Geronimo Stilton (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Geronimo Stilton
Geronimo Stilton.jpg
Un pupazzo di Geronimo Stilton al salone del libro di Parigi 2010
Nome orig.Geronimo Stilton (Geronimo Stilton)
Lingua orig.Italiano
AutoreSe stesso
1ª app.2000
Editore it.Edizioni Piemme
Voci italiane
SessoMaschio
EtniaTopo
Luogo di nascitaTopazia
Data di nascitaTanti ma tanti anni or sono...

Geronimo Stilton è il protagonista dell'omonima serie di libri per l'infanzia scritta ed ideata da Elisabetta Dami[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Topazia, la capitale dell'Isola dei Topi, è laureato in Topologia della Letteratura Rattica e in Filosofia Archeotopica Comparata. Da vent'anni dirige una casa editrice: l'Eco del Roditore, fondato da suo nonno Torquato Travolgiratti. È il quotidiano più famoso dell'Isola dei Topi, ma sua vera passione è scrivere; i suoi libri hanno un successo eccezionale. Tradotti in 46 lingue, hanno venduto 32 milioni di copie soltanto in Italia, 128 milioni in tutto il mondo! È anche autore di vari bestseller, come "Il sorriso di Monna Topisa". Gli è stato conferito il premio Topitzer per un sensazionale scoop, "Il mistero del tesoro scomparso". È un tipo, anzi un topo, intellettuale ma piuttosto distratto, con la testa tra le nuvole... Nel tempo libero colleziona antiche croste di parmigiano del Settecento, gioca a golf, ma soprattutto adora narrare fiabe al suo nipotino preferito, Benjamin... Nel libro "La vera storia di Geronimo Stilton" si scopre che lui non sa chi siano i suoi veri genitori, ma è stato adottato dalla famiglia Stilton con tanto affetto.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Tea Stilton[modifica | modifica wikitesto]

Tea è la sorella minore di Geronimo, ed è l’invitata speciale e fotografa dell’Eco del Roditore. Non assomiglia molto a suo fratello: è sportiva, grintosa determinata e spericolata. È anche esperta di tutti gli sport estremi e non ha paura di nulla. È inoltre atletica e affascinante, per questo ha molti ammiratori (tra cui Iena e Ficcanaso Squitt) e ha avuto e lasciato innumerevoli fidanzati. Tea è anche un’amica molto speciale; Colette, Nicky, Pamela, Paulina e Violet sono le sue cinque amiche (che si sono chiamate Tea Sisters, cioè sorelle dei Tea!) che ha conosciuto al college di Topford, dove insegna giornalismo avventuroso.

Trappola Stilton[modifica | modifica wikitesto]

Trappola è il cugino di Geronimo e Tea. Ama cucinare e soprattuto mangiare. Tarchiatello, burlone e dalla battuta sempre pronta, Trappola ha sempre amato fare scherzi al cugino Geronimo, che è la sua vittima preferita. Ha fatto lavori di ogni tipo, anche assurdi, e ha salvato senza volerlo il prezioso quadro di Monna Topisa.

Benjamin Stilton[modifica | modifica wikitesto]

Benjamin è il nipotino preferito di Geronimo e gli sta molto a cuore. Ha nove anni ed è tenero, affettuoso, curioso, vivace e intelligente. È bravo a scuola tranne in educazione fisica, in cui, come lo zio, non se la cava affatto. Gli piace giocare con Pandora, di cui è anche innamorato e con Trappy, l’altra nipotina di Geronimo. Come quest’ultima e al contrario dello zio, Benjamin è piuttosto esperto di tecnologia e informatica.

Trappy[modifica | modifica wikitesto]

Trappy è la nipotina di Geronimo. Le piace giocare con Benjamin e come lui è piuttosto esperta di Tecnologia e informatica. È intraprendente, grintosa e sempre con la battuta pronta. Assomiglia sia in aspetto che nei modi a Trappola e i due vanno molto d’accordo.

Torquato Travolgiratti[modifica | modifica wikitesto]

Torquato Travolgiratti detto Panzer (o nonno Torquato), è il nonno di Geronimo, Tea e Trappola. Ha fondato l’Eco del Roditore e ne è stato direttore per molti anni, poi ha l’lasciato in eredità a Geronimo. Lo sgrida sempre, ma in fondo gli vuole bene. Loda sempre Tea, che è la sua nipote preferita. Ha un camper color formaggio lungo 25 metri che all’interno sembra un hotel. Da giovane, prima di diventare giornalista, ha vinto molti tornei di golf (e ne è ancora appassionato) e fondato il Rattonia Football Club, società calcistica di Topazia, di cui è attualmente presidente.

