Calvin Harris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Calvin Harris
Calvin Harris nel 2012
Calvin Harris nel 2012
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Alternative dance[1]
Electronic dance music[1]
Pop[1]
Dance[1]
Dance pop[1]
Indietronica[1]
Progressive house
Periodo di attività 2002 – in attività
Etichetta Sony Music, EMI Music Publishing
Album pubblicati 3
Sito web
Calvin Harris canta a un concerto nel 2008.

Calvin Harris, all'anagrafe Adam Richard Wiles[2] (Dumfries, 17 gennaio 1984[3]), è un musicista, cantante, autore, DJ e produttore britannico.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Calvin Harris ottiene i suoi primi successi all'età di ventuno anni: i suoi brani Da Bongos e Brighter Days vengono pubblicati come singolo in vinile per discoteca dalla Prima Facie ad inizio 2002 sotto il nome Stouffer.[4] Harris firma un contratto con la EMI (pubblicazione) e la Sony BMG (registrazione) nel 2006, dopo che la sua musica era stata notata attraverso il social network MySpace.

Calvin Harris ha pubblicato il 29 giugno 2007 il suo album di debutto I Created Disco, certificato disco d'oro, e contenente i singoli Acceptable in the 80s e The Girls, che hanno avuto un grande riscontro di pubblico. Per promuovere I Created Disco, Harris ha girato il Regno Unito facendo da supporto per i tour di Faithless e Groove Armada.[5][6] Harris ha inoltre scritto e prodotto per numerosi altri interpreti come l'album X di Kylie Minogue, ed il brano Dance wiv Me in collaborazione con il rapper Dizzee Rascal.

Il suo secondo album di inediti, Ready for the Weekend è stato pubblicato il 17 agosto 2009 ed ha raggiunto la prima posizione nella classifica degli album più venduti nel Regno Unito il 23 agosto. L'album contiene i singoli I'm Not Alone (di cui Madonna ha utilizzato un campionamento per la canzone Frozen durante lo Sticky & Sweet Tour), Ready for the Weekend, Flashback e You Used to Hold Me. Un remix dell'album intitolato L.E.D. Festival è stato pubblicato a luglio 2010 come allegato gratuito al numero di agosto di Mixmag.

Nel 2011 ha collaborato con la cantante barbadiana Rihanna, aprendo i concerti di alcune date europee del Loud Tour, e nel suo sesto album Talk That Talk scrivendo e producendo due tracce: We Found Love, scritta e prodotta soltanto da Harris, e Where Have You Been scritta e prodotta in collaborazione con altri artisti.

Nel 2012, con la collaborazione di Ne-Yo, produce Let's Go che riscuote un grande successo. Nello stesso anno re-mixa Spectrum (Say My Name), cantata dai Florence and the Machine, la quale riscuote un grande successo anch'essa. Successivamente, in collaborazione con la stessa cantante dei Florence and the Machine, Florence Welch, produce Sweet Nothing, canzone che andrà a far parte del suo album 18 Months.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Remix[modifica | modifica sorgente]

  • 2006: All Saints - Rock Steady
  • 2007: Groove Armada - Get Down
  • 2007: CSS - Let's Make Love and Listen to Death from Above
  • 2007: Jamiroquai - Canned Heat
  • 2007: The Mitchell Brothers - Michael Jackson
  • 2008: The Ting Tings - Great DJ
  • 2008: The Hours - See the Light
  • 2012: Florence + The Machine - Spectrum (Say My Name)
  • 2014: Fatboy Slim & Riva Starr - Eat Sleep Rave Repeat

Premi e nomination[modifica | modifica sorgente]

Anno Riconoscimento Categoria Titolo Risultato
2007 BT Digital Music Awards Best Electronic Artist or DJ Nomination
Q Awards Best Breakthrough Artist Nomination
2008 Xfm New Music Award I Created Disco Nomination
Shortlist Music Prize I Created Disco Nomination
Popjustice £20 Music Prize Dance Wiv Me Nomination
2009 The Music Producers Guild Awards Best Remixer Vinto
BRIT Awards British Single Dance Wiv Me Nomination
NME Awards Best Dancefloor Filler Dance Wiv Me Vinto
Ivor Novello Awards Best Contemporary Song Dance Wiv Me Nomination
Popjustice £20 Music Prize Best Contemporary Song I'm Not Alone Nomination
2010 BRIT Awards Best British Male Nomination

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f (EN) Calvin Harris in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ Calvin Harris: How the non-dancing, foul-mouthed, anti-social Scot became the 'Caledonian Justin Timberlake (London), www.theindependent.co.uk, 8 febbraio 2009. URL consultato il 1º agosto 2009.
  3. ^ Calvin Harris Biography, starpulse.com. URL consultato il 16 gennaio 2009.
  4. ^ Calvin Harris Biography, starpulse.com. URL consultato il 10 agosto 2007.
  5. ^ "Web wonder Calvin wins over Kylie" BBC, 19 February 2007, Retrieved 12 March 2007
  6. ^ "Calvin To Support Groove Armada On UK Tour" calvinharris.tv, Retrieved 12 June 2007

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) [1] – sito ufficiale

Controllo di autorità VIAF: 120113854 LCCN: no2007146166