Mara Santangelo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mara Santangelo
Mara santangelo in borghese.jpg
Mara Santangelo alla presentazione del suo libro autobiografico Te lo prometto
Nazionalità Italia Italia
Altezza 181 cm
Peso 61 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Ritirata 2011
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 286 – 238
Titoli vinti 1 WTA
Miglior ranking 27º (9 luglio 2007)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 4T (2004)
Francia Roland Garros 3T (2007)
Regno Unito Wimbledon 3T (2007)
Stati Uniti US Open 3T (2006)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2008)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 219 – 142
Titoli vinti 9 WTA
Miglior ranking 5º (10 settembre 2007)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (2009)
Francia Roland Garros V (2007)
Regno Unito Wimbledon SF (2007)
Stati Uniti US Open 3T (2007)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2008)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2009)
Francia Roland Garros 2T (2007)
Regno Unito Wimbledon 3T (2005)
Stati Uniti US Open 1T (2007)
Palmarès
2006Fed CupItalia Italia
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 27 maggio 2010

Mara Santangelo (Latina, 28 giugno 1981) è un'ex tennista italiana.

Ex tennista professionista, in carriera ha vinto 9 tornei in singolare e 23 tornei in doppio, specialità nella quale si è aggiudicata il Roland Garros nel 2007, diventando la prima italiana in assoluto a vincere un torneo del Grande Slam nel doppio. Ex nº27 del mondo, ha conquistato la Fed Cup nel 2006, arrivando in finale l'anno successivo, mentre il suo miglior risultato nei tornei dello Slam sono stati gli ottavi di finale raggiunti agli Australian Open 2004.

Il 24 gennaio 2007 il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, le ha conferito l'onorificenza di Cavaliere Ordine al merito della Repubblica italiana.

Ha annunciato il ritiro dalle competizioni nel 2011, all'età di 30 anni. Oggi è Team Manager della squadra di Fed Cup, è Presidente della commissione atleti della Federazione Italiana Tennis e rappresentante degli atleti per il Consiglio Nazionale del CONI, oltre a commentare spesso alcune partite di tennis per il canale sportivo SuperTennis.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Mara Santangelo è nata a Latina, ma è vissuta in valle di Fiemme. Ha cominciato a giocare a tennis all'età di 5 anni, come da tradizione familiare. All'età di 12 anni è stata convocata al "Centro Tecnico Federale" ed ha sempre fatto parte della squadra Nazionale fin dalle giovanili. Nel 1997 ha avuto un grave lutto in famiglia e a fine 2009 la Santangelo ha subito un infortunio al piede che ha comportato l'asportazione di un nervo (malformazione congenita derivata da un neuroma di Morton).[1]

Tale infortunio ha quindi bloccato la sua carriera sportiva.[1] Nel 2010 ha deciso di recarsi in pellegrinaggio presso la Madonna di Međugorje, dove lei stessa dichiara di aver vissuto esperienze molto forti che l'hanno portata a scrivere un libro autobiografico, Te lo prometto, che racconta sia la sua carriera da sportiva sia la sua vita spirituale.[1]

Nel 2012, un anno dopo l'abbandono dell'attività agonistica, ha conseguito un Master in Sport & Management alla Bocconi, oltre ad essersi diplomata in Socio Psico Pedagogia. Il 18 marzo 2015 si è laureata in Scienze dell'Educazione e della Formazione. Ha collaborato e lo fa tuttora con l'azienda Robert Bosch tenendo seminari di formazione per coniugare il gioco e le strategie del tennis alle dinamiche della realtà aziendale. Dal settembre del 2012 fa parte del consiglio della Federazione Italiana Tennis, mentre dal febbraio 2013 è membro del consiglio nazionale del CONI come rappresentante degli atleti. Nello stesso anno diventa Maestra Internazionale di Tennis per poi ricevere la qualifica di Tecnico Nazionale di IV livello nel 2014.

Recentemente ha preso la seconda laurea magistrale in Sport e Management. Ha conseguito la Certificazione di Licenced Practictioner. Ha approfidonto tematiche di motivazione e team building e PNL con trainer di prestigio nazionale ed internazionale e prestato testimonianza in molti di essi. È testimonial delle mutinationali Bosch e Randstad per un progetto sociale che aiuta i giovani ad introdursi nel mondo del lavoro tramite la metafora sportiva. Ora si occupa di formazione nelle scuole e nelle aziende

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Mara Santangelo all'evento Tennis & Friends - Foro Italico Roma 2013

Mara Santangelo ha raggiunto gli ottavi di finale agli Australian Open 2004, dopo aver passato le qualificazioni, sconfiggendo la testa di serie numero 16 Magüi Serna, Barbara Schett, e la testa di serie 19 Eléni Daniilídou, venendo sconfitta solamente dalla vincitrice del torneo e numero 1 al mondo Justine Henin per 1-6 6-7(5), dopo essersi trovata avanti per 4-2 nel secondo set.

Nel 2006, in Australia ha raggiunto la semifinale ad Hobart, il terzo turno agli Australian Open sconfiggendo al primo turno la francese Tathiana Golovin (testa di serie no 24). Ha vinto il suo primo titolo WTA a Bangalore (India), sconfiggendo Jelena Kostanić in finale 3-6 7-6(5) 6-3. Sulla terra rossa ha raggiunto i quarti di finale ad Istanbul. L'erba inglese la vede protagonista a Birmingham con un eccellente quarto di finale.

Nel stesso anno, ha avuto un eccellente risultato a New Haven (negli USA) dove Mara, partendo dalle qualificazioni superate brillantemente, arriva ai quarti di finale, e mette in carriera lo scalpo di Anastasija Myskina, top 10 del mondo, sul punteggio 4-6 6-3 6-4. Buon US Open per Mara che raggiunge il terzo turno dopo essersi presa la rivincita sulla Raymond e avere battuto l'austriaca Bammer. La sconfitta con la Mauresmo (testa di serie numero 1) al terzo set la rinfranca comunque nella convinzione di potersela giocare alla pari con le top 10.

Mara Santangelo e le compagne di squadra Francesca Schiavone, Flavia Pennetta, e Roberta Vinci sconfissero il Belgio col punteggio di 3–2 nella finale di Fed Cup 2006. Mara ha contribuito alla vittoria della sua Nazione, regalando all'Italia il punto del 2-2, dove Mara scende in singolare battendo Kirsten Flipkens 6-7(3) 6-3 6-0. Justine Henin fu costretta a ritirarsi nel quinto e conclusivo match a causa di un infortunio al ginocchio destro, garantendo all'Italia la vittoria della loro prima Fed Cup.[2]

Concluse l'anno 2006 al numero 31 della classifica mondiale, il suo record personale fino a quel momento. Nel 2007, raggiunge il primo quarto di finale della stagione al torneo Tier IV di Pattaya City, dove fu sconfitta da Sania Mirza per 4-6 6-7(4). Al torneo successivo, il Tier III di Bangalore, dove si presentava come campionessa uscente, raggiunse la finale per il secondo anno consecutivo, ma venne sconfitta da Jaroslava Švedova. Al terzo turno del torneo di Key Biscayne sconfisse Jelena Janković nº 9 al mondo sul punteggio 2–6 7–6(3) 6-4, la sua seconda vittoria nella carriera su una top 10. Raggiunge gli ottavi di finale dove fu sconfitta da Anna Čakvetadze.

Durante la stagione su terra rossa, sconfisse la numero 9 al mondo Nadia Petrova 6–3, 6-3 nel secondo turno del torneo di Varsavia, raggiungendo così per la terza volta i quarti di finale nel corso dell'anno. Agli Open di Francia 2007, nel torneo singolare, raggiunge il terzo turno, perdendo dalla futura vincitrice Henin per 2-6 3-6. Nel doppio, invece, in coppia con Alicia Molik, arriva la consacrazione vincendo il torneo. Fu la prima italiana a vincere un titolo del Grande Slam e fu la sua quarta vittoria di doppio dell'anno, ognuna con una diversa partner.