Eulippa “Lippa” Merletti Stilton[modifica | modifica wikitesto]

Zia Lippa è la zia preferita di Geronimo e moglie di zio Spelliccio. Porta sempre un vestito lilla e sembra molto più giovane di quello che è. È dolce e ottimista ed è una grande esperta di problemi di cuore. Il suo motto è:“L’amore è come il formaggio, se è di qualità col tempo migliora”. Si è presa cura di Geronimo, Trappola e Tea, e ora si prende cura di Benjamin e vive con lui.

Spelliccio[modifica | modifica wikitesto]

Zio Spelliccio è lo zio di Geronimo e marito di zia Lippa. Era scomparso 18 anni prima del quarto libro. Abile marinaio, per cercare un tesoro era naufragato in un’isola tanto piccola da non essere segnata nelle carte. Anche se il tesoro (che era stato trovato) viene perduto, alla fine zio Spelliccio e zia Lippa si rincontrano.

Pernacchio Spuzzacchiotti[modifica | modifica wikitesto]

Zio Pernacchio è lo zio di Geronimo e dal libro “Ritorno a Rocca Taccagna” marito di Bigodina, sorella di zio Smilordo. È molto burlone e la sua vittima preferita è Geronimo. Come suggerisce il nome (o come dice Geronimo in un libro il soprannome), il suo scherzo preferito è quello del palloncino rumoroso.

Arterio[modifica | modifica wikitesto]

Zio Arterio è lo zio ipocondriaco di Geronimo. Da sempre si immagina di avere tutte le malattie del mondo.

Margarina[modifica | modifica wikitesto]

Zia Margarina è una lontana zia di Geronimo, moglie di zio Mascarpone e madre di Strutto. Fa la pasticciera ed ha una pasticceria. È campionessa dei lancio della pasta sfoglia e ha vinto per tre volte la gara di cucina di Topazia. È sempre stata la preferita di Geronimo: profuma di vaniglia e da piccolo lui la andava a trovare volentieri perché gli regalava sempre dei bignè al triplo cioccolato che erano la sua passione.

Mascarpone[modifica | modifica wikitesto]

Zio Mascarpone il marito di zia Margarina e padre di Strutto. Ha un grande negozio di giocattoli.

Strutto[modifica | modifica wikitesto]

Strutto è il cugino di Geronimo e figlio di zia Margarina e zio Mascarpone.

Fontina Dolcecrema[modifica | modifica wikitesto]

Fontina è la gemella di Fonduta e nipote di zia Margarina. Come la gemella ama danzare, pattinare e fare ginnastica artistica. Veste con un tutù giallo formaggio ed ha l’età di Benjamin.

Fonduta Dolcecrema[modifica | modifica wikitesto]

Fonduta è la gemella di Fontina e nipote di zia Margarina. Come la gemella ama danzare, pattinare e fare ginnastica artistica. Veste con un tutù giallo formaggio ed ha l’età di Benjamin.

Smilordo Zanzibar[modifica | modifica wikitesto]

Zio Smilordo è un lontano zio di Geronimo. Capofamiglia degli Zanzibar, Smilordo è un vero campione di taccagneria. Da molti anni vive nel castello di famiglia, Rocca Taccagna (nella Valle dell’Avarizia, gli Zanzibar sono originari di lì) insieme al figlio Virgulto e alla sorella minore Bigodina. Si vanta sempre di scoprire in continuazione nuovi metodi per risparmiare. Per esempio, si sveglia prima dell’alba per andare a leggere il giornale del vicino, prima che lui si svegli! Si lava senza sapone così non lo consuma (e non spende!). Quando prepara il tè immerge la bustina solo per un attimo e poi la tira subito fuori. “Così le bustine dureranno per anni”, dice!

Virgulto Zanzibar[modifica | modifica wikitesto]

Virgulto è il cugino di Geronimo e figlio di Smilordo. È alto, magro e come il padre decisamente avaro. La sua taccagneria lo portava a trattare male la sua ex fidanzata e promessa sposa, Cloachina, ma grazie a Tea si è ribellata e si sono lasciati. Quando lui si fa la doccia si insapona a secco per aprire l’acqua solo all’ultimo!

Bigodina[modifica | modifica wikitesto]

Bigodina è la sorella minore di Smilordo e dal libro “Ritorno a Rocca Taccagna” moglie di zio Pernacchio. Da piccola non rideva mai, per non sprecare energia!

Edera[modifica | modifica wikitesto]

Edera è la figlia di Smilordo. Non pronuncia le doppie per risparmiare Fiato.

Salvadanaio Continbanca[modifica | modifica wikitesto]

Salvadanaio Continbanca è il marito di Edera. D’inverno indossa mutandoni di lana, per non accandere il riscaldamento!

Soldino[modifica | modifica wikitesto]

Soldino è il gemello di Risparmiella, figlio di Edera e nipotino di Smilordo. Come la sua gemella, fa durare le caramelle 3 anni, perché dopo averle leccate le incarta di nuovo!

Risparmiella[modifica | modifica wikitesto]

Risparmiella è la gemella di Soldino, figlia di Edera e nipotina di Smilordo. Come il suo gemello, fa durare le caramelle 3 anni, perché dopo averle leccate le incarta di nuovo!

Avarella[modifica | modifica wikitesto]

Avarella è la cugina di Virgulto. Come profumo, usa solo i campioncini omaggio!

Preziosello[modifica | modifica wikitesto]

Preziosello è il gemello di Avarella. Indosssa la stessa camicia, il segreto è cambiare le toppe ogni 3 anni!

Crostino[modifica | modifica wikitesto]

Crostino è il cugino antiquario di Smilordo. Vende solo vecchie croste e le spaccia per quadri autentici.

Carciofina[modifica | modifica wikitesto]

Carciofina è la sorella di Crostino e cugina di Smilordo. Mangia sempre senza grassi per risparmiare sulle calorie!

Zelinda[modifica | modifica wikitesto]

Zelinda è la cugina giornalista di Virgulto. Porta sempre scarpe coi tacchi a spillo in acciaio, così non rischia di consumarli!

Crinolina[modifica | modifica wikitesto]

Nonna Crinolina è la mamma di Smilordo. Ricicla vecchie lenzuola per confezionare le sue camice coi pizzi!

Tirchioso[modifica | modifica wikitesto]

Nonno Tirchioso è il papà di Smilordo. Esce di casa sempre in ciabatte, per non consumare le suole delle scarpe!

Rattilla[modifica | modifica wikitesto]

La bisnonna Rattilla è la bisnonna di Geronimo, probabilmente deceduta. Ha lasciato la sua collezione di vasi da notte a Geronimo, che tiene in soffitta e nel libro “Allarme... topo in mare!” gli sono caduti e si sono rotti. Sono vasi da notte di tutti i tipi e di varie misure: decorati con disegni di formaggini e scamorze, di cristallo, di marmo a forma di colonna greca, di porcellana dipinta a mano, a forma di gatto...

Biancacoda Stilton[modifica | modifica wikitesto]

Biancacoda Stilton è la bisnonna di Geronimo, probabilmente deceduta. Era sposata con Astolfo Giulezampe Zanzibar e grazie al loro matrimonio gli Zanzibar sono imparentati con gli Stilton.

Astolfo Giulezampe Zanzibar[modifica | modifica wikitesto]

Astolfo Giulezampe Zanzibar (in un libro chiamato solo Astolfo Giulezampe) è il bisnonno deceduto di Smilordo. Era sposato con Biancacoda Stilton e grazie al loro matrimonio gli Zanzibar sono imparentati con gli Stilton. Lui quando parlava non pronunciava le doppie, per risparmiare fiato! È da lui che Smilordo ha imparato, anche se Smilordo si definisce un dilettante, rispetto alle economie che Astolfo riusciva a fare. Smilordo lo definisce come un artista, un vero artista del risparmio.

Luís de Camões[modifica | modifica wikitesto]

Luís de Camões (Lisbona,ca.1524 - 10 giugno 1580) è un antenato di Geronimo. È considerato il principale poeta portoghese. È stato paragonato a Omero, Virgilio, Dante e Shakespeare. Il suo lavoro più noto è il racconto epico “Os Luìsades”, in italiano “I Lusiadi”. I Lusiadi (1572) sono un’opera epica in 10 canti, che celebra la storia del Portogallo, tra realtà e mitologia. L’epopea narra anche il viaggio di Vasco da Gama e degli altri viaggiatori portoghesi che si spinsero fino al Capo di Buona Speranza e da lì aprirono una nuova rotta verso l'India

=[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista all'autrice di Isabella Bossi Fedrigotti per il Corriere pubblicata sul blog di Claudio Caprara

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN17370375 · ISNI (EN0000 0001 2012 7672 · LCCN (ENno2013042861
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura