Kendrick Lamar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kendrick Lamar
Fotografia di Kendrick Lamar
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rap
Periodo di attività 2003 – in attività
Etichetta Aftermath Entertainment, Interscope Records
Gruppi Black Hippy
Album pubblicati 3
Studio 3
Gruppi e artisti correlati Dr. Dre, J. Cole, Drake
Sito web

Kendrick Lamar Duckworth, semplicemente noto come Kendrick Lamar (Compton, 17 giugno 1987), è un rapper statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario della California, viene chiamato Kendrick dai suoi genitori in onore del cantante Eddie Kendricks, il cui vero nome era Edward James Kendrick.[1]

Nel 2003, all'età di 16 anni, realizza il suo primo mixtape sotto lo pseudonimo K-Dot. In seguito ottiene un contratto discografico con l'etichetta discografica indipendente TDE e negli anni successivi, fino al 2007, realizza altri mixtape. Nel 2008 appare nel videoclip del brano musicale All My Life (In the Ghetto) di Jay Rock. Nel 2009 abbandona lo pseudonimo K-Dot e si fa chiamare con il suo nome reale. Pubblica un EP nello stesso anno. Agli inizi della sua carriera, prima di pubblicare il suo debutto discografico con una major, Lamar accumulò un grande seguito su Internet, e lavorò già con artisti popolari, tra i quali Dr. Dre, Game, Drake, Young Jeezy, Talib Kweli, Busta Rhymes e Lil Wayne.

Nel settembre 2010 ha pubblicato il mixtape Overly Dedicated, in cui sono presenti tra gli altri Schoolboy Q, Jhené Aiko, Ab-Soul e altri artisti. Nel luglio 2011 per la Top Dawg Entertainment pubblica il suo primo album in studio Section.80, prodotto da un team composto da J. Cole, Wyldfyer, Terrace Martin e altri. Nel disco, anticipato dal singolo HiiiPoWeR, collaborano Schoolboy Q, Colin Munroe, Ab-Soul e altri artisti hip hop. Lamar fa parte del supergruppo di West Coast rap Black Hippy insieme ai compagni d'etichetta Jay Rock, Schoolboy Q e Ab-Soul.[2]

Nell'ottobre del 2012 è uscito il suo secondo album in studio Good Kid, M.A.A.D City (Top Dawg, Aftermanth, Interscope). Il produttore esecutivo di questo disco è Dr. Dre, a cui si sono affiancati tra gli altri Pharrell Williams, DJ Khalil, Just Blaze e altri. L'album ha raggiunto la posizione #2 della classifica Billboard 200[3] e ha ricevuto quattro nomination ai Grammy Awards 2014 tra cui quella come album dell'anno.

Tra il 2012 ed il 2014 ha collaborato con diversi artisti tra cui Tech N9ne, ASAP Rocky, Dido, Miguel, 50 Cent, Solange Knowles, Robin Thicke (Give It 2 U), Alicia Keys (It's On Again, per la colonna sonora di The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro), Flying Lotus e altri.

Nel marzo 2015 fa uscire il suo terzo album in studio To Pimp a Butterfly. Il primo singolo tratto da questo disco è i (settembre 2014), seguito da The Blacker the Berry, diffuso poche settimane prima dell'album e King Kunta

Influenze musicali[modifica | modifica wikitesto]

Tupac Shakur è il suo rapper preferito, e non influenza solo la sua musica, ma anche lo stile di vita che conduce tutti i giorni. Per quanto riguarda l'abilità tecnica Kendrick è stato spesso paragonato a Tupac, Eminem, Nas e Jay-Z. Il rapper di Compton afferma che tra i suoi cinque rapper preferiti, oltre Tupac, ci sono The Notorious B.I.G., Jay-Z, Nas e Eminem.[4] Inoltre Kendrick diede credito anche a Lil Wayne (durante i suoi giorni negli Hot Boys) come figura di influenza nella sua musica.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Dettagli Posizioni massime
USA USA
R&B
AUS CAN UK
Section.80
  • Pubblicato: 2 luglio 2011
  • Etichetta: Top Dawg Entertainment
  • Formato: download digitale
113 21
Good Kid, M.A.A.D City 2 1 23 2 16
To Pimp a Butterfly 1 1 1 1
"—" significa che l'album non è entrato in classifica o non è stato pubblicato in quel paese.

EP e Mixtape[modifica | modifica wikitesto]

  • 2009 - Kendrick Lamar EP
  • 2010 - Overly Dedicated (mixtape)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Youtube
  2. ^ (EN) Jeff Weiss, Jay Rock, Kendrick Lamar, Ab-Soul and Schoolboy Q form quasi-supergroup Black Hippy, Los Angeles Times.com, 17 agosto 2010. URL consultato il 15 dicembre 2012.
  3. ^ billboard
  4. ^ (EN) Nadine Graham, Kendrick Lamar: The West Coast Got Somethin' To Say, HipHopDX.com, 6 gennaio 2011. URL consultato il 18 dicembre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 228084643 · LCCN: no2012001286 · GND: 1038428041 · BNF: cb16666005f (data)