Sull'erba inglese ha raggiunto la semifinale nel torneo di Birmingham. Al torneo di Wimbledon 2007 raggiunge il terzo turno dopo aver battuto Ayumi Morita e Caroline Wozniacki, venne sconfitta dalla campionessa uscente e quarta testa di serie Amélie Mauresmo. Prese parte alla finale della Fed Cup 2007, nella quale l'Italia non riuscì a difendere il proprio titolo e la Russia si aggiudicò il trofeo col punteggio di 4-0. Nel 2008 Mara Santangelo fu costretta a saltare i tornei di preparazione agli Australian Open e il torneo stesso a causa di un problematico infortunio al piede sinistro; non prese parte inoltre al torneo di Bangalore, dove era stata vincitrice e finalista nei due anni precedenti.

Tornò alle competizioni solamente nel mese di maggio, dopo uno stop di otto mesi; raggiunge il secondo turno per due volte (compreso il torneo di Wimbledon 2008) e vince due tornei ITF in singolare, Biella e Ortisei, partecipa alle Olimpiadi di Pechino dove fu sconfitta al primo turno da Dinara Safina per 3-6 6-7(1). Nel 2009 Mara Santangelo dovette ancora lottare con l'infortunio al piede, ma riuscì a trionfare in tre tornei di doppio, tutti vinti con Nathalie Dechy: ASB Classic, dove sconfissero Nuria Llagostera Vives e Arantxa Parra Santonja 4-6 7-6(3) 12-10, Monterrey Open con una vittoria per 6-3 6-4 su Iveta Benešová e Barbora Záhlavová-Strýcová e, infine, gli Internationaux de Strasbourg, superando Claire Feuerstein e Stéphanie Foretz Gacon col punteggio di 6-0 6-1.

Il 6 settembre, in coppia con Laura Olivieri, a Cagliari, ha vinto i Campionati Europei di Beach Tennis, superando per 6-4 6-3 le campionesse uscenti, Simona Briganti e Rossella Stefanelli[3]. Nel maggio 2010 annuncia dagli schermi della televisione della FIT SuperTennis, di cui è opinionista, il suo ritiro dai tornei di singolare a causa della difficoltà a guarire completamente dall'infortunio al piede che la affliggeva dal 2007[4]. Il 28 gennaio 2011, durante una conferenza stampa tenuta all'Harbour Club di Milano, annuncia il ritiro dall'attività agonistica.

A maggio del 2015 si laurea campionessa italiana di paddle tennis a squadre con il Circolo Canottieri Aniene.

Il 25 agosto 2015 alla cerimonia degli oscar dello Sport a Mazara del Vallo viene premiata con il premio dedicato alla carriera.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare WTA[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Prima del 2009 Legenda: Dal 2009
Grande Slam (0)
WTA Championships (0)
Tier I (0) Premier Mandatory (0)
Tier II (1) Premier 5 (0)
Tier III (0) Premier (0)
Tier IV & V (0) International (0)
No. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 19 febbraio 2006 India Bangalore Open, Bangalore Cemento Croazia Jelena Kostanić 3-6 7-6 6-3

Finali perse (1)[modifica | modifica wikitesto]

No. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 18 febbraio 2007 India Bangalore Open, Bangalore Cemento Kazakistan Jaroslava Švedova 4-6 4-6

Doppio WTA[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (9)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Prima del 2009 Legenda: Dal 2009
Grande Slam (1)
WTA Championships (0)
Tier I (1) Premier Mandatory (0)
Tier II (3) Premier 5 (0)
Tier III (0) Premier (0)
Tier IV & V (1) International (3)
N. Data Torneo Superficie Partner Avversarie in finale Punteggio
1. 4 ottobre 2004 Belgio Gaz de France Stars, Hasselt Cemento indoor Stati Uniti Jennifer Russell Spagna Nuria Llagostera Vives
Spagna Marta Marrero
6–3, 7–5
2. 12 febbraio 2007 Thailandia Pattaya Women's Open, Pattaya City Cemento Australia Nicole Pratt Taipei Cinese Yung-Jan Chan
Taipei Cinese Chia-Jung Chuang
6–4, 7-64
3. 8 aprile 2007 Stati Uniti Bausch & Lomb Championships, Amelia Island Terra rossa Slovenia Katarina Srebotnik Spagna Anabel Medina Garrigues
Spagna Virginia Ruano Pascual
6–3, 7–64
4. 21 maggio 2007 Italia Internazionali d'Italia, Roma Terra rossa Francia Nathalie Dechy Italia Tathiana Garbin
Italia Roberta Vinci
6–4, 6–1
5. 10 giugno 2007 Francia Roland Garros, Parigi Terra rossa Australia Alicia Molik Slovenia Katarina Srebotnik
Giappone Ai Sugiyama
7-65, 6-4
6. 25 agosto 2007 Stati Uniti Pilot Pen Tennis, New Haven Cemento India Sania Mirza Zimbabwe Cara Black
Stati Uniti Liezel Huber
6–1, 6–2
7. 12 gennaio 2009 Nuova Zelanda ASB Classic, Auckland Cemento Francia Nathalie Dechy Spagna Nuria Llagostera Vives
Spagna Arantxa Parra Santonja
4–6, 7–63, [12–10]
8. 9 marzo 2009 Messico Monterrey Open, Monterrey Cemento Francia Nathalie Dechy Rep. Ceca Iveta Benešová
Rep. Ceca Barbora Záhlavová-Strýcová
6–3, 6–4
9. 24 maggio 2009 Francia Internationaux de Strasbourg, Strasburgo Terra rossa Francia Nathalie Dechy Francia Claire Feuerstein
Francia Stéphanie Foretz Gacon
6–0, 6–1

Vittorie in ITF[modifica | modifica wikitesto]

Singolare (8)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Prima del 2009
100 000 $ (2)
50 000 $ (1)
25 000 $ (3)
10 000 $ (2)
N. Data Torneo Superficie Avversarie in finale Punteggio
1. 20 agosto 2000 Italia Aosta Terra rossa Romania Andrea Ehritt-Vanc 1-6 6-0 6-1
2. 27 agosto 2000 Italia Cuneo Terra rossa Francia Edith Nunes 6-2 3-6 6-3
3. 25 agosto 2002 Slovenia Maribor Terra rossa Romania Elina Gallovits-Hall 6-2 6-3
4. 2 febbraio 2003 Italia Ortisei Carpet indoor Svezia Sofia Ardivsson 2-6 6-2 6-2
5. 2 aprile 2005 Messico Poza Rica Cemento Giappone Ryoko Fuda 3-6 6-2 6-0
6. 1º maggio 2005 Italia Taranto Terra rossa Ungheria Kyra Nagy 6-1 6-0
7. 20 luglio 2008 Italia Biella Terra rossa Croazia Jelena Kostanic Tosic 6-3 6-1
8. 19 ottobre 2008 Italia Ortisei Carpet indoor Germania Kristina Barrois 6-3 Ret

Doppio (14)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Prima del 2009
$75,0000 (3)
50 000 $ (1)
25 000 $ (2)
10 000 $ (8)
N. Data Torneo Superficie Partner Avversarie in finale Punteggio
1. 20 settembre 1998 Italia Reggio Calabria Terra rossa Italia Katia Altilia Italia Elena Poppio
Romania Andreea Vanc
7-63 4-6 6-4
2. 1º agosto 1999 Germania Horb Terra rossa Nuova Zelanda Rewa Harriman Slovacchia Eva Fislová
Slovacchia Andrea Šebová
6–2 6-2
3. 19 settembre 1999 Croazia Beograd Terra rossa Paesi Bassi Natasha Galouza Slovacchia Eva Fislová
Slovacchia Silvia Uríčková
6–2 6-2
4. 10 ottobre 1999 Spagna Girona Terra rossa Svezia Maria Wolfbrandt Spagna Marina Escobar
Spagna Roci Gonzalez
6–73 6–1 6-3
5. 16 aprile 2000 Croazia Hvar Terra rossa Croazia Marijana Kovačević Rep. Ceca Zuzana Hejdova
Rep. Ceca Petra Raclavska
6–3 4-6 6-3
6. 20 agosto 2000 Italia Aosta Terra rossa Italia Maria Elena Camerin Romania Oana Elena Golimbioschi
Romania Andreea Ehritt-Vanc
7-5 4-6 6-1
7. 27 agosto 2000 Italia Cuneo Terra rossa Italia Maria Elena Camerin Italia Silvia Disderi
Italia Anna Floris
7-5 6-2
8. 3 settembre 2000 Italia Spoleto Terra rossa Italia Maria Elena Camerin Romania Oana Elena Golimbioschi
Romania Andreea Ehritt-Vanc
W/O
9. 1º ottobre 2000 Georgia Tbilisi Terra rossa Argentina Mariana Diaz Olivia Paesi Bassi Jolanda Mens
Slovacchia Alena Paulenkova
4-6 6-3 6-2
10. 14 settembre 2003 Francia Denain Terra rossa Italia Antonella Serra Zanetti Ucraina Julija Bejhel'zymer
Slovacchia Tat'jana Puček
7-5 6-3
11. 12 ottobre 2003 Italia Latina Terra rossa Italia Roberta Vinci Estonia Mareta Ani
Rep. Ceca Libuše Průšová
3-6 6-2 -6-4
12. 3 aprile 2005 Messico Poza Rica Cemento Paesi Bassi Seda Noorlander Austria Daniela Klemenschits
Austria Sandra Klemenschits
6-2 4-6 6-3
13. 5 giugno 2005 Rep. Ceca Prostejov Terra rossa Ucraina Julija Bejhel'zymer Rep. Ceca Dája Bedáňová
Rep. Ceca Barbora Záhlavová-Strýcová
6-1 4-6 6-2
14. 3 agosto 2008 Italia Rimini Terra rossa Italia Roberta Vinci Svizzera Stefanie Vögele
Germania Kathrin Wörle
6-1 6-4

Risultati in progressione[modifica | modifica wikitesto]

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

Singolare nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010
Australia Australian Open A 4T 1T 3T 1T A 1T A
Francia Open di Francia A 1T 1T 2T 3T 1T 1T A
Regno Unito Wimbledon A 1T 2T 1T 3T 2T A A
Stati Uniti US Open 1T 1T 1T 3T 1T A A A

Doppio nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010
Australia Australian Open A 1T QF 1T 1T A SF A
Francia Open di Francia A 2T 1T 2T V 1T 1T A
Regno Unito Wimbledon A 3T 2T 2T SF 1T 1T A
Stati Uniti US Open A 1T 1T 2T 3T 2T A A

Doppio misto nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010
Australia Australian Open A A A A 1T A 2T A
Francia Open di Francia A A A A 2T A A A
Regno Unito Wimbledon A A 3T 1T 2T 1T 2T A
Stati Uniti US Open A A A A 1T A A A

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica italiana
— Roma, 24 gennaio 2007. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[5]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Prima di scegliere esclusivamente il tennis, ha praticato il nuoto, la corsa campestre ma anche lo sci di fondo dove, under 12, Mara è stata vicecampionessa nella Minimarcialonga e nel Trofeo Topolino
  • Dal 2011 è testimonial dell'azienda Bosch per eventi di formazione.
  • Mara ha scritto per molti anni una rubrica mensile sulla rivista "Tennis Italiano".
  • Ama molto fare televisione, ha fatto la telecronista ed è stata ospite come opinionista sul canale Supertennis con Massimo Caputi e su Sky, e collabora con Radio Sportiva.
  • È stata ospite in diversi programmi televisivi come Sfide, Verissimo, Quelli che il calcio, MTV Italia, Domenica In.
  • Madrina del Comitato D'Onore della Manifestazione IN FORMA PER LA VITA e MODELLA OGGI.
  • È diventata sostenitrice della fondazione Fedelux per la lotta contro la leucemia.
  • Ha partecipato assieme all'ex calciatore Paolo Maldini ad un torneo di beneficenza organizzato dall'AC Milan.
  • Oggi è consigliera del CONI e della Federazione Italiana Tennis.
  • A marzo 2014 è stata premiata dal presidente del CONI Giovanni Malagò come donna sport sezione dirigente.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c La nuova partita di Mara: Medjugorje mi ha toccata, in Alto Adige.
  2. ^ Italy wins the Fed Cup for the first time Archiviato il 30 settembre 2007 in Internet Archive., fedcup.com, 17 September
  3. ^ 2009 European Beach Tennis Championships completed, su itftennis.com, 8 settembre 2009.
  4. ^ Mara Santangelo a “Tennis Club”: “Lascio il singolare”, su officinadeltennis.it.
  5. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig.ra Mara Santangelo, Presidenza della Repubblica Italiana. URL consultato l'8 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]