Patty Schnyder

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Patty Schnyder
Patty Schnyder.jpg
Patty Schnyder durante un palleggio
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 168 cm
Peso 56 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Ritirato 28 maggio 2011
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 555–369
Titoli vinti 11
Miglior ranking 7° (14 novembre 2005)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (2004)
Francia Roland Garros QF (1998, 2008)
Regno Unito Wimbledon 4T (2007)
Stati Uniti US Open QF (1998, 2008)
Altri tornei
WTA Championships 1T, RR (1998, 2002, 2005)
Olympic flag.svg Giochi olimpici 3T (2004)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 230–241
Titoli vinti 5
Miglior ranking 15° (6 giugno 2005)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (2009)
Francia Roland Garros SF (2005)
Regno Unito Wimbledon QF (2004)
Stati Uniti US Open SF (2004)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici QF (1996)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
 

Patty Schnyder (Basilea, 14 dicembre 1978) è un'ex tennista svizzera.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver avuto problemi personali con la famiglia, Patty Schnyder è diventata giocatrice professionista nell'agosto 1994. Nel 1993 e nel 1994 ha vinto i campionati nazionali svizzeri. Pur non essendo continua nel rendimento, è dotata di un modo di giocare molto particolare, pieno di cambi di ritmo, diverso da quello di tutte le altre giocatrici, dote assai preziosa che le permette di mettere in difficoltà anche le giocatrici più forti. In carriera ha vinto contro giocatrici del calibro di Steffi Graf, Serena Williams, Lindsay Davenport, Jennifer Capriati, Amélie Mauresmo, Mary Pierce, Justine Henin e Marija Šarapova.

Si adatta facilmente a qualsiasi tipo di superficie (cemento, sintetico, terra battuta verde e terra battuta rossa) esclusa l'erba, come testimoniano gli scarsi risultati ottenuti al celebre torneo di Wimbledon. Nel 1995 è stata la giocatrice che più ha migliorato la propria classifica nel circuito avanzando di ben 634 posizioni. Da quel momento la sua carriera è stata tutta in crescendo. Nel 1998 ha vinto 5 tornei WTA e è entrata nella top 10, al decimo posto. Nel 1999 ha raggiunto l'ottava posizione in classifica.

Nel momento più felice della sua carriera però si è imbattuta in Rainer Harnecker, un guaritore ben più anziano di lei indagato in Germania per aver esercitato medicina alternativa senza un'adeguata licenza. Cosa sia successo, nel dettaglio, non si sa. Scriveva Robert Finn sul New York Times il 14 marzo 1999: "La principessa del tennis e il suo guru hanno scelto un tavolo al sole, consumano un pranzo a base fagioli, verdure e succhi di guava. Secondo il suo ex allenatore, il suo ex preparatore atletico e i suoi ex genitori (visto che l'hanno messa alla porta) la tennista ha subìto un lavaggio del cervello ed è stata virtualmente rapita. Rainer Harnecker, guaritore tedesco, è sotto inchiesta in Germania per aver praticato medicina alternativa senza le dovute autorizzazioni".[1]. Per certo sappiamo che Patty Schnyder iniziò a perdere molti incontri e scese di molte posizioni in classifica. Per far venire a luce la verità, la tennista svizzera ha deciso di scrivere un libro, The white mile.

L'altro Rainer nella vita di Patty Schnyder arrivò quando i suoi genitori decisero di assoldare un investigatore privato per aiutarla a risolvere i problemi che Harnecker le stava causando. Questo investigatore, Rainer Hoffman, diventerà poi marito e allenatore di Patty Schnyder. Il loro matrimonio è stato celebrato il 5 dicembre 2003. Raggiunto un equilibrio nella vita privata, Patty ha ricominciato lentamente a vincere qualche torneo (era ormai scivolata oltre la trentesima posizione nel rank WTA), come ad esempio il torneo Tier I di Zurigo nel 2002 battendo in finale Lindsay Davenport. Nel 2005, l'anno dal rendimento più continuo, ha raggiunto 5 finali, di cui 2 sono state vinte (Gold Coast, Cincinnati) e 3 perse (Roma contro Amélie Mauresmo, Zurigo contro Lindsay Davenport e Linz contro Nadia Petrova).

Nel novembre 2005 ha partecipato al Master di fine anno a Miami (ottimo risultato visto che solo 8 giocatrici sono state ammesse al prestigioso torneo), classificandosi terza nel girone di qualificazione. In seguito a questo torneo ha raggiunto la settima posizione in classifica, il suo piazzamento più alto ottenuto in carriera. In carriera ha vinto 10 tornei di singolare del circuito WTA. La sua migliore performance in un torneo del Grande Slam è la semifinale raggiunta agli Australian Open nel 2004.

Ha disputato diversi tornei da doppista aggiudicandosi quattro titoli, nel 1998 ad Amburgo con Barbara Schett, nel 2002 ad Anversa con Magdalena Maleeva, nel 2003 e nel 2004 a Parigi con Barbara Schett. Ha giocato in doppio anche con altre giocatrici, tra cui Jelena Dokić, Daniela Hantuchová e Amélie Mauresmo, senza però ottenere risultati particolarmente brillanti. La sua partner più frequente è stata Barbara Schett. Ha annunciato il ritiro in occasione della sconfitta al primo turno al Roland Garros 2011.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (11)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda: Prima del 2009
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Tier I (1)
Tier II (1)
Tier III (5)
Tier IV & V (4)
No. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 18 gennaio 1998 Australia Moorilla Hobart International, Hobart Cemento Belgio Dominique Monami 6–3, 6–2
2. 22 febbraio 1998 Germania Faber Grand Prix, Hannover Sintetico (i) Rep. Ceca Jana Novotná 6–0, 2–6, 7–5
3. 24 maggio 1998 Spagna Madrid Open, Madrid Terra rossa Belgio Dominique Monami 3–6, 6–4, 6–0
4. 12 luglio 1998 Austria WTA Austrian Open, Maria Lankowitz Terra rossa Spagna Gala León García 6–2, 4–6, 6–3
5. 19 luglio 1998 Italia Internazionali Femminili di Palermo, Palermo Terra rossa Austria Barbara Schett 6–1, 5–7, 6–2
6. 10 gennaio 1999 Australia Australian Women's Hardcourt, Gold Coast Cemento Francia Mary Pierce 4–6, 7–6(5), 6–2
7. 11 novembre 2001 Thailandia PTT Pattaya Open, Pattaya Cemento Slovacchia Henrieta Nagyová 6–0, 6–4
8. 20 ottobre 2002 Svizzera Zürich Open, Zurigo Sintetico (i) Stati Uniti Lindsay Davenport 6–7(5), 7–6(8), 6–3
9. 8 gennaio 2005 Australia Australian Women's Hardcourt, Gold Coast (2) Cemento Australia Samantha Stosur 1–6, 6–3, 7–5
10. 24 luglio 2005 Stati Uniti Cincinnati Open, Cincinnati Cemento Giappone Akiko Morigami 6–4, 6–0
11. 14 settembre 2008 Indonesia Commonwealth Bank Tennis Classic, Bali Cemento (i) Austria Tamira Paszek 6–3, 6–0

Finali perse (16)[modifica | modifica wikitesto]

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (5)[modifica | modifica wikitesto]

Finali perse (11)[modifica | modifica wikitesto]

Risultati in progressione[modifica | modifica wikitesto]

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 Titoli V-S
Tornei del Grande Slam
Australian Open A A A LQ 4T 4T 2T 4T 1T 1T 4T SF QF QF 4T 2T 2T A 1T 0 / 14 31–14
Open di Francia A A A 1T 3T QF 3T 1T 2T 4T 4T 2T 4T 4T 4T QF 1T 1T 1T 0 / 16 29–16
Wimbledon A A A 1T 1T 2T 1T 2T 3T 2T 1T 2T 1T 2T 4T 1T 1T 1T A 0 / 15 10–15
US Open A A A A 3T QF 3T 2T 2T 3T 2T 4T 4T 4T 3T QF 2T 3T A 0 / 14 32–14
Vittorie-Sconfitte 0–0 0–0 0–0 0–2 7–4 12–4 5–4 5–4 4–4 6–4 7–4 10–4 10–4 11–4 11–4 9–4 2–4 2–3 0–2 0 / 59 102 / 59
Tornei di fine anno
WTA Tour Championships A A A A A 1T A A A 1T A A RR A A A A A A 0 / 3 1–4
WTA Premier Mandatory
Indian Wells Non Tier I A A A 3T 3T 2T 2T A A A A A A 2T 2T 1T 0 / 7 4–7
Key Biscayne A A A A 2T 4T 4T 3T 2T 2T A A 3T 4T 2T 3T 3T 2T 2T 0 / 13 13–12
Madrid Non disputato SF 3T 1T 0 / 3 6–3
Pechino Not Held Not Tier I 2T 2T A 0 / 2 2–2
WTA Premier 5
Dubai Non Tier I A 1T 3T 0 / 2 2–2
Roma A A A A SF 1T 3T 1T 2T 2T 3T 2T F 3T SF QF 3T 2T 1T 0 / 15 24–15
Cincinnati Non disputato Non Tier I 2T A A 0 / 1 1–1
Montreal / Toronto A A A A A 1T 1T 2T A 2T A A A A 3T 3T 2T 2T A 0 / 8 10–9
Tokyo A A A A A A A A A A A A A A A A 1T A A 0 / 1 0–1
Tier I (né Premier Mandatory né Premier 5)
Charleston A A A A 2T QF SF 3T 1T F 2T SF SF F 2T QF NM5 0 / 12 27–12
Mosca Non disputato NT I 2T 2T 1T 2T A A 1T 1T 2T QF 2T A 0 / 10 6–9
Doha Non disputato Non Tier I 2T Non disputato NM5 0 / 3 4–3
Berlino A A A A 1T 1T QF 1T 3T A 3T 3T SF QF QF 1T Non disputato 0 / 11 16–10
San Diego Non Tier I 1T QF SF F Non disputato NM5 0 / 4 10–4
Zurigo A LQ 2T 1T 1T 2T 2T 1T 1T V QF SF F 1T 2T NT I Non disputato 1 / 14 18–13
Philadelphia A A A Non Tier I Non disputato Non Tier I Non disputato 0 / 0 0–0
Carriera
Tornei vinti 0 0 3 0 0 5 1 0 1 1 0 0 2 0 0 1 0 0 0 N/A 14
Ranking di fine anno N/A 786 152 64 26 11 21 25 37 15 23 14 7 9 16 14 43 44 N/A N/A N/A

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Quando era la numero 15 del mondo, ha sconfitto l'austriaco Patrik Mayr in due set durante un match della Battaglia dei Sessi che si è tenuto in Austria. Mayr era il numero 1162 del ranking ATP.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guru e pozioni, sette e amori La vera storia di Patty Schnyder - sport - Repubblica.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]