Bruno Mars

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bruno Mars
Fotografia di Bruno Mars
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
(Hawaii)
Genere Pop[1]
Pop rock[1]
Pop rap[1]
Contemporary R&B[1]
Periodo di attività 2008 – in attività
Strumento Pianoforte, Chitarra, Batteria, Basso, Armonica e Ukulele.[2]
Etichetta Elektra Records
Album pubblicati 2
Studio 2
Sito web
Bruno mars ame.jpeg
« Se la musica è ciò che vuoi fare, se è quello che ti piace, la tua passione, se tu ti metti a lavorare ed ogni giorno canti, oppure suoni uno strumento o scrivi delle canzoni, un giorno ti prometto che quando arriverà il tuo momento di brillare, brillerai, ci sarà sempre chi ti dirà che non ce la puoi fare ma se tu ci credi fino in fondo ci riuscirai. »
(Bruno Mars rivolgendosi al pubblico durante un intervista nell'The Ellen DeGeneres Show[3])

Bruno Mars, nome d'arte di Peter Gene Hernandez (Honolulu, 8 ottobre 1985), è un cantautore, produttore discografico e doppiatore statunitense[4]. La sua ispirazione musicale è Michael Jackson e molti critici indicano Mars come suo degno erede, riscontrando numerose somiglianze nel timbro vocale e nella versatilità di generi musicali.[5]

Nel 2009 firma un contratto con la "Atlantic Records" dopo un periodo di insuccesso con l'etichetta discografica Motown Records.

Ha scritto hit di successo per artisti come Flo Rida o Travie McCoy. Raggiunge la notorietà nel 2010, prestando la voce a Nothin' on You hit del rapper B.o.B. e a Billionaire di Travie McCoy. La sua musica è caratterizzata da varie influenze, reggae, pop, soul o blues.

Nel 2014, è stato nominato "Artist of the Year" dalla Billboard. Nel corso della sua carriera da cantante, ha venduto oltre 12 milioni di album e 68 milioni di singoli in tutto il mondo. Tuttavia, come scrittore e produttore sue vendite totali superano 130 milioni di singoli. Cinque dei suoi singoli sono arrivati tra i singoli di tutti i tempi più venduti. Mars è ora considerato come uno dei più riusciti artisti solisti del mondo.[6]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Ha origini portoricane da parte del padre Pete Hernandez, e filippine dalla madre Bernadette Hernandez. Fin dall’infanzia coltiva la sua passione per la musica; suo papà, Peter Hernandez , era un musicista e si esibiva con la musica rock and roll e sua mamma, Bernadette San Pedro Bayot, originaria delle Filippine, era una cantante oltre a essere una hula dancer. Lo zio si esibiva come sosia di Elvis Presley ed è proprio lui a convincere il giovanissimo Bruno, a tre anni appena, a debuttare sul palco. Solo un anno più tardi comincia a suonare con la band di famiglia “The Love Notes”; inizia così a essere riconosciuto per le sue doti musicali dalla famiglia e nel 1992 aveva recitato nel ruolo di un piccolo Elvis nel film Mi gioco la moglie a Las Vegas, a soli 7 anni[7]. L’imitazione di Presley è cruciale sia per la sua formazione artistica che per l’evoluzione della tecnica musicale, perché vuole prendere esempio solo dal meglio, ma qualche anno più tardi comincia a suonare la chitarra ispirandosi a Jimi Hendrix. Il suo nome d'arte "Bruno Mars" è stato ispirato dal wrestler Bruno Sammartino proprio perché Bruno era un ragazzino paffuto, e Mars è arrivato perché le ragazze dicevano che era uno "fuori dal mondo" e "Mars" in inglese significa proprio Marte[8][9].

2007-2010 Inizi nel mondo musicale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi The Smeezingtons.

Dopo il diploma, lo zio lo convince a trasferirsi a Los Angeles per inseguire il suo sogno di diventare cantante. Il successo però non arriva subito, almeno fino a quando Mars non conosce Philip Lawrence, compositore che lo convince a scrivere brani per altri artisti, fomando così The Smeezingtons. I due realizzano così il brano Long Distance, pubblicato nel 2008 e cantato dall’artista Brandy Norwood. L’anno successivo, co-firma il singolo Right Round per il rapper Flo Rida, che raggiunge la vetta della classifica. Nel 2010 raggiunge la notorietà scrivendo e cantando in Nothin' on You, canzone per B.o.B., e in Billionaire di Travie McCoy. Nello stesso anno ha pubblicato il suo EP di debutto intitolato It's Better If You Don't Understand[10], Bruno Mars ha inoltre partecipato alla produzione di successi internazionali come Fuck You! di Cee lo Green[11] e Wavin' Flag di K'naan[12]. Ha inoltre scritto brani per Alexandra Burke, Adam Levine, Brandy, Adam Lambert, Sean Kingston e per le Sugababes. Dopo il grosso successo commerciale di Nothin' on You, Bruno Mars[13] l'11 maggio 2010[14] pubblica il suo primo album nel 2010, intitolato Doo-Wops & Hooligans.

2010-2011 Doo-Wops & Hooligans[modifica | modifica wikitesto]

Bruno Mars in concerto a Houston il 24 novembre del 2010

Il suo primo singolo Just the Way You Are è stato pubblicato il 19 luglio 2010[15], ed ha raggiunto più volte la prima posizione della Billboard Hot 100, diventando un grandissimo successo, infatti secondo il rapporto annuale pubblicato dalla IFPI Just the Way You Are risulta il singolo più venduto del 2011 a livello mondiale,[16][17] Just the Way You Are raggiunge la prima posizione anche in Australia[18], Canada[19], Irlanda[20], Nuova Zelanda[21], Paesi Bassi e Regno Unito.[22] Anche il secondo singolo Grenade, uscito il 28 settembre 2010 ha avuto un gran successo internazionale, ha raggiunto la prima posizione della Billboard Hot 100 e nel 2011 è stato il secondo singolo più venduto del mondo con 10,2 milioni di copie.[23] [24] Negli Stati Uniti l'album di debutto di Mars Doo-Wops & Hooligans ha debuttato alla posizione numero tre della Billboard 200 durante la settimana del 13 ottobre 2010, vendendo circa 55.000 copie.[25]. Dopo la pubblicazione del suo album d'esordio, ottiene sette candidature ai Grammy Awards vincendo quello per "Best male pop vocal performance" per Just the Way You Are[26]. In marzo 2011 pubblica The Lazy Song il terzo singolo estratto dall'album che raggiunge la vetta della classifica nel Regno Unito[27], in Repubblica Ceca[28], Slovacchia[29] e Ungheria diventando un notevole successo. Anche la canzone Count on Me ha avuto un buon successo internazionale, sebbene inizialmente non fosse estratto come singolo e non fosse supportato da un video musicale, e la canzone estratta come singolo promozionale Talking to the Moon ha avuto un grandissimo successo in Brasile dove ha raggiunto la prima posizione sia nella Brasil Hot 100 Airplay che nella Brazil Hot Pop Songs e ha vinto 2 dischi di diamante[30]. Inoltre il cantante dichiara in un'intervista che "Doo-Wops", genere creato negli anni 50', gli è stato trasmesso dal padre, e "Hooligans" rappresenta il suo lato rock, infatti il titolo del suo album è Doo-Wops & Hooligans. Il 22 settembre 2011 è stato ufficializzato che il brano It Will Rain è uno dei brani della colonna sonora del film The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 1. Il 10 dicembre 2011 Bruno Mars si è esibito su MTV con la canzone Valerie, come tributo a Amy Winehouse[31].

2012-2013 Unorthodox Jukebox[modifica | modifica wikitesto]

« Ero a Parigi con la mia band per un concerto, e la sera precedente decidemmo di passarla in uno strip club, io cercai di non farmi riconoscere dal DJ che a un certo punto ha preso il microfono ed ha detto "Signore e signori stasera abbiamo un ospite speciale, Bruno Mars!", io dissi "Dannazione!" fui costretto a cantare, allora decisi di cantare Just the Way You Are, che per quanto possa essere una bellissima canzone è l'ultima che vorresti sentire in un posto del genere, subito dopo l'esibizione una ragazza mi disse "Mi dispiace Bruno", in questo album allora ho deciso di scrivere canzoni affinché la prossima volta che sarò in uno strip club a Parigi saprò cosa cantare »
(Bruno Mars parlando della nascita dell'album Unorthodox Jukebox[32])

Unorthodox Jukebox è il titolo del secondo album di Bruno Mars, uscito l'11 dicembre 2012. L'album è propriamente di genere pop e R&B ma Unorthodox Jukebox incorpora anche generi di musica rock, soul e reggae. Andrew Chan di Slant Magazine ha osservato che nell'album di Bruno Mars fioriscono elementi di musica Synthy Pop anni 80 con una approssimazione di RnB e Reggae.

Il disco viene anticipato dal primo singolo estratto Locked Out of Heaven, uscito ufficialmente il 1º ottobre 2012, il singolo avrà un incredibile successo internazionale raggiungendo la vetta della classifica in 7 paesi e vendendo 5 milioni di copie negli Stati Uniti ottenendo così 5 dischi di platino[33], in Italia ha venduto oltre 150.000 copie ottenendo 3 dischi di platino[34], e il 7 novembre 2012 Bruno Mars si è esibito con questo brano al famoso Victoria's Secret Fashion Show, ed anche l'11 febbraio 2013 durante l'omaggio di MTV a Bob Marley cantandola insieme a Sting.[35] Bruno ha dichiarato a Billboard che questo secondo lavoro discografico rappresenta la sua libertà: "Sono entrato in studio e ho scritto e registrato tutto ciò che ho voluto", ha detto l'artista[36]. In un'intervista al celebre megazine Rolling Stones, il cantante ha dichiarato che la ragione che sta dietro alla scelta del titolo dell album (Unorthodox Jukebox) è che voleva creare qualcosa di inaspettato dopo il grande successo del album di debutto (Doo-Wops & Hooligans).[37] Al disco hanno collaborato molti produttori tra cui: Mark Ronson, Jeff Bhasker, Emile Hayine, Diplo e il gruppo di produzione di Mars; The Smeezingtons. Per questa release Mars ha lavorato con produttori molto noti sulla scena internazionale quali Mark Ronson, (Amy Winehouse), Jeff Bhasker (Beyoncé), Emile Haynie (Eminem), Diplo ( M.I.A., Usher) e Supa Dups (John Legend).[38] Il CD presenta un'ottima fattura e qualità con ispirazione Soul, Funk, mescolate con sapienza ad un Pop melodico. Il cantante hawaiiano afferma di essersi ispirato ai più grandi artisti della storia, quali Michael Jackson, The Police, Stevie Wonder, James Brown, per questo nuovo album che presenta influenze degli anni ottanta. Il 15 gennaio 2013 è stato pubblicato il secondo singolo ufficiale intitolato When I Was Your Man che ottiene un grandissimo successo internazionale quasi uguale al precedente singolo, vendendo in totale nel 2013 circa 5.000.000 di copie in tutto il mondo. Il 10 maggio 2013 è stato pubblicato il terzo singolo ufficiale Treasure, anche questo singolo si impone sulle classifiche internazionali raggiungendo la vetta della classifica in 4 paesi diventando un noto successo, vendendo nei soli Stati Uniti 3.100.000 di copie. Bruno Mars ha annunciato sul web che, il 25 agosto 2013 si esibirà ai Video Music Awards 2013 con il suo prossimo singolo, il quarto estratto dal suo album Unorthodox Jukebox ovvero Gorilla, che avrà un successo discreto, decisamente minore rispetto ai precedenti singoli. Con Unorthodox Jukebox ha vinto il Grammy Awards 2014, categoria "miglior album pop". Successivamente il 10 dicembre 2013 esce Young Girls, inizialmente estratto come quinto singolo dal secondo album dell'artista, successivamente selezionato come singolo promozionale dell'album Unorthodox Jukebox.

