, nella performance ai 2006 MTV Video Music Awards a New York, ha sonorità indiane.[59] La più grande ispirazione avuta dal retaggio arabico è stata la hit mondiale "Ojos Así".[60] Alla TV portoghese ha detto: "Many of my movements belong to Arab culture."[60] (Molte delle mie movenze appartengono alla musica araba).

Quando era bambina, Shakira preferiva musica rock, ascoltando soprattutto i Led Zeppelin,[61] The Beatles, Nirvana, The Police e U2.[62]

Ha affermato che John Lennon ha avuto su di lei la più grande influenza, nonostante i Rolling Stones, gli AC/DC, gli The Who, i The Pretenders, i Red Hot Chili Peppers, i The Cure, Tom Petty, i Depeche Mode, i The Clash, i Ramones hanno influito su molte delle sue canzoni.[63] In un'intervista ad Elenco, ha detto che, secondo lei, canzoni perfette sono "Imagine" di John Lennon e "No Woman, No Cry" di Bob Marley.[64]

Shakira ha proposto varie cover di brani di celebri band quali AC/DC e Aerosmith, da "Back in Black"[65] a "Dude (Looks Like a Lady)" inserite nella scaletta del Tour della mangusta. Ha inoltre eseguito il pezzo Always on my mind di Elvis Presley all'VH1 Divas Live.[senza fonte] Durante il The Sun Comes Out Tour ha eseguito una reinterpretazione in chiave folk di Nothing Else Matters, brano originariamente composto dai Metallica.

Ha avuto anche forti influenze dalla musica andina e folk latino-americana, usandone gli strumenti in "Whenever, Wherever" e nella più seria e lenta "Despedida", chiamandola song of my dreams, canzone dei miei sogni.[66] Shakira ha recentemente eseguito due canzoni a beneficio di Haiti: "I'll Stand By You", dei The Pretenders, e "Sólo le pido a Dios" di León Gieco. Recentemente MTV ha proposto una Top 10 dei maggiori cantati pop che hanno influenzato la musica mondiale. Shakira è arrivata nona per aver fatto conoscere lo stile latino-americano.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

A gennaio 2011 la cantante ha annunciato sul suo sito ufficiale la separazione da Antonio De La Rúa, suo fidanzato da 11 anni.[67] Dopo mesi di gossip riguardanti il tennista spagnolo Rafael Nadal, Gerard Piqué esce allo scoperto e ufficializza la sua relazione con la cantante colombiana Shakira postando sul proprio profilo Twitter una foto che ritrae il calciatore e la cantante insieme ad amici che festeggiano insieme il loro compleanno (entrambi sono nati il 2 febbraio); l'idea di una loro relazione sentimentale si era fatta sempre più insistente soprattutto dopo che Shakira aveva preso casa a Barcellona, accanto al giocatore del Barça.[68] Il 19 settembre 2012 la cantante conferma le insistenti voci dei mesi precedenti e annuncia sul proprio sito web di aspettare un bambino.[69] Il bambino nasce nella clinica Teknon di Barcellona il 22 gennaio 2013, e viene chiamato Milan.[70] "Il nome", come dichiarato dallo stesso Piqué, "significa caro, amato e grazioso in slavo, laborioso in latino e unificazione in sanscrito.".[71]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia di Shakira.

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Latin Recording Academy
  • 2011 - Vinto - Personaggio dell'anno
Latin Grammy Award
MTV Video Music Awards
MTV Europe Music Award
  • 2005 - Vinto - Miglior artista femminile
Grammy Award
Billboard Music Award
American Music Award
  • 2006 - Vinto - Miglior artista latino
  • 2010 - Vinto - Miglior artista latino
  • 2012 - Vinto - Miglior artista latino
People's Choice Award
ALMA Award
World Music Award
  • 1998 - Vinto - Artista femminile latina con più vendite al mondo
  • 2003 - Vinto - Artista femminile latina con più vendite al mondo
  • 2006 - Vinto - Artista femminile latina con più vendite al mondo
  • 2010 - Vinto - Artista femminile latina con più vendite al mondo
  • 2014 - Vinto - Artista femminile latina con più vendite al mondo
Echo Award
  • 2003 - Vinto - Miglior artista femminile pop rock internazionale
Teen Choice Awards
  • 2010 - Vinto - Miglior attivista
  • 2014 - Vinto - Miglior personalità televisiva femminile per The Voice
International Viewer's Choice Award
  • 2000 - Vinto - MTV Latin America
  • 2002 - Vinto - MTV Latin America
Radio Disney Music Award
  • 2014 - Vinto - Premio speciale Hero

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Shakira in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ (FR) Shakira. URL consultato il 13 marzo 2013.
  3. ^ (ES) Biografia. URL consultato il 13 marzo 2013.
  4. ^ (EN) Shakira. URL consultato il 14 marzo 2013.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (EN) Biografia di Shakira. URL consultato il 14 marzo 2013.
  6. ^ [(EN) Rolling Stones Shakira. URL consultato il 13 marzo 2013.
  7. ^ (EN) "Shakira: 'I don't hate Britney'". URL consultato il 13 marzo 2013.
  8. ^ (EN) La Bambas. URL consultato il 14 marzo 2013.
  9. ^ (EN) Shakira in mtv.com.
  10. ^ (EN) "In Any Language, a Whole Lotta Shakira Goin' On". URL consultato il 13 marzo 2013.
  11. ^ (EN) Hispanic Heritage. URL consultato il 13 marzo 2013.
  12. ^ (EN) Shakira’s Songs Are the Heart of Her Success. URL consultato il 14 marzo 2013.
  13. ^ Billboard - Oral Fixation Vol. 2
  14. ^ Billboard 200 Albums (17/03/07)
  15. ^ Michael Jackson Acquires Eminem Song Rights
  16. ^ A.R. Lakshmanan, Indira. "On location, out on a limb". The Boston Globe. 10 dicembre 2006. Consultato il 19 aprile 2007.
  17. ^ Shakira.com > Discography > Albums
  18. ^ √ Shakira:'La lupa che è in me vuole essere libera dai limiti della società' - Rockol
  19. ^ [1]
  20. ^ Shakira canta l'inno dei Mondiali 2010: “Waka Waka” è in radio da domani/ - Il Messaggero
  21. ^ Shakira Records Offical Song for 2010 FIFA World Cup, Mtv. URL consultato il 30 aprile 2010.
  22. ^ 200 errore
  23. ^ Zangalewa - the original song from which Waka Waka borrows chorus, World2010Cup.com, maggio 2010. URL consultato il 2 maggio 2010.
  24. ^ Mondiali, il Waka Waka di Shakira risale alla II Guerra Mondiale, ecodibergamo.it, maggio 2010. URL consultato il 30 maggio 2010.
  25. ^ Shakira canta l'inno dei Mondiali: "Waka Waka (This Time For Africa)"
  26. ^ a b c d Shakira: «La mia vita Waka Waka» « HP Articolo « TV Sorrisi e Canzoni
  27. ^ Shakira to Perform 'Waka Waka' at World Cup Closing Ceremony - NEW YORK, July 6 /PRNewswire/
  28. ^ italiancharts.com - Shakira feat. Freshlyground - Waka Waka (This Time For Africa)
  29. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Benvenuto!
  30. ^ Agenzia di Stampa Italpress - MUSICA: SHAKIRA "SONO RINATA GRAZIE A 'WAKA WAKA'"
  31. ^ Donna Fashion News » Dal Successo Di Waka Waka Al Nuovissimo Sale El Sol, Shakira Continua A Stupire
  32. ^ Facebook è la parola più cercata del 2010. Lo conferma Google - Affaritaliani.it
  33. ^ http://fijacionxshakira.blogspot.com/2011/03/disco-de-diamante-y-platino-para.html
  34. ^ Sony Music France | Facebook
  35. ^ 100 albumes (PUBLICAR)_w43.2011.pdf
  36. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Classifiche
  37. ^ Singoli più venduti in Italia nel 2010: Jovanotti resiste all'assalto degli artisti internazionali
  38. ^ a b FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Benvenuto!
  39. ^ Shakira canta Sale El Sol nello spot di Natale dello spumante Freixenet | Tutte le news: Justin Bieber Baby, Robert Pattinson, Miley Cyrus, Jonas Brothers, Demi Lovato, Twilig...
  40. ^ Shakira conferma Rabiosa come terzo singolo e dichiara di essere già a lavoro per il nuovo album, NRJ, 25 gennaio 2011.
  41. ^ Shakira ha superato il miliardo di visualizzazioni su Youtube, Shakira.com, 25 gennaio 2011.
  42. ^ Shakira.com > News > Antes de la Seis, nuevo sencillo de Sale El Sol
  43. ^ Shakira - Antes De Las Seis (Live From Paris) - YouTube
  44. ^ Tops : Adele écoule 88 000 exemplaires de "21"
  45. ^ Shakira firma con la Roc Nation di Jay-Z
  46. ^ Sadao Turner/Ryan Seacrest Productions, Pitbull & Shakira Are Working On New Track ‘Get It Started’ [AUDIO] | Ryan Seacrest - The official entertainment news site of American Idol host and American Top 40 on air radio personality!, Ryan Seacrest, 26 marzo 2012. URL consultato il 25 maggio 2012.
  47. ^ Hot Shot: Shakira Hits Studio With RedOne, Akon & ...LMFAO | ..::That Grape Juice // ThatGrapeJuice.net::.. || Thirsty?, Thatgrapejuice.net, 29 febbraio 2012. URL consultato il 25 maggio 2012.
  48. ^ Ok Amazing Day!!! Thanks to @siamusic @shakira !!!
  49. ^ Taking a small break from the studio to get my nails done with @EsterDean on a Sunday afternoon / Un pequeño descanso ...
  50. ^ westlake studios workin on shakira new project wit producer Billboard...
  51. ^ Shakira - VEVO News: Can't Remember To Forget You - YouTube
  52. ^ Shakira’s new single out in November 18! | Ultimate Music
  53. ^ (ES) Escuche 30 segundos de la nueva canción de Shakira que está grabando en Lisboa in El Heraldo Colombia, elheraldo.co, 30 giugno 2012. URL consultato il 1º luglio 2012.
  54. ^ (EN) Usher and Shakira join 'The Voice'. URL consultato il 15 marzo 2013.
  55. ^ Alberto Graziola, Shakira, il nuovo album si chiamerà... Shakira, soundsblog.it, 22 gennaio 2014. URL consultato il 23 gennaio 2014.
  56. ^ News from Sahara Samay: Shakira rocks Mexico
  57. ^ Shakira rompe récord de asistencia en Zócalo de Ciudad de México
  58. ^ Shakira.com > News > The Sun Comes Out World Tour poster
  59. ^ Shakira's hips Bollywood bound?, BBC, 4 settembre 2006. URL consultato il 3 febbraio 2010.
  60. ^ a b Shakira proud of Arab background, BBC, 4 novembre 2005. URL consultato il 3 febbraio 2010.
  61. ^ The poet and the princess (London), Guardian, 8 giugno 2002. URL consultato l'8 giugno 2002.
  62. ^ Steve Huey, Shakira Biography - MTV, MTV. URL consultato il 27 novembre 2009.
  63. ^ Mini Biography - Shakira (PDF), Dailynews. URL consultato l'8 giugno 2002.
  64. ^ POWER 96, POWER 96. URL consultato il 5 marzo 2010.
  65. ^ Top 3 pop covers of AC/DC songs(Celine Dion&Anastacia,Shania Twain,Shakira), Guitarflame.com. URL consultato l'8 giugno 2002.
  66. ^ Celebrity E-zine » Shakira, Thecelebezine.com, 8 febbraio 2010. URL consultato il 5 marzo 2010.
  67. ^ Shakira lascia il fidanzato storico.
  68. ^ Shakira e Piqué insieme su Twitter. I due alla loro festa di compleanno - gossip -Tgcom - pagina Tgcom
  69. ^ A message from Shakira
  70. ^ Shakira dà alla luce il suo primogenito, ISFC, 22 gennaio 2013. URL consultato il 22 gennaio 2013.
  71. ^ Shakira-Piquè: è nato Milan - Alle 21.36 del 22 gennaio - Il Sole 24 ORE

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 39572566 LCCN: no96055826