Barbara Schett

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Barbara Schett
Eurosport Studio Australian Open 2014 009.jpg
Barbara Schett nel 2014
Nazionalità Austria Austria
Altezza 176 cm
Peso 67 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Ritirato 2005
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 349–279
Titoli vinti 3 WTA - 1 ITF
Miglior ranking 7° (13 settembre 1999)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 4T (1996, 1998, 1999, 2000)
Francia Roland Garros 4T (2000, 2001)
Regno Unito Wimbledon 4T (1999)
Stati Uniti US Open QF (1999)
Altri tornei
WTA logo 2010.svg Tour Finals QF (1999)
Olympic flag.svg Giochi olimpici QF (2000)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 214–179
Titoli vinti 10 WTA - 0 ITF
Miglior ranking 8° (15 gennaio 2001)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (2000)
Francia Roland Garros QF (1998, 2000, 2003, 2001)
Regno Unito Wimbledon 4T (2000, 2002, 2004)
Stati Uniti US Open SF (1999, 2004)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2000)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open F (2001)
Francia Roland Garros 2T (2002, 2003)
Regno Unito Wimbledon SF (2000)
Stati Uniti US Open QF (2000)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Barbara Schett Eagle, nata Barbara Schett (Innsbruck, 10 marzo 1976), è un'ex tennista e conduttrice televisiva austriaca, in attività dal 1992 fino al 2005.

La sua migliore posizione fu la 7ª, raggiunta il 13 settembre 1999. Rappresentò l'Austria ai giochi olimpici nel 2000, raggiungendo i quarti di finale. Dopo l'Australian Open 2005 si ritirò dal tennis.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Junior[modifica | modifica wikitesto]

Ha ottenuto buoni risultati a livello giovanile, ha raggiunto i quarti di finale al Torneo Bonfiglio 1992 mentre si è avventurata fino alla finale degli Australian Open 1994 dove si è arresa a Trudi Musgrave[1].

Professionista[modifica | modifica wikitesto]

1991-1995[modifica | modifica wikitesto]

Ha fatto il suo esordio nel circuito WTA e Kitzbühel nel 1991 ma frequentò principalmente il circuito ITF dove ha vinto il primo titolo a Zaragoza nel 1992. Nel 1993, la Schett è entrata nella top 200 mondiale e ha raggiunto i quarti di finale a Kitzbühel e Montpellier. A Kitzbühel sconfisse nel terzo turno la numero diciassette al mondo Katerina Maleeva per poi perdere nei quarti con la tedesca Judith Wiesner.

Nel 1994 ha raggiunto la semifinale a Linz dove perse contro Sabine Appelmans e nella stessa stagione ha fatto il suo esordio nei tornei del Grande Slam, perse infatti al primo turno del Roland Garros. Il 4 aprile 1994 è entrata nella top 100 mondiale mentre l'anno successivo ha ottenuto la semifinale di Palermo e i quarti di finale a Praga.

1996[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato l'anno 1996 partecipando ai tornei di Auckland e Sydney in preparazione per gli Australian Open. Al terzo turno dello Slam australiano sconfisse Helena Suková me venne eliminata al turno successivo da Anke Huber. A luglio vinse il suo primo titolo WTA, sulla terra rossa di Palermo ha sconfitto con un doppio 6-3 la tedesca Sabine Hack. Nel finire di stagione ha raggiunto la semifinale a Mosca eliminando sulla sua strada la numero otto mondiale Magdalena Maleeva. Finisce l'anno alla posizione trentotto del ranking.

1997[modifica | modifica wikitesto]

Ha cominciato la nuova stagione con le sconfitte nel primo turno dei tornei di Auckland e Hobart. Ha raggiunto il terzo turno all'Australian Open, perdendo contro Martina Hingis. A Miami perde al quarto turno contro Iva Majoli col punteggio di 6-2, 4-6, 6-2. mentre a Wimbledon perde al secondo turno contro Magdalena Grzybowska per 4-6, 6-3, 6-2. A Palermo ha perso nella semifinale contro la francese Sandrine Testud, ma ha conquistato il torneo di doppio con l'italiana Silvia Farina Elia. Ha vinto il suo secondo titolo WTA in Austria battendo Henrieta Nagyová in finale. Al suo ultimo torneo dell'anno a Zurigo Schett è stata costretta al ritiro contro la giapponese Ai Sugiyama.

1998[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo Slam dell'anno ha raggiunto il quarto turno perdendo contro la spagnola Conchita Martínez. Si avventurò fino alla semifinale di Madrid perdendo contro Dominique van Roost mentre si fermò ai quarti in Austria, perdendo contro la svizzera Emmanuelle Gagliardi. A Palermo ha raggiunto la finale[2] ma non è riuscita a ripetere il risultato del 1996 arrendendosi a Patty Schnyder. Si è ripresentata in finale anche a Boston ma ancora una volta si è arresa all'incontro decisivo, contro Mariaan de Swardt. Agli US Open ha perso al terzo turno contro Amanda Coetzer.

1999[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la stagione con due semifinali, a Auckland e a Sydney dove ha eliminato le due top-10 Conchita Martínez e Arantxa Sánchez Vicario. Ha giocato la finale della Kremlin Cup, sconfitta da Nathalie Tauziat, mentre ha raggiunto per la prima volta i quarti di finale in uno Slam, agli US Open dove venne sconfitta da Venus Williams. Grazie anche al risultato a New York ha ottenuto la settima posizione mondiale, suo miglior risultato in singolare.

2000[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 ha vinto il suo terzo titolo WTA a Klagenfurt. All'Open di Zurigo è avanzata fino alle semifinali eliminando sulla sua strada le top-5 Amanda Coetzer e Nathalie Tauziat.

2001[modifica | modifica wikitesto]

A Doha ha perso nella semifinale contro Martina Hingis mentre a Vienna e Mosca si arrese nei quarti. All'Open di Francia ha sconfitto la numero due mondiale Venus Williams[3]. Dopo aver vinto il torneo di doppio di Sydney (con Anna Kurnikova), ha raggiunto la sua migliore posizione nel doppio, l'ottava.

2002[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 ha sconfitto le giocatrici top 20 Chanda Rubin e Kim Clijsters. È riuscita a vincere il torneo di doppio di Amburgo in coppia con Martina Hingis.

2003[modifica | modifica wikitesto]

A Madrid ha raggiunto la semifinale, a Gold Coast i quarti e all'Open di Francia il terzo turno. Nei restanti tornei della stagione non è riuscita a superare il primo turno.

2004[modifica | modifica wikitesto]

Come numero 77 del mondo, Schett ha sconfitto a Indian Wells la numero 13 del mondo Paola Suárez per 6-3, 6-4 venendo poi sconfitta al quarto turno da Conchita Martínez. Nel doppio ha vinto il torneo di Parigi con Patty Schnyder, ha vinto anche i tornei di Budapest e Stoccolma con Petra Mandula e poi Alicia Molik. Ha raggiunto la finale di doppio di Hobart con Els Callens, le semifinali di 's-Hertogenbosch, Los Angeles, l'US Open (tutti con Patty Schnyder) e Linz con Patricia Wartusch.

2005[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato la sua ultima partita da professionista al secondo turno dell'Australian Open 2005 perdendo contro la slovacca Daniela Hantuchová 6-4 6-0.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Barbara Schett è sposata con l'ex tennista australiano Joshua Eagle: i due, che hanno anche giocato insieme in doppio misto, hanno un figlio di nome Noah. Risiede tuttora nella città natale Innsbruck.

Dopo il ritiro la Schett ha iniziato a collaborare col canale Eurosport, commentando incontri di tennis, ma anche conducendo programmi in studio.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (3)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Tier I (0)
Tier II (0)
Tier III (1)
Tier IV & V (2)
No. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 21 luglio 1996 Italia Internazionali Femminili di Palermo, Palermo Terra Germania Sabine Hack 6–3, 6–3
2. 3 agosto 1997 Austria WTA Austrian Open, Maria Lankowitz Terra Slovacchia Henrieta Nagyová 3–6, 6–2, 6–3
3. 16 luglio 2000 Austria Uniqa Grand Prix, Klagenfurt Terra Svizzera Patty Schnyder 5–7, 6–4, 6–4

Finali perse (3)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Tier I (1)
Tier II (0)
Tier III (1)
Tier IV & V (1)
No. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 19 luglio 1998 Italia Internazionali Femminili di Palermo, Palermo Terra Svizzera Patty Schnyder 6–1, 5–7, 6–2
2. 14 agosto 1998 Stati Uniti Boston Cup, Boston Cemento Sudafrica Mariaan de Swardt 3–6, 7–6, 7–5
3. 24 ottobre 1999 Russia Kremlin Cup, Mosca Sintetico Francia Nathalie Tauziat 2–6, 6–4, 6–1

Titoli ITF (1)[modifica | modifica wikitesto]

No. Data Torneo Località Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 22 marzo 1992 ITF Zaragoza Saragozza, Spagna Terra Spagna Eva Jiménez Sanz 6–4, 6–4

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (10)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Tier I (0)
Tier II (5)
Tier III (0)
Tier IV & V (5)
No. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 21 luglio 1996 Italia Internazionali Femminili di Palermo, Palermo Terra Slovacchia Janette Husárová Argentina Florencia Labat
Germania Barbara Rittner
6–1, 6–2
2. 20 luglio 1997 Italia Internazionali Femminili di Palermo, Palermo (2) Terra Italia Silvia Farina Elia Argentina Florencia Labat
Argentina Mercedes Paz
2–6, 6–1, 6–4
3. 3 maggio 1998 Germania WTA Hamburg, Amburgo Terra Svizzera Patty Schnyder Svizzera Martina Hingis
Rep. Ceca Jana Novotná
7–6, 3–6, 6–3
4. 10 gennaio 1999 Nuova Zelanda ASB Classic, Auckland Cemento Italia Silvia Farina Elia Paesi Bassi Seda Noorlander
Germania Marlene Weingärtner
6–2, 7–6
5. 14 gennaio 2001 Australia Medibank International, Sydney Cemento Russia Anna Kurnikova Stati Uniti Lisa Raymond
Australia Rennae Stubbs
6–2, 7–5
6. 5 maggio 2002 Germania WTA Hamburg, Amburgo (2) Terra Svizzera Martina Hingis Slovacchia Daniela Hantuchová
Spagna Arantxa Sánchez Vicario
6–1, 6–1
7. 9 febbraio 2003 Francia Open Gaz de France, Parigi Sintetico Svizzera Patty Schnyder Francia Marion Bartoli
Francia Stéphanie Cohen-Aloro
2–6, 6–2, 7–6
8. 15 febbraio 2004 Francia Open Gaz de France, Parigi (2) Sintetico Svizzera Patty Schnyder Italia Silvia Farina Elia
Italia Francesca Schiavone
6–3, 6–2
9. 2 May 2004 Ungheria Budapest Grand Prix, Budapest Terra Ungheria Petra Mandula Ungheria Virág Németh
Ungheria Ágnes Szávay
6–3, 6–2
10. 8 agosto 2004 Svezia Nordea Nordic Light Open, Stoccolma Cemento Australia Alicia Molik Svizzera Emmanuelle Gagliardi
Germania Anna-Lena Grönefeld
6–3, 6–3

Risultati in progressione[modifica | modifica wikitesto]

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

Singolare nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005
Australia Australian Open A 1T 4T 3T 4T 4T 4T 3T 3T 1T 2T 2T
Francia Open di Francia 1T 1T 1T 1T 1T 3T 4T 4T 2T 3T 1T A
Regno Unito Wimbledon 1T A 2T 2T 2T 4T 1T 3T 2T 2T 1T A
Stati Uniti US Open 1T 1T 2T 2T 3T QF 2T 4T 2T 2T 1T A

Doppio nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005
Australia Australian Open A A A 1T 1T 3T SF QF 2T 1T 2T 1T
Francia Open di Francia A A A A QF 3T QF QF 3T QF 3T A
Regno Unito Wimbledon A A A 1T 1T 1T 3T 1T 3T 1T 3T A
Stati Uniti US Open A 1T 1T 1T QF SF QF 2T 1T 2T SF A

Doppio misto nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005
Australia Australian Open A A A A A A A F 1T 2T A 1T
Francia Open di Francia A A A A A A A 1T 2T 2T A A
Regno Unito Wimbledon A A A A 2T A SF 1T 3T 2T QF A
Stati Uniti US Open A A A A A A QF 2T A A 1T A

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Profilo sul sito ITF, itftennis.com. URL consultato il 4 ottobre 2014.
  2. ^ La Schett strema la Rittner è in finale con la Schnyder, gazzetta.it, 19 luglio 1998. URL consultato il 4 ottobre 2014.
  3. ^ La rivincita delle reginette di bellezza. Mauresmo e Williams lasciano Parigi, corriere.it, 29 maggio 2001. URL consultato il 4 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]