Kid Rock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kid Rock
Kid Rock in concerto alla Base aerea di Aviano.
Kid Rock in concerto alla Base aerea di Aviano.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rap metal[1]
Rap rock[1]
Hard rock[1]
Alternative metal[1]
Midwest rap[1]
Southern rock[2]
Nu metal[3][2]
Periodo di attività 1989 – in attività
Album pubblicati 9
Studio 8
Live 1
Sito web

Kid Rock, nome d'arte di Robert James Ritchie (Romeo, 17 gennaio 1971), è un cantautore, chitarrista, rapper e attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kid Rock cresce nella piccola città di Romeo, Michigan, un sobborgo bianco di Detroit. Ispirato da gruppi hip hop come Beastie Boys e Run DMC, Kid Rock inizia a frequentare i gruppi della vicina cittadina di Mt. Clemens, facendo parte di un gruppo di breakdance locale, The Furious Funkers.[1]

Primi anni di carriera musicale (1988-1996)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988 registra i suoi primi demo, che gli fruttano un ingaggio con la Boogie Down Productions e, in seguito, un contratto discografico con la Jive Records. Nel 1990 esce il suo primo album, Grits Sandwiches for Breakfast, da cui viene estratto il singolo Yo-Da-Ling in the Valley, che frutta a un'emittente radiofonica particolarmente coraggiosa una delle multe più alte mai fatte dal Governo a una stazione radio. Dopo essere stato ospite e aver fatto da DJ nei tour con Too $hort e Ice Cube, Kid Rock si trasferisce a New York per registrare il suo secondo album rap, stavolta comprendente anche elementi hard rock, pubblicato nel 1993 e intitolato The Polyfuze Method.[1] L'anno seguente esce l'EP Fire it up, seguito dal ritorno di Kid Rock a Detroit e dall'apertura della sua etichetta personale, la Top Dog: proprio questa pubblica nel 1996 un album accompagnameto, per la prima volta, dalla band Twisted Brown Trucker, intitolato Early Mornin' Stoned Pimp.[1]

Primi successi (1998-2001)[modifica | modifica wikitesto]

Finalmente, nel 1998 (e nel 1999 in Europa) viene pubblicato Devil Without a Cause, il quarto album di Kid Rock, lanciato dal singolo rap metal Bawitdaba (inserito anche nella classifica "100 Greatest Hard Rock Songs" di MTV), I Am the Bullgod, Cowboy e Only God Knows Why; è il primo disco per una major, nonché quello del primo successo: 11 milioni di copie."[1] Questo fu il primo album in cui Kid Rock iniziò a fondere il metal, il country, il southern rock, l'hard rock e il blues con il rap. L'album è stato premiato dalla RIAA con 11 dischi di platino. Il disco è considerato, insieme a Significant Other dei Limp Bizkit, molto influente per il movimento rap metal sviluppatosi alla fine degli anni novanta e nei primi anni duemila e ha anche ottenuto un buon successo di critica. Nel 2000 viene invece pubblicato The History of Rock, contenente riarrangiamenti dei pezzi dei primi album, "[1] di cui uno dei singoli estratti, American Bad Ass, riesce a riscuotere un certo successo anche grazie al famoso riff, che è un campionamento da Sad but True dei Metallica. Poco dopo la pubblicazione dell'album muore però il nano rapper Joe C., membro della Twisted Brown Trucker che suona per Kid Rock, a causa di gravi problemi di salute.[3] Nel 2001 esce Cocky, album anch'esso di grande successo, dedicato a Joe C.[3] e pubblicato nel 2001, contenente anche il brano Picture, con Sheryl Crow e il singolo Forever.[1]

Kid Rock, Rock n Roll Jesus, Born Free e "Rebel Soul" (2003-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 esce Kid Rock, album da cui viene estratto come primo singolo Rock N' Roll Pain Train. Nel 2007 pubblica l'album di maggior successo, intitolato Rock n Roll Jesus, il cui primo singolo è All Summer Long. Il pezzo contiene un campionamento della chiave della canzone Sweet Home Alabama dei Lynyrd Skynyrd, mentre l'arrangiamento è quello di Werewolves of London di Warren Zevon. Il secondo singolo estratto è Amen, il cui testo è dedicato ai soldati, infatti Bob stesso ha dichiarato che quello è stato il miglior testo che lui abbia mai scritto nel corso della sua carriera. Il 16 novembre 2010 esce Born Free (nel quale ha duettato con Mary J. Blige e Sheryl Crow), frutto di un lungo lavoro con la collaborazione del produttore Rick Rubin. Il 19 novembre 2012 esce invece il nuovo album, Rebel Soul, lanciato dai singoli Let's Ride e Cucci Galore.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Twisted Brown Trucker - Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

Kid Rock in concerto il 16 settembre 2006 a Denver, Colorado.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Studio[modifica | modifica wikitesto]

Data Titolo Billboard[4] Certificazioni RIAA[senza fonte].
2012 Rebel Soul
2010 Born Free
2008 Rock n Roll Jesus 1 2
2003 Kid Rock 8
2001 Cocky 3
2000 The History of Rock 2
1998 Devil Without a Cause 4
1996 Early Mornin' Stoned Pimp
1993 The Polyfuze Method
1990 Grits Sandwiches for Breakfast

Live[modifica | modifica wikitesto]

Data Titolo Billboard[4]
2006 Live Trucker 12

Apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • "Yo-Da-Lin in the Valley" (1990)
  • "Back from the Dead" (1992)
  • "U Don't Know Me" (1993)
  • "Prodigal Son" (1993)
  • "Welcome 2 the Party (Ode 2 the Old School)" (1998)
  • "I Am the Bullgod" (1998)
  • "Bawitdaba" (1999)
  • "Cowboy" (1999)
  • "Only God Knows Why" (1999)
  • "Wasting Time" (2000)
  • "American Bad Ass" (2000)
  • "Forever" (2001)
  • "Lonely Road of Faith" (2001)
  • "You Never Met a Motherfucker Quite Like Me" (2002)
  • "Picture"(feat. Sheryl Crow and Allison Moorer) (2002)
  • "Feel Like Makin' Love" (2003)
  • Rock n Roll Jesus (2007)
  • All Summer Long (2007)
  • Roll On (2007)
  • Born Free (2010)
  • Care (feat. Mary J. Blidge & T.I.) (2011)
  • Collide (2011) (feat. Sheryl Crow) (2011)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Kid Rock in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 16 dicembre 2012.
  2. ^ a b The History of Rock > Overview. Allmusic.com.
  3. ^ a b c Tommaso Iannini. Nu metal. Giunti Editore, 2003, ISBN 88-09-03051-6. pp. 49-50-51.
  4. ^ a b Billboard.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 85365866 LCCN: n92026911