2014 Super Bowl XLVIII, inizio della carriera da doppiatore e Uptown Funk[modifica | modifica wikitesto]

Bruno Mars durante l'half time show del Super Bowl XLVIII

Il 3 settembre 2013, la NFL annuncia che sarà Bruno Mars a tenere l'half time show, lo spettacolo di intrattenimento tra il secondo e il terzo quarto del Super Bowl XLVIII che si terrà al MetLife Stadium, a East Rutherford, New Jersey (sede dei New York Giants e dei New York Jets) il 2 febbraio 2014[39].

Lo show di Mars segna un record storico, si tratta infatti della più grande audience mai raggiunta nella storia del Superbowl con oltre 115,3 milioni di telespettatori.[40]

Al di fuori della sua carriera musicale, Mars ha avuto il ruolo di doppiatore del personaggio "Roberto" nel film d'animazione Rio 2, rilasciato nelle sale il 20 marzo 2014.[41]

Il 30 di ottobre 2014, Mark Ronson ha annunciato che pubblicherà un nuovo singolo il 10 novembre 2014, dal titolo "Uptown Funk", cantata interamente da Mars. La canzone ha avuto un incredibile successo commerciale in tutto il mondo, vendendo circa 8.000.000 di copie globalmente dopo tre mesi dalla pubblicazione, diventando anche per tre settimane la canzone più trasmessa dalle radio in tutto il mondo, ha raggiunto il numero uno nella classifica Billboard ed anche in Canada, Australia, Belgio, Francia, Nuova Zelanda, Scozia, Regno Unito, Ungheria, Lussemburgo, Argentina, Croazia, Irlanda, Spagna, Svizzera e Messico.[42] Il singolo ha battuto inoltre il record di maggior numero di streaming di tutti i tempi in Regno Unito con 2.560.000 streaming in una sola settimana vincendo anche i Brit Awards come "Canzone dell'anno".[43]

2015 Lavoro al terzo album[modifica | modifica wikitesto]

Appena finito il "The Moonshine Jungle Tour", Mars ha iniziato a lavorare sul suo terzo album. L'artista non ha dato una data di rilascio, affermando "non uscirà finché non è finito".[44] In precedenza, il cantautore è stato intervistato da "That's Shanghai" e ha dato alcuni dettagli del nuovo album, confermando Mark Ronson e Jeff Bhasker come produttori. Egli ha inoltre aggiunto: "Voglio scrivere canzoni migliori, voglio mettere su spettacoli migliori, voglio fare video musicali migliori. Io voglio che il mio prossimo album sia migliore del primo e il secondo".

Voce e stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

« Non sono il secondo Michael Jackson o il secondo Prince, sono il primo Bruno Mars »
(Bruno Mars parlando dei paragoni che vengono spesso fatti tra lui e Michael Jackson[45])

La sua ispirazione musicale è Michael Jackson e molti critici indicano Mars come suo degno erede, riscontrando numerose somiglianze nel timbro vocale e nella versatilità di generi musicali.[5].

Nelle canzoni di Mars i possono notare una grande varietà di stili, generi musicali e influenze, tra cui pop,[46] rock,[46] reggae,[46] R&B,[47] soul,[48] e hip hop.

Stile di scrittura musicale[modifica | modifica wikitesto]

« Io non mi siedo e penso con l'intenzione di scrivere una canzone, l'ispirazione mi colpisce sempre in modo imprevisto: su un aereo, quando sono fuori o appena prima di andare a letto, sono idee che vengono improvvisamente. a mio avviso, e qualche volta riesco a trasformarlo in testo il giorno successivo. A volte ci posso mettere un anno per ottenere qualcosa. non si può forzare la creatività. »
(Bruno Mars spiega il processo di scrittura delle sue canzoni durante un'intervista su "That's Shanghai" nel 2015[49])

I testi di molte delle canzoni di Mars sono stati descritti come romantici, spensierati, e ottimisti,[50] tuttavia, molte altre canzoni come "Grenade", "Liquor Store Blues" e "Talking to the Moon" parlano di relazioni finite e trattano di comportamenti autodisruttivi.[48][51] Nel suo secondo album, Unorthodox Jukebox, Mars ha mostrato un nuovo stile di testi totalmente diverso, mentre nel primo album Doo-Wops & Hooligans le canzoni avevano come tema principale l'amore, nel secondo ha messo come argomento principale la sessualità, questo lo si può denotare in canzoni come Locked Out of Heaven e Gorilla, ciò lo ha portato a diversi paragoni al cantante Prince[52].

Capacità di intrattenere[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi The Moonshine Jungle Tour.

Mars è noto anche per l'intrattenimento che dà durante i suoi concerti e durante le apparizioni televisive. È stato più volte definito un personaggio carismatico in grado di colpire tutto il pubblico dai bambini in su[53]. Il giornalista Monique della rivista "Mirror" dice che "l'intrattenimento che dà sul palco Bruno Mars non lo ha ma visto dare da nessun altro", paragonandolo al Re del Pop, Michael Jackson.[54] Egli è durante i concerti, il più delle volte, accompagnato da "The Hooligans", la sua band di musicisti, essi fanno anche i ballerini e cantanti durante i concerti.[55] I suoi concerti sono dotati da balli coreografici, fortemente influenzati dagli anni '80.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Bruno Mars ha avuto una relazione con Chanel Malvar, dal 2008 fino al 2010, quando la scoprì nel suo appartamento che lo tradiva con un altro ragazzo, come racconta nel videoclip e nel testo della canzone Grenade, appunto dedicato a Chanel Malvar. Anche la canzone When I Was Your Man è dedicata alla ex ragazza del cantante[56]. Successivamente è stato legato sentimentalmente con la cantante Rita Ora[57]. Attualmente è fidanzato con la modella Jessica Caban.

Ha tatuato sul braccio il nome della madre 'Bernadette', morta a 55 anni il 1 giugno 2013 a causa di un aneurisma cerebrale. Bruno ha un fratello (Eric Hernandez), il batterista della sua band che lo accompagna in tour, e quattro sorelle (Jamie, Tahiti, Tiara e Presley Hernandez), che formano il gruppo The Lylas.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Mars è alto 165 cm e pesa 66 kg[58]
  • I suoi fans si chiamano Hooligans.
  • Suona vari strumenti: pianoforte, chitarra, batteria, basso, armonica e ukulele.[59]
  • Mars ha 4 tatuaggi: una zingara sull'avambraccio sinistro, il nome della madre Bernadette "Bernie" sulla spalla destra e la scritta "Pete's boy" sul bicipite sinistro. Il suo primo tatuaggio era un cuore sacro al contrario che si è fatto fare a 19 anni, ma che dopo due anni ha coperto.
  • Secondo Billboard Mars è stato il dodicesimo più ricco musicista del 2014, con un patrimonio di 68.839.681 dollari.[60]
  • Le canzoni di Bruno Mars sono state utilizzate da un team di medici per aiutare l'11enne Zumyah Thorpe a guarire dalle ferite riportate in un grave incidente stradale che le aveva provocato dei profondi danni fisici e cerebrali, che si è salvata grazie alle canzoni di Mars, che ha voluto rendere omaggio alla bambina in occasione nel suo concerto a Cleveland. Il cantante di origini hawaiane ha voluto dedicare la sua performance alla piccola Zumyah, presente nel pubblico, cantando la sua canzone preferita,“Just the way you are”. Alla fine del concerto Bruno Mars ha anche deciso di regalare la sua chitarra autografata alla piccola: “Zumyah stasera hai dato a me ed alla mia band qualcosa che non avevamo mai sentito prima. Sei una fonte d'ispirazione per tutti”, ha detto il cantante[61].

Band[modifica | modifica wikitesto]

Bruno Mars forma insieme ad altri membri "The Hooligans", la sua band di musicisti, essi fanno anche i ballerini e cantanti durante i concerti.[55]

Membri[modifica | modifica wikitesto]

  • Bruno Mars – voce, chitarra (2010 – )
  • Philip Lawrence  – cori (2010 – )
  • Phredley Brown  – tastiera (2010 – Ottobre 2012); chitarra (Ottobre 2012 ); cori (2010 – )
  • Jamareo Artis  – basso (2010 – )
  • Eric Hernandez  – batteria (2010 – )
  • Kameron Whalum  – trombone (2010 – )
  • Dwayne Dugger  – sassofono (2010 – )
  • James King  – tromba (2010 – )
  • John Fossit - tastiera, pianoforte (9 Ottobre 2012 – )

Ex Componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Kenji Chan – chitarra (2010 – 10 Ottobre 2012)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Bruno Mars in totale nella sua carriera ha vinto 68 premi ed ha raggiunto 215 candidature.

American Music Awards
  • 2011 - Vinto - Migliore voce pop\rock[62]
ASCAP
Billboard Music Award
BRIT Award
Echo Award
  • 2012 - Vinto -Miglior cantante solista[70]
Grammy Award
Juno Award
Premio 40 Principales
MTV Europe Music Awards
MTV Video Music Awards
MTV Video Music Awards Japan
NRJ Music Awards

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Singoli Promozionali/Altre Canzoni entrate in classifica[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Tour[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Bruno Mars su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ M. Casale Bauer - dove c'è musica - Bruno-Mars-Suona-Gli-Ukulele-Ovation
  3. ^ Filmato audio Bruno Mars On The Ellen Show 10/02/2014 Full Interview HD su YouTube.
  4. ^ Hype 5-0 does Hawaii proud
  5. ^ a b Bruno Mars: il Doo-wop, le Hawaii, Michael Jackson e il reggae + Freequency
  6. ^ Billboard Staff, Billboard Latin Music Awards 2014: Complete Winners List su Billboard, Prometheus Global Media, 24 aprile 2014. URL consultato il 25 aprile 2014.
  7. ^ http://www.vogue.it/magazine/blog-del-direttore/2015/01/bruno-mars
  8. ^ (EN) Starring Bruno Mars. URL consultato il 28 dicembre 2014.
  9. ^ (EN) Bruno Mars, Far East Movement lead Asian-American pop music wave taking over the Billboard charts. URL consultato il 28 dicembre 2014.
  10. ^ √ Bruno Mars: Discografia, Biografia, Concerti e molto altro su Rockol
  11. ^ Italiancharts - Right Round
  12. ^ Italiancharts - Wavin' Flag
  13. ^ EXCLUSIVE: It’s Official! Bruno Mars set to release 2010 debut EP “It’s Better If You Don’t Understand” - TheNext2Shine.com
  14. ^ Rap-Up.com: Bruno Mars Steps Into Spotlight With Debut EP
  15. ^ Bruno Mars - Just The Way You Are (Single Artwork) | PICS
  16. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Ricerche e dati di mercato
  17. ^ Billboard - Music Charts, Music News, Artist Photo Gallery & Free Video
  18. ^ Discography Bruno Mars, australian-charts.com. Hung Medien. URL consultato il 16 dicembre 2010.
  19. ^ Bruno Mars Album & Song Chart History (Canadian Hot 100) su Billboard, Prometheus Global Media. URL consultato il 16 dicembre 2010.
  20. ^ Discography Bruno Mars, irish-charts.com. Hung Medien. URL consultato l'8 novembre 2010.
  21. ^ Discography Bruno Mars, charts.org.nz. Hung Medien. URL consultato il 21 dicembre 2010.
  22. ^ Chart Stats - Bruno Mars, chartstats.com. URL consultato il 30 ottobre 2010.
  23. ^ (EN) Digital Music Report 2012 (PDF), IFPI. URL consultato il 23 gennaio 2012.
  24. ^ Bruno Mars Album & Song Chart History (Hot 100) su Billboard, Prometheus Global Media. URL consultato il 16 dicembre 2010.
  25. ^ Keith Caulfield, Toby Keith's 'Gun' Fires at No. 1 on Billboard 200 in Billboard, Nielsen Business Media, Inc, 13 ottobre 2010. URL consultato il 13 ottobre 2010.
  26. ^ Grammy Awards 2011: Bruno Mars, video esibizione. URL consultato il 13 ottobre 2010.
  27. ^ The Lazy Song nella classifica del Regno Unito. (archiviato dall'url originale il 2012-07-24).
  28. ^ The Lazy Song nella classifica della Repubblica Ceca.
  29. ^ The Lazy Song nella classifica della Slovacchia.
  30. ^ name="billboardbr"
  31. ^ https://www.youtube.com/watch?v=toSWIFioFmw
  32. ^ Filmato audio Bruno Mars on The Graham Norton Show (7th Dec 2012) su YouTube.
  33. ^ http://riaa.com/goldandplatinumdata.php?content_selector=gold-platinum-searchable-database#
  34. ^ http://www.fimi.it/temp/cert_GFK_download_112013.pdf
  35. ^ http://www.cbsnews.com/news/grammy-awards-2013-the-best-performances/
  36. ^ (EN) Bruno Mars to Release 'Unorthodox Jukebox' Dec. 11: Exclusive, Billboard, 28 settembre 2012. URL consultato il 13 novembre 2012.
  37. ^ (EN) Bruno Mars and Diplo Hit Paris Strip Club for 'Unorthodox' Inspiration, Matt Diehl, 21 novembre 2012. URL consultato il 13 dicembre 2012.
  38. ^ Bruno Mars, 'Unorthodox Jukebox': Track-By-Track Review | Billboard
  39. ^ (EN) Bruno Mars to play Super Bowl XLVIII halftime show, NFL.com, 8 settembre 2013. URL consultato il 1º ottobre 2013.
  40. ^ Bruno Mars' Super Bowl Halftime Show Attracts Record Audience of 115.3 Million | Billboard
  41. ^ Rio 2 (2014), Rotten Tomatoes. URL consultato il 10 aprile 2014 (archiviato il 5 giugno 2014).
  42. ^ Robbie Daw, Mark Ronson Announces "Uptown Funk" Single, Featuring Bruno Mars su Idolator, Spin Media, 30 ottobre 2014. URL consultato il 1º novembre 2014.
  43. ^ https://www.facebook.com/video.php?v=810085359029065
  44. ^ https://www.youtube.com/watch?v=vQN8bWqL2KE
  45. ^ https://www.youtube.com/watch?v=zS3Ahrn1B_E
  46. ^ a b c Sandy Cohen, Music Review: Singer-songwriter-producer Bruno Mars shows range and pop flair on debut CD in The News, The Canadian Press, 4 ottobre 2010. URL consultato il 5 febbraio 2011.
  47. ^ Scott Mervis, For the Record: Bruno Mars su Pittsburgh Post-Gazette, Block Communications, 7 ottobre 2010. URL consultato il 16 ottobre 2010.
  48. ^ a b Leah Greenblatt, Doo-Wops & Hooligans (2010) su Entertainment Weekly, Time Inc, 29 settembre 2010. URL consultato il 29 settembre 2010.
  49. ^ http://online.thatsmags.com/post/bruno-mars-mercedes-benz-arena-shanghai-interview-thats-shanghai
  50. ^ Megan Vick, Bruno Mars, "Just the Way You Are" su Billboard, Prometheus Global Media, 6 agosto 2010. URL consultato il 16 ottobre 2010.
  51. ^ Amar Toor, Bruno Mars, 'Grenade' – New Song, AOL Radio Blog. AOL, 5 ottobre 2010. URL consultato il 16 ottobre 2010.
  52. ^ Bill Lamb, Review: Bruno Mars - "Gorilla", About.com. URL consultato l'11 novembre 2013.
  53. ^ http://www.rockol.it/news-642502/mark-ronson-uptown-funk-intervista?refresh_ce
  54. ^ mirrorsmagazine.com
  55. ^ a b Bruno Mars live at London's O2 Arena - Review - Music News - Digital Spy
  56. ^ http://www.rnbjunk.com/bruno-mars-when-i-was-your-man-nuova-canzone-298/
  57. ^ http://www.yourtango.com/2014206246/super-bowl-2014-bruno-mars-love-girlfriend
  58. ^ Bruno Mars altezza e peso - Quanto è alta
  59. ^ M. Casale Bauer - dove c'è musica - Bruno-Mars-Suona-Gli-Ukulele-Ovation
  60. ^ Billboard Staff, Music's Top 40 Money Makers 2014: The Rich List su Billboard, Prometheus Global Media, 10 marzo 2014. URL consultato il 15 marzo 2014.
  61. ^ http://www.105.net/news/music-biz/119367/Bruno-Mars-salva-una-fan-con.html
  62. ^ Jane Kellogg, AMAs 2011: Winners and Nominees Complete List in The Hollywood Reporter, Prometheus Global Media, 20 novembre 2011. URL consultato il 25 marzo 2013.
  63. ^ a b ASCAP Awards 2011 – Most Performed Songs, American Society of Composers, Authors and Publishers, 27 aprile 2011. URL consultato il 28 aprile 2011.
  64. ^ a b c d e f ASCAP Awards 2012 – Most Performed Songs, American Society of Composers, Authors and Publishers, 18 aprile 2012. URL consultato il 19 aprile 2012.
  65. ^ a b c d e ASCAP Awards 2013 – Most Performed Songs, American Society of Composers, Authors and Publishers, 17 aprile 2013. URL consultato il 22 giugno 2013.
  66. ^ Full 2011 Billboard Music Awards Finalists List su Billboard, Prometheus Global Media. URL consultato il 13 aprile 2011.
  67. ^ The Brits 2012 su Brits, British Phonographic Industry's. URL consultato il 26 settembre 2011.
  68. ^ The Brits 2014 su Brits, British Phonographic Industry's. URL consultato il 20 febbraio 2014.
  69. ^ https://www.facebook.com/video.php?v=810085359029065
  70. ^ Wolfgang Spahr, Adele Wins, Katy Perry Performs at 2012 German ECHO Awards in Berlin su Billboard, Prometheus Global Media, 23 marzo 2012. URL consultato il 25 febbraio 2013.
  71. ^ Final Nominations List: 53rd Grammy Awards (PDF) su Naras, National Academy of Recording Arts and Sciences, 2010. URL consultato il 2 dicembre 2010.
  72. ^ 2014 Grammy Awards Nominees su Naras, National Academy of Recording Arts and Sciences. URL consultato l'8 marzo 2014.
  73. ^ JUNO Staff, 2014 JUNO GALA DINNER & AWARDS WINNERS su JUNO, JUNO, 29 marzo 2014. URL consultato il 30 marzo 2014.
  74. ^ (ES) Nominados e Ganadores Premios 40 Principales 2013 su Prisa Musica, Phoenix Group. URL consultato il 13 dicembre 2013.
  75. ^ MTV EMA 2011 – The Winners!, MTV Networks, 7 novembre 2011. URL consultato il 25 febbraio 2013.
  76. ^ a b Tamar Anitai, MTV VMA 2011 Nominees, MTV Networks, 20 luglio 2011. URL consultato il 23 luglio 2011.
  77. ^ MTV Video Music Aid Japan, MTV Japan, 2 luglio 2011. URL consultato il 2 gennaio 2014.
  78. ^ Allpopasia, MTV Video Music Awards Japan 2012 Winners su Allpopasia, Allpopasia.com, 21 marzo 2012. URL consultato il 1º ottobre 2013.
  79. ^ Kathy Iandoli, One Direction Steal The Show At The NRJ Awards su Idolator.com, Spin Media, 27 gennaio 2013. URL consultato il 18 maggio 2013.
  80. ^ Louise Saunders, Going for gold! Katy Perry lights up the red carpet at the 15th NRJ Music Awards in a striking satin mullet-hem minidress su Dailymail, dmg media, 14 dicembre 2013. URL consultato il 2 gennaio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 165707945 · LCCN: no2010094614 · GND: 141560630 · BNF: cb16265613s (data)