Natasha Bedingfield

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Natasha Bedingfield
Natasha Bedingfield nel 2012 al Tribeca Film Festival
Natasha Bedingfield nel 2012 al Tribeca Film Festival
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Genere Pop[1]
Dance pop[1]
Adult contemporary music[1]
Periodo di attività 2004 – in attività
Album pubblicati 4
Studio 4

Natasha Anne Bedingfield (Londra, 26 novembre 1981) è una cantante britannica.

Ha un fratello, Daniel Bedingfield, anch'egli cantante. Natasha Bedingfield è inoltre amministratrice dell'associazione di beneficenza Global Angels, fondata da sua madre Molly e supportata dalla catena di pub Hard Rock Cafe in cui lei e vari cantanti spesso si esibiscono.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Natasha è cresciuta nel quartiere londinese di Lewisham con i suoi genitori neozelandesi. Ha due fratelli e una sorella. Con questi ultimi ha formato quand'era adolescente una band chiamata "DNA algorithm".

Ha frequentato poi una scuola d'arte, ma le hanno consigliato di lasciare stare quella materia per dedicarsi a psicologia poiché era portata per quest'ultima. Ha poi trascorso il tempo a scrivere canzoni aspettando il suo debutto che doveva avvenire quando sarebbe stata pronta.

Pubblica il suo primo album, Unwritten, nel 2004 nel Regno Unito e nel 2005 in America, da cui fa uscire quattro singoli. Quest'album fu un mix tra pop, rock ed R&B. Tra i singoli estratti Unwritten è giunto al primo posto nella hit chart degli Stati Uniti d'America, mentre in patria ha raggiunto la vetta These Words.

Il 9 febbraio 2005 ha partecipato ai Brits Award dove ha anche cantato con il fratello Ain't Nobody, entrando nel guinness dei primati come unici fratelli primi in classifica.

Partecipa alla colonna sonora di Rocky Balboa con il brano Still here scritto da Diane Warren. Il brano riappare nel suo secondo album in studio: N.B..

Il 16 aprile 2007 esce il nuovo singolo I Wanna Have Your Babies nelle radio e televisioni europee; il singolo è tratto dall'album intitolato N.B., uscito in Europa il 30 aprile.

Verranno estratti in seguito dal disco Soulmate e Say It Again.

Nel periodo natalizio del 2007 ha vinto ai Digital Awards nella categoria Miglior Artista Pop, ed ha avuto 3 nomination ai Brit Awards 2007, tra cui quella come Miglior Artista Femminile, non vincendo però nulla.

Sempre a Natale 2007 è uscito il primo singolo di Pocketful of Sunshine, il suo disco per il mercato statunitense. Il singolo in questione è Love Like This in coppia con Sean Kingston. L'album, uscito il 22 gennaio 2008, riscuote un buon successo commerciale tanto da permetterle di raggiungere la numero 3 degli album più venduti negli Stati Uniti d'America nella sua settimana d'uscita. Al momento ha venduto circa 700.000 copie.

Come singolo successivo viene estratto Pocketful of Sunshine in data 22 febbraio 2008.

Natasha Bedingfield al Nobel Peace Prize Concert del 2009

Nel 2010 partecipa nella canzone "Last Chance" contenuta nel primo album della rapper Nicki Minaj.

Nel 2011 partecipa come cantante ospite al brano dei Simple Plan Jet Lag, estratto dal quarto album della band Get Your Heart On!.

Nel 2012 partecipa alla realizzazione dell'album Chimes of Freedom - The Songs of Bob Dylan, incidendo una sua versione di Ring Them Bells.

L'11 settembre 2012 è uscito il singolo dei Lifehouse Between the Raindrops al quale la cantante londinese partecipa come ospite.

Nel 2013 compone, insieme a Fraser T. Smith, la musica di "Non mi ami", brano per la cantautrice Soul - Pop italiana Giorgia Todrani contenuto nell'album "Senza paura" di quest'ultima.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

EP[modifica | modifica sorgente]

  • 2007 - Live from London EP

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Da Unwritten

Da N.B.

Da Pocketful of Sunshine

Da Strip Me/Strip Me Away

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 2006 ha prestato l'immagine e voce al videogioco di James Bond.
  • La sua canzone Unwritten è stata la colonna sonora dell'ultima stagione di the Hills.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Natasha Bedingfield in Allmusic, All Media Network.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 37161193 LCCN: no2005065405

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie