Barbora Strýcová

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Barbora Záhlavová-Strýcová)
Barbora Strýcová
Strycova WM17 (5) (35379284843).jpg
Barbora Strycova nel 2017
Nazionalità Rep. Ceca Rep. Ceca
Altezza 164 cm
Peso 60 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 483 - 339 (58,76%)
Titoli vinti 1 WTA, 9 ITF
Miglior ranking 16ª (16 gennaio 2017)
Ranking attuale 18ª (3 aprile 2017)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 4T (2016, 2017)
Francia Roland Garros 3T (2016)
Regno Unito Wimbledon QF (2014)
Stati Uniti US Open 3T (2014, 2015)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 2T (2016)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 391 - 220 (63,99%)
Titoli vinti 20 WTA, 10 ITF
Miglior ranking 1ª (20 marzo 2017)
Ranking attuale 10ª (3 aprile 2017)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (2015)
Francia Roland Garros QF (2015)
Regno Unito Wimbledon QF (2013)
Stati Uniti US Open SF (2014, 2017)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici Bronzo (2016)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (2010)
Francia Roland Garros 2T (2010, 2011)
Regno Unito Wimbledon QF (2004)
Stati Uniti US Open QF (2011)
Palmarès
Oro Rep. Ceca Rep. Ceca Fed Cup 2011
Oro Rep. Ceca Rep. Ceca Fed Cup 2012
Oro Rep. Ceca Rep. Ceca Fed Cup 2014
Oro Rep. Ceca Rep. Ceca Fed Cup 2015
Oro Rep. Ceca Rep. Ceca Fed Cup 2016
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 3 aprile 2017

Barbora Strýcová (Plzeň, 28 marzo 1986) è una tennista ceca.

Nota per anni come Barbora Záhlavová-Strýcová in seguito al matrimonio con Jakub Zahlava (cugino di un'altra tennista, Sandra Záhlavová), a seguito del divorzio (2015) è tornata al suo nome originale.

Il suo miglior piazzamento in singolare nel ranking WTA, numero 16, lo ha ottenuto il 16 gennaio 2017. In doppio ha raggiunto invece la posizione numero 10 il 20 marzo 2017.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato a giocare a 5 anni; le fa attualmente da allenatore Tomas Krupa (in passato è stata seguita dall'ex marito). Le superfici che predilige sono la terra e l'erba. I suoi genitori si chiamano Jindrich e Ilona. Barbora ha una sorellastra, Ivona, che vive negli USA.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Barbora Strýcová ha conseguito ottimi risultati a livello junior. Infatti, in tale categoria ha vinto per due volte l'Australian Open ed è stata numero uno delle classifica di singolare e di doppio. Nel 2003 diviene professionista e grazie ad alcuni buoni risultati nel circuito ITF riesce ad entrare al numero 300 della classifica WTA. Nello stesso anno fa il suo debutto in un torneo dello Slam partecipando al Torneo di Wimbledon. Chiude l'anno al nr. 161 del ranking WTA.

Il 2004 è iniziato bene per la tennista ceca, grazie alla partecipazione all'Australian Open e al torneo di Indian Wells. In seguito ha partecipato al Roland Garros ma dopo la metà della stagione ha vissuto un periodo di crisi. Tuttavia, chiude bene l'anno centrando per la prima volta nella sua carriera una semifinale in un torneo Wta, a Canton. Termina la stagione al numero 56 della classifica WTA.

Il 2005 non è l'anno migliore per la Záhlavová-Strýcová. Infatti, durante l'intera stagione non ottiene risultati di rilievo ed esce dalle prime 100 in classifica. Si riscatta parzialmente nel doppio in cui riesce a disputare quattro finali e vincerne due.

Gli anni 2006-2007 segnano il perdurare della crisi dell'atleta ceca e la caduta in un limbo apparentemente senza uscita. Rimane fuori dalle top-200 e non ottiene risultati significativi nemmeno nei tornei ITF.

Il 2008 è l'anno della riscossa per Barbora Záhlavová-Strýcová. L'atleta della Repubblica Ceca vince tre tornei ITF (Walton Beach, Redding, Stettino) ottiene buoni risultati in alcuni tornei WTA e riesce a qualificarsi per il Torneo di Wimbledon.

All'inizio del 2009 la Strýcová ha partecipato nuovamente all'Australian Open ed ha fornito buone prove nei tornei di Acapulco e Monterrey. Successivamente ha partecipato anche al Torneo di Wimbledon e ha raggiunto i quarti di finale al torneo di Bad Gastein. Ad agosto partecipa all'US Open.

Il 2010 inizia bene per la tennista ceca. Infatti, tra febbraio e marzo si impone nei tornei di doppio di Parigi, Acapulco e Monterrey. Il 18 luglio 2010, disputa la sua prima finale di singolare in carriera in un torneo WTA, a Praga, perdendo in tre set dall'ungherese Ágnes Szávay.

Il 18 settembre 2011 vince il suo primo titolo WTA della carriera al torneo di Quebec City battendo in finale Marina Eraković con il punteggio di 4–6, 6–1, 6–0. Inoltre, in tutto il 2011 vince ben 5 titoli di doppio nei tornei di Sidney, Monterrey, Barcellona, 's-Hertogenbosch e Lussemburgo.

Il 15 luglio 2012 perde la finale del torneo di Palermo contro l'italiana Sara Errani con il punteggio di 1-6, 3-6.

Nel 2014 perde in finale al torneo in erba di Birmingham contro Ana Ivanovic per 6-3 6-2.

A Wimbledon elimina in sequenza Vesnina (tds numero 32), Li Na (tds numero 2) e Wozniacki (tds numero 16) raggiungendo i quarti di finale dove perde con la connazionale Kvitová, poi vincitrice del torneo. È il suo miglior risultato in un torneo dello Slam. L'anno successivo però, nello slam londinese perde subito in due set dall'americana Sloane Stephens.

2015: Top 20[modifica | modifica wikitesto]

La ceca inizia il proprio 2015 prendendo parte al torneo di Auckland. Da quarta testa di serie elimina Scheepers, Erakovic e Vandeweghe, prima di cedere in tre set a Caroline Wozniacki. A Sydney si ferma ai quarti, battuta dalla futura trionfatrice Cvetana Pironkova (6-4 6-1). Nel primo slam dell'anno si presenta come testa di serie numero 25 e al primo turno sconfigge Timea Babos 6-4 6-4, al secondo si sbarazza in due set di Kai-Chen Chang mentre ai sedicesimi la sua avventura si interrompe per mano di Victoria Azarenka. Ai Diamond Games di Anversa, la ceca arriva in semifinale senza perdere nemmeno un set ma nel penultimo atto viene estromessa dalla futura vincitrice Andrea Petkovic (7-6(2) 7-6(6)). A Dubai e a Doha perde al secondo turno, battuta rispettivamente da Karolína Plíšková e da Venus Williams. Nonostante la prematura uscita nel torneo del Qatar, Strycova raggiunge il suo best-ranking il 2 marzo, issandosi fino al n. 20 della classifica mondiale. Nei primi 2 Premier Mandatory della stagione (Indian Wells e Miami) non figura bene, ricevendo 2 sconfitte all'esordio (dopo un bye al primo turno). A Stoccarda comincia per Barbora la stagione sul rosso. In questa circostanza, viene tuttavia sconfitta all'esordio da Garbiñe Muguruza per 6-1 6-4. A Praga va meglio perché raggiunge i quarti, sconfiggendo Madison Brengle e Elena Vesnina, prima di venir estromessa da Katerina Siniakova per 6-4 6-2. A Madrid raggiunge il terzo turno, uscendo di scena per mano di Irina Camelia Begu. A Roma, invece, si fa sorprendere dalla qualificata Christina McHale. Al Roland Garros è testa di serie numero 22 ma delude, vista la precoce sconfitta al primo turno ottenuta contro Cvetana Pironkova (7-6(5) 6-2). Nella stagione sull'erba il risultato più importante lo ottiene a Birmingham, quando raggiunge il terzo turno, venendo eliminata da Mladenovic in due set. Nel torneo di Eastbourne si ferma al secondo turno mentre a Wimbledon viene demolita al primo turno da Sloane Stephens. Non avendo riconfermato il risultato ottenuto l'anno precedente ai Championships (quarti di finale), la Strycova precipita alla 41ª posizione del ranking. Dopo la breve parentesi erbivora, la ceca prende parte al torneo di Bastad, dove viene piegata ai quarti da Johanna Larsson, la quale poi vincerà il torneo. Lo swing americano si rivela poi un flop per la ceca, che perde al secondo turno a Toronto e Cincinnati e addirittura al primo a New Haven. Si riprende agli US Open, quando annienta la Bacsinszky e lotta contro la Wang (6-2 4-6 7-5), prima di essere superata in tre set da Sabine Lisicki. Nella parentesi asiatica raggiunge il terzo turno a Wuhan come miglior risultato. A fine anno arriva al secondo turno a Linz (battuta da Denisa Allertova) e ai quarti al Luxembourg Open (perdendo da Alison Van Uytvanck).

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 18 settembre 2011 Canada Bell Challenge, Quebec City Sintetico (i) Nuova Zelanda Marina Eraković 4-6, 6-1, 6-0

Sconfitte (6)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (3)
International (3)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 18 luglio 2010 Rep. Ceca ECM Prague Open, Praga Terra rossa Ungheria Ágnes Szávay 2-6, 6-1, 2-6
2. 15 luglio 2012 Italia Internazionali Femminili di Palermo, Palermo Terra rossa Italia Sara Errani 1-6, 3-6
3. 15 giugno 2014 Regno Unito AEGON Classic, Birmingham (1) Erba Serbia Ana Ivanović 3-6, 2-6
4. 18 ottobre 2014 Lussemburgo BGL Luxembourg Open, Lussemburgo Cemento (i) Germania Annika Beck 2-6, 1-6
5. 20 febbraio 2016 Emirati Arabi Uniti Dubai Tennis Championships, Dubai Cemento Italia Sara Errani 0-6, 2-6
6. 19 giugno 2016 Regno Unito AEGON Classic, Birmingham (2) Erba Stati Uniti Madison Keys 3-6, 4-6

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (20)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Prima del 2009 Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
WTA Championships (0)
Tier I (0) Premier Mandatory (0)
Tier II (1) Premier 5 (2)
Tier III (0) Premier (5)
Tier IV & V (2) International (10)
N. Data Torneo Superficie Partner Avversarie in finale Punteggio
1. 1º maggio 2005 Polonia Warsaw Open, Varsavia Terra rossa Ucraina Tetjana Perebyjnis Polonia Klaudia Jans-Ignacik
Polonia Alicja Rosolska
6-1, 6-4
2. 8 maggio 2005 Marocco Grand Prix SAR La Princesse Lalla Meryem, Rabat Terra rossa Francia Émilie Loit Spagna Lourdes Domínguez Lino
Spagna Nuria Llagostera Vives
3-6, 7-6, 7-5
3. 3 agosto 2008 Svezia Nordea Nordic Light Open, Stoccolma Cemento Rep. Ceca Iveta Benešová Rep. Ceca Petra Cetkovská
Rep. Ceca Lucie Šafářová
7-5, 6-4
4. 14 settembre 2009 Canada Bell Challenge, Quebec City Sintetico (i) Stati Uniti Vania King Svezia Sofia Arvidsson
Francia Séverine Brémond Beltrame
6-1, 6-3
5. 25 ottobre 2009 Lussemburgo BGL Luxembourg Open, Lussemburgo (1) Cemento (i) Rep. Ceca Iveta Benešová Rep. Ceca Vladimíra Uhlířová
Rep. Ceca Renata Voráčová
6-1, 0-6, [10-7]
6. 14 febbraio 2010 Francia Open GDF Suez, Parigi Cemento (i) Rep. Ceca Iveta Benešová Zimbabwe Cara Black
Stati Uniti Liezel Huber
W/O
7. 28 febbraio 2010 Messico Abierto Mexicano Telcel, Acapulco Terra rossa Slovenia Polona Hercog Italia Sara Errani
Italia Roberta Vinci
2-6, 6-1, [10-2]
8. 7 marzo 2010 Messico Monterrey Open, Monterrey (1) Cemento Rep. Ceca Iveta Benešová Germania Anna-Lena Grönefeld
Stati Uniti Vania King
3-6, 6-4, [10-8]
9. 2 ottobre 2010 Giappone Toray Pan Pacific Open, Tokyo (1) Cemento Rep. Ceca Iveta Benešová Israele Shahar Peer
Cina Peng Shuai
6-4, 4-6, [10-8]
10. 17 ottobre 2010 Austria Generali Ladies Linz, Linz Cemento (i) Rep. Ceca Renata Voráčová Rep. Ceca Květa Peschke
Slovenia Katarina Srebotnik
7-5, 7-6(6)
11. 14 gennaio 2011 Australia Medibank International Sydney, Sydney Cemento Rep. Ceca Iveta Benešová Rep. Ceca Květa Peschke
Slovenia Katarina Srebotnik
4-6, 6-4, [10-7]
12. 6 marzo 2011 Messico Monterrey Open, Monterrey (2) Cemento Rep. Ceca Iveta Benešová Germania Anna-Lena Grönefeld
Stati Uniti Vania King
6-7, 6-2, [10-6]
13. 30 aprile 2011 Spagna Barcelona Ladies Open, Barcellona Terra rossa Rep. Ceca Iveta Benešová Sudafrica Natalie Grandin
Rep. Ceca Vladimíra Uhlířová
5-7, 6-4, [11-9]
14. 18 giugno 2011 Paesi Bassi UNICEF Open, 's-Hertogenbosch Erba Rep. Ceca Klára Zakopalová Slovacchia Dominika Cibulková
Italia Flavia Pennetta
1-6, 6-4, [10-7]
15. 23 ottobre 2011 Lussemburgo BGL Luxembourg Open, Lussemburgo (2) Cemento (i) Rep. Ceca Iveta Benešová Rep. Ceca Lucie Hradecká
Russia Ekaterina Makarova
7-5, 6-3
16. 29 aprile 2012 Germania Porsche Tennis Grand Prix, Stoccarda Terra rossa Rep. Ceca Iveta Benešová Germania Julia Görges
Germania Anna-Lena Grönefeld
6-4, 7-5
17. 15 luglio 2012 Italia Internazionali Femminili di Palermo, Palermo Terra rossa Rep. Ceca Renata Voráčová Croazia Darija Jurak
Ungheria Katalin Marosi
7-6(5), 6-4
18. 19 giugno 2016 Regno Unito AEGON Classic, Birmingham Erba Rep. Ceca Karolína Plíšková Stati Uniti Vania King
Russia Alla Kudrjavceva
6-3, 7-6(1)
19. 21 agosto 2016 Stati Uniti Western & Southern Open, Cincinnati Cemento India Sania Mirza Svizzera Martina Hingis
Stati Uniti Coco Vandeweghe
7-5, 6-4
20. 24 settembre 2016 Giappone Toray Pan Pacific Open, Tokyo (2) Cemento India Sania Mirza Cina Liang Chen
Cina Yang Zhaoxuan
6-1, 6-1

Sconfitte (14)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Prima del 2009 Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
WTA Championships (0)
Tier I (0) Premier Mandatory (1)
Tier II (0) Premier 5 (1)
Tier III (1) Premier (1)
Tier IV & V (3) International (7)
N. Data Torneo Superficie Partner Avversarie in finale Punteggio
1. 20 febbraio 2005 Colombia Copa Colsanitas, Bogotá Terra rossa Slovacchia Ľubomíra Kurhajcová Svizzera Emmanuelle Gagliardi
Slovenia Tina Pisnik
4-6, 3-6
2. 15 maggio 2005 Rep. Ceca ECM Prague Open, Praga Terra rossa Croazia Jelena Kostanić Tošić Australia Nicole Pratt
Francia Émilie Loit
7-6, 4-6, 4-6
3. 2 gennaio 2006 Nuova Zelanda ASB Classic, Auckland Cemento Francia Émilie Loit Russia Elena Lichovceva
Russia Vera Zvonarëva
3-6, 4-6
4. 6 gennaio 2008 Nuova Zelanda ASB Classic, Auckland (2) Cemento Germania Martina Müller Stati Uniti Lilia Osterloh
Russia Marija Korytceva
3-6, 4-6
5. 2 marzo 2009 Messico Monterrey Open, Monterrey Cemento Rep. Ceca Iveta Benešová Francia Nathalie Dechy
Italia Mara Santangelo
3-6, 4-6
6. 13 luglio 2009 Rep. Ceca ECM Prague Open, Praga (2) Terra rossa Rep. Ceca Iveta Benešová Ucraina Kateryna Bondarenko
Ucraina Al'ona Bondarenko
1-6, 2-6
7. 10 luglio 2010 Svezia Swedish Open, Båstad Terra rossa Rep. Ceca Renata Voráčová Argentina Gisela Dulko
Italia Flavia Pennetta
6-7, 0-6
8. 19 settembre 2010 Canada Bell Challenge, Quebec Sintetico (i) Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands Svezia Sofia Arvidsson
Svezia Johanna Larsson
1-6, 6-2, [6-10]
9. 24 ottobre 2010 Lussemburgo BGL Luxembourg Open, Lussemburgo Cemento (i) Rep. Ceca Iveta Benešová Svizzera Timea Bacsinszky
Italia Tathiana Garbin
4-6, 4-6
10. 14 ottobre 2012 Austria Generali Ladies Linz, Linz Cemento (i) Germania Julia Görges Germania Anna-Lena Grönefeld
Rep. Ceca Květa Peschke
3-6, 4-6
11. 9 gennaio 2016 Nuova Zelanda ASB Classic, Auckland (3) Cemento Montenegro Danka Kovinić Belgio Elise Mertens
Belgio An-Sophie Mestach
6-2, 3-6, [5-10]
12. 1º ottobre 2016 Cina Dongfeng Motor Wuhan Open, Wuhan Cemento India Sania Mirza Stati Uniti Bethanie Mattek-Sands
Rep. Ceca Lucie Šafářová
1-6, 4-6
13. 13 gennaio 2017 Australia Apia International Sydney, Sydney Cemento India Sania Mirza Ungheria Tímea Babos
Russia Anastasija Pavljučenkova
4-6, 4-6
14. 2 aprile 2017 Stati Uniti Miami Open, Miami Cemento India Sania Mirza Canada Gabriela Dabrowski
Cina Xu Yifan
4-6, 3-6

Risultati in progressione[modifica | modifica wikitesto]

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 V–S
Tornei del Grande Slam
Australia Australian Open, Melbourne A 2T 1T A A A 1T 2T 3T 2T A 2T 3T 4T 4T 14-10
Francia Open di Francia, Parigi A 2T 1T A A A 1T 1T 1T 1T 1T 1T 1T 3T 3–10
Regno Unito Wimbledon, Londra 1T 1T 2T A 1T 3T 1T 3T 2T 1T 2T QF 1T 3T 13–13
Stati Uniti US Open, New York A 1T 1T A A 1T 2T 1T 1T 1T Q1 3T 3T 1T 5–10
Vittorie-sconfitte 0–1 2–4 1–4 0–0 0–1 2–2 1–4 3–4 3–4 1–4 1–2 5–3 4-4 7-4 3-1 35–43

